Storie originali > Comico
Segui la storia  |       
Autore: Growl    15/07/2016    1 recensioni
In una classe di venti studenti, le divergenze tra questi portano la preside a fare una scelta rivoluzionaria; dividere gli alunni in quattro Fazioni: La Teocrazia del Sol'Rosa, l'Unione dei Moderati, la Repubblica delle Banane e l'Anarchia della Fattanza. Divisi in gruppi, gli studenti non danno problemi e rimangono tranquilli, e tutti pare andare per il meglio.
Il terzo anno, però, si unisce un nuovo studente al gruppo, Filippo. Con una vita sociale pari a quella di una lucertola nel deserto, una madre estremamente vendicativa e la capacità di tollerare il genere umano ormai persa da tempo, come farà a sopportare i suoi nuovi stravaganti compagni di classe senza contemplare il suicidio? Inoltre, c'è in palio la vincita di una gita in America, e gli studenti sono così ansiosi di "fare esperienze" all'estero da ricorrere ad atti estremi... Non stupitevi se la storia finirà con una tragedia.
--
Mi raccomando, ci tengo tanto alla storia, quindi se vi capitasse di leggerla, magari lasciateci anche una piccola recensione? ;P
Genere: Comico, Commedia, Demenziale | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Vita di fazioni
in una classe disastrata

 
 
Prologo
 
In una cittadina di cui si manterrà segreto il nome, in una scuola di cui si manterrà segreto il nome, in una classe (a cui però si assegnerà un nome presto) si trovavano venti alunni. Suddetti studenti frequentavano il 3° anno di Liceo Scientifico, nella sezione H. Ebbene, quella sezione era stata creata appositamente per loro. Nell’anno in cui questi alunni s’iscrissero, il liceo conobbe un boom d’iscrizioni incredibile, e la preside non poté fare altro che istituire una nuova sezione per accogliere tutti gli studenti che anelavano di entrare nel Liceo ScientiFICO.
La donna, conscia che era necessario un bilanciamento di capacità e di buon senso degli studenti, reddito familiare e di voti ottenuti agli esami di terza media, fece in modo che ciascuna classe fosse ben variegata e disponesse di diversi tipi di alunni in ogni sezione.
Tutto sembrò andare per il meglio, ma non tardò ad arrivare il mese di dicembre, vivacemente chiamato dai liceali autogestembre. Messa alle strette da rivolte e da tentati colpi di stato, la preside alzò bandiera bianca e concesse la cogestione ai suoi alunni, sperando che l’unità scolastica non si perdesse. Eppure nella vecchia 1°H già qualcosa bolliva in pentola da settembre. I venticinque alunni avevano troppe divergenze e non riuscivano ad andare d’accordo, arrivando a minacciare l’autogestione e addirittura l’occupazione, supportati anche dal Comitato Studentesco.
La dirigente doveva correre assolutamente ai ripari. La potenza della H era troppa, doveva in qualche modo zittire ogni alunno e allo stesso tempo evitare che la scuola andasse in rovina. Dopo giorni e serate in cui vedeva gli studenti discutere in angoli bui dell’istituto e lanciarle occhiatacce, emanò un’ordinanza rivoluzionaria. La classe, che non riusciva a vivere tranquillamente raggruppata con un solo nome, fu divisa in quattro Fazioni, cosicché non si schierasse contro di lei bensì contro se stessa.
Gli studenti, anche se non tutti, smisero di prepararsi per una guerra e si divisero in quattro schieramenti che sussistono ancora dopo due anni, e bisogna dire che sono anche molto organizzati. I quattro sono graficamente rappresentati su una linea orizzontale, che parte da destra per indicare la convenzione –simboleggiata dalla luce- e a sinistra per indicare la ribellione –simboleggiata dall’oscurità-.
I primi da destra sono i rappresentanti della Teocrazia del Sol’Rosa, che è la fazione religiosa della classe, la quale venera il Dio Sol’Rosa. Successivamente l’Unione dei Moderati, la quale raggruppa i ragazzi più calmi, con diversi talenti. Segue la Repubblica delle Banane, un tempo più tendente a destra ma che ora sta mostrando segni di corruzione. Infine, l’Anarchia della Fattanza è dedicata al piacere di sostanze… di dubbia natura.
Il primo e il secondo anno passarono veloci, la classe divisa non diede grandi problemi e la preside smise di temere per la sua vita.
Il terzo anno, però arrivo alla scuola una lettera. Era dai governanti della regione, che riconoscevano la grandezza dell’istituto, e offrivano una vacanza-studio a Boston e New York per sei alunni di una classe scelta casualmente. La donna pensò di truccare i risultati per evitare che la 3°H fosse l’estratta, ma non ebbe alcuna voce in capitolo. L’estrazione era già stata fatta.
E la fortunata era proprio la 3°H.
Come un soldato si avvicina con la testa bassa per annunciare al comandante che una battaglia è stata persa, tale la preside si avvicinò alla classe che si era pentita di aver creato. Annunciò mestamente che una Fazione avrebbe vinto il viaggio, scelta secondo diversi criteri che però sarebbero rimasti ignoti a tutti meno che lei. Oltre ai cinque membri di una Fazione, sarebbe potuto andare anche un sesto alunno, scelto sempre da lei, da chi sennò. Lei era a capo di tutto e tutti. Preside uber alles.
Ciò che però nessuno si aspettava era una nuova recluta, la quale aveva deciso di spostarsi da un istituto a un altro. La preside non aveva tempo per controllare il curriculum dell’alunno, era troppo occupata nel sedare rivolte. Nonostante ciò, non aveva intenzione di prendere dei rischi, magari questo ragazzo aveva una storia come ribelle. Doveva silenziarlo, e aveva una soluzione.
Mandarlo nella 3°H.

--
N.d.A- Non vi chiedo di recensire il prologo perchè non succede nulla, ma scrivo qui per dire che a chi interessa la storia, gli altri capitoli saranno comunque abbastanza corti, tra 900 e 1500 parole ciascuno, cosicché non appesantiscano troppo il lettore! 
Ciao.
(e quando dico ciao vuol dire leggete il prossimo capitolo che quello è bello)
   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Comico / Vai alla pagina dell'autore: Growl