Recensioni per
Era storia
di Pixel

Questa storia ha ottenuto 8 recensioni.
Positive : 8
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Master
06/07/17, ore 17:59
Cap. 4:

:(

Piango.
Mi prendo un attimo per andare a smaltire il capitolo e poi lascio un commento sensato, che in queste condizioni non sono in grado.

Okay eccomi, posso farcela.
Bellissimo capitolo e profondamente tragico, una conclusione profondamente drammatica per questi ragazzi, così giovani, che hanno fatto la storia.
Isabella era una spia, ma questo non le ha impedito di morire per amore. Amore non solo di Stefano, ma dell'ideale che alla fine era riuscita a condividere nonostante tutto.
Il rapporto che lega i due mi è piaciuto tantissimo, com'è nato e come si è tragicamente concluso, soprattutto per la frase finale. Struggente la riflessione sul padre di Isabella.
"Gregor Radestcky era un maresciallo da così tanto tempo, così tanto tempo che non sapeva essere altro, neanche un padre."
Mi viene il magone solo a pensarci.
E insomma, non so veramente che dire se non brava, bravissima. È stata una storia stupenda e terribile, e sono stata felicissima di leggerla.
Ti faccio i miei complimenti, e ti abbraccio <3
A presto!

~Sky

Recensore Master
06/07/17, ore 01:54
Cap. 3:

Parto con una cosa che avevo dimenticato di scriverti nella recensione scorsa: la descrizione che Stefano fa della sua Genova, l'ossimoro del suo essere una città di mare.
Anche io vivo in una città di mare, e lo capisco tantissimo. E spesso vorrei andar via, ma quando la lascio mi manca. Mi sento vicina a lui XD

Passando a questo capitolo, si prevede aria di tempesta condita da questa tramontana impietosa e dalla pioggia scrosciante.
Isabella è riuscita a farsi accettare dal gruppo, complice anche l'intervento di Simone, e bellissima la frase di Stefano riguardo il fatto che Riccardo, per quanto alle volte rompa gli zebedei, sia un compagno e va trattato da tale. E questo vale anche per la fanciulla, nonostante abbia la tendenza a "tirare fuori gli attributi anche quando non ce ne sia bisogno" ;) ... e come biasimarla, dato quando era complesso essere del "gentil sesso" in quell'epoca, farsi accettare come essere umano che in nulla è inferiore.
Sono sempre bellissimi i discorsi di Stefano sulle cose della vita. È giovane sì, ma ne ha capite tante... come il fatto che loro stanno scrivendo il "prologo" della storia, e non la storia stessa, cosa che Isabella non sembra voler comprendere o quantomeno accettare. Una parabola molto vera e molto triste, a cui il ragazzo è arrivato con la sua maturità d'intenti.
Mi viene in mente quella bellissima canzone, "morire per delle idee".

In ultimo, bello il modo delicatissimo in cui nasce la tenerezza tra questi due ragazzi, nel bel mezzo di quella che si prospetta essere una vera e propria tempesta. Altro che tramontana.

Passerò presto a leggere l'ultimo capitolo, anche se sono sconfortata dal fatto che sia già finita. Il disagio delle storie che finiscono >_>
A presto <3

~Sky

Recensore Master
06/07/17, ore 00:56
Cap. 2:

Eccomi :)
Ebbene, questa Isabella è una fanciulla che sa proprio il fatto suo, sia con le parole che con i fatti.
Istintivamente mi fido di lei, anche se comprendo perfettamente le titubanze dei ragazzi. Non solo è un'estranea che non ha fatto loro la migliore delle presentazioni, avvicinandoli incappucciata a quel modo, ma è anche una donna... e al tempo, le donne erano tristemente considerate alla stregua di ruote di scorta, fatte per accompagnare gli uomini e non prendere mai l'iniziativa.
E Stefano e i suoi, figli del loro tempo, lo ribadiscono più e più volte a una testarda Isabella, che sembra assolutamente decisa a ricavarsi il suo posto nella Giovine Italia al fianco di chi combatte per la propria terra. Ebbene, non avrà ancora conquistato questo posto, ma almeno ha ottenuto la fiducia di Stefano salvandogli la vita. Almeno così mi è sembrato. Il ragazzo è rimasto piuttosto spiazzato, e come biasimarlo... ma come dicevo la signorina sa il fatto suo :3
Mi è piaciuta tantissimo la parte della pistola argentata, quando Stefano la restituisce a Isabella e c'è la riflessione sul suo non saper avere a che fare con il dolore degli altri. Bellissima, e credo che dica molto sul suo carattere.

Mi piace assai il modo in cui si sta evolvendo questa storia. Passo a breve a leggere il prossimo capitolo, peccato che sono solo quattro!

Recensore Master
04/07/17, ore 03:58
Cap. 1:

Ciao Pixel :)
La tua bravura si vedeva già nelle fanfiction, ma nelle originali viene fuori ancora più prorompente, come ho già avuto modo di osservare.
E dunque, eccoci nella prima metà dell'ottocento a osservare le vicende di questi giovani pieni di ideali e di passione. È bello il modo in cui descrivi il "vivere l'ideale" da parte di Stefano, ovvero come una forma di amore.
C'è la canzone dei 99Posse che dice questo... è odio mosso da amore. L'ho trovato limpido e genuino, e soprattutto profondamente vero - gli uomini amano l'ideale e amano le idee, e per fare un'altra citazione, è bello amare un'idea perché le idee non sanguinano e non provano dolore. Gli uomini sì invece, anche se questi ragazzi con il fuoco dentro sembrano non saperlo ancora.
Sono giovani, vogliono fare la differenza, e appartengono tutti a famiglie diverse, diversi ceti ed estrazioni sociali, ma l'ideale li unisce: sono uguali di fronte a questo. Bellissima la breve parabola iniziale e le loro descrizioni, mi sono piaciute veramente tanto.
Bella anche la riflessione per cui Stefano, essendo amato dalla sua famiglia, non si sarebbe mai sentito compreso. Terribilmente vera.

Ma ecco che mentre i ragazzi discutono appare un nuovo elemento, che sembra già destabilizzante ad una prima, brevissima apparizione. Isabella, una donna sotto quel mantello che i bravi giovani non si aspettavano, né tantomeno se l'aspettava Giovanni il locandiere.
Sono ovviamente ansiosa di conoscere gli sviluppi, per cui a presto con il prossimo capitolo!

~Sky

Recensore Master
03/07/17, ore 22:37
Cap. 1:

Ciao carissima,
la Giovane Italia, il Risorgimento. Gli argomenti che ogni (ex) scolaro odia, tu li sai rendere avventurosi e appassionanti.
I giovani, l'idealismo bruciante, che consuma, che impedisce di dormire come quando si è innamorati, la tensio verso l'assoluto: il romanticismo nel più puro senso della parola, che tu hai saputo rendere benissimo in questo beve ma incisivo capitolo.
In più c'è anche il valore aggiunto del colpo di scena finale, e quella che sembrava una spia del maresciallo Radestcky si rivela in realtà una fanciulla, che in due parole riesci a descriverci come coraggiosa e di carattere.
Di nuovo un pezzo bellissimo, elegante e incisivo.
Complimenti!

Recensore Master
14/04/17, ore 17:36
Cap. 3:

Ciao pixel...eccomi di nuovo a recensire...complimenti per il bellissimo capitolo...i personaggi sono dettagliati con minuziosa cura, così come la storia...il lessico e lo stile insieme alla grammatica sono perfetti...il personaggio di Stefano mi piace sempre di più... La parte finale è davvero bella...aspetto con ansia l'ultimo, ahimè, capitolo
A presto

Recensore Master
13/04/17, ore 19:17
Cap. 2:

Ciao di nuovo Pixel...che dire anche questo secondo capitolo l'ho divorato, talmente mi piace la storia e talmente è scritto bene...Stefano mi piace sempre di più e lo hai caratterizzato davvero bene...inoltre il tutto è scritto divinamente... Complimenti vivissimi
Un saluto
Al prossimo

Recensore Master
13/04/17, ore 17:51
Cap. 1:

Ciao Pixel...con maestria maneggi la storia con molta disinvoltura e bravura...mi è piaciuto questo primo capitolo, e mi piace il personaggio di Stefano, molto ben caratterizzato...tutto scritto egregiamente bene... Ti rinnovo i miei complimenti...
Al prossimo capitolo