Storie originali > Poesia
Segui la storia  |       
Autore: NobodyUnderstandsMe    08/08/2017    0 recensioni
Pura presunzione stilistica con tendenze omoerotiche.
_
"Mai smetti di tormentarmi
Col candore della menzogna".
_
"Coacervo di vili pulsioni ferine" è il distopico ritratto di una mente indebolita dal passato, frantumata dal presente e dimenticata dal futuro: siamo tutti noi.
"Coacervo di vili pulsioni ferine" è la caterva di speculazioni teoretiche di una vita, tutte intrecciate dal tema della decadenza interiore: non troverete letizia né mestizia, bensì dannazione, insania e, soprattutto, parole - toccherà a voi interpretarle.
A chiunque volesse seguirmi, dico "grazie"; a chiunque non volesse seguirmi, chiedo "perché?": niente più cimenti di labbra. Solo di rancore.
Genere: Angst, Introspettivo | Stato: in corso
Tipo di coppia: Slash
Note: nessuna | Avvertimenti: Contenuti forti
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Vomita il silenzio che tacesti.
 

"Vomita il silenzio che tacesti

In quel coacervo di vili pulsioni ferine.

Belva di sangue, che ti pasci di menzogne,

Decanta, adorna di tremolii, l'eclissi del sorriso:

Tornerai a parlare

Quando appassiranno i pensieri

E danzerai in cimiteri di menti sfiorite.

 

 

Allora, niente più cimenti di labbra:

Solo di rancore".


N.d.a: cominciamo questo nuovo ciclo con un testo inedito su Efp, ma già pubblicato su Wattpad nella raccolta "Basta lacrime di Poesia" di EmperorOfDisaster, in cui troverete altri quattordici componimenti. Grazie a tutti: a chi apprezzerà perché mi incoraggerà a continuare a scrivere; a chi disprezzerà - in maniera analitica e critica - perché mi incoraggerà a scrivere ancora di più per migliorare.

   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: NobodyUnderstandsMe