Storie originali > Fantasy
Segui la storia  |       
Autore: Alphamaxnova1    20/04/2017    0 recensioni
Una misteriosa guerra
Un misterioso codice
Un misterioso mistero (?)
Con un balzo nel vuoto, comincia ufficialmente l'avventura della giovane Krystal
Genere: Demenziale, Drammatico, Guerra | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
 <<    >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Capitolo 12: I need you
 
Point Zero non è semplicemente una base
Anzi, si può quasi definire una città a sé 
Il 90% degli edifici sono stati costruiti solo per usi militari al momento dello sbarco
per il restante 10% non si sa con esattezza
tra tutti questi edifici però, solo uno è effettivamente riconosciuto come “patria del terrore”:
La prigione di Eternal, il cui nome fa intuire la triste sorte dei condannati
Questa prigione è caratterizzata da ben 850 metri di altezza, e quindi circa 450 piani…senza contare i sotterranei
E proprio all’ultimo piano…vi è una stanza molto particolare
Un’intera arena, costruita apposta per testare le capacità effettive di eventuali detenuti
e proprio in questo ultimo piano, faccia a faccia si stavano per affrontare il Battle Gear di Murdock e Sam
 
“Devo ammettere che sei un tipo tosto tu…” Gridò Murdock “….non conosco molta gente in grado di farsi 450 piani di scale solo per liberare i detenuti e scatenare il chaos qua a Point Zero”
“Non sono venuto qua a generare Chaos…” Rispose Sam “….sono venuto qui per porre una fine a questa follia”
“Follia? Tu osi definire tutta questa guerra follia?….e sopratutto credi veramente che con la mia morte finirà tutto?
Una guerra non si conclude mai con la morte di un soldato, si conclude con la pace, sempre e comunque”
“So benissimo che tu non sei un soldato qualunque Murdock…”
Un tuono interruppe brevemente il dialogo
“….tu sei qualcosa di ben peggiore” riprese Sam
“Io sarei qualcosa di ben peggiore secondo te? Quanto devi essere arrogante per dire una cosa simile?”
“Non è più una questione di arroganza…anche se ho perso la memoria nell esplosione del Getter II, riesco comunque a ricordare le persone che mi hanno trasformato in quello che sono ora”
“…allora ti ricordi di me come la persona che ti ha trasformato in un dio della distruzione”
“No…tu non mi hai trasformato in quello che sono….tu hai fatto qualcosa di più grave
anche se non me lo ricordo…so che lo hai fatto”
“….sei ancora troppo giovane per morire Sam….vattene….finchè sei in tempo”
Sam impugnò saldamente la Katana e guardò in modo deciso il Battle Gear avversario
“Io non me ne vado…” disse “….questo pianeta è casa mia…quello che deve andarsene qui sei tu!”
Un tuono squarciò il fruscio della pioggia all’esterno dell edificio, facendo quasi tremare la struttura
“….
….bene….
….”
Il Battle Gear alzò velocemente il braccio destro, e con altrettanta velocità aprii il fuoco contro il ragazzo, il quale senza pensarci due volte cominciò a scattare verso il nemico, schivando eventuali proiettili in corsa
Raggiunta la distanza giusta, Sam tentò di colpire l’unità di Murdock con la sua Katana, solo per vederla saltare via in una acrobatica schivata
sempre in volo, l’unità aprii ancora una volta il fuoco, questa volta con i missili
senza esitare, il ragazzo saltò e, balzando da missile a missile, cominciò a raggiungere in volo l’unità nemica
L’eventuale fendente di Sam finii però parato dalla lama del braccio destro del battle gear di Murdock
i due allora, ricaddero verso terra, allontanandosi l’uno dall'altro
toccato di nuovo il pavimento, Sam cominciò di nuovo a caricare il nemico
“Lanciarazzi coassiali sulla schiena….lama ad alta frequenza sul braccio destro e mitragliatore pesante sul braccio sinistro” Pensò “non sarà affatto facile tirarlo giù”
Murdock lanciò allora altri missili, questa volta però non verso sam
questi infatti cominciarono ad andare violentemente vero l’alto
un’enorme esplosione aprii uno squarcio nel soffitto, facendo così entrare la pioggia
l’attacco distrasse Sam, infatti non riuscii a notare lo spostamento improvviso del suo avversario
abbassato di nuovo lo sguardo e si ritrovò l’unità nemica con la lama alzata dinanzi a lui
scattando al momento giusto, riuscii a schivare il colpo, facendo così conficcare la lama avversaria nello spesso pavimento
tenendo saldamente la spada in mano, Sam approfittò del momento, saltando e finendo cosi alle spalle di Murdock, posto dove con un singolo fendente tagliò via il lanciarazzi coassiale
“Maledetto…” pensò Murdock attivando i propulsori posteriori
con una singola e violenta spinta, il Battle Gear roteò indietro su sé stesso di 360º (Backflip) colpendo eventualmente tutto ciò che si trovava dietro di sé…o apparentemente tutto ciò che si trovava dietro di sé
Sam infatti riuscii ancora una volta a spostarsi dalla zona di pericolo, e riuscii anche a sfruttare il momento per cercare di colpire con un singolo fendente la testa dell’unità nemica
“Cortina Fumogena!” Gridò Murdock lanciando in sua difesa delle granate fumogene attorno a lui
la tattica funzionò, nella nebbia formatasi Sam non riuscii a colpire il suo avversario
Leggermente disorientato, cominciò a guardarsi attorno
improvvisamente….degli spari!
Dei proiettili cominciarono ad arrivare alla sua sinistra
con un potente taglio, colpii il terreno e sollevò una zolla di pavimento come scudo
finita la scarica nemica, si alzò e si rilanciò al contrattacco
uscii dalla nebbia in un batter d’occhio
e proprio in quel batter d’occhio, vide Murdock in volo sopra di lui, pronto a schiacciarlo con l’imponente peso della sua unità
usando la spada, Sam riuscii a crearsi un vincolo a terra e quindi a cambiare direzione in meno di un secondo
Il Battle Gear si schiantò con estrema violenza al suo fianco, danneggiando gravemente il pavimento stesso
con un ulteriore scatto, il ragazzo riuscii a scalfire il fianco destro dell unità senza procurare però particolare danno
senza esitare, Murdock scagliò un potente colpo con la Lama
Sam tentò di parare il colpo…e ci riuscii
solo che la potenza fu più che sufficiente a scaraventarlo verso l’alto
“Ecco la mia occasione…” pensò Murdock puntando il mitragliatore pesante contro il facile bersaglio
“Merda…” pensò invece Sam vedendo i proiettili nemici avvicinarsi
usando la Katana tagliò a meta buona parte dei proiettili in volo, evitando così il peggio
finita però la scarica però, vide la pesante unità venirgli addosso
si trovava in volo, non poteva definitamente schivare l’attacco nemico
senza pensarci troppo, si parò 
il secondo fendente nemico lo scaraventò ancora più in alto
questa volta finii addirittura con lo sfondare il soffitto e con il finire sul tetto della possente prigione
toccata di nuovo “terra”, sentii la fredda pioggia scorrere sulle sue spalle
la stanchezza lo stava già prendendo
ma lui non voleva arrendersi
Il Battle Gear nemico atterrò pochi metri davanti a lui
il dolce fruscio della pioggia quasi distraeva il ragazzo dalla possente lama nemica posta a pochi centimetri dalla sua faccia
e i violenti tuoni quasi facevano dimenticare del pesante mitragliatore puntato dritto verso di lui
“….molti di voi non mi vedono proprio come una brava persona…” disse Murdock “….e posso capire anche il perché…”
Sam non rispose, si limitò a guardarlo dritto in faccia
“….la verità però…è un altra…la verità è che la gente non ha mai provato il vero dolore
avete dimenticato cos’è la sofferenza….avete dimenticato cosa vuol dire perdere
….io non sono una cattiva persona…io sono qui per aprirvi gli occhi alla verità 
a molti di voi ho infatti dato una seconda possibilità
una seconda chance per rifarvi e per diventare più forti
eppure…sai cosa ho visto?
ho visto solo gente arrendersi al destino
nessuno aveva veramente la forza di combattere il futuro
nessuno voleva andare contro il dolore
tutti volevano solo….assecondarlo
Tu Sam….puoi ritenerti fortunato
non ricordi più niente del tuo passato
tu non puoi più dire di soffrire
e proprio per questo voglio darti una seconda chance….
….Vattene….
fallo ora che puoi farlo”
“Tu pensi davvero…” rispose il ragazzo “….che dimenticare sia la salvezza?
ho dimenticato il passato…ma non il dolore collegato ad esso
potrò anche non sapere il perché
però….sono certo che tu hai fatto qualcosa di male a me…o a qualcuno che conosco
qui al massimo…sono io quello che può dare una seconda Chance a te
Non il contrario!”
e gridando queste ultime parole, scattò verso il Battle Gear
“…folle…. sussurrò Murdock
con un’agile acrobazia, Sam atterrò proprio sulla testa dell’unità nemica
e proprio qui sopra, tenendosi aggrappato con una mano all’unità, il ragazzo sollevò la spada verso il cielo, e caricando la sua energia gridò
“Muori!”
un potente fulmine colpii allora la spada di Sam, trasferendo così tutta la sua elettricità al soffitto, passando però per il battle gear
l’enorme sovraccarico distrusse completamente il tetto, facendo così ricadere i due al piano inferiore
l’atterraggio non fu dei più delicati, entrambi finirono infatti sdraiati a terra
 
Con non poca fatica, Sam si rialzò
e con non poca sorpresa, vide l’unità avversaria sollevarsi allo stesso modo
“C-come?” Gridò il ragazzo
“Hai bruciato un buon 80% dei fusibili della mia unità…meno male che avevo tenuto a mente un possibile sovraccarico elettrico prima di partire”
“m-maledetto…tu eri pronto a questo e ad altro!”
“Io si…la vera domanda però è un’altra
…..tu sei pronto a questo?
….Bt-0079…sistema Overdrive…Attivato!”
le giunture dell unità avversaria si illuminarono improvvisamente di rosso
Sam non ebbe nemmeno il tempo di reagire correttamente
in un solo secondo, si ritrovò investito da una pesante scarica di proiettili
con tempi di reazione a dir poco notevoli, deflesse buona parte dei proiettili usando la spada
finita la scarica però, vide il Battle Gear venire verso di lui
senza esitare, si mise in posizione difensiva, preparandosi a un eventuale potente attacco nemico
Murdock invece, anziché tentare di colpirlo, lanciò diverse granate fumogene in aria, ricreando così sotto quella pioggia una fitta nebbia
E proprio in mezzo a questa nebbia, Sam iniziò a cercare l’oramai perso avversario
passarono 10 secondi
improvvisamente….degli spari
venivano da dietro
senza esitare, il ragazzo si gettò a sinistra, schivando violentemente i vari proiettili
uscito dalla nebbia però, vide con enorme sorpresa l’unità nemica pronta a colpirlo con la lama proprio davanti a sé
con un ulteriore scatto, schivò il secondo attacco, atterrando così a diversi metri dalla cortina fumogena
e con ulteriore sorpresa, vide provenire dalla stessa cortina diversi proiettili
spaventato e stupito, saltò per schivare i proiettili
in volo pensò brevemente “Come diavolo è possibile? Murdock è proprio davanti a me…eppure i proiettili arrivano anche dalla nebbia"
quel breve istante preso per pensare lo portò alla distrazione
l’unità che si trovava sotto di lui balzò, nel tentativo di colpirlo ancora una volta con la lama
Sam senza pensarci troppo, schivò in volo il colpo e lanciò un fendente in contrattacco
la lama colpii la cabina del battle gear….oltrepassandolo completamente
“N-non ha una consistenza?” Sussurrò Sam
l’unità non esisteva
Era un ologramma!
“Seriamente non ricordi questa stanza della prigione?” Gridò Murdock
Un improvvisa sensazione di dejavù colpii Sam
“Questo posto…io….ho già vissuto questa scena”
Quell improvvisa sensazione distrasse ulteriormente Sam
dalla nebbia infatti uscii con violenza il battle gear, il quale con altrettanta violenza colpii con un potente calcio il quasi indifeso ragazzo
Paralizzato dal dolore, Sam ricadde a terra
lentamente tentò di rialzarsi
ma nel frattanto, vide un unità avvicinarsi a lui
non riuscii nemmeno ad alzare la spada
venne oltrepassato dall’inconsistenza della lama dell’ologramma
anche se non venne effettivamente colpito, Sam sentii comunque una pesante fitta al petto
provò effettivamente….dolore
"cosa diavolo…” sussurrò poco prima di venire colpito da un altro potente calcio
volò via altri 30 metri, e quando finalmente toccò terra di nuovo, vide una scarica di proiettili venirgli addosso
riuscii con la spada a parare alcuni di questi
ma altri lo trapassarono da parte a parte, facendolo sanguinare 
il dolore lo paralizzò un’altra volta
tenendo gli occhi aperti, vide due unità nemiche venirgli incontro 
tentò di sollevare ancora la sua spada, ma il dolore glie lo impediva
tentò di fare un passo indietro, ma le pesanti fitte lo immobilizzavano
“io…questa scena….tutto questo…l’ho già vissuto…”
le tre unità nemiche lo circondarono
ora stavano tutte attaccando lo stesso bersaglio da direzioni diverse
“io….” sussurrò “….posso ancora vincere”
con un potente pugno, Sam lanciò una violenta scarica elettrica a terra, sollevando così diverse zolle di pavimento
tutte le zolle vennero tranquillamente oltrepassate dalle unità nemiche…tutte tranne una
“eccoti lì” pensò
saltando indietro, Sam schivò l’imminente attacco nemico, e dopo essere riuscito ad arrivare alle spalle del suo nemico, lanciò un potente fendente alla sua schiena
attivando i propulsori però, Murdock balzò in aria, posto dove ne approfittò per voltarsi verso il ragazzo e per puntarlo con la Lama
“Pensavi davvero che sarebbe stato così facile?” Gridò Murdock
improvvisamente, la massiccia lama del Battle Gear si aprii, rivelando cosi un buco al suo centro
“Cosa?” Gridò Sam
Dal buco centrale della lama fuoriuscii un potente fascio luminoso, che andò a distruggere buona parte del terreno
Il ragazzo riuscii a malapena a schivare l’attacco
nel tentativo però, metà faccia gli finii bruciata dall’intenso calore emanato dal fascio di luce
come se non bastasse, finii scaraventato via dalla violenta esplosione scatenata dal colpo
“M-maledetto…” disse una volta toccata di nuovo terra 
alzato lo sguardo però…vide il nemico venirgli addosso
“Addio….Sam…” gridò Murdock poco prima di colpire il suo avversario con un violento calcio
il violento colpo lanciò il ragazzo contro la parete laterale della torre, sfondandola
Senza nemmeno rendersene conto, Sam cominciò a cadere privo di sensi nel vuoto
e così, cadendo come la pioggia verso terra, si abbandonò ai suoi pensieri
“i-io…ho perso….
….
….
no…io non….non posso aver perso…
…non contro di lui….non dopo tutto quello che mi ha fatto….
….io….devo riaprire gli occhi….devo continuare a combattere…
….
….
….lo devo fare….
….non per me…..
….per tutti….
…..per Kovosky….
….per Lynx….
….per Krystal….
….
….
….”
un improvviso senso di rabbia assalì la pace interiore di Sam
“….
….aspetta un momento….
….io-…..i-io…ricordo…
….ricordo tutto!
Ricordo il passato….ricordo cosa è successo a November City 15 anni fa
ricordo cosa è successo nel Canyon Percival 5 anni fa
ricordo tutto….
….ricordo…
….
….ricordo Krystal….
io….vincerò….”
anche se con gli occhi chiusi, Sam riuscii a sentire le linee sul suo corpo illuminarsi
“…potrò anche non andare i berserk
potrò anche non essere abbastanza veloce
potrò anche essere quello che voi definivate “uno sporco Xaveriano”
però….io l’ho promesso
l’ho promesso a Kovosky
l’ho promesso a Krystal
l’ho promesso a me stesso
io…vincerò!”
e allora, riaprii gli occhi
le linee si erano illuminate fino al limite massimo (le spalle)
senza pensarci troppo, Sam infilzò la spada nel fianco della torre per poter finalmente fermare la sua caduta e, quindi, incominciare la sua risalita
sfruttando l’elettricità statica emanata dal suo corpo, cominciò a correre verso la cima della torre
dopo pochi secondi, raggiunse la zona di torre dalla quale era caduto
lì, vide il Battle Gear di Murdock affacciarsi quasi vittorioso 
con un solo potente scatto, Sam tagliò parte della corazza anteriore, prendendo inoltre di sorpresa il nemico
“Murdock!” Gridò tornando così all’ultimo piano della torre
“T-tu…come diavolo-“
“Io…io ricordo tutto Murdock!
ricordo ogni singolo giorno vissuto in questo carcere
ricordo perché ti odio
e proprio per questo, questo duello non è ancora finito
Murdock…per te è finita!”
“Lo vedremo….prendi questo!” Rispose puntandogli addosso il mitragliatore
la potente scarica raggiunse il ragazzo, trafiggendolo
….o così sembrava….
Sam….si era letteralmente smaterializzato dinanzi agli occhi di Murdock
“C-cosa!?” sussurrò “D-dove…dove diavolo sei finito?!”
il battle gear alzò lo sguardo
a una velocità a dir poco impressionante, Sam si scagliò contro il suo avversario, tentando di colpirlo con la spada
con tempi di reazione incredibili, Murdock usò i propulsori per schivare l’attacco
riuscita la schivata e visto il ragazzo colpire violentemente terra, tentò ancora una volta di colpirlo con una scarica di proiettili…solo per vedere con estremo stupore Sam smaterializzarsi multiple volte e quindi schivare tutti i singoli proiettili
“C-cosa!?”
I propulsori del battle gear si attivarono un’ulteriore volta, portando così l’intera unità a muoversi contro il ragazzo
alzata la spada, Murdock tentò ancora una volta di colpire il suo avversario, solo per vedere con estrema sorpresa la massiccia lama della sua unità venire bloccata da quella piccola e leggera di Sam
“no…n-non può essere-“ sussurrò
“Lo senti Murdock?…” rispose Sam “….la senti questa strana emozione?...
….è terrore….
…tu stai provando le stesse emozioni che abbiamo provato noi prigionieri…”
“S-smettila!”
con un violento colpo, Sam sollevò la massiccia lama nemica, aprendo così la guardia avversaria
in risposta, Murdock attivò ancora una volta i propulsori, questa volta per saltare in alto
“Tu!…” gridò “….misero bastardo….pensi davvero di potermi far provare terrore?
So benissimo cosa è il terrore…l’ho provato, so cosa vuol dire
è stato il terrore a rendermi più forte
e tu…maledetto traditore…non hai il diritto di poter anche solo dire…di avermi fatto provare dolore…”
La lama del Battle Gear si aprii un’ulteriore volta
“….ORA MUORI!!”
dal foro centrale partii un altro potente laser
Sam questa volta però, senza scomporsi, alzò il braccio sinistro
e mostrando solo pura rabbia in volto, caricò la mano sinistra con elettricità e, con un singolo pugno, deflesse il raggio laser, facendolo finire contro la parete della camera
in preda al panico allora, Murdock cominciò a caricare il suo avversario nel tentativo di colpirlo con la massiccia lama della sua unità
lanciato l’attacco però, vide con ulteriore timore il suo colpo venire bloccato….a mani nude
“N-no…” pensò “…n-non può e-essere”
tentò allora di colpire il suo avversario con il mitragliatore
come premette il grilletto però, vide l’enorme scritta “Munizioni terminate” apparire sullo schermo principale della cabina di pilotaggio
“….c-cortina fumogena!”
poco prima di riuscire a lanciare i fumogeni però, vide la spada di Sam infilzare con violenza la parte anteriore del suo mezzo
“fine dei giochi…” sussurrò il ragazzo colpendo con una violenta scarica elettrica l’unità 
“h-ho ancora un ultimo asso nella manica!...” Gridò Murdock “….Eiezione!”
con questa ultima disperata manovra, il portellone principale finii violentemente catapultato assieme a Sam e Murdock verso il margine della struttura
Sam, con un agile salto riuscii ad atterrare di nuovo sul palazzo
Murdock invece riuscii al massimo ad aggrapparsi con una mano al bordo della struttura
Con i piedi penzolanti nel vuoto, l’unica cosa a lui permessa era gridare
“A-….Aiuto!” Esclamò
Con molta lentezza, Sam si avvicinò al bordo della struttura, solo per dire
“….finalmente….”
“T-tu….maledetto!”
“Io? Maledetto? In un posto come questo poi!”
“Era questo il tuo destino?
Combattere solo per vedermi morire così?”
“Non saprei…dovresti chiederlo a qualcun altro
Tipo alle persone che sono morte in questa stessa stanza
….tipo a Kovosky…”
“….tu…non puoi capire…..
…..tu hai fatto tutto questo…solo perché una persona a te cara è morta….
….vuoi sapere invece perché io ho fatto tutto questo?”
“È la tua ultima occasione per parlare…quindi si….parla”
“….ho fatto tutto questo…per vendetta
tu sei nato su Xavier…eppure non hai mai visto con i tuoi stessi occhi quel dannato cristallo cadere dal cielo e distruggere tutto
….io si….
un dannato cristallo….un oggetto così inanimato a portato via con un singolo colpo tutto ciò che avevo
Una casa…una famiglia….un intero modo di vivere
e poi…come se non bastasse…siete arrivati voi….voi Sons Of The Future….
figli di quell infame di un cristallo
solo perché avete questi….”poteri”…vi credete superiori a tutti
vi sbagliate…
io mi sono arruolato nell esercito di Xavier…solo per poter eliminare tutti i Sons Of The Future
solo per poter Vendicare ciò che un tempo chiamavo casa
a quanto pare però…ho fallito…”
Sam impugnò la spada e sussurrò
“Dunque…per quale motivo non mi hai ucciso quel giorno?”
“Voglio onestamente vedere tutti i Sons Of The Future soffrire quanto più possibile
non avrebbe avuto alcun senso ucciderti là….”
“…e quindi…hai deciso di catturarmi solo per vedermi soffrire…”
“….anche perché erano ordini….”
“….mi dispiace Murdock….” disse sollevando la spada “….
….
….
….mi dispiace ammetterlo….ma noi due siamo troppo simili….”
con enorme sorpresa, Murdock vide il suo avversario porgere la mano verso di lui
“C-cosa?”
“….lo hai detto tu…tutti meritiamo una seconda chance…”
“….ma-ma….dopo tutto quello che ti ho fatto…dopo tutto quello che è successo…”
“…inoltre…a differenza tua…io non sono un mostro…”
con molta confusione, e con molto stupore, Murdock cominciò a muoversi lentamente verso i resti del suo Battle Gear
“…continuo a non capire…perché mi stai risparmiando? Perché stai buttando via 15 anni di attesa vendetta?”
“se avessimo combattuto cinque anni fa…probabilmente ti avrei ucciso senza esitare
peccato però…che io sia cambiato in questi cinque anni
ho conosciuto una persona che mi ha fatto conoscere di nuovo il significato di pace
ho dunque  scoperto che c’è qualcosa di più importante della vendetta…
….
la verità…è che non sono più me
non ho più la stessa rabbia di cinque anni fa
…i tempi cambiano….e così cambiano anche le persone
…siamo esseri umani in fondo…non dei”
Un suono metallico attirò l’attenzione di Sam
“Pensi seriamente….che anche io possa cambiare?….
….mai….”
Murdock, mentre Sam parlava, aveva raccolto il nucleo energetico del suo battle gear: Un piccolo frammento di Cristallo
“Murdock! Cosa stai facendo?”
“…non siamo dei dici? Non siamo in grado di creare dici?
Dimentichi una cosa Sam
È l’uomo che crea gli dei, non il contrario!”
“….non vorrai mica…”
“…Sam….tu sei tutto ciò che io disprezzo in questo mondo
tu sei chiaramente un Son Of The Future
e forse….proprio per questo non riesco a batterti
anzi…molto probabilmente….avevi ragione tu
avrei dovuto ucciderti 15 anni fa…quando ne ho avuto l’occasione
perché…ora per batterti dovrò diventare ciò che disprezzo di più al mondo
diventerò io stesso un Dio!”
e con estrema violenza, toccò a mani nude il frammento di cristallo, sprigionando così un intensa luce viola
sorpreso dall’improvvisa azione, Sam riuscii soltanto a coprirsi gli occhi dal potente fascio luminoso
il fascio illuminò le nuvole circostanti, facendo così apparire la cima della prigione visibile ad almeno una decina di chilometri di distanza per un intero minuto, al termine del quale fu finalmente possibile vedere il nuovo Murdock
“Tu…” Disse “…eri…e sei ancora la causa di tutte le mie disgrazie….
e proprio per questo motivo….ti ucciderò”
“….fatti sotto…”
Con un violento scatto, Murdock si avvicinò fino a pochi metri di distanza da Sam
Senza esitare invece, il ragazzo si buttò a sinistra, pronto a evitare un possibile attacco nemico
allungando la mano invece, il generale lanciò un potente getto d’acqua contro il suo avversario
“Acqua!?” esclamò poco prima di essere colpito e scaraventato via 
“Quindi…è questo quello che si prova…” rispose ridendo “….Muori Sam!”
Senza faticare troppo, Murdock lanciò un secondo getto d’acqua, finendo però con il colpire le mura dietro il ragazzo
Sam invece, cominciò ad avvicinarsi ad una velocità impressionante, schivando eventuali colpi con diversi veloci scatti
arrivato a distanza debita, tentò di colpire l’avversario con un potente fendente, finendo però con il vedere il suo colpo venire bloccato da una barriera di acqua
ridendo, il generale gridò “…si….questo potere….questa potenza” poco prima di scaraventare via ancora una volta il ragazzo con una singola esplosione d’acqua
toccata terra, Sam vide non appena sollevato lo sguardo Murdock venirgli addosso
istintivamente, sollevò la spada per difendersi
Il Generale però, concentrò tutta l’acqua attorno al suo pugno solo per creare un pugno ancora più grande e per potere quindi colpire con estrema violenza il ragazzo
il violento colpo finii effettivamente parato, e l’onda d’urto spaccò diversi metri di pavimento
con un singolo potente scatto, Sam si spostò fuori dalla portata avversaria
se voleva vincere, doveva elaborare un piano
osservò per un intero breve secondo il suo avversario
“sono chiaramente più veloce di te Murdock….e sopratutto….controllo qualcosa che tu non puoi contrastare”
senza esitare allora, si rilanciò al contrattacco
Murdock ovviamente non rimase fermo a guardare, allungando entrambe le mani lanciò un violento getto d’acqua contro il suo avversario
Sam però, con un fulmineo scatto schivò il colpo e attaccò il suo avversario che, pur di non farsi colpire, creò letteralmente una bolla d’acqua attorno al ragazzo, intrappolandolo
“Oh si…” sussurrò ridendo “….affogato eh? Una morte più che adatta a un vile traditore come te”
senza mostrare però paura, Sam guardò Murdock dritto negli occhi sorridendo
“…eppure….preferisci ridere….anche durante la morte”
Il corpo di Sam però cominciò all’improvviso a emanare dell’elettricità, scaldando così velocemente l’acqua attorno a lui
con un enorme esplosione di vapore, il ragazzo si liberò dalla mortale trappola avversaria
e nell’improvviso momento, tocco terra pronto a colpire il suo avversario
con un singolo violento fendente, Murdock finii scaraventato a diversi metri di distanza
toccata di nuovo terra però, alzò un braccio in aria per concentrare la pesante pioggia in una sfera di non piccole dimensioni e per lanciare la suddetta contro l’avversario
con un altro potente fendente però, il ragazzo tagliò a metà la sfera d’acqua, trasformandola così in altro vapore
con un violento scatto, Sam si lanciò ancora una volta all’attacco
Murdock però, per contrastare si limitò a lanciarsi verso il suo oramai defunto battle gear
alzando la spada, Sam tentò ancora una volta di colpire il suo avversario 
il colpo però andò a vuoto, dato che finii deflesso da una scarica d’acqua avversaria
con un secondo getto d’acqua però, Murdock andò a staccare la pesante lama dalla sua unità 
“Ma che diavolo…” sussurrò il ragazzo poco prima di venire respinto da un terzo getto d’acqua
con le linee già illuminate sulla testa, il generale gridò
“Questo…è il vero potere di un Son Of The Future!”
con un solo braccio, sollevò la pesante spada del battle gear e, infilando la mano nel buco che inizialmente conteneva il sistema Laser, lanciò un singolo potente getto d’acqua contro il suo avversario, distruggendo così con un singolo colpo tutta la parete alle sue spalle
con un fulmineo scatto, oltre a schivare l’attacco, Sam riuscii a contrattaccare
le due lame si incrociarono, scintillando in mezzo a quella nube di vapore proprio come un fulmine in una tempesta 
con un potente calcio però, il ragazzo lanciò il suo avversario in alto, portandolo così in una situazione di svantaggio
alzando inoltre la spada, attirò verso di sé un fulmine, colpendo così con una singola mossa Murdock
per difendersi dall’improvviso e potente fulmine, il generale creò un enorme bolla d’acqua attorno a sé, finendo però con il creare una massiccia nuvola di vapore all’impatto
a distrarre il ragazzo però…arrivò una voce femminile
“Sam!”
Sam abbassò lo sguardo, e vide con enorme sorpresa...Krystal
“Krystal! Cosa diavolo ci fai qui? Ti avevo detto di non seguirmi!”
“Come potevo non seguirti? Non sei l’unico qua che vuole Murdock morto sai?”
“Come sarebbe a di-“ 
un suono però prese la sua attenzione
“-Krystal attenta!” gridò lanciando la spada verso di lei
“C-cos?”
Dalla nube, all’improvviso, uscii Murdock
con un potente fendente, tentò di colpire Krystal, che si difese però con una bolla d'aria
la spada lanciata dal ragazzo finii invece con il colpire il generale, spostandolo così fuori dalla sua traiettoria di attacco
con un violento scatto Sam si avvicinò al generale 
sollevando così nella sua corsa diversi detriti e gridando “Lascia stare Krystal!” andò a raccogliere la spada e a colpire ancora una volta il generale
il potente fendente finii bloccato dalla massiccia spada avversaria
“Tu non mi porterai via tutto Murdock! Non ancora!”
la spada del generale si aprii improvvisamente, rivelando così il foro al centro
“…hai ragione…non farò gli stessi sbagli del passato”
e lanciando un potente getto dal centro della lama, Murdock trafisse dritto al cuore Sam
 
sanguinando, il ragazzo cominciò lentamente a cadere
toccata bruscamente terra, rimase immobilizzato dal dolore a terra…proprio dinanzi a Krystal
“S-Sam….t-tu”
con una voce oramai strozzata dalla fatale ferita, disse
“…K-krystal….”
la ragazza, senza esitare, corse a sostenere e curare Sam con le sue stesse mani
“Sam! Non sforzarti! Ci sono qua io…andrà tutto bene…”
“Krystal…t-tu…stai piang-“
“N-Non….” disse in lacrime “….Non sforzarti Sam…”
“….”
“….”
“….io ricordo tutto Krystal….”
“…..S-Sam….”
“….ricordo il nostro passato…ricordo cosa è successo….ricordo….tutto…”
“…l-lo so Sam….io….”
“….Krystal….”
la ferita pareva quasi non rimarginarsi
“….”
“….devi sapere…..Sam….non è il mio vero nome…..”
“….”
“….il mio vero nome….è……- - -“
Sam disse per la prima volta il suo nome a Krystal
e proprio pronunciandolo, perse una volta per tutte i sensi, lasciando così il suo sangue nelle mani della ragazza
e guardandosi quelle mani, oramai sporche di sangue, sentii un potente senso di rabbia assalirla
le linee sul suo corpo iniziarono a illuminarsi, quasi senza un limite
dietro la sua schiena cominciò a formarsi un cerchio d’aria
le sue pupille cominciarono a diventare di colore azzurro
con un delicato tocco a terra, si alzò in piedi
con la mano destra, raccolse la spada di Sam
e aprendo una volta per tutte gli azzurri occhi, alzò la spada e disse
“….è giunta la tua ora….Murdock”
“…anche tu….il berserk…”
Krystal scattò, sollevando con il suo movimento diversi pezzi di pavimento
in preparazione all’attacco, Murdock innalzò una barriera d’acqua
con una singola potente folata di vento però, la ragazza aprii senza alcun problema un varco nella barriera, colpendo indirettamente il generale e scaraventandolo a diversi metri di distanza
toccata di nuovo terra, l’avversario alzò lo sguardo e, con una velocità incredibile, lanciò un potentissimo getto d’acqua contro Krystal
con enorme sorpresa però, vide il getto venir distrutto da un singolo fendente
“…qual potenza…” sussurrò poco prima di perdere di vista la ragazza
con brevi e scatti, lei riusciva senza alcun problema a muoversi nello spazio tridimensionale attorno al suo avversario
a ogni movimento, nell aria si udiva un potente boom sonico
confuso e disorientato dai potenti suoni, Murdock alzò un ulteriore volta lo scudo
come riuscii però a innalzare la sua difesa, sentii l’ultimo boom sonico avvenire alle sue spalle
istintivamente, si girò, spostando con sé la sua enorme lama
la barriera d’acqua venne istantaneamente disintegrata dal cerchio d’aria sulla schiena della ragazza, e l’imminente fendente finii bloccato dalla prontezza di riflessi di Murdock
“Come hai osato Murdock….” gridò la ragazza “….come hai osato portarmi via tutto…DI NUOVO!”
“Tutto? Questo tu lo chiami tutto!?
Voi stessi mi avete portato via tutto, non avete alcun diritto di lamentarvi vili esseri inferiori!”
con una potente folata, Krystal scaraventò il generale a diversi metri di distanza, stordendolo
“Niente…” gridò la ragazza sollevando la spada al cielo “…perdonerà mai ciò che hai fatto!”
l’aria si concentrò tutta sulla lama della spada di Krystal, e quando il fendente venne finalmente lanciato, la corrente si liberò, allungando così l’ipotetica lunghezza della lama di altri 100 metri
con il singolo violento colpo, Krystal tagliò a metà buona parte della torre, mancando però il bersaglio
stordito dall’intenso colpo, Murdock lanciò in contemporanea due potenti getti d’acqua contro la ragazza, mancandola e dandogli l’occasione di contrattaccare
con un altro violento boom sonico, lei tornò al contrattacco
senza andare particolarmente nel panico, il generale saltò in aria, aprendo in due nel contempo la lama
con un ultimo boom sonico, Krystal tentò di colpire Murdock dall’alto
pronto però all’eventualità, il generale puntò la lama contro la ragazza e gridò
“Muori!”
poco prima di lanciare dal foro centrale il più potente getto d’acqua generabile 
con un potente fendente, Krystal colpii il getto e, aiutandosi con una folata d’aria, lo separò in due getti separati 
senza esitare però, Murdock richiuse la lama e tentò ancora una volta di colpire la ragazza con un violento fendente
le due lame si scontrarono a mezz’aria, facendo così risplendere la cupa arena con il caldo arancione delle scintille
“Tu…stupida ragazza…tu non puoi cap-“
“Vuoi chiudere quella stramaledetta bocca!”
con un altra violenta folata, scaraventò il generale contro il pavimento, ferendolo alla schiena
senza nemmeno riprendere fiato, con un altro boom sonico si lanciò in picchiata contro l’avversario
Murdock, questa volta nel panico, si lanciò verso il bordo della torre, facendo così impattare la ragazza contro il pavimento 
come si rialzò in piedi però, sentii un violento boom sonico spezzare il suono della pioggia 
con un violento scatto, Krystal colpii un’altra volta Murdock, lanciandolo così verso il cielo
nemmeno il tempo di riprendersi…un’altro boom sonico
abbassò lo sguardo e vide la ragazza venirgli incontro con la lama pronta e con le lacrime nei suoi azzurri occhi
“Questa potenza….” sussurrò “….è questo quello che loro chiamano…berserk?”
le due lame si incrociarono ancora una volta a mezz’aria
nemmeno il tempo di rispondere, Murdock finii investito da una decina di veloci e superficiali fendenti e infine colpito da un violento calcio
scaraventato di nuovo a terra e leggermente ferito, il generale iniziò in preda alla rabbia a lanciare diversi potenti getti d’acqua contro il suo avversario
con altri potenti boom sonici, Krystal tornò all’attacco
“La stessa tattica non funziona più volte!” Gridò il generale puntando un braccio verso il basso
appena la ragazza si trovò a distanza debita, un violento getto d’acqua colpii il pavimento, scaraventando Murdock in aria e facendogli eventualmente schivare il violento attacco avversario
sfruttando il momento inoltre, fece roteare attorno a lui la pesante lama, colpendo così con possente violenza la lama della ragazza
la potenza del colpo fu tale che il terreno sotto i piedi di Krystal si spezzò, sollevando eventualmente diverse zolle
“Ancora resist-“
qualcosa colpii alle spalle Murdock, scaraventandolo ancora una volta a terra
“Cosa diavolo…” sussurrò rialzandosi in piedi
“veramente non te ne sei reso conto?” rispose Krystal
“Reso conto…di cosa?”
“Durante il combattimento ho rilasciato diverse sfere d’aria in giro
tutti i miei attacchi precedenti non avevano come scopo quello di ucciderti
….avevano come scopo quello di distrarti!”
Murdock improvvisamente si rese conto del suo colossale errore
tutto attorno a lui, vi erano delle sfere d’aria
una…dieci….no….
…mille!
tutte posizionate a cupola attorno a lui
“….manca solo il mio segnale Murdock….”
alzando una barriera d’acqua, il generale gridò
“Pensi davvero che funzionerà il tuo stupido piano?”
“Pensaci…con la mia debole aria ho senza alcun problema distrutto tutti i tuoi colpi d’acqua….
….hai perso”
“Ti sbagli…io con il potere del berserk ti sconfiggerò! Fosse anche solo l’ultima cosa che farò!”
“….devo chiederti una cosa Murdock….
…tu ricordi?”
“Ricordo cosa?”
“Cinque anni fa…in un villaggio poco più a Ovest di November City….
ti ricordi di loro?”
“Loro chi?”
“La mia famiglia Murdock
quella che tu hai ucciso così barbaramente…senza motivo…”
“Loro non erano nessuno
erano persone come molte altre
e come molte altre…meritavano di morire”
senza esitare ulteriormente, Krystal lanciò l’attacco
tutte le sfere d’aria iniziarono a convergere verso l’avversario, colpendolo e sollevando così un enorme nube di vapore
“Katherine….” cominciò a sussurrare la ragazza “….Emanuel….Victor….Sam….
….questi erano i loro nomi….”
Dalla nebbia appena formatasi fuoriuscii un intensa luce viola
sorpresa, Krystal poté solo osservare la nube dissolversi lentamente e rivelare…uno scudo….fatto di cristallo viola
appena questo scudo si riaprii, la ragazze vide che a creare quella struttura difensiva non era stato Murdock….bensì Ramiel
“Scusa il ritardo Murdock” Sussurrò
“Non ho mai chiesto il tuo aiuto Ramiel…cosa ci fai qui?”
“Zero ha visto che la situazione stava peggiorando…e quindi ha mandato me in tuo soccorso….
….di la verità…se non fosse per me ora saresti morto”
“Bah…ciance”
“Più che altro…mi spieghi come cavolo hai fatto a prendere questi poteri?”
“Non ricordi? Il cristallo che avete montato sul mio battle gear corrisponde alla perfezione con il mio codice genetico
sono riuscito ad assorbirlo ed ad acquisire questi poteri proprio per questo motivo”
“Ah giusto….quasi me ne ero dimenticato”
nel frattempo, Krystal si limitò ad osservare con disperazione i suoi due avversari
“C-come…” sussurrò “….un semplice colpo di fortuna….lo ha salvato….”
il cerchio d’aria sulla sua schiena divenne leggermente più grande
le linee sul suo corpo si illuminarono di un azzurro ancora più acceso
con molta delicatezza, appoggiò una mano a terra, tenendo saldamente invece la spada con l’altra
con un unico e intenso sguardo, guardò i suoi due avversari
“È già andata in berserk?”
“esattamente”
“E…dov’è l’altro tizio….Sam?”
“Morto”
con un violento fendente, Krystal tagliò tutta l’aria presente tra lei e i suoi avversari
separandosi invece, il generale e Ramiel riuscirono a schivare il potente attacco
nemmeno il tempo però di toccare nuovamente terra che la ragazza si rilanciò violentemente al contrattacco
con un violento pugno, andò a colpire la pesante lama di Murdock scaraventandolo così a diversi metri di distanza
colpito il suo avversario però, video la leggera spada di Ramiel venirgli incontro
alzando la mano sinistra, riuscii senza troppi problemi a crearsi uno scudo d’aria e a fermare così la lama
“C-che cosa!?”
sfruttando un ulteriore volta il boom sonico, Krystal si lanciò un’altra volta contro Murdock, che nel frattempo si era rimesso in piedi
nella sua supersonica corsa, vide apparirgli dinanzi agli occhi alcune barriere di cristallo
“Schiva questo!” Gridò Ramiel
sorprendendo tutti però, la ragazza sfondò senza alcun problema i cristalli, lanciando così in aria i cristallini frantumi viola
circondata la sua lama di acqua, Murdock contrattaccò il violento attacco di Krystal, rilanciandola così verso Ramiel
ragazzo che, vista l’occasione d’oro, sfruttò il suo potere per aumentare l’infiammabilità dell’aria attorno alla ragazza e quindi colpirla con un violento fendente
ovviamente, per difendersi Krystal alzò la spada, ma incrociandosi le due lame andarono a creare la scintilla-innesco 
Una violenta esplosione travolse la ragazza, facendola così sparire in una spessa nube di fumo nero
“Non dovresti sottovalutare i tuoi avversari sai?”
un urlo improvviso spazzò via la spessa nube
…la ragazza era sparita…
“C-cosa!?” gridarono contemporaneamente i due avversari
improvvisamente, nel cielo, un fulmine illuminò la torre
il tuono raggiunse subito i guerrieri sulla cima
ma il suono…era ben diverso da quello di un tuono
sembrava più…un esplosione
Murdock alzò istintivamente la lama come fosse uno scudo verso il cielo
a velocità supersonica, Krystal colpii dall’alto il generale, sfondando buona parte del pavimento all’impatto
“C-come…” sussurrò il generale “…come diavolo sei sopravvissuta a quel colpo?”
senza rispondere però, la ragazza tirò un calcio in faccia a Murdock, scaraventandolo così a diversi metri di distanza
come finii la sua azione però, vide Ramiel venirgli incontro
poggiò allora i piedi a terra e, senza muoversi ne tantomeno girarsi verso di lui, lo aspettò
appena il ragazzo lanciò il fendente però, vide con enorme sorpresa la punta della spada attraversare Krystal
….quasi come se non avesse alcuna consistenza…
fu cosi veloce, che Ramiel non riuscii nemmeno a vederla muoversi
riuscii però a sentire qualcosa colpirlo violentemente alle spalle e quindi scaraventarlo via
…un calcio…
girato di nuovo lo sguardo, Krystal vide il suo avversario puntargli contro la massiccia lama aperta in due 
in meno di una frazione di secondo, un violento getto d’acqua le venne incontro
senza mostrare alcuna paura né tantomeno esitazione, lei alzò il braccio sinistro e, con molta semplicità, distrusse il getto d’acqua con una potente e concentrata folata di vento
finito il contrattacco, sentii l’aria attorno a lei diventare più…calda
“Vediamo come ti piace questo!” Gridò Ramiel
una violenta reazione chimica mandò in fiamme l’aria attorno alla ragazza
lei però,con un breve ma semplice scatto si lanciò contro il ragazzo e, con una potente gomitata, gli spaccò il naso
finita l’azione, vide Murdock venirgli addosso con l’intenzione di colpirla con la spada
spostandosi delicatamente a destra, riuscii a schivare il pesante attacco, e colpendo violentemente con la sua spada, riuscii a mandare in frantumi la pesante arma del generale
Quasi infuriato, Murdock tirò una violenta raffica di pugni contro la ragazza, ma finii con il mancarla più e più volte
Ramiel nel frattempo, in preda alla rabbia, decise di colpire la ragazza alle spalle mentre appariva concentrata a schivare i ripetuti colpi del generale
e così, limitandosi a saltare, Krystal riuscii a far colpire a vicenda Murdock e Ramiel
estremamente infuriato allora, il generale saltò, finendo così più in alto di Krystal, e proprio lì lanciò verso la ragazza un violento getto d’acqua
nel contempo invece, Ramiel lanciò dal basso un Cristallo di ossigeno puro nella direzione opposta
l’acqua impattò contro lo scudo superiore della ragazza, disperdendosi
il cristallo andò invece a scontrarsi contro un frammento della lama di Murdock, creando così una scintilla e, conseguentemente, una violentissima esplosione
sempre in volo, Murdock osservò la spessa coltre di fumo nero formatasi in seguito all’esplosione
e vide illuminarsi nel nero fumo due occhi azzurri e delle intense linee dello stesso colore
improvvisamente, la coltre sparii, spazzata via dal apertura di due chiarissime ali fatte d’aria
sorpreso e ferito, Ramiel osservò la scena e sussurrò
“non posso crederci….
….quella…..è la forma Nemesis….di Krystal…”
ovviamente, non rimase lì a guardare
con un potente salto, il ragazzo tentò di raggiungere Krystal
con due potenti boom sonici però, la ragazza si smaterializzò, solo per apparire improvvisamente alle spalle del suo avversario
“C-cosa?”
un improvviso e violento calcio scaraventò Ramiel verso l’alto
in continua salita, il ragazzo tentò il lancio di diversi frammenti di cristallo di ossigeno, finendo però con il mancare miserabilmente l’agile bersaglio
spaventato e confuso, come ultima mossa creò uno scudo di cristallo attorno al suo braccio sinistro, nella speranza di poter bloccare l’imminente attacco
Krystal però, toccando delicatamente la superficie del cristallo, riuscii a mandarlo in frantumi
inoltre, allungando ulteriormente la mano riuscii ad afferrare il ragazzo e a scaraventarlo con estrema violenza verso terra
finita l’azione, un getto d’acqua colpii la sua ala d’aria destra, finendo però distrutto
con molta delicatezza, Krystal si girò verso Murdock, che nel frattempo era riuscito a rimettere i piedi a terra
facendo ancora una volta rimbombare l’aria, si scaraventò a piena velocità contro il generale
appena prima di colpire il bersaglio però, qualcosa la deviò
…un esplosione…
Ramiel era riuscito a generarne una, ed era quindi riuscito a deviare l’imminente attacco
con un ulteriore scatto, la ragazza cambiò bersaglio, spostandosi così a velocità immensa sulla superficie distrutta della torre
alzando la spada e concentrado l’aria, Krystal riuscii a tagliare tutta l’aria compresa tra lei e il bersaglio…ma l’agilità del ragazzo gli permise di schivare facilmente il colpo e, con poca facilità, contrattaccare lanciando un cristallo di ossigeno 
il cristallo andò effettivamente a colpire la ragazza…ma finii anche con l’oltrepassarla
Ramiel vide con stupore Krystal smaterializzarsi dinanzi ai suoi occhi
e ancor prima di riuscire a contrattaccare, sentii un pressante dolore al petto
…la ragazza era dietro di lui…
lentamente, abbassò lo sguardo e, vide con terrore un profondo taglio sul suo petto
“T-tu…come….”
il triste suono della pioggia accompagnò la lenta caduta del sangue di Ramiel
anche se chiaramente sconfitto, non cadde a terra, decise di rimanere in piedi
Concentrando l’acqua sulla sua mano destra, Murdock si lanciò ancora una volta all attacco, nella speranza di colpire e possibilmente sconfiggere Krystal
la ragazza però, con un veloce movimento, mosse le sue ali d’aria e, generando una corrente, respinse il suo avversario
“Pensi veramente che basti così poco per battermi?…” sussurrò lei
alla velocità del suono, colpii il generale allo stomaco con una potente ginocchiata
“….patetico….” concluse scaraventando il suo avversario verso il cielo
in volo, Murdock tentò ancora una volta di colpire la ragazza con diversi getti d’acqua, fallendo miseramente
e proprio in volo, Krystal appoggiò con estrema delicatezza una mano sul petto del generale
“….il potere del berserk mi permette di vedere cose che i normali umani non riescono a vedere
riesco a vedere la vera natura dell anima di una persona
e tu Murdock…sotto tutto quell odio….e sotto tutta quella rabbia….
….si….vedo che in fondo sei anche tu un’anima come tutte le altre
un’anima che non cerca altro che la pace
un’anima….come la mia…come quella di Sam
….la tua guerra….è finita….
……addio…..”
e con una singola potente folata di vento, aprii un buco nel petto di Murdock, uccidendolo sul colpo
il vento generato dall’immane furia di Krystal colpii le piovose nuvole sulla torre, aprendo così un enorme varco nel cielo, e facendo così ricadere la luce del sole sull’oramai distrutta torre
tenendo le ali aperte e gli occhi chiusi, la ragazza cominciò di nuovo a scendere verso la cima della prigione, atterrando infine con estrema delicatezza sulla superficie superiore della struttura
Ramiel, ancora ferito, osservò con stupore la ragazza richiudere le sue ali e avvicinarsi lentamente al corpo di Sam
“Tu…non hai idea…di quale grave errore tu abbia commesso” disse
Krystal ignorò le sue parole, continuò invece a muoversi verso Sam
“…quello non era berserk…era qualcosa di più potente…qualcosa che tu sicuramente non puoi controllare”
lei continuò a camminare
“….se continuerai così….scatenerai la nemesi!”
“Il mio compito è quello di impedire la nemesi…non il contrario
e la nemesi avverrà solo se io e Zero rimarremo in vita”
“…Tu-“
Ramiel tentò di fare un passo avanti, ma il dolore lo fece cadere in ginocchio
“-tu non sai…la verità….”
senza esitare troppo, Krystal si inginocchiò dinanzi al corpo senza vita di Sam
le luci delle linee su di lei stavano finalmente scomparendo
con delle lievi ma comunque amare lacrime agli occhi, appoggiò un ultima volta la mano sul petto del giovane ragazzo
“….
…..
….ce l’ho fatta Sam….
….sono stata forte….”
.
.
.
.
qualcosa attirò la sua attenzione
un suono molto basso….quasi silenzioso
un battito
il cuore di Sam…batteva ancora
“S-Sam?….” sussurrò debolmente la ragazza “….tu….sei….-“
e con quelle ultime parole, perse i sensi, sdraiandosi così al suo fianco
Ramiel osservò la scena, e con molta lentezza cominciò ad avvicinarsi alla coppia priva di sensi
“Questa….è la mia ultima occasione….se non uccido quei due ora….la nemesi avrà inizio….
….devo mettere fine a questa follia…..”
“Ramiel! Mi ricevi?”
“Ti sento Zero….”
“I nemici sono entrati a Point Zero! Alcune unità corazzate hanno circondato la tua posizione!”
“….hehe….non ha importanza….”
“….non ti ho contattato solo per questo….
….Peacecraft è pronto….”
“…dici davvero?”
“Abbiamo appena finito le modifiche….siamo pronti ad eseguire i suoi ordini”
“….grazie Zero…”
“Non ringraziarmi…questa è l’ultima volta che faccio un favore a una persona come te….”
“Beh…questo ha poca importanza….se Peacecraft è veramente pronto….
….non avrò di certo più bisogno di favori in futuro”
Diversi battle gears di Fortuna si affacciarono allora alla cima della prigione, puntando tutti i cannoni contro l’oramai inerme Ramiel
“….diamo allora inizio alla prima fase del piano…” disse infine il ragazzo sollevando le braccia in segno di resa
 
15 Settembre 1989
La settima divisione corazzata raggiunge Point Zero, i soldati di Xavier dichiarano la resa
Ramiel, comandante in capo delle forze armate, viene catturato e messo quasi istantaneamente sotto interrogatorio
 
16 Settembre 1989
Iniziano le trattative di pace 
Zero rimane nascosta in una posizione ignota
 
La sera stessa, Krystal riuscii a trovare un momento per parlare con Sam
“…Sam….tu dimentichi qualcosa”
“Uhm….no….”
“Si invece, sai no….una certa promessa”
“Promessa?”
“Non ricordi? Se vuoi ti do un indizio”
“Uh….va bene”
“Riguarda il tuo vero nome”
“….oh….ora ricordo”
“Già….sei stato tu a dirlo: “Il giorno nel quale scoprirai il mio vero nome sarà lo stesso nel quale racconterò a tutti voi la mia storia”"
“…si…ricordo di averlo detto”
“Beh…vuoi mantenere la tua promessa?”
“Beh…oramai non ho più motivo di tenertelo nascosto
….va bene…
Tutto ebbe inizio quindici anni fa...
 
 
   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<    >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Fantasy / Vai alla pagina dell'autore: Alphamaxnova1