Storie originali > Poesia
Ricorda la storia  |      
Autore: fenice64    10/09/2022    9 recensioni
Durante la stagione estiva mi concedo il lusso di ascoltare alcuni concerti di Musica Antica dal vivo.
Vorrei provare a portarvi con me, affinché poteste percepire ed assaporare l’atmosfera magica che viene a crearsi.
Spero che le parole di questa mia poesia-racconto siano in grado di farvi ascoltare la melodia che trasporta lontano …. in un mondo fatto di pura armonia.
Le immagini sono relative a locandine originali di due stagioni diverse della rassegna.
Genere: Generale, Introspettivo, Slice of life | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Dopo il silenzio, ciò che meglio descrive l'inesprimibile è la musica.
(Aldous Huxley)

 A volte nella musica si trovano le risposte che cerchi, quasi senza cercarle. E anche se non le trovi, almeno trovi quegli stessi sentimenti che stai provando.
Qualcun altro li ha provati. Non ti senti solo. Tristezza, solitudine, rabbia.
(Alessandro D'Avenia)

Ogni concerto dev’essere un’avventura intellettuale,
deve intrattenere, confermare ma soprattutto sfidare.
(Michael Tilson Thomas)
 
Sulla chiesetta romanica
il buio sta lentamente calando.
La notte,
con il suo mantello stellato,
si appresta ad avvolgere tutto.
Invitato speciale,
l’astro d’argento,
che dall’alto osserva,
affinché assista al concerto a lume di candela
che sta per iniziare.
Una atmosfera di altri tempi
viene creata dai suoni degli strumenti
che si stanno accordando.
Protagoniste assolute sono le note,
sgorgate dall’abilità dei musicisti
di far vibrare opportunamente ogni singola corda.
Sono suoni e voci
che paiono raccontare una storia d’amore.
Gli arpeggi che provengono dall’arpa
sono parole rivolte ad un perduto amore,
il quale risponde con la voce del violone,
profonda e struggente.
La magia viene accompagnata dal clavicembalo,
la cui melodia bassa e continua,
accarezza le vicende che si narrano tramite la musica.
Il silenzio regna sovrano,
ogni battito del cuore sembra amplificarsi
con quelle note che si diffondono nell’aria,
suscitando sorpresa e suggestione fra gli astanti,
ammaliati dalle sonorità che si sprigionano.
I suoni, dirompenti o delicati,
paiono dipingere, con i loro colori, tutta l’aria circostante.
Onde sonore si propagano,
talvolta tese ed increspate,
talaltra impetuose e incalzanti,
 avvolgono l’ascoltatore
che ne percepisce tutto il sentimento.
Mille sfumature musicali
ci rapiscono e trasportano in un mondo di pura armonia.
I sensi si espandono
permettendo di riconciliarci con il mondo esterno.
Il concerto a lume di candela,
terminando,
ci ha omaggiato di una nuova pagina,
sulla quale abbiamo potuto annotare
tutte le emozioni vissute e che porteremo con noi.
 

   
 
Leggi le 9 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: fenice64