Recensioni per
Nocturnalia
di atropas

Questa storia ha ottenuto 5 recensioni.
Positive : 5
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Junior
10/07/24, ore 01:48
Cap. 4:

Ciao!
Eccoci con la famiglia Volkov al completo (credo). E a quanto pare non mi sbagliavo più di tanto quando ho detto che Ofèlia sarebbe stata la cena ^^"""
Sofya è un personaggio che mi piace molto. Mi ricorda un po' Claudia di Intervista col vampiro, ma molto alla lontana. Sofya mi piace decisamente di più.
Da quello che ho capitolo, la sua follia dipende dalla sua volontà di non nutrirsi? Così sembra.
E' stato un capitolo ricco di sorprese. Mi ha incuriosita Olga, e mi domando in che rapporti sia con Evgeny. Sarà la moglie?
Poi abbiamo i bambini. Loro non me li aspettavo proprio. E un ragazzo bellissimo di cui non menzioni neppure il nome. E questo mi fa temere...
Roman, chiaramente, si è preso tutta la scena. Mi ha incuriosita moltissimo. Mi è sembrato il ribelle della famiglia, ma chissà...
Non invidio Ofèlia, sola in mezzo ai lupi.
Non mi aspettavo di vederli mangiare sul serio.
Alla fine, poi, c'è stato il colpo di scena. La riunione di famiglia era per Sofya, arrivata ormai allo stremo. Non ti nascondo che adesso sono molto curiosa di conoscere la storia di questa ragazza.
In realtà, però, sono curiosa di conoscere la storia di tutti i Volkov. A partire da come sono diventati ciò che sono.
In attesa di sapere che ne sarà della povera Ofèlia (prevedo un bel po' di ferite da morso qua e là), ti faccio come sempre i complimenti e ti saluto!
Ah, sono ancora una grandissima fan di Evgeny. ^-^

Antagonista

Recensore Junior
05/07/24, ore 18:08

Ciao! ^^
La corte dei Volkov chiama, e io rispondo. Molto bella l'introspezione di Ofèlia a inizio capitolo. Il suo riflettersi allo specchio mi ha proprio dato l'idea di una ragazza-spettro. Molto poetica.
Qui ci hai svelato un nuovo lato di lei: l'autolesionismo. Un comportamento maturato a seguito del dolore per la perdita del fratello che, evidentemente, era una figura molto importante nella sua vita.
Di Ofèlia, ovviamente, conosco ancora poco. Questo suo aspetto di lei mi fa pensare che nel suo animo vi siano dei forti conflitti interiori. Vedremo. Lei sembra vivere il dolore come una riaffermazione della propria vita. Il dolore la fa sentire viva. Sono curiosa di scoprire di più.
Naturale che la famiglia l'abbia portata dal prete.
La scena successiva mi ha fatto sobbalzare. Ofélia pensa al Conte, e quello *puff* compare. Della serie, parli del Diavolo..
Mi è piaciuto il fatto che, malgrado la paura, la nostra protagonista si stia sforzando di ragionare lucidamente davanti al pericolo.
«Detesto quell’affare. Renderebbe indesiderabile Elena di Troia in persona.»
Fantastica questa battuta! xD Sono ufficialmente una fan di Evgeny. In realtà, lo ero già da prima.
Ofèlia che risponde per le rime al conte è stata fantastica! Sono curiosa di una cosa, però: lei è una proprietà di tutti, oppure solo di Evgeny, che le ha impresso il primo morso? Immagino che lo scoprirò presto. La notizia che cenerà con la famiglia Volkov mi genera un altro interrogativo: in che senso cenerà con loro? Nel senso che sarà lei la cena? ^^""""
Non mi aspettavo che Ofèlia fosse già matura da quel punto di vista. Né che il suo rapporto con Aleksandr fosse di quel tipo. Questo mi fa riflettere di nuovo sull'autolesionsmo.
Sofya è stata un altro personaggio magnetico. Mi è piaciuta.
"La vergogna è una cosa che ti insegnano fin da piccola, per tenerti buona". Trovo che questa sia una grandissima verità.

A presto!
Antagonista

Recensore Junior
02/07/24, ore 17:00

Ciao Atropas!
Felicissima di trovare un nuovo capitolo così presto. Sei stata una scoperta, dico davvero. Il tuo vampiro è perfetto. L'ho trovato magnetico, spietato, beffardo.
E... posso dirlo? Grazie di averci dato un vampiro "vero". Perché di personaggi che sbrilluccicano sotto al sole o che se ne vanno a scuola come dei normalissimi teenager ne avevo piene le scatole e disperavo di ritrovare quelle belle figure fosche, misteriose e spaventose di una volta. Ci stai restituendo un moderno Dracula che non posso non adorare. Hai ridato dignità a una creatura che ha ispirato così tante belle storie...
E' stato un capitolo intenso sotto molti aspetti. Ho amato le descrizioni, sei oggettivamente molto brava e ti faccio i complimenti a mani basse.
Ofélia continua a piacermi molto. Ho apprezzato come, nonostante il terrore, sia riuscita a trovare la forza per opporre resistenza. Che poi, anche la bestiola più indifesa, trovandosi all'angolo, attacca e morde. Purtroppo si è trovata di fronte un essere inarrestabile. Almeno per ora.
Ho amato la descrizione della stanza del Conte. Macabra e dura come doveva essere. Ho apprezzato gli arazzi con le scene di caccia e i due poveretti già uccisi. Per quanto siano scene crude, danno veridicità a ciò che racconti.
Anche il modo di nutrirsi del Conte è consono col personaggio. E' così che si nutrivano i vampiri, prima di darsi al glitter e ai banchi di scuola. u_u
Ah, le considerazioni di Volkov sull'amore mi hanno sorpresa. Ed è stato interessante l'incontro finale con il sindaco.
Detto questo, ti ringrazio. Questa storia è arrivata del tutto inattesa, e sono davvero felice di leggerla.

Un caro saluto,
Antagonista

Recensore Junior
01/07/24, ore 13:35

Ciao cara, ho letto questo primo capitolo che mi ha già coinvolta parecchio.
Già avevo letto con interesse "Bianca come il gelsomino", chissà quante sorprese ci riserverà questa storia😘😘

Recensore Junior
30/06/24, ore 17:50

Ciao Atropas,
complimenti per questo primo capitolo che ho trovato irresistibile.
Leggo Russia, '800, vampiri. Un richiamo invincibile per me. Ho dovuto leggere, impossibile non aprire il racconto. Le tue atmosfere hanno risvegliato l'adolescente che sono stata. A quei tempi leggevo e scrivevo solo di questo. Questa storia è arrivata come uno scossone, mi ha conquistata in un istante.
Dal punto di vista stilistico ho poco da dire, scrivi davvero molto bene. Le descrizioni, che io cerco sempre in una storia, sono accurate e accattivanti. Mi hanno trascinata nell'ambientazione che hai voluto ricreare. Ho apprezzato anche i riferitimenti al periodo storico, che ho trovato pertinenti e utili per dare corpo alla trama.
La tua Ofélia - nome che adoro follemente - è un personaggio magnetico.
Le sue vicende mi hanno subito presa. La ragazza è oppressa da questo senso di morte imminente. E chissà che volto avrà questa morte.
Hai chiuso il capitolo nel migliore dei modi. La ragazza è letteralmente finita nell'antro del Diavolo. L'odore ferroso che avverte non lascia spazio a interpretazioni.
Ti confesso che ho proprio voglia di proseguire con la lettura.

Un saluto,
Antagonista