Recensioni per
What is Love
di Day_Dream

Questa storia ha ottenuto 1 recensioni.
Positive : 1
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Junior
10/03/18, ore 11:47
Cap. 1:

Ok, sto fissando lo schermo da dieci minuti buoni, cercando inutilmente di ricordarmi come si respira e di farmi venire i mente qualche frase di senso compiuto per descrivere questa stupenda flash-fic *qualcuno le molla un pugno per farla riprendere*
Hai messo nero su bianco la metamorfosi che Tomoe subisce nel corso della storia in modo così perfetto, veritiero, profondo, da lasciarmi senza parole (oltre che senza fiato...sul serio, dovresti smetterla di scrivere storie così belle, altrimenti rischio il soffocamento xD). Penso che tu abbia delineato perfettamente la figura di Tomoe (per l'ennesima volta: sicura di non essere l'autrice di Kamisama Kiss in incognito?), senza fermarti al suo apparire "bello, gelido e impossibile", ma comprendendolo in tutte le numerose sfaccettature della sua personalità.
Ho adorato la considerazione di Tomoe sul fatto che lui e Nanami si siano cambiati a vicenda: sono consapevoli di non essere più gli stessi, di aver vissuto esperienze che li hanno profondamente plasmati, segnati (a magari anche un po' traumatizzati... soprattutto Nanami xD).
Ma le hanno vissute INSIEME, ed è questo che fa la differenza: sanno di poter sempre contare l'uno sull'altra, qualunque cosa succeda.
Dopo aver letto la tua storia, nella mia mente stravagante e idiota ha preso forma la più stravagante e idiota idea che io abbia mai concepito: provare a descrivere come nascono le tue storie *la guardano come se fosse pazza e le danno l'ennesima botta in testa*. Mi spiego meglio: mi sono spesso chiesta come fai a concepire storie così stupende, perciò ho provato a elaborare una sorta di strampalata teoria (poi dimmi cosa ne pensi).
"Come fanno le storie a venirti in mente al'improvviso? Secondo me, il mistero fa parte della magia. Non c'è spiegazione. L'immaginazione è qualcosa di antico e strano, è quel folletto invisibile che sussura allo spirito, parla piano di un mondo splendente e delle creature che lo abitano con le loro gioie e dolori, le sconfitte e le vittorie. E la storia è perfetta, è compiuta, è straordinariamente bella... mancano solo le parole. Gli scrittori si rigirano nella mente immagini da unire alla vicenda che contemplano, ricordano il dialogo dall'inizio alla fine. Si limitano a inserire lettere punti, virgole, e la storia è pronta a filare giù lungo le piste dei librai. Le storie non si spremono da grammatica e punteggiatura, ma scaturiscono da un mistero che sfiora la nostra silenziosa immaginazione. Certe domande ci lasciano perplessi per anni, poi una tempesta di risposte arriva improvvisa e violenta, freccia di un arco impugnato dal fato. O forse dalla mia mente un tantino bakata. Ma questi sono dettagli assolutamente irrilevanti."
Ho voluto provare a scrivere questa... uhm, cosa perchè penso che le tue storie siano davvero speciali in quanto toccano l'anima delle persone, ragggiungono la parte più profonda e recondita del nostro cuore e si annidano lì, riscaldandoci. Quindi, grazie davvero per aver scritto questa fic mozzafiato e per aver letto il mio sclero un tantino logorroico: mi scuso se sei svenuta nel frattempo *cerca di rianimare Day_Dream facendole aria con un ventaglio*
Baci,
Merwen

P.S. Lo so, sono una pessima persona (oltre che spaventosamente ritardataria), quindi perdonami se recensisco solo ora *inveisce contro le professoresse che assegnano interminabili versioni di latino da un giorno all'altro e si maledice per aver scelto il liceo classico, sigh*