Recensioni per
Scala musicale
di angeclear97

Questa storia ha ottenuto 7 recensioni.
Positive : 7
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Junior
03/08/22, ore 15:56

Ma ciao!

WOW! Questa flashfic è fantastica. Allora, a me l’horror piace un sacco e questa storia, oltre a contenere un’ottima dose di horror, ha un qualcosa di brillante. La lettura è un vero e proprio crescendo, scandita in maniera micidiale e ritmata dalle note. Non si scappa, non ci può essere scampo né per le vittime che per il carnefice. Oltre all’idea geniale di iniziare ogni paragrafo con il nome delle note, mi è piaciuta molto in modo che si apre e si chiude con il Do di Doran. Il Do iniziale e il Do finale non sono la stessa cosa, così come non lo è Doran che, per sua stessa mano, non è più la stessa persona di inizio storia: la sua follia l’ha portato a diventare un omicida, l’assassino dei suoi stessi genitori. E purtroppo questa scala può essere soltanto ascendente, non si può tornare indietro. Mentre leggevo, sull’ultimo Do, ho quasi avuto la sensazione di sentire un acuto, quasi uno strillo che risuona nel silenzio mortale della camera da letto in cui si è consumato l’omicidio, mi ha dato i brividi. E questo vuole essere un complimento da parte mia, perché è questo che deve suscitare l’horror! Poi, ho apprezzato anche che del protagonista non sappiamo praticamente nulla se non il nome, non sappiamo i motivi che lo hanno condotto a compiere un gesto simile e forse non ha importanza, perché così si rimane del tutto distaccati da lui. La sua è pura follia, accompagnata da un pizzico di sadismo.
Quindi, io ti faccio davvero i complimenti. Senza dubbio è una delle storie più originali che io abbia letto! Ti ringrazio per questa lettura e ci vediamo alla prossima ^^

S.

Recensore Junior
01/08/22, ore 16:35

E' una storia molto interessante. Mi piace come inizio Dorian non si controlla più. Fa capire che qui non governa la ragione, ma la follia. Inoltre mi ha colpito il fatto che avesse tenuto la pistola in un cassetto per molto tempo e poi ha deciso di tirarla fuori. Mi fa capire che ci aveva pensato più volte e sinceramente doveva essere molto depresso. Il fatto che il finale non ci sia, la rende ancora più particolare. Infatti, non sappiamo giudicare chi sia veramente Doran e se quello che ha fatto, l'aveva fatto per un motivo particolare oppure no. Complimenti e spero di leggere altre storie come queste.
perfettamente lo spirito horror. Qualcuno è impazzito, senza però saperne la ragione.

Recensore Master
27/07/22, ore 17:34

Ciao! Eccomi qui per lo scambio libero del Giardino, e questo breve racconto mi è piaciuto molto. La trama è semplice, ma diretta, colpisce i lettori nella sua brevità e tutto questo perché certe volte la violenza non ha per forza una spiegazione o un filo logico, può essere follia pura e Doran uccide i suoi genitori come se fosse un atto facile da compiere. Mi è piaciuto tantissimo il collegamento con la scala musicale, il fatto che tu abbia seguito le note musicali per scrivere il racconto rende il tutto più poetico, e uno stile così crudo e diretto a me piace, è un genere che apprezzo. 
Nonostante sia un racconto breve trovo che ci sia un forte impatto proprio perché con poche parole sei riuscita a trasmettere tanto, e ovviamente non ho notato nessun tipo di errore grammaticale o svista. Non c'è nulla fuori posto ed è un racconto scorrevole che ti è riuscito molto bene, complimenti e alla prossima!

Shakana

Recensore Veterano
27/07/22, ore 16:26

Eccomi per lo scambio.
Un horror in piena regola, cara!
Bellissima l'idea delle note musicali, un acrostico veramente ben riuscito, una storia di poche parole, ma piena e funzionale, ben descritta e raccontata.
Il parricidio è affascinante: questo stralcio in cui vediamo il protagonista prendere la decisione, passare all'azione e, una volta ucciso il padre, ripetere tutto con la madre, è proprio impazzito, non si ferma davanti a niente! (all'inizio pensavo ci fosse un suicidio e invece no! C'è stato pure un colpo di scena, per me! 
Belle anche le emozioni di Dorian (nel senso della scrittura, eh!) che si sentono tutte, mentre cammina verso la stanza dei genitori e bella la semplicità con cui avviene il tutto. (oddio, scusa le ripetizioni!, ma spero che tu possa capire ciò che intendo).
Mi è piaciuta anche l'impaginazione, il grassetto delle note e i paragrafi staccati (per non parlare della grandezza del carattere: la mia vista ti ringrazia, perché sono vecchia!)
Il tutto è ben riuscito, cosa darei per scrivere flash così, complimenti vivissimi!

Recensore Master
26/07/22, ore 10:34

Rieccomi e OH MIO DIO, ma è geniale.
Mi piace tantissimo il come tu abbia usato le varie note musicali per far iniziare ogni frase nuova. E in ogni frase/mini paragrafo, assistiamo inermi alla follia di Doran che prende il sopravvento. Doran agisce senza rimpianti, con una pazzia che sembra quasi lucida, a giudicare da come agisce. Con altrettanta freddezza spara un colpo al padre, e non sono nemmeno le urla di sua madre a farlo rinsavire (dubito che qualsiasi cosa potrebbe, arrivati a questo punto). Così come non sono le suppliche disperate della donna a fermarlo da uccidere anche lei. Ho sempre un debole per questi personaggi, anche se fanno delle cose discutibili, non posso che esserne affascinata. E poi mi dimostri che ho ragione quando dico che sei un'autrice estremamente versatile ;)
A presto :*

Nao

Recensore Master
25/07/22, ore 14:52

Ciao!
Scusami tanto per il ritardo con cui passo, purtroppo quando penso di avere un pochino più di tempo ecco che vengo puntualmente smentita. Ma, finalmente, sono qui!
Mi sono lanciata su questa flash (che fino a poco fa era l'ultima XD) e ne sono uscita piuttosto scombussolata: il rapporto fra figli e genitori da te descritto mi ha scosso parecchio, essendo madre trovo terrificanti entrambe le chiavi di lettura che possono portare ad una situazione da te descritta. Perché, per me, è terribile pensare a dei genitori che hanno trattato il figlio male a tal punto da spingerlo ad ucciderli pur di tornare ad avere un sorriso sulle labbra, sordo persino alle suppliche della madre. Come, al tempo stesso, è annichilente pensare ad un figlio che nonostante l’amore dei genitori possa far nascere nel suo cuore un odio talmente profondo da concludersi nella stessa maniera. Qui non è chiaro quale sia il background che ha portato a tutto questo ma la flash è assolutamente d’impatto e sconvolge proprio come ci si aspetta da una storia dai “Contenuti Forti”. Non era neanche facile immaginarsi il contenuto di questa storia dal titolo, ma vedere come – paragrafo dopo paragrafo – ci sia un continuo crescendo, così come le note musicali che lo aprono testimoniano, salendo tono dopo tono  (o semitono in alcuni casi) al culmine di un’ottava più alta. Uno sviluppo interessante e, a mio parere, ben riuscito anche se mi ha lasciato con un bel po' di amaro in bocca ToT
Alla prossima
Cida

Recensore Master
22/07/22, ore 22:59

Ciaooooo!
Cavoli, tu sai sempre sorprendermi, e infatti ho trovato questa idea della scala musicale assolutamente geniale. Non solo per l'inizio di ogni paragrafetto che fa riferimento a una nota, ma anche perché possiamo vedere la scala come un'escalation di violenza, che parte da un "semplice" Do per sfociare nel Si in un duplice omicidio. E poi, come se nulla fosse, torniamo al Do, un'ottava più sopra, simbolo di un cerchio che si chiude ma anche di un qualcosa che rinasce in maniera diversa.
Chissà cosa avevano fatto i due poveri genitori per meritarsi una simile fine... forse anche niente, Doran non mi sembra l'individuo più stabile dell'universo, ecco XD
Chiudo facendoti ancora tanti complimenti, come al solito le tue flash sono ben scritte e vanno dritte al punto, riuscendo comunque a regalare un sacco di immagini e sensazioni. Bravissima! ^__^

Alla prossima,
Simona