Storie originali > Fantasy
Segui la storia  |       
Autore: Ilenia_f    24/06/2021    0 recensioni
Mirko non si è mai innamorato
Filippo non è mai stato amato
Chanel è fin troppo viziata
Alex è perennemente brillo
Greta ha voglia di litigare
Luca non sa farsi i fatti suoi
Daniele vuole solo far festa
Chiara è stanca delle regole
Cris non vuole più essere normale
Desirè non vede l’ora di scoprire come andrà a finire
------------------------------------------
ambientata nel mondo di Shadowhunter (non contiene nessun tipo di spoiler, e la storia non segue minimamente la trama della serie) con, come protagonisti, un branco di lupi mannari e tutto quello che succede attorno a loro.
-------------------------------------------
ok non so scrivere le descrizioni :)
Genere: Fantasy, Omegaverse, Sentimentale | Stato: in corso
Tipo di coppia: Crack Pairing
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
1 ottobre
-vediamoci sta sera al Lux, vi devo parlare -
Un messaggio con su scritto “vi devo parlare” non era mai un buon segno, al rendere tutto ancora più grave era stato il fatto che a scriverlo era stato proprio Mirko Kane, ma facciamo un passo indietro. A chi era arrivato questo messaggio? Cos’è il Lux?  Ma soprattutto chi è Mirko Kane?
 
Il messaggio era stato inviato alla parte elitè del suo branco, sua sorella Chanel, il suo migliore amico di una vita, Alex e a Manuel, l’ultimo arrivato che aveva subito preso l’ultimo posto d’onore in quella piccola cerchia, il resto del branco era formato da altri beta di minore importanza in questa storia.
 
 
Il Lux era il loro punto di ritrovo, i suoi genitori gli avevano gentilmente offerto quell’ex magazzino e lui ci aveva costruito uno dei locali di maggiore importanza nel mondo magico. Gran parte del suo branco lavorava lì come camerieri, buttafuori (Manuel uno di questi) dj, e baristi. Il barista ufficiale era Alex, ma se non controllato avrebbe finito lui tutto quello che c’era da vendere. Quindi per la maggior parte del tempo si riempiva il bicchiere cercando di divertirsi lasciando il lavoro sporco ai suoi colleghi.
 
Il Lux era nato con la funzione di bar per i ragazzi del mondo magico e qualche umano che voleva semplicemente divertirsi, il locale era sempre stracolmo di gente, nascosti di ogni tipo e umani per quelle poche ore non facevano distinzioni. Il conclave invece usava quel posto per parlare con Mirko Kane senza destare sospetti, quelli di inviare shadowhunter spacciandoli per normali umani in cerca di divertimento erano i modi più discreti e sicuri per affibbiare missioni o piccoli compiti.
 
Ma la risposta più importante ancora non è stata data
 
Mirko Kane, primogenito della famiglia Kane e tra i lupi più forti in circolazione, nato in una delle famiglie più rispettate del mondo magico aveva subito affiancato il padre nel servire il clave. Occhi scuri, capelli corvini e un fisico degno di qualche statua greca, poteva incarnare l’uomo perfetto. La sua grande pecca era il carattere freddo e distaccato, si poteva dire che era una persona estremamente riservata, non faceva mai fuoriuscire i suoi sentimenti ed era poco propenso alle dimostrazioni d’affetto.
 
 Pochi infatti riuscivano a comprendere come avesse ancora quei pochi amici e il suo branco. Un suo grande pregio era proprio questo, riusciva ad essere un capobranco eccezionale. Nonostante non fosse l’unico alfa lì dentro, era lui che prendeva le decisioni regolando il tutto, probabilmente se non ci fosse stato lui quei ragazzi si sarebbero saltati alla gola a vicenda già da un pezzo
 
 
La sua fama brillava anche per essere stato a letto con metà mondo magico, ormai la sua famiglia aveva perso ogni speranza nel trovargli una compagna o un compagno duraturo.
 
 Per un po' il nonno, con una mentalità un po' antiquata, gli aveva trovato un omega ma dopo averlo cornificato abbastanza noncurante dell’ira del vecchio lo aveva scaricato per tornare alla sua vita da single.
 
Ora si trovava seduto comodamente su un divanetto in pelle, nella sala delle riunioni pronto a dare la notizia che i suoi amici non si aspettavano proprio.
 
Il primo a entrare in quella stanza fu Alessandro, meglio conosciuto come Alex.
 
Alex era persino più alto di Mirko di alcuni centimetri nonostante avessero la stessa età, i capelli castani perennemente sollevati da qualche bandana e le braccia quasi interamente tatuate. Nonostante l’aspetto potesse ingannare, a differenza del suo capo branco, aveva sempre un gran sorriso sul volto e un gran senso dell’umorismo, forse anche dato dal fatto che poche volte veniva trovato completamente sobrio, ormai si poteva dire l’alcol fosse diventato un tratto della sua personalità.
 
Alex si sedette a un tavolino iniziando a straparlare e a ridere senza un apparente motivo
 
Gli ultimi arrivati furono Chanel e Manuel,
 
Chanel era la sorella minore di Mirko, come il fratello anche lei era un alfa.  Aveva lunghi capelli mori e lisci che le arrivavano poco sopra il sedere, il fisico degno di una modella di Victoria Secret, gli occhi scuri e non si separava mai dalla sua cinta di Gucci.
 
Viziata, stronza e sempre in caccia di guai, era la sua descrizione perfetta, aveva compiuto da poco diciotto anni, quindi, come ogni Kane, e ogni ragazzina neo diciottenne pensava di avere il mondo sotto i suoi tacchi a spillo.
 
Manuel invece era parecchio taciturno, era entrato nel branco subito dopo essere stato morso dalla sua ex e piano piano aveva legato con tutti conversando con semplici occhiate annoiate. Portava i capelli legati in un codino spettinato e aveva gli occhi verdi, era anche un anno più piccolo di Alex e Mirko, nonostante i due avevano un rapporto più forte dato dagli anni di scuola passati insieme Manuel era l’elemento mancante di quello strano trio.
 

I due entrarono e si sedettero sui divanetti che erano posizionati intorno al tavolino al centro della stanza, erano straniti da quella riunione improvvisata.

Mirko era seduto freddamente a una poltrona, sul suo volto non si poteva leggere nessun tipo di emozione, ma non era strano per lui, solo che i tre volevano sapere il motivo per il quale si trovavano lì

"Ci vuoi spiegare questa riunione o dobbiamo tirare a indovinare?" Aveva parlato la sorella mentre beveva un sorso di vino bianco che Alex aveva portato dal bancone.

"Mi sono fidanzato e domani cena con noi" Disse Mirko restando quasi impassibile accennando solo un piccolo sorriso.

Dopo questo si susseguirono secondi di assoluto silenzio spezzato soltanto quando a un certo punto Chanel sputò il vino ricevendo un occhiataccia dal fratello maggiore

"Ma è ancora Francesco?" Gli chiese subito Alessandro allarmato, l’ex omega di Mirko non gli era mai andato particolarmente giù.

"Cristo no, non farmi ricordare di quell'incubo" Mirko si portò una due dita alla tempia cacciando quei brutti ricordi "Domani lo conoscerete, e ci sarà anche Desirè"

Detto questo si alzò e uscì elegantemente dalla stanza lasciando il branco ad elaborare la notizia.
   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Fantasy / Vai alla pagina dell'autore: Ilenia_f