Recensioni per
Gold and white
di NekoRika

Questa storia ha ottenuto 10 recensioni.
Positive : 10
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Nuovo recensore
12/01/22, ore 14:59
Cap. 20:

Della serie: "Come rovinarsi TUTTA la vacanza per un serpentello".
Complimenti, è davvero una raccolta di storie carine~

Recensore Master
26/11/21, ore 20:52

"Io ti ricordo quando prendere le medicine, e tu mi lasci provare il Gameboy."
"Praticamente non ci guadagno un cazzo" → Ho riso. Ho riso non poco.

(Un attimo che mi ripiglio…)

Ciao, finalmente riprendo a recensire questa Raccolta *^*
Mi è piaciuta molto questa One Shot, in particolare per il modo in cui hai delineato il rapporto tra Marik e Bakura in una circostanza in cui più o meno il piano iniziale è andato a farsi benedire, ne sono successe di ogni e i risvolti che ci sono stati hanno scombussolato un po' tutto.
Se poi ci aggiungiamo il fatto che Bakura riporta una ferita al braccio – o meglio dire: il corpo di Ryou e a proposito, facciamo santo quel ragazzo tipo SUBITO, dato che ha anche scritto un elenco delle medicine che Bakura non deve assolutamente dimenticare di assumere durante la giornata – e Marik ha dovuto fare dei controlli a causa degli svenimenti, ecco che il tutto si appesantisce ulteriormente, perché le loro condizioni psicofisiche sono gli strascichi, ancora decisamente evidenti, di tutto ciò che hanno passato e dell'inferno che hanno vissuto.

D'altra parte, però, è stato bello leggere come nonostante tutto non si siano definitivamente separati, anzi, Bakura ha dimostrato di non avercela con Marik e ha lasciato intuire che potrebbe essere ancora il suo partner e poi niente, Marik che flirta con lui è la cosa più bella di 'sto mondo, dovevo dirlo, ecco.
Inoltre, Bakura si è lasciato toccare da Marik e lo ha lasciato esaminare la ferita, altro segno che la fiducia tra di loro non manca.
E inutile dire che il patto in cui Bakura non ci guadagna un cazzo – a detta sua – mi è piaciuto tantissimo **

Non vedo l'ora di proseguire con le altre One Shot, pian piano voglio recuperare tutto, sia questa Raccolta che le altre storie *^*
Complimenti e alla prossima!

M a k o

Recensore Junior
25/03/21, ore 13:27

Ehilà, scusa per il ritardo, ho letto questa storia molte volte e sono arrivato alla conclusione che è la più bella fino ad ora: si vedono tutti e quattro i personaggi interagire in reciproci scambi, e non in doppia coppia, molto interessante... fa riflettere molto sui vari rapporti tra questi 4 scalmanati.
Il primo rapporto, forse il più "sputtanato" è certamente quello Ryou/ Bakura, se mi viene una parola per descriverlo è certamente "realistico". Odio e storie in cui Ryou è succube in maniera estrema, ai limiti della sindrome di Stoccolma, e anche quelle in cui di ostentano tenerezze da parte di Bakura. Il loro rapporto, seppur mai mostratoci, secondo me è proprio così: una pace armata.
Il secondo che ci viene mostrato spessissimo è proprio la ship Bakura/Marik, in questo capitolo ho riflettuto come quanto poco profondo possa essere questa relazione. Come dice Ryou loro effettivamente non parlano, semplicemente passano il tempo insieme, in una specie di reciproco sfruttamento. Trovo questo molto molto IC, diciamo che rispecchia una controparte romantica del rapporto visto in battlecity, e ne sono molto contento.
Poi passiamo al mio adorato Ryou/Yami Marik, che dire io adoro questa ship, mi sembra un rapporto più profondo rispetto a quello tra le rispettive controparti, Ryou vede la parte buona di Yami e lo stesso la parte forte di Ryou, sono capaci di liberarsi l'un l'altro dai pregiudizi che gli gravano sulle spalle e forse sono anche personaggi più rotondi rispetto ai due.
Infine troviamo il rapporto più complesso, marik/Yami... credo che sia impostato un pò come un rapporto genitore figlio... Marik, furioso con suo padre che lo costringe a vivere una vita che non vuole genera autonomamente una figura genitoriale forte, a se stante, che prima di tutto si prende cura di lui e delle sue ferite, poi subentra alla figura paterna vera (uccidendolo) ed infine, vedendosi rifiutato si comporta da "padre padrone". In quest'ottica vedo un Marik che ancora non riesce ad accettare l'altra parte di se, scappa da gli confronto e Yami, essendo una sorta di distorsione di infantilità, si comporta come il bambino che per attirare l'attenzione della compagna che le piace le tira le trecce. Credo che sia in virtù di questa relazione che si renda il rapporto con ryou vivo e profondo, credo che entrambi vogliano sostituire la propria controparte con l'amato, Ryou vorrebbe un "inquilino" che ci tenga davvero, che si prenda cura di lui e Yami un ospite che non lo rifiuti a prescindere. Tuttavia il loro rapporto è così giusto che anziché rovinare (del tipo facciamo fuori gli altri due e stiamo insieme per sempre), guarisce: non mi sorprenderei se tutto il teatrino della ferita fosse stato organizzato per mettere Bakura di fronte al fatto di non essere mai stato accudito da nessuno (cosa che gli impedisce di instaurare un rapporto profondo sia con ryou che con marik) e Marik difronte alla sua controparte attraverso il trauma della medicazione della ferita che ha generato Yami.
Ok, direi che ho sclerato abbastanza... che dici, ci ho preso?
(Recensione modificata il 25/03/2021 - 04:14 pm)

Recensore Junior
23/01/21, ore 14:06

Leggo questo capitolo DOPO il 10, quindi ora niente è più come prima XD il livello è le aspettative sono totalmente diverse ora. Scherzi a parte, che dire, anche questa ff è perfetta, perché questa è ESATTAMENTE il grado e il punto di dolcezza che ci si aspetta da bakura e marik senza essere OC. E poi boh, io ho i miei deliri che mi portano a puntare l’attenzione sui particolari senza senso, e sto ridendo come lo scemo da 10 minuti per “vaffanculo e tante grazie”. Ho dei problemi seri...

Recensore Junior
22/01/21, ore 22:22

Ho atteso questa storia a lungo e lasciami dire, è meglio delle mie aspettative! Sai perché? Perché non è banale. Il primo pensiero che viene alla maggioranza pensando  a questa crack è quasi sicuramente uno scenario in cui Yami marik infierisce su Ryou che, masochista, quasi ne gode. E invece no, questa storia è sorprendente soprattutto perché è SENSATA. Ryou è sensibile, pertanto sa esattamente cosa fare per approcciare una persona deviata che, in fin dei conti, è un bambino violento. Che dire, pienamente soddisfatto. Sta cosa delle storie su commissione inizia a piacermi, dovrei imparare ad usare il forum di efp per lanciare i prompt🤣

Recensore Junior
10/01/21, ore 11:09

Figo, molto figo. Io adoro queste storie molto dark, creepy. Vediamo se ho capito bene: yamimarik ha trovato Bakura il re dei ladri nel regno delle ombre, lo ha staccato da zork con un coltello e poi lo ha ripetutamente pugnalato (giustamente, chi altri non farebbe così, te lo insegnano in ogni corso di ps che si rispetti) per farlo riprendere?  È malatamente geniale (o genialmente malato 🤔) esattamente ciò che ci si aspetta da un lato schizofrenico.

Recensore Junior
28/12/20, ore 16:35

"L'Anello del Milennio, e il gay radar installato all'interno"
ho riso per 20 minuti, nda, fenomenale

Recensore Master
25/12/20, ore 00:29
Cap. 2:

Buon Natale!
Ci tenevo a lasciarti un pensierino in questo giorno speciale *^*
Questa One Shot è stupenda. Già avevo adorato la prima, poi in questa il punto di vista è quello di Marik e quindi niente, adoro ancora una volta.
Mi è piaciuto tantissimo il momento in cui l'hai collocata, perché è quel periodo in cui Marik si sente più solo e fragile, cosa che ovviamente cerca di nascondere e dissimulare davanti a tutti gli altri, i suoi fratelli soprattutto. Hai fatto una introspezione bellissima di Marik e la nota Angst l'ho sentita tutta, ma proprio tutta, e credo sia amplificata proprio perché i pensieri di Marik sono così veri da sembrare quasi tangibili.
Il senso di vuoto che prova, la solitudine, la consapevolezza che nonostante l'altro sé fosse malvagio avesse comunque un legame con lui, poi Bakura, un altro legame che non sembra, ma è stato importante… tutto. Era tutto così chiaro, limpido e potente che ha avuto un impatto emotivo ancora maggiore.
Senza contare che per arrivare a tutto ciò si è partiti da Atem, dal Faraone, da colui che inizialmente credeva gli avesse distrutto la vita, anche se alla fine si è scoperto non essere stato così. Perché la vita di Marik è stata tremenda e adesso che tutto è finito, adesso che il Faraone se ne è andato, se ne sono andati anche tutti i legami che aveva instaurato con lo solo scopo di vendicarsi, ma che poi hanno acquisito anche dei valori in più. Perché nonostante tutta la negatività, Marik avverte comunque la mancanza dell'altro sé, così come quella di Bakura.
E ti giuro che quando Ryou è entrato nella stanza quasi ho avuto un mancamento perché ammetto di provare un amore viscerale anche per la Angstshipping, forse perché chi fa parte di questa coppia sono due persone che per la maggiore hanno solo subito e potrebbero trovare conforto l'una nell'altra, allo stesso modo in cui Ryou ha tentato di avvicinarsi a Marik col dialogo, magari con dei giri di parole immensi, è vero, ma è stato sincero nei suoi confronti e io ci mancava poco che sprofondassi in una valle di lacrime, mamma mia T^T
Ti ringrazio per questa piacevole (e intensa) lettura, non vedo l'ora di proseguire ^^
Ti auguro ancora una volta Buon Natale!

»Amethyst«

Recensore Junior
22/12/20, ore 21:44

Molto molto bello,  scritto bene, non banale.  Ryou/Bakura è il mio personaggio preferito, il mio primo amore d'infanzia e sto apprezzando questa storia nonostante questa non sia la mia ship preferita. A questo punto la curiosità di leggere di questa fantomatica ossessione di yami marik per il povero Ryou è grande, non mi deluderai vero? VERO!?

Recensore Master
14/12/20, ore 19:16
Cap. 1:

Ciao **
OMMIODDIO SONO IN ESTASI.
Okay, allora, un attimo solo che faccio un profondo respiro e poi giuro solennemente che farò in modo e maniera di lasciarti una recensione come si deve e non un delirio sconclusionato.
Innanzitutto: grazie per essere approdata nel fandom, è sempre bello trovare nuovi autori da queste parti **
Questa prima One Shot mi è piaciuta tantissimo. Penso che tu sia riuscita a non scadere nella volgarità nonostante il linguaggio spinto e la scena erotica altrettanto esplicita. Anzi, era tutto così perfettamente calibrato che in tutto ciò sono riuscita a ritrovare l'essenza dei personaggi, quella più pulsante e vera. Poi diciamocelo, Bakura senza parolacce e rudezza è un po' come il cappuccino senza la schiuma (ma che caspita di paragone ho fatto?), insomma, è impossibile, ecco.
È stato bellissimo il modo in cui la One Shot è iniziata, anche perché stavano già succedendo COSE e io ero lì tipo: “beh, mi fanno iniziare subito la lettura dandosi da fare, cosa posso chiedere di più?” E INVECE Marik se ne esce con domande su domande su domande – e anche con proteste su proteste su proteste – e insomma, ho provato anche a mettermi un attimo nei panni di Bakura e sono arrivata alla conclusione che sì, in quel frangente era molto meglio se Marik avesse usato la bocca per fare altro, di certo non per parlare xD
Però al contempo ho trovato molto interessante (e ben gestito) il dialogo che hanno avuto dall'inizio alla fine, in particolare quando Bakura ribadisce più e più volte che il corpo che possiede gli serve in salute (e soprattutto vivo, e ci credo) e quando emerge dove Marik volesse andare a parare, ovvero dell'intento di voler liberare l'altro sé, e che non ti ringrazierò mai abbastanza per averlo descritto per ciò che è realmente, ovvero una scissione della personalità di Marik, a differenza di Bakura che invece è uno spirito.
E proprio perché si tratta dell'essenza più oscura di Marik, perfino Bakura fatica a tenerlo a bada, arrivando pure a farsi fare il cazziatone da Ryou che quando va a scuola dopo aver avuto a che fare con l'altro Marik deve giustificare dei segni alquanto evidenti su tutto il corpo.
Sulla parte erotica tanto di cappello, ho adorato il modo in cui l'hai descritta e tutto ciò che ho percepito era proprio il sesso nel modo più carnale possibile ma, ancora una volta, senza mai sfociare nella volgarità. E penso non sia facile rappresentare un rapporto in questo modo, quindi complimenti ancora.
In generale è stata proprio una bella lettura che mi ha tenuta incollata allo schermo dall'inizio alla fine. Ho riso in diversi punti (mettimi Bakura, le parolacce, i suoi pensieri diretti e il modo in cui a volta apostrofa Marik e io parto per la tangente proprio), in altri invece ho percepito la serietà di alcune considerazioni e il fatto che verso la fine Marik dica che presto Bakura non potrebbe non essere più in grado di decidere (quel “potresti” non lo vedo affatto come una ipotesi, anzi) mi lascia presagire che il pericolo non è poi tanto lontano.
E a dirla tutta è una conclusione perfetta per questa prima One Shot.
Felicissima di aver iniziato questa Raccolta, già non vedo l'ora di leggere la seconda OS **
Complimenti e alla prossima!

»Amethyst«