Storie originali > Fantascienza
Segui la storia  |       
Autore: missjendy99    12/04/2017    1 recensioni
La propagazione del virus S420 è al 80%.
Pochi giorni al completamento, pochi giorni all'apocalisse.
Il virus S420 è un virus potenzialmente letale di rapida propagazione. Esso si diffonde tramite contatto diretto.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Mentre chiudo il cofano sento una pistola puntata alla testa. Merda. Sono stata incauta. Mi giro lentamente e vedo un ragazzo, sui 20 anni con una pistola puntata alla mia testa. Sanguina e ha gli occhi vitrei; è un contagiato.
" Dammi le chiavi dell'auto" mi ordina.
" Non riusciresti a guidarla. Da quanto sei un contagiato? "
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
E nel mentre faccio partire i tergicristalli svolto verso l'autostrada.
Con la visuale libera riapro gli occhi.
Matt mi guarda sconvolto " Sei una condannata."
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
"Ora dovremmo essere a posto." chiudo il cofano e mi volto verso di lui.
Ha lo sguardo vacuo come se improvvisamente stesse rivivendo un ricordo fin troppo bello o fi troppo doloroso.
Genere: Malinconico, Romantico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Intro

21-12-2094



La propagazione del virus S420 è al 80%.

Pochi giorni al completamento, pochi giorni all'apocalisse.

Il virus S420 è un virus potenzialmente letale di rapida propagazione. Esso si diffonde tramite contatto diretto.

Fino ad ora meno del 70% degli infetti ha superato le prime 24 ore dal contagio.

Dopo 48 ore dal contagio metà degli infetti muore mostrando segni di invecchiamento precoce, pustole e l'esplosione degli occhi.

Questa metà a distanza di pochi minuti dalla morte (il tempo varia da soggetto a soggetto) si alza in piedi in cerca di cibo (per lo più carne, preferibilmente umana e giovane).

I momentanei sopravissuti vengono chiamati "i condannati": questi sono i soggetti che in media hanno più probabilità di riprendersi e tornare normali. Attenzione non è detto sia la sorte migliore.

In media tuttavia tre soggetti su cinque che sopravvivono dopo 72 ore dal contagio subiscono mutazioni fisiche o psichiche di diversa natura.

La maggior parte dei condannati solitamente si suicida dopo pochi giorni dalla guarigione. Le cause di ciò sono ancora sconosciute.

La popolazione mondiale è stata decimata, gli animali sono anch'essi soggetti al contagio, la natura sta morendo e la civiltà finora conosciuta è destinata all'estinzione.

Il numero di non morti è elevato, i condannati una percentuale infinitesimale.

Io sono una condannata. Sono stata contagiata 55 ore fa e da 2 ore circa il mio cervello ha iniziato a processare informazioni ininterrottamente.

Mi resta poco tempo prima che il mio corpo subisca mutazioni significative e io perda il controllo del mio cervello.

Ho intenzione di trovare una cura o qualcuno in grado di poterla fabbricare.

Girano voci tra i non infetti che a Sud un gruppo di ricercatori abbia trovato un vaccino ma che questo sia momentaneamente inutilizzabile; la gente si nasconde, teme il contagio e non è disposta a raggiungere il centri dove i vaccini vengono distribuiti.

Quei pochi che si avventurano fuori dal proprio rifugio lo fanno per fare rifornimento e se hanno fortuna tornano alla base con qualche provvista e sprovvisti di munizioni, il resto non torna affatto.

Per dirigermi a Sud ho bisogno di un mezzo di trasporto, carburante, provviste e munizioni.

Il problema sono proprio queste ultime; esse si trovano nella ZONA X, la zona più pericolosa della città, sede dei non morti e di alcuni criminali che sfruttano il virus a loro vantaggio.

Andare lì significa rischiare di essere catturata e uccisa o peggio, mangiata.

Ma avventurarsi verso Sud con poche munizioni rapresenta comunque un pericolo e non ho alcuna certezza che a poche miglia da qui io trovi le munizioni di cui ho bisogno.

Non ho scelta; devo andare nella ZONA X.

  
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Fantascienza / Vai alla pagina dell'autore: missjendy99