Anime & Manga > Kamisama Kiss
Segui la storia  |       
Autore: Day_Dream    03/03/2018    1 recensioni
Questa è una raccolta di storie, inventate da me, sulla nostra (o una delle nostre) coppia preferita: Nanami x Tomoe.
Spero vi piacciano! Attenzione, però: dato che scriverò su quello che succederà dopo l'opera originale (anche se le storie saranno di mia invenzione), questo potrebbe portare evidenti spoiler su quello che succederà! Quindi, a chi non vuole "sorprese", consiglio di non leggere questi capitoli! ;) Altrimenti chi se ne frega e leggetevi tutto! Ahah! xD
Genere: Generale, Sentimentale, Slice of life | Stato: completa
Tipo di coppia: Het | Personaggi: Nanami Momozono, Tomoe
Note: Nonsense, Raccolta | Avvertimenti: Incompiuta, Spoiler!
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Note dell'Autrice: Quella volta quando Nanami... forse pensò troppo in grande!
NdA: L'immagine non è mia, l'ho trovata qui → https://www.zerochan.net/1371016






"Spiccare il volo!"



-Prego?- Tomoe mette una mano dietro l'orecchio, invitando la sua compagna di vita a ripetere ciò che aveva appena detto. Un'espressione sia sorpresa sia un po'... sorniona, faceva capolino sul volto dell'ex demone; perché sì, in fondo, ciò che gli aveva chiesto Nanami... lo faceva ridere sotto i baffi!
-Uff!- Lei sbuffa, rigirandosi le mani e un ciuffo di capelli come per scacciare la tensione e in parte l'imbarazzo. -Hai capito bene, Tomoe.- Pronuncia poi, guardando il marito con occhi come per voler dire "vienimi incontro" o nel 'peggiore' dei casi "mettiti nei miei panni"!
-Ah sì? Beh, allora voglio risentirlo da quella tua boccuccia.- Provoca lui in risposta, appoggiando il giornale che stava leggendo un attimo fa e nel mentre sorseggiando il suo caffè a detta di Nanami troppo amaro.
- ... Voglio prendere la patente! - Esclama tutto d'un fiato la "dolce mogliettina", rossa in viso. Pensava che la prima volta in cui lo disse fosse stato imbarazzante? Beh, si sbagliava. Non era niente in confronto ad ora!
-Uhuh- Mugugna Tomoe. -Allora la prima volta avevo davvero sentito bene...-
-Tomoe! Non renderlo più imbarazzante di quanto già non sia!- Lo "prega" Nanami. E puntualmente, in questi casi... lui la ignorava.
-La mia Nanami vuole essere indipendente e sfrecciare per le strade della città seminando il panico...! Ah, sapevo che un giorno sarebbe successo!- Appunto.
Lei stavolta non controbatte, perché ha imparato, almeno in parte: sarebbe stato inutile. Quindi decide di passare ad altro, e si avvicina al marito con circospezione... Mani giunte, occhi grandi (per quanto possibile) e... -Per favore, Tomoe...- Era fatta. Decisamente e inconfutabilmente fatta.
-Dannazione.- Borbotta Tomoe. Lui, solitamente, aveva la meglio a confronto con la giovane donna, in tutti i sensi! Ma anche Nanami malgrado l'apparenza poteva avere i suoi "punti di forza", e questo ne era un esempio. E così, dopo un interminabile minuto, lui si decide a pronunciare: -Perché so già che me ne pentirò? Nanami... mi fido di te.-
-Tomoeee!- La moglie gli si butta addosso -a momenti rischiando di rovesciare il caffè- e lo abbraccia, cominciando a parlare a raffica. -Ora le madri dell'asilo vedranno che anch'io sono stata capace di prendere la patente! E non solo andare a piedi o accompagnata da te o con che altro...!-
-Brava brava, è così che si fa.- Mormora il marito, dandole qualche "amichevole pacca" sulla schiena. -Non me lo merito un bacio prima di andare al lavoro?- Chiede poi, con occhi leggermente maliziosi.
-Oh sì, certo!- Acconsente Nanami, dandogli un dolce bacio a stampo e poi fiondandosi tutta euforica al piano di sopra per vestirsi.
Al che Tomoe riprende la lettura del caro giornale, ma capitelo: un brivido di preoccupazione cominciò a salirgli dalla base della schiena e in continua salita... "Ah, sono troppo buono. Se fossi ancora un demone la mia reputazione sarebbe scesa notevolmente! Certo che Mikage doveva aver previsto quanti grattacapi quella donna mi avrebbe portato...! Comunque, una cosa è certa: se disgraziatamente Nanami prenderà la patente... di certo non guiderà la mia macchina!"

Ma per fortuna Tomoe fu "graziato", ergo: Nanami non prese la patente. Non volle seguire corsi ma anzi provare a fare subito l'esame di guida e la cosa non le giovò...
-Su, non fare quella faccia.- La "conforta" Tomoe, accompagnandola al lavoro in macchina.
- ... - Probabilmente al lato del passeggero Nanami non era di ottimo umore... ma conoscendola le sarebbe passata presto, giusto?
-Oh beh, di certo sei più tranquilla ora. Ah, il mio passerottino voleva spiccare il volo... e invece si ritrova con le uova rotte nel paniere...!- Tomoe non era d'aiuto. Ci scherzava su ogni volta che capitava, ma non con cattiveria. -Sai che facciamo? Al tuo compleanno ti compro una bella bicicletta nuova, così potrai almeno dire che tuo marito pensa sempre a te! Ahah!- Okay, forse un po' di cattiveria c'era!
Morale: niente da dire... se non che forse è un bene che Nanami non prese la patente. Insomma, di sicuro così ci saranno meno incidenti, non trovate?!
   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Anime & Manga > Kamisama Kiss / Vai alla pagina dell'autore: Day_Dream