Storie originali > Horror
Ricorda la storia  |      
Autore: Hainechan    31/10/2017    1 recensioni
Buon Halloween a tutti! Questa storia mi è venuta in mente pensato a questo giorno, il 31 ottobre, la notte più magica dell'anno, intrisa di poteri, di leggende e di storie mai raccontate. E questa è una di esse. Forse è solo una diceria, una speranza o una mera credenza ma, che cosa fareste voi, se vi fosse data l'opportunità di realizzare il desiderio più nascosto nel vostro cuore? Accettereste le conseguenze? Perché si sa, nulla è dato gratuitamente e ogni cosa necessita di uno scotto da pagare.
Genere: Horror, Mistero, Sovrannaturale | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Conosco una leggenda. Una storia che si racconta solo una volta all’anno, in quella notte magica e spaventosa in cui si narra che i morti ritornino in vita e che gli spiriti camminino di nuovo sulla terra.

È una leggenda, una diceria, forse solamente un pio desiderio di persone che non hanno smesso di sperare o che hanno deciso di aggrapparsi a qualsiasi cosa pur di non lasciarsi andare alla disperazione.

È una leggenda che prende vita nella notte più nera dell’anno, la notte di Ogni Santi, meglio conosciuta come Halloween, la festa delle streghe, dei morti, di magia e di oscuri incanti.

È la notte in cui le persone decidono di vestirsi in onore dell'antica tradizione di Samhain, ricordando quando gli abitanti dei villaggi si travestivano utilizzando pelli di animali per spaventare gli spiriti malvagi e tenerli lontani.

È in questa notte che il sogno ha inizio.

Se hai un desiderio, un sogno, una brama o semplicemente sei preda dalla cupidigia più efferata, recati in quella grande chiesa abbandonata, in mezzo alla foresta, circondata da sterpaglie e lapiti ricoperte di polvere nera.

Percorri il ripido e isolato sentiero ciottoloso e roccioso che ti condurrà alla grande porta di quercia nera che chiude l’ingresso ad un cuore instabile e vacillante.

Cammina fino all’altare illuminato dalla luce lunare, quella stessa luna piena che solo poco prima ha rischiarato il tuo passo in questa notte buia e senza stelle. Una luna che splende tutt’ora nel cielo e forse, se alzi lo sguardo, potrai vedere la sua luce argentea brillare quasi con denigro.

Guarda l’altare. La riesci a vedere? È una candela, nero è il suo colore, esile e fragile, eppure così salda e forte alla presa.

Lì accanto c’è un fiammifero. Uno solo, come se stesse aspettando proprio te.

Anche la candela è intonsa. Nessuno l’ha accesa prima di te eppure tu sai che qualcun altro lo deve avere fatto.

Non esitare. Non fallo nemmeno per un secondo. Sì fermo nella tua decisione.

Loro lo sanno cosa alberga nel tuo cuore.

Loro conoscono la parte più oscura della tua anima.

Non puoi ingannarli come non puoi ingannare te stesso.

Ecco bravo. Ora la candela è accesa. Il suo fuoco nero rischiara la chiesa buia, rivelando ombre che prima non c’erano ma che attendevano nascoste, pronte ad attaccare al primo cedimento.

Chiudi gli occhi ed esprimi il tuo desiderio.

Tu lo sai cosa vuoi.

Una volta. Ne basta solo una.

E ora girati.

Eccola lì davanti a te.

I tuoi occhi non credono a ciò che il cuore sta urlando: lei è lì. Lei che prima era la tua vita, la ragazza per la quale saresti morto, per la quale avresti sacrificato tutto. È lì, davanti a te, sorridente come la prima volta in cui vi eravate incontrati.

E tu ti getti tra le sue braccia aperte, così accoglienti, assaporando il calore, il suo odore, la sua pelle sulla tua, accarezzando quei lunghi capelli biondi, attorcigliando le ciocche intorno alle tue dita come usavi fare un tempo, quando eravate a letto, avvinghiati nelle lunghe e fredde notti d’inverno, cercando di riscaldarvi con il calore dei vostri corpi.

I suoi occhi verdi risplendono di mille colori mentre guardano i tuoi un tempo spenti, senza più quella luce che gli aveva illuminati quando tutto sembrava perfetto, quando pensavi che nulla di brutta poteva accadere.

E ora lei è di nuovo qui con te ed inizi a pensare che le cose possono tornare come un tempo.

Ma attento. Ricorda: nulla dura per sempre e ciò che viene concesso questa notte svanirà all’alba del giorno dopo.

Guarda la candela. Guarda la sua fiamma nera e non distogliere lo sguardo. Non farlo. Mai. Perché quando la fiamma sarà consumata anche il tuo sogno svanirà con lei.

In questa notte in cui gli spirti ritornano sulla terra, dove la magia alberga nell’aria, dove i desideri si avverano, un sacrifico verrà richiesto. E ancora non lo sai.

Goditi il tempo che ti è stato concesso con la tua amata.

Goditi ogni secondo. Ridi, scherza, amala come non hai mai fatto quando lei era in vita.

Ma poi lasciala andare.

Non farti ammagliare da questo inganno, perché è di questo che si tratta.

Quando l’alba verrà si pronto a dirle addio, questa volta per sempre. Non lasciarti ingannare. Non lasciare che la lussuria prenda il sopravvento.

Altri prima di te si sono lasciati prendere dalla smania del potere e sono finiti inghiottiti da quell’oscurità che già albergava nel loro animo.

Ecco, la notte sta per finire. Le stelle stanno perdendo la loro luce, la luna sta scomparendo dietro ad un velo di nebbia.

Guarda il cielo. L’alba sta arrivando. La candela ormai si è sciolta e la fiamma è al suo limite.

Lei ti guarda, pronta a salutarti, questa volta sa che sarà l’ultima,. Non ci sarà una seconda possibilità.

Questa notte la magia è potente, ma è concessa una sola volta.

Vedi i suoi contorni farsi più labili, trasparenti. Allunghi una mano pronto a trattenerla, le lacrime che rigano le tue guance.

Lei sorride prima di scomparire.

Non rimane nulla di lei, solo il ricordo.

Ti accasci a terra mentre lanci uno sguardo di odio e di rabbia a quella candela che si è spenta troppo presto.

Ti avvicini all’altare e cerchi di riaccendere la fiamma. Ma non puoi. La notte è trascorsa. Non c’è più nulla che puoi fare.

Poi noti un luccichio. Un coltello d'argento.

Lo prendi.

Sai cosa fare.

Non esiti.

La scelta è tua.

Il dolore è troppo grande.

È un attimo. Un istante ed è tutto finito.

Il sangue scivola via dal tuo corpo insieme alla vita, quella vita che avevi sognato di vivere con lei, di spendere insieme al tuo amore. Crescere, invecchiare e morire insieme. Ma tutto questo ti è stato rubato un giorno di molto tempo fa, quando un uomo decise di mettersi al volante ubriaco e non si fermò allo stop.

In un battito di ciglia tutto ciò per cui avevi lottato era andato distrutto.

Il cuore rallenta. Ormai è finita. Presto sarai con lei.

Chiudi gli occhi pronto a ricongiungerti con la tua amata.

Ma quando gli riapri quello che vedi non è lei, ma uno spettacolo di orrore e di odio puro ed una risalta malvagia che risuona nella tua testa.

E finalmente capisci.

Abbassi la testa pronto ad affrontare il tuo destino.

 

È questa la leggenda che gli uomini si raccontano di generazione in generazione.

Una sola volta all’anno, ad Halloween, allo scoccare di una mezzanotte, se ti rechi alla chiesa dalla porta di quercia nera ed accendi la candela dalla fiamma nera, vedrai venir realizzato il tuo più grande desiderio.

Quello che non tutti sanno però è che questa è una prova. Stai giocando con le forze oscure, con gli spiriti più crudeli che solo per questa notte hanno trovato un varco per raggiungere il mondo degli uomini. E hanno fame. Hanno brama delle anime più pure e disperate.

E non esiteranno un solo istante a giocare con esse, manipolando i loro cuori, per ottenere ciò che vogliono.

Il tuo desiderio verrà certo esaudito, ma quando tutto sarà finito, non lasciarti tentare dalle loro voci seduttrici.

Non c’è via di fuga. Non c’è compromesso né compassione.

Questa è magia nera, oscura come quelle creature che desiderano nient’altro che la tua vita.

 

La candela ormai è spenta e questa notte di paura è finita con essa.

Un altro desiderio è stato esaudito, un'altra vita presa.

E tu? Non hai un desiderio dentro il tuo cuore, qualcosa per il quale daresti la tua vita in cambio?

Questa notte ritornerà ancora, così come la sua magia, i suoi desideri e la sua brama di potere.

Se hai un cuore sincero provaci anche tu.

Ma ricorda: alla fine loro otterranno ciò che vogliono, che sia ora oppure tra qualche anno. Nessuno può resistere, nemmeno tu. E ora non senti questa risata dietro di te?

Loro aspetta. Gli uomini sono deboli e tu non fai eccezione.

 

 

 

 

 
   
 
Leggi le 1 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Horror / Vai alla pagina dell'autore: Hainechan