Recensioni per
Ci vediamo da Cesare
di Hiril Underhill

Questa storia ha ottenuto 3 recensioni.
Positive : 3
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Veterano
21/07/21, ore 22:14

Complimenti, Hiril! Decisamente un progetto creativo. Consente di seguire da vicino la tua evoluzione di poetessa.
Arrivano nel secondo capitolo le rime e le strofe, si espandono i concetti.
Cresce, la poesia, sul finale.
Qualcosa sparisce, essenzialmente i riferimenti troppo personali.
Le sfumature di pazzia si arricchiscono di pensieri disarmonici.
Nascono nuove imnagini: la melagrana, i rubini del titolo.
Il pezzo d'anima diventato l'anima intera.
Il tono si fa pi esasperato, pi drammatico, con l'aggiunta delle strofe finali.
Si delinea meglio il comportamento di lui.

Era bello il primo capitolo, ma questo ancora pi bello.
Aspetto il terzo capitolo, mia dama, magari la versione inglese?

Recensore Veterano
04/03/21, ore 19:53

Ho un debole per i giochi di parole, e questo un gioco continuo, avvincente e struggente.

Un amore a disagio nel presente: "Sei quello che c stato / E quello che vorrebbe essere."

Ma un amore folle: "Ti trovo in ogni sfumatura / Di pazzia / Della mia vita." Bello!
quell'amore che tira fuori l'intimo pi recondito e incontrollabile di s.
quell'amore che risveglia brame opposte di amplessi e stritolamenti.
Un continuo vibrare di alti e bassi: "Che si rimargina / Poi si squarcia di nuovo / Ad ogni tuo movimento".
Un finale disperato.
Una poesia da antologia!

Non ho capito per:
a quale stella fai riferimento?
chi il Cesare che appare nel titolo?

Recensore Master
04/03/21, ore 12:51

Il bello e' orrido il brutto e' amorevole.Lo diceva Shakespeare.Sei femminile quanto basta per i tuoi certissimi trasporti sentimentali.Nella trappola dei tuoi versi la forza del tuo cuore.Bravissima.
Pasta 4/3/21