Storie originali > Fantasy
Segui la storia  |       
Autore: Rick73    25/01/2023    0 recensioni
In un'epoca in cui la magia ha raggiunto uno sviluppo quasi industriale, le città del regno di Charlogne vengono improvvisamente infestate da creature mostruose dotate di poteri mai visti prima. Una compagnia di stregoni militari guidata dal capitano O'Riordan, assistito dall'agguerrita elfa Ofelia McDuff e dall'alchimista pazzo Joachim Von Grenz, dovrà affrontarle e risolvere il mistero della loro origine.
Genere: Mistero | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: Tematiche delicate
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Prologo

In una fresca serata di primavera del 723, due ufficiali, un uomo e una donna, percorrevano insieme il grande viale che dalla cittadella militare di Pontry li avrebbe portati alle loro case di Saileau, capitale del regno di Charlogne, e per passare il tempo dissertavano sull'etica della magia.

- C'era una volta un mondo in cui la magia era sconosciuta - narrò il capitano Kennet O'Riordan - Gli esseri umani popolavano tutte le terre emerse, divisi in numerose nazioni, e per le loro necessità utilizzavano delle macchine molto inefficienti, che richiedevano l'uso di innumerevoli risorse naturali. Ma poiché le risorse non bastavano per tutti, le nazioni cominciarono a farsi guerra per accaparrarsele. Dapprima costruirono macchine devastanti, che rasero al suolo la maggior parte delle città, e dimezzarono la popolazione.
"Non paghi, gli umani trovarono il modo di evocare da altre dimensioni entità sovrannaturali, Draghi e Demoni, di cui persero ben presto il controllo e che portarono ulteriore morte e devastazione. Finché, quando ormai non si poteva più parlare di nazioni né di civiltà, qualcuno per porre fine all'insensato conflitto evocò entità ancor superiori, che le leggende tramandano con il nome di Generali del Caos. Essi annientarono Draghi e Demoni, poi lanciarono la distruzione finale: gli oceani si infuriarono, le terre emerse tremarono, migliaia di vulcani esplosero e coprirono di cenere quel che rimaneva del mondo abitabile.
"Ma la razza umana non si estinse, anche se lo avrebbe meritato. I pochi sopravvissuti si riunirono nelle poche aree del mondo ancora abitabile, e rifondarono una civiltà, aiutati da una delle poche eredità positive lasciate dagli esseri ultraterreni: la "stregoneria", la capacità di sfruttare quel flusso che gli addetti ai lavori chiamano Monade. Ed oggi, a settecentododici anni dalla rifondazione, qual è l'uso principale che gli umani fanno della stregoneria? La guerra, naturalmente! Evidentemente non è bastato un annientamento globale per imparare la lezione... -

- Non capisco bene il senso di questo discorso, capitano - rispose la luogotenente Ofelia McDuff - Tralasciamo per un momento l'attendibilità delle leggende sulle cause della "grande distruzione" e l'origine della stregoneria... ma non mi risulta che l'impiego principale sia la guerra. Vogliamo parlare dei magi-ceri che illuminano le nostre città? O delle bacchette del gelo che ci permettono di conservare i cibi anche nella stagione più calda? Per non citare lo scopo più nobile, quello della magia di guarigione. Poi, certo, la stregoneria è parte integrante della nostra vita, e quindi ha coinvolto anche la sfera militare. -

- Quello che dite, McDuff, è certamente vero pensando alla nostra nazione. Charlogne ha fatto della stregoneria la sua ragione di esistere, le nostre Accademie sono frequentate da maghi di tutto il continente, e le nostre bacchette sono esportate in tutto il mondo. Siamo il centro mondiale della magia civile.
"Ma pensate un momento al grande Imperium Solemaris: non è forse vero che tutte i loro studi di stregoneria puntano alla creazione di nuove armi? Hanno conquistato tutta la parte meridionale del continente grazie a dardi esplosivi che hanno devastato le formazioni nemiche, e alle barriere cinetiche che hanno reso impenetrabili i loro schieramenti.
"E pensate alla federazione di Borea nel Nord-Est, dove i governi sono instabili e la successione nel potere passa sempre da episodi violenti: hanno sviluppato tecniche di avvelenamento basate sugli stessi principi della stregoneria curativa, e sono maestri negli incanti d'illusione ottica e confusione mentale.
"Quanto ci metteranno a creare incantesimi bellici che le nostre divisioni non saranno in grado di contrastare? Essi creano le loro armi in gran segreto, mentre tutte le nostre invenzioni vengono rese pubbliche e vendute a chiunque. Oggi diciamo che è un bene per le casse dello stato, ma c'è sempre il rischio che una delle grandi nazioni del continente voglia mettere le mani sulle ricchezze del nostro regno, e tenti di rivolgere contro di noi quegli stessi incantesimi che le avremo venduto, oltre ad aggiungere armi segrete di cui non sospettiamo minimamente l'esistenza. -

- Beh, noi della Division VIII-Sorcellerie esistiamo per questo. Rifornire di incantesimi le unità dell'esercito, e intervenire per contrastare gli attacchi basati su tecniche magiche. Questo recita il mansionario dell'Accademia, no? -

- Il mansionario... - O'Riordan non poté trattenere una risatina - Ho sempre ammirato la vostra dedizione al regolamento, tenente McDuff. Ma in questo caso, ciò che recitate non basta più. Charlogne sta perdendo terreno, soprattutto sul piano della stregoneria militare. Ed è per questo che mi hanno incaricato di comandare una delle nuove compagnie di ricerca e sviluppo. Inventeremo nuovi incantesimi, o per lo meno nuovi impieghi, e analizzeremo tutti i dati sulle ricerche compiute nei paesi esteri che il nostro efficiente servizio di spionaggio della Divisione II saprà recuperare. -

Ofelia si fermò, e improvvisamente si fece pensierosa.

- Non lo sapevo. Dunque lascerete il battaglione operativo? -

- Vorrei che veniste anche voi nella compagnia ricerche, McDuff. Vi ho indicato come mia vice, vi prego di accettare l'incarico. Dopo tanti anni, come potrei fare a meno di voi? -

- Davvero? - la donna parve rallegrarsi - Però, io sono una donna d'azione, non sono a mio agio con teorie e analisi dati, insomma io... -

- Ci sarà comunque una parte operativa: molte ricerche le faremo sul campo, in esercitazione. Inoltre, come dicevo prima, non riesco a pensare ad una persona più affidabile di voi, per quanto concerne la gestione del gruppo e il rispetto del regolamento. Sarete un elemento di ordine... vedete, i teorici sono personaggi molto complicati. Ci sarà un altro tenente, tale Von Grenz, un alchimista mezzo matto originario del regno di Sanalt, ma dicono il migliore nel campo degli elementi e dei materiali; poi il cadetto Maurin, che ha rischiato più volte l'espulsione dall'Accademia per indisciplina, ma con i migliori voti nei corsi di teoria magica; e la cadetta Hinges, che si è specializzata nella comunicazione con gli animali, tanto che a volte non riesce a comunicar bene con gli umani... -

- Ora capisco, veramente un gruppo complesso. Non vi spaventa? -

- In fin dei conti sono anch'io un po' bizzarro come loro, non trovate? - rispose O'Riordan - E voi, ve la sentite? Forse non avrete vita facile con loro... -

Le orecchie lunghe da elfa vibrarono, mentre il sorriso di Ofelia si tramutava in un ghigno beffardo.

- Credo che saranno loro a non aver vita facile con me! - rispose la luogotenente.

- Ottimo! - commentò il capitano - Siete nello spirito giusto per affrontare questa nuova avventura! Domani mattina siamo attesi al comando di divisione, dove verrà costituita ufficialmente la nuova compagnia.

- Non mi aspettavo un tale cambiamento, capitano, ma penso che sarà interessante cambiare aria. E, se posso parlare liberamente... - McDuff si fermò a riflettere, come per trovare le parole giuste - Ecco, anche io mi sarei sentita un po' persa senza di voi. Grazie per avermi offerto questa opportunità... -

Kennet O'Riordan non disse niente, e si limitò a dare una pacca sulla spalla alla sua vice.

Dopo pochi minuti, i due giunsero alla Place des Princes, all'ingresso orientale della capitale, il punto dove le loro strade si dividevano. Un ultimo saluto, ed entrambi si avviarono verso casa, pensando al nuovo compito che li attendeva.

   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Fantasy / Vai alla pagina dell'autore: Rick73