Storie originali > Storico
Ricorda la storia  |      
Autore: Ancient Flower    14/11/2019    4 recensioni
Fa un così strano effetto osservare la pelle di un Augusto lacerarsi come quella di un comune macellaio alle prime armi, poco avvezzo a maneggiare il coltello.
Genere: Introspettivo, Storico | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: Contenuti forti | Contesto: Antichità greco/romana
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Io sono l’imperatore
 
Fa un così strano effetto osservare la pelle di un Augusto* lacerarsi come quella di un comune macellaio alle prime armi, poco avvezzo a maneggiare il coltello.
Mi avevano raccontato che il buon imperatore affronta con dignità la morte, poiché gli dei finalmente lo richiamano tra di loro. Eppure ciò che vedo non è fierezza, pace, ma un grosso maiale che grugnisce rabbiosamente, cercando in maniera disperata di annacquare ogni traccia di vita in sé in una pozza di sangue che, con mia sorpresa, è rosso come il mio.
Nerone si accascia terra e stranamente ha ancora la forza di parlare.
“Quale artista muore con me!**”, sputa. E’ incredibile come la voce di un imperatore che muore sgozzato sia flebile come quella di un pulcino, proprio nel momento in cui la sua natura divina dovrebbe palesarsi.
Il princeps si irrigidisce, tempo di abbandonare pigramente la daga che cala il sipario sulla sua anima. Nessun fascio di luce adorna più il suo corpo, né il purpureo delle sue ricche vesti riescono a contenere il placido scorrere del sangue dalla sua gola, nessuna brillante corona aurea distrae la morte. Solo il corpo freddo di Lucio.
Afferro il coltello da terra, guardandolo come uno specchio di morte. E mi sembra di vedere il volto di Nerone, Claudio, Caligola, Tiberio e di Ottaviano in quel riflesso. Io sono l’imperatore.
 
*Augusto qui è inteso con significato di “divino”.
**Secondo Svetonio, pare che Nerone abbia detto queste parole sul punto di morte (dubito visto che pare si sia tagliato la gola).
 
NdA: so che non sarò la prima né l’ultima a parlare della morte di Nerone, ma a volte siamo così presi da noi stessi che è bene ricordare da dove veniamo. Non voglio di certo dare io insegnamenti, lo imparerà ciascuno di noi a proprie spese. Sarò contenta se avrò innescato una riflessione. Ah il punto di vista è del liberto che lo aiutò ad uccidersi, Epafrodito. Spero abbiate apprezzato.
AF
   
 
Leggi le 4 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Storico / Vai alla pagina dell'autore: Ancient Flower