Recensioni per
Quarant(en)a
di Dragon_Flame

Questa storia ha ottenuto 10 recensioni.
Positive : 10
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Master
20/06/20, ore 18:10
Cap. 5:

Dove mi attacco muoio.E'l'eterno discorso sull'edera.Questa volta la pieta' ha avuto il sopravvento e hai aggiunto versi carini.Bene.
Pasta 20/6/2020

Recensore Junior
18/05/20, ore 12:02
Cap. 4:

La contemplazione della natura ci fa capire quanto siamo piccoli, ma allo stesso tempo ci rende forti e pronti ad affrontare il mondo. Complimenti!
Francesca

Recensore Master
18/05/20, ore 07:06
Cap. 4:

Fonte di bellezza l'alba nei primi passi gia' verso madre natura.Anche il silenzio trattiene il respiro.La poesia ne traduce il tutto.Benissimo.
Pasta 18/5/2020

Recensore Master
02/05/20, ore 07:30
Cap. 3:

Buongiorno.
Belle le piante, belli i fiori, belle le poesie così descrittive, così appunto interessanti e avvolgenti :)

Recensore Master
02/05/20, ore 06:55
Cap. 3:

Intrigante questa agreste poesia che utilizza il connubio papaveri- sole per adombrare stati di benessere sentimentali.Un linguaggio introverso che finisce col rendere la poesia stessa mistica ed esaltante.Bene
Pasta 2/5/2020

Recensore Master
29/04/20, ore 07:45

Buongiorno.
Questo componimento mi ha fatto ricordare quanto sia splendida la semplicità; semplice, ma diretto, piacevole. Tutto è poesia, in fondo... basta che venga dal cuore.

Recensore Master
28/04/20, ore 15:14

Di pascoliana memoria.Quel poeta era di casa in campagna con la propria sorella.Nelle tue rime la mistica quieta di un mondo agricolo che non ama specchi per la bellezza delle sue zolle.Un sano romanticismo il tuo.Benissimo.
Pasta 28/4/2020

Recensore Master
26/04/20, ore 07:57

Buongiorno.
Wow, assolutamente!
Complimenti per le rime, semplici ma perfette! Formano giochi di suoni fantastici, personalmente le ho gradite tantissimo!

Recensore Master
25/04/20, ore 22:40

Non so se ritenermi fortunato o sfortunato ad avere vent'anni in quest'epoca, dove società arretrano e avanzano in machiavellici giochi insulsi alla radice.

Preferisco rimirare la pioggia di pioppi bianchi, cossicché la Bellezza parli da sola, tra questi cachinni assordanti.

Tieni duro, e bel componimento.

AP.

Recensore Master
25/04/20, ore 18:28

Ogni stagione della vita firma comunque nuovi copioni da recitare.Sempre valido il proverbio dei nostri antenati che chi prima non pensa all'ultimo sospira.Sono inevitabili le svolte della vita.Nella ricerca dell'amore sara' un prezzo altissimo da pagare al destino.Se non sarai accorta non saranno le poesie ad impedirti di finire in pasto ai virus sotto gli occhi impotenti degli stessi figli.Detto questo spiacevole inciso,ti diro' che la tua poesia e' ricca di sentimento.Mi piace cioe'.Un saluto..
Pasta 25/4/2020