Storie originali > Poesia
Ricorda la storia  |      
Autore: Yurika2S    09/05/2022    0 recensioni
Ho già pubblicato questo scritto sul mio profilo principale qui su EFP, ma voglio repostarlo anche qui in modo da avere tutti gli scritti organizzati sotto lo stesso nome.
Dal testo:
Metto bruscamente in pausa la canzone che stavo ascoltando, non perché ne sia stanca e neppure perché qualcuno mi ha rivolto la parola o debba ascoltare qualche rumore provenire da oltre le cuffie… lo faccio è basta.
Genere: Introspettivo | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: What if? | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Il sole è una stella fissa

Metto bruscamente in pausa la canzone che stavo ascoltando, non perché ne sia stanca e neppure perché qualcuno mi ha rivolto la parola o debba ascoltare qualche rumore provenire da oltre le cuffie... lo faccio è basta.

Mi sono fermata per pensare. Ho già fatto questi pensieri molte volte e non ha senso ripeterli. Mi sento così immobile, immotivata a vivere mentre tutti vanno avanti. Sono straordinari... riuscirò mai a muovermi anch'io? Be' dato che sono sempre qui, ne dubito. Dopotutto va bene così, è giusto. È qui che devo essere. A guardare le loro schiene mentre avanzano, mentre io rimango a distanza.

Non è che sia cambiato molto da com'era una volta. Stavo sempre in disparte ed ero sempre indietro rispetto agli altri. Li guardavo divertirsi più di quanto non partecipassi. Ed è rimasto tutto così. Non mi lamento, penso sia un po' il mio ruolo o modo di essere.

Mi chiedo solo... rimanendo sempre indietro ed essendo sempre così fissa, arriverò mai da qualche parte? Direbbero tutti di no, è ovvio.

“Dovrebbe darsi una mossa”, ecco cosa dicono tutti. Ecco cosa ripete chi è già in movimento; ma è difficile.

Eppure tutti ci riescono. Sarà perché gli altri sono più bravi, oppure perché io non lo son abbastanza? Poco importa.

Il sole è una stella fissa.
A me non interessa molto risplendere, come una stella.

Mi interessa sapere che esiste un qualcosa di fisso, simile a me, ma con uno scopo. Diversamente da me.

Prendersela è inutile, perché qualunque cosa mi si dica, resto fissa al mio posto. Capita davvero di rado che mi sposti. Ed anche quando penso di volerlo, la motivazione non è mai abbastanza.

Sono stanca.
In compenso però, so bene che tutt'intorno a me, tutto è in movimento. Un movimento a cui posso fare da spettatore.

   
 
Leggi le 0 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: Yurika2S