Recensioni per
Passione nemica
di tomelilla

Questa storia ha ottenuto 3 recensioni.
Positive : 3
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Veterano
12/10/21, ore 17:18
Cap. 5:

Ciao, questo capitolo è stupendo.
Scott ed Emily hanno avuto il classico colpo di fulmine, è bastato guardarsi negli occhi e sfiorarsi perché sentissero di appartenersi irrimediabilmente.
L'interrogatorio è stato una elation di emozioni. Scott ha percepito subito l'estraneità di Emily da tutta quella faccenda, tanto da reagire di istinto e proteggerla, da quegli stessi uomini che stanno combattendo la sua stessa battaglia e di cui si fida ciecamente. Ma la posta in palio è molto alta - ognuno di loro rischia di perdere un familiare - e senza una prova concreta che Emily non avesse nulla a che fare con quella storia, Scott non poteva far altro che fare un passo indietro e lasciare ai suoi uomini il compito di far parlare la giovane (sebbene dentro di sé combattesse con quello strano istinto di protezione).
Per fortuna, prima che accadesse qualcosa di terribile, la verità è saltata fuori e Scott ha potuto liberare la SUA donna. Lei, al solo stare tra le sue braccia, si è sentita protetta e sicura, come se sapesse che nulla le sarebbe potuto accadere accanto a lui. Scott ed i suoi uomini non potevano immaginare quanto Emily sia, di fatto, sola al mondo, perché al padre della sua sorte non importa nulla; ed è stato triste quando lei stessa si è resa conto che se le capitasse qualcosa di male nessuno si preoccuperebbe per lei, come invece stanno facendo quegli uomini per i loro cari. Invece, io penso che da ora Emily non sarà più così sola; Scott ha mostrato una dolcezza verso di lei che è inspiegabile, un senso di protezione ed il desiderio di starle accanto, una tenerezza che non ha nascosto nemmeno davanti ai suoi uomini e a cui non ha rinunciato benché la situazione fosse critica.
Emily è stata dei soprusi del padre, delle cattiverie che fa e delle vite che distrugge. E ha deciso di aiutare quegli uomini, perché non vuole che possano perdere una persona che amano per colpa di un vero mostro. E con coraggio ha rivelato loro un importante segreto del padre, consapevole che questa collaborazione la sta esponendo ad un grande rischio; quegli uomini non sanno quanto Emily stia rischiando, perché anche lei - per aiutare loro - sta mettendo in pericolo, oltre che se stessa, una persona che ama infinitamente, sua madre.
Questo aspetto del racconto mi piace moltissimo. Ognuno qui sta lottando per le persone che ama ed, al tempo stesso, rischia di perderle.
Il coraggio, l'astuzia e la tenaci di Emily le derivano dalla madre, che le ha insegnato a osservare ogni più piccolo aspetto dei loschi affari del padre, perché quello avrebbe potutp salvarle la vita, in caso di pericolo. E così è stato.
Ora sono tanto curiosa di sapere cosa accadrà. Emily è l'unica possibilità dei Scott e dei suoi uomini; ma anche loro sono la sua unica possibilità per salvare la mamma e avere una vita migliore, lontana dal padre e dal cugino uguale a lui.
A presto 💞 ti capisco che hai tanti impegni, non preoccuparti, in ogni caso quando pubblicherai comunque verrò a recensire e a leggere, perché questa storia mi ha davvero intrigato.

Recensore Veterano
26/09/21, ore 23:31
Cap. 4:

Ciao cara, è un piacere ritrovare te e la tua bella storia.
Devo dire che - tra le varie storie che ho letto negli ultimi mesi qui in piattaforma - il tuo racconto è quasi un unicum. Un mix di passione, amore a prima vista e una storia di criminalità, di violenza e di pericolo, che hai saputo unire insieme perfettamente ed in maniera armonica.
Scrivi dannatamente bene, e non lasci nulla al caso.
Con questa recensione commento sia il capitolo 2 ed il capitolo 3.
Il capitolo 2, tutto incentrato sui pensieri di Emily, mi ha spezzato il cuore. È una ragazza che ha avuto una vita difficilissima. I cd "buoni" si aspettano da lei che conosca i traffici del padre, che sia una sua complice e a tal punto importante da rappresentare, semmai, una pedina di scambio. Niente di più sbagliato. Questa ragazza è detestata dal padre, un vero criminale ed un uomo senza scrupoli, che usa la figlia e la moglie come delle pedine. Ma non ha alcun rispetto per nessuna delle due. Il racconto della madre di Emily è terribile: una donna così buona - che è riuscita nell'intento di crescere comunque nell'amore e nella gentilezza - abusata da quel criminale, e poi vittima delle sue violenze e dei suoi abusi. Ha retto fino a che ha potuto e poi si è lasciata andare, un po' come un corpo ormai senza anima. Emily le è molto legata e grata, e non ha denunciato il padre ed è fuggita già solo per paura delle ritorsioni che lui avrebbe fatto alla madre; anzi, non avrebbe lasciato proprio la casa paterna - benché anche lei fosse vittima delle sue angherie - se non fosse stato per il rischio di essere violentata da quel pazzo del cugino, così uguale a Matias da essere quasi lui il suo vero figlio. Purtroppo, i buoni non sanno che Emily non servirà praticamente a nulla, e questo rende ancora più terribile tutto quello che questa giovane donna sta subendo e dovrà subire. La sua riflessione è corretta: in qualsiasi lotta tra bene e male, lei sarà sempre al mezzo, perché è stata la sua origine biologica a condannare.
In questo capitolo 3, invece, i pensieri si alternano da Emily a Scott.
Lui è intimamente combattuto tra quello che stranamente sente di provare per questa ragazza e quello che deve fare, per sé ed i suoi uomini, nell'intento di salvare i loro cari. Questa ambivalenza riesci a descriverla benissimo.
A lui dispiace sinceramente di quello che stanno facendo a questa ragazza. Vorrebbe liberarla, non vederla in quella posizione scomoda, legata e sofferente, nota quel respiro rassegnato e cerca di non farle del male. Ha questo istinto di protezione che non sa spiegarsi e che deve mettere a tacere.
E poi l'incontro occhi negli occhi è stata davvero fatale. Si è percepita tensione, attrazione, desiderio e quasi una sorta di affetto. Lei stava per piangere, non tanto per la paura di quello che sta vivendo, ma per l'emozione provata nel vedere gli occhi di lui, la rabbia di lui verso di lei e per il dispiacere che lui la odiasse.
Dal canto di Scott, quegli occhi così innocenti gli sono andati dritti al cuore e per poco non ha ceduto ai suoi istinti e l'ha baciata. E poi, rapidamente, la ragione ha prevalso e tutto ha lasciato il passo a quella durezza che ha riportato entrambi alla realtà.
Sono molto curiosa di sapere il prosieguo. A presto, un abbraccio.

Recensore Veterano
21/09/21, ore 00:58
Cap. 2:

Ciao, mi presento sono Sunshine6.
Sono una appassionata lettrice su questa piattaforma. Mi piace trascorrere il tempo libero, la sera sopratutto, a rilassarmi leggendo dei racconti. E devo dire che dalla presentazione la tua storia mi ha intrigato molto; il prologo e il 1 capitolo me ne hanno dato la conferma.
Hai creato una trama davvero molto interessate ed originale. Mi piace molto che il racconto si articoli tutto su questa linea sottile che separa il bene dal male, ciò che è lecito da ciò che non lo è, anche se alla fine tutto può essere fatto quando si deve raggiungere un risultato. Il cattivo ha rapito i famigliari di coloro che, in nome della giustizia, stavano rovinando i suoi affari; ed i buoni - a loro volta - hanno rapito una giovane ragazza, che non c'entra nulla (?) per salvare le vite dei propri cari. Alla fine nessuno è migliore dell'altro: stesso mezzo, ma per fini diversi.
Ho apprezzato molto il tuo modo di scrivere, hai spiegato tutto in maniera chiara, descritto molto bene anche gli stati d'animo dei due protagonisti: lei è molto spaventata, ha paura che possano farle del male ma, nonostante questo, sta cercando di essere coraggiosa, di non farsi sopraffare dal terrore, a tratti sembra quasi rassegnata, come se effettivamente se lo aspettasse; del resto lo dice stesso lei: che nessuno potrà salvarla perché lei, per genetica, appartiene al gruppo dei cattivi.
Lui, invece, è livido di rabbia. Prova un odio feroce per le persone che hanno rapito sua sorella e famigliari dei suoi colleghi (tanto che vorrebbe ucciderli a mano nude). Nonostante questo, però, prova una sorta di tenerezza nei confronti di questa ragazza, che è, alla fine una vittima, un istinto di protezione, quasi un fastidio per il male fisico che, sia pur in minima parte, le hanno provocato immobilizzandola; ed è un istinto di protezione che non può provare, perché non può farsi vincere dalla debolezza dovendo lui salvare 8 persone innocenti.
Continua così, scrivi molto bene e credo che verrà fuori una bella storia. Sarà una bella lotta interiore tra cuore e mente.
Ti saluto, a presto