Recensioni per
Penelope
di Nina Ninetta

Questa storia ha ottenuto 3 recensioni.
Positive : 3
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Master
05/08/22, ore 10:30
Cap. 1:

Ciao cara^^
Eccomi di nuovo sul tuo profilo. Era da tanto tempo che non leggevo una storia dedicata all'infanzia e alla magia, mi hai davvero riportato indietro nel tempo.
L'intero racconto Ŕ molto legato alle avventure fantasy con cui tutti i ragazzini hanno sognato e fantasticato, lo stile semplice e diretto Ŕ perfetto per il genere.
Sono presenti tutti gli elementi chiave: il giovane eroe puro di cuore, la compagna di cui Ŕ innamorato, i cattivi bramosi di potere e vendetta, e l'aiutante buono che protegge e aiuta i protagonisti.
In poche parole sei riuscita a descrivere i tratti principali di ogni personaggio.
L'avventura prosegue a ritmo rapido e dinamico, con continui colpi di scena inaspettati.
La scelta finale di Robert racchiude anche la morale del racconto, per far avverare i propri desideri non serve la magia, ma forza di volontÓ. La felicitÓ si crea attraverso le scelte di ogni giorno, come dimostra anche il lieto epilogo.
Un racconto davvero piacevole, che lascia una sensazione di dolcezza e malinconia.
Avrei voluto sapere qualcosa di pi¨ sul contesto e sul passato di Old Castle e delle fate, ma immagino che con il limite di parole tu abbia dovuto tagliare un po' di cose, lasciando solo quelle fondamentali per la trama.
Complimenti e alla prossima! :)

Recensore Junior
18/07/22, ore 12:08
Cap. 1:

Ciao, sono qui per recensire la tua storia per il contest dato che molto gentilmente tu hai recensito la mia per prima!
La tua storia mi ha messo proprio di buon umore, perché mi ha riportata all'infanzia, riempiendomi di quelle sensazioni dolci e rassicuranti tipiche dei racconti fantasy che leggevo da bambina: il bene contro il male, la luce e l'ombra, la magia, animali parlanti, fate e sentimenti nobili.
Lo hai anche citato nel testo, il libro de La storia infinita ed è proprio quello a cui mi ha riportato maggiormente.
Nella sua semplicità, nella sua mancanza di fronzoli e nella sua struttura lineare, la tua storia mi ha davvero cullata e fatta sentire al sicuro e leggerla è stato piacevolissimo, tanto da divorarla tutta d'un fiato, riuscendo a raccontare una storia molto dolce e gradevole.
Mi sarebbe piaciuto vedere un maggior rafforzamento del legame affettivo tra Robert e Penelope, ma comprendo il limite delle 5000 parole, per cui non è un problema, anzi, per essere una one-shot con un limite così ristretto ci sono davvero molti personaggi e ognuno di loro trova il proprio tempo e il proprio spazio, che non è assolutamente una cosa facile e scontata! Ho adorato Megera e Anita, soprattutto. Forse perché adoro le fate e il loro immaginario e anche perché ho sempre voluto comunicare con gli animali. Inoltre, appena hai posto l'attenzione su un ragno parlante, ho subito pensato a La tela di Carlotta, anche se in quel caso il ragno era una creatura buona e pacifica. Però mi ha sempre affascinata particolarmente.
L'unico rammarico è secondo me la ricerca della spada, che viene un po' affrettata lungo la fine, per ragioni legate al limite di parole immagino. Se ho capito bene il pugnale di Penelope è un semplice pugnale generico, che acquisisce il potere della spada magica, grazie alla forza di volontà della giovane, al suo forte stress emotivo in quel momento e al desiderio impellente di proteggere chi ama, ma è la mia interpretazione, non sono certa di aver compreso perfettamente.
Mi dispiace solo che nelle fasi finali il tutto venga un po' sveltito, io avrei tagliando un po' di elementi forse un po' più superflui all'inizio per concentrarmi meglio sulle fasi finali, ma non è un problema invalidante alla fine: la storia risulta comunque piacevole e deliziosa.
Ti auguro buona fortuna per il contest e spero di rileggerti al più presto.
A presto,
Child of the Moon 
 

Recensore Veterano
17/07/22, ore 10:47
Cap. 1:

Ciao Nina,

Parto con una critica: per quanto il carattere da te scelto sia bello ed elegante, ho dovuto aumentare lo zoom a livelli record per poter leggere il testo...

Passando alla storia, la definirei una favoletta urban-fantasy scritta in modo molto piacevole. A mio avviso il pregio principale sta nel numero di personaggi che hai saputo inserire, descrivere e caratterizzare nonostante il limite delle 5.000 parole. Buono come sempre anche lo stile. Però a lettura finita mi sono rimaste un paio di domande: perché Penelope aveva già con sé la spada magica? E creare una caccia al tesoro piena di ostacoli era proprio necessario?
In realtà... intuisco la risposta della seconda domanda: conveniva che solo un ragazzo entrasse nel vecchio castello delle Fate per cercare la spada. Però... ecco, veniva naturale pensare che la parte più difficile (e l'unica essenziale) della caccia al tesoro dovesse essere la ricerca tra le rovine del castello, perciò mi aspettavo di entrarci e di veder lì qualcosa di succoso...

In bocca al lupo per il contest!
Ciao