Recensioni per
Il primo piatto cucinato da me
di AlbAM

Questa storia ha ottenuto 26 recensioni.
Positive : 26
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 [Prossimo]
Recensore Veterano
16/05/21, ore 16:03

Fantastica questa storia! Bella l'idea di fare credere fino all'ultimo che nel forno ci fosse finita la moglie anziché il gallo. Tra l'altro lo capisco appieno il tuo protagonista:io ho trovato in viaggio di nozze un gallo nel giardino dell'albergo che non ci faceva dormire. I proprietari hanno detto che ci saremmo abituati.
Nonostante la battuta di mio marito sul fare arrosto il gallo la soluzione è stata cambiare albergo alla fine. Storiella simpaticissima complimenti

Recensore Master
03/05/21, ore 00:35

Ciao! 

È la prima volta che leggo qualcosa di tuo, quindi prima di buttarmi su una long ho preferito fare un salto su qualcosa di più breve e soprattutto di autoconclusivo. 

Non essendo particolarmente abile ai fornelli, ammetto di essere stata subito attirata e incuriosita dal titolo, non sapendo se mi sarei dovuta aspettare un racconto tragicomico sulla falsariga delle mie avventure in cucina XD e, ecco, mi ha colpito molto l'introduzione: non so davvero come tu abbia fatto a scrivere un racconto completo e, per quanto breve, comunque piuttosto articolato in un lasso di tempo così breve e, soprattutto, in una sola seduta. È una capacità che a me manca, e ti ammiro davvero moltissimo.


La struttura di questo racconto è qualcosa che adoro: mi piacciono sempre molto quelle storie che vanno a giocare con la mente del lettore, spingendolo a trarre conclusioni affrettate e a balzare a una deduzione che può sì essere coerente con gli indizi e la direzione che la storia sembra voler far prendere, salvo poi ribaltare la situazione e dimostrare che no, in realtà non c'erano prove schiaccianti a favore di questa interpretazione, ed è stato tutto frutto di conclusioni affrettate e interpretazioni faziose.

Credo che tu abbia saputo dosare bene gli indizi e i tempi: ci sono diversi momenti fraintendibili, quando il protagonista prepara la propria cena pensando alle critiche della moglie e beandosi del senso di libertà e di vendetta che prova nell'essersi finalmente liberato della moglie. Insomma, per un attimo ci sono cascata e ho avuto davvero l'impressione di essere finita dentro un horror vero e proprio, con tanto di disquisizione su quale tipo di lama sia più adatta per tagliare la carne (umana XD) e una grande preoccupazione per gli amici che, se non fossero stati complici consapevoli, si sarebbero ritrovati a essere i destinatari di una cena raccapricciante (e non solo per colpa di zenzero e parmigiano nell'arrosto XD).

E invece, il modo in cui introduci addirittura un avvocato, rinsaldando ancora di più la convinzione del lettore di trovarsi davanti a un crimine, è molto divertente. Perché sì, ha senso che sia presente un avvocato per occuparsi della sparizione della moglie dalla vita del protagonista,  ma in maniera molto più comprensibile e meno preoccupante.

Insomma, il twist che vede solo il povero gallo come vittima è riuscito secondo me molto bene, e mi ha divertita non poco. 

Si è trattato di una lettura estremamente piacevole, che con uno stile molto scorrevole e leggero permette di godersi una storia ricca di atmosfera e dalla struttura perfettamente funzionale e progettata secondo me in maniera ottimale.

Insomma, mi ha fatto davvero piacere leggerti!

A presto!

Recensore Junior
27/04/21, ore 10:23

Ciao eccomi per lo scambio.
Beh che dire per un attimo ho pensato che avesse investito e cucinato la moglie, e invece alla fine era il gallo del vicino.
Mi è piaciuta moltissimo questa storia soprattutto per la suspance che si è creata, hai saputo creare la giusta atmosfera.

Complimenti perchè in poche righe hi saputo tenermi sul fili del rasoio =)

Spero che continueremo i nostri scambi =)
A presto =)

Recensore Junior
19/04/21, ore 12:55

Innanzitutto, complimenti per la tua abilità nel trasmettere tutte le sensazioni del protagonista, mi sono sentito beato come lui mentre cucinava, leggendo di quanto fosse felice e mentre si lamentava della moglie per tutti gli anni passati a sentirsi criticato... Nonostante stessi leggendo il racconto di qualcosa di orribile, non riuscivo a smettere di ridere e quando sono arrivato al finale ho capito perché!
Ammetto di aver dovuto rileggere un paio di volte per capire che non si trattasse della moglie ad essere finita nel forno (per fortuna), complimenti perché fino all'ultimo tutto nella narrazione e nel tono della storia mi ha fatto pensare esattamente quello che volevi tu! Hai la capacità di giocare con le parole e convincere il lettore di qualunque cosa, e il tono naturale, quasi colloquiale del racconto rende ancora più facile questa cosa perché il lettore va avanti senza nemmeno accorgersi del peso delle parole utilizzate...
Hai detto che la storia è stata scritta in fretta, ma a me sembra curata nei minimi dettagli e anche della lunghezza giusta! Forse la fretta è stata addirittura di aiuto...
Spero di leggere presto qualcos'altro di te, per il momento complimenti e alla prossima!
Altair13Sirio

Nuovo recensore
13/04/21, ore 15:57

Fantastico!!!Leggevo e pensavo a pomodori verdi fritti, poi mi chiedevo e le interiora? Farà insaccati? E le ossa cazzo è un casino far sparire le ossa. E poi... Grande!

Recensore Master
07/04/21, ore 07:51

Ciao! Stavo sbirciando nella sezione Noir e ho scovato questa One-Shot, davvero molto carina e interessante! Devo ammettere che il finale mi ha stupita non poco, ci ho messo un pochino a realizzare il fatto che il protagonista della storia non avesse ucciso la moglie (come inizialmente avranno pensato tutti), bensì il gallo del vicino! Davvero un'idea geniale, questa storia dai risvolti comici! Mi sono piaciute molto le descrizioni, il pathos che si è creato nel corso della lettura, i pensieri del protagonista e, ovviamente, la divertentissima parte finale! Mi hai lasciata davvero di stucco, il che non è facile! Complimenti, scrivi davvero molto bene e sicuramente passerò a leggere qualcos'altro di tuo mentre io mi appresto con molta fatica a scrivere e ad aggiornare una storia noir, o meglio... sto tentando di farlo ahaha! Spero di cavarmela, poiché è un genere del tutto nuovo per me! Alla prossima e ancora complimenti! :)

Recensore Junior
21/03/21, ore 11:37

Ciao, eccomi qui per lo scambio.

Innanzitutto, se l'hai scritta in poco tempo per un contest, complimenti: è una storia breve ma con un plot twist davvero divertente, scritta con un buon linguaggio e una buona ortografia.

A me piace molto leggere le biografie dei serial killer, e per quasi tutta la storia la testa era già proiettato a killer cannibali quali Fish e Denke.

Ma la tua bravura è stata soprattutto nel dare indizi apparentemente fuorvianti, come l'esasperazione del protagonista o il fatto di non farsi vedere dal vicino, inventando poi un twist dove la situazione si trasforma da giallo/thriller e normale 😁
Dare degli indizi che diventano chiari rileggendo il racconto, ma che non sono facili da cogliere alla prima lettura, non è da tutti e tu sei riuscita a creare un senso di suspense e di clima crescente e a spezzarlo con una risata...

Bella storia, complimenti

Nuovo recensore
17/03/21, ore 20:07

Ciao.

Questa è davvero una storia ben fatta, per una volta la cosa più normale è quella che stupisce di più. Io pensavo davvero che la cosa si sarebbe risolta con lui che serviva la moglie ai suoi amici, poi ho detto"Ma no, è troppo ovvio.", ma allo stesso tempo "Ma sì, non può essere nient'altro che quello." E alla fine mi hai stupito, davvero.

Complimenti.

Recensore Master
17/02/21, ore 11:11

Ciao^^
che storia divertente, complimenti!
Molto bello il crescendo di particolari che orientano il lettore verso... la direzione sbagliata!
E la moglie odiosa, i coltelli affilati, quindici anni di matrimonio che erano sembrati quindici anni di galera, il senso di liberazione, qualcosa che era accaduto non interamente per colpa sua ma lo aveva posto nella necessità di far sparire delle prove cucinandole...
E alla fine era il gallo del vicino! Veramente bello il twist finale, complimenti, decisamente degno dei tuoi autori preferiti (Jerome in primis).
Una storia molto bella e ben scritta, scorrevolissima e intrisa di uno humour nero assolutamente gradevole.

Recensore Junior
07/02/21, ore 15:33

Ciao!
Sono Cristina, la ragazza dello scambio.
Scusa il ritardo!
Allora, devo ammettere che mi è piaciuta molto! è molto evidente come il protagonista fosse stanco della sua ex moglie, e di quanto lei fosse pedante su certe tematiche. Ma ciò che non si aspettava, era il fatto che lei firmasse in poco tempo quelle carte, cosa che ha reso il protagonista libero di cucinare ciò che voleva, senza sentirsene dire di tutti i colori perchè non aveva mai partecipato a masterchef.
Non ho notato particolari errori grammaticali da segnalare.
à la prochaine,
Cri

Recensore Master
03/02/21, ore 19:40

Ciao!
Scusami per il super ritardo! Anzi, ti chiedo ulimente scusa per questo. Ma non ho avuto molto tempo per fare quasi nulla...
Comunque questa storia mi ha molto colpita! Quesita storia di un marito arrabbiato di 15 anni di critiche acide da una moglie a quanto acida e odiosa! E mentre leggevo le descrizioni mentre cuccinava... mi è venuto in mente la serie tv "Hannibal".
Solo con meno eleganza del linguaggio XD
E il finale... mi ha messo un dubbio... nonostante l'amico avocato, ho pensato: "American Psycho"?
Ottima storia! Sono stata incollata alla storia e ottime desorzioni! Complimenti! E ti chiedo ancora scusa per il mio ritardo!
Alla prossima
Evola

Recensore Veterano
30/01/21, ore 09:48

Ciao! Eccomi qui per lo scambio, scusa il ritardo ma ho davvero avuto settimane molto difficili.

Allora, questa storia è stata davvero troppo divertente! Devo dire che il nostro protagonista ha fatto decisamente bene a liberarsi di quella moglie tanto odiosa, mamma mia gli schiaffi che le avrei tirato, con quel suo atteggiamento spocchioso e superbo.

In seguito, mi sono chiesta: ma che diamine sta cucinando, questo cristiano? Cosa sarà mai, di così arduo e complicato? Scopriamo poi che si tratta di un gallo, che sorpresa! Mi è anche molto piaciuta la riunione conviviale con gli amici, si vede che ad unie il protagonista e gli altri uomini è un'amicizia vera e sincera, almeno da quanto ho potuto leggere: questa cosa mi piace moltissimo. Tanto tra donne, quanto tra uomini o gruppi misti, mi piace moltissimo ritrovare questo sentimento d'amicizia, ti faccio i miei complimenti per questo aspetto.

Cosa dire? Spero vorrai proseguire i nostri scambi, mi farebbe davvero piacere proseguire con i tuoi lavori. il tuo stile è sempre scorrevole e molto piacevole da leggere, mi invoglia sempre a proseguire nella lettura dei lavori: bravissima!

Ora ti lascio, spero comunque ci ritroveremo al prossimo scambio! Un abbraccio, alla prossima!

Recensore Master
24/01/21, ore 23:04

Ciao! Praticamente non leggo mai il genere Noir, però questa storia mi attirava perché dal riassunto iniziale avevo intuito che nulla era come sembrava, quindi volevo scoprire se era come avevo pensato, come avevo sospettato. Sei stata davvero molto brava a costruire questa ansia crescente, a mostrare la follia di questo uomo che investe la moglie e decide di cucinarla per cercare di salvarsi e per avere una soddisfazione personale. Proprio la moglie che lo criticava sempre in cucina diventa il pasto. C'è umorismo nero, c'è molto dark in questo. Anche perché mentre cucina continua a dialogare (a litigare) con la moglie, immagina che cosa avrebbe detto, sfoga tutto in una maniera che mette ansia e toglie tranquillità. Ma è il genere che avevi in mente, questo era il tuo intento, quindi ci sei riuscita benissimo a rendere quello che ti eri figurata. La scrittura è stata fluida, diretta, senza fronzoli. Ottima per le scene descritte, per il flusso di pensieri del protagonista. 
Brava :)
A presto! 

Recensore Veterano
20/01/21, ore 14:44

Ciao! Eccomi qui per lo Scambio Libero del Giardino di EFP! Come ti avevo detto, mi ero interessata alle tue one-shot, quindi per cominciare mi sono avventura su questa qui.
Devo dirla, il titolo mi ha ingannato, pensavo sarebbe stata una one-shot caruccettina, anche in virtù del fatto che c'era scritto "comico" sul genere, poi ho letto la tua introduzione e ho sentito un campanello d'allarme, campanello d'allarme che si è rivelato perfettamente consono perché porco Giuda questa è praticamente la storia di un pazzo sclerato che ha ammazzato la moglie isterica di merda e l'ha servita da mangiare agli amici, e poi non contento ha ammazzato pure il gallo del vicino, porca di quella miseria m'è venuta un'ansia di quelle ansie maledette, giuro non me lo aspettavo, ero agghiacciata sempre di più via via che leggevo, ma poi è ancora più inquietante come termina, letteralmente "con un sorriso da Psycho", cioè, questo finale aperto ti lascia davvero con i brividi, non si riesce a capire se ora quell'amico farà una brutta fine e ti fa pigliare un colpo perché questo qua non solo non contento ha ammazzato la moglie ma pure un gallo a caso perché GLI DAVA FASTIDIO, è proprio da internare e fa un'ansia maledetta (ho già detto "ansia"? Ahahahah)
Nient'altro da aggiungere, a mio modesto parere è stato bello cambiare registro, ma non preoccuparti, come ti ho già detto, dopo aver finito le tue one-shot comincerò il sequel di "Ritorno a Los Angeles".
Ci vediamo al prossimo capitolo!
Rory
(Recensione modificata il 20/01/2021 - 02:45 pm)

Recensore Master
14/01/21, ore 18:48

Beh che dire, chapeau...Adoro queste storie con il twist finale! E sei stata veramente bravissima, avevo proprio l'idea che il protagonista avesse compiuto qualcosa d'irreparabile! Certo che la moglie proprio una simpaticona non era...quasi mi dispiace! Ma servirla ai migliori amici...forse sarebbe risultata indigesta! Complimenti mi è piaciuta proprio tantissimo!

[Precedente] 1 2 [Prossimo]