Recensioni per
Wolfen - Vol. 1
di Primavere

Questa storia ha ottenuto 106 recensioni.
Positive : 106
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 [Prossimo]
Recensore Master
20/09/22, ore 09:49

Ciao^^
pian piano tutti i nodi vengono al pettine. Scopriamo finalmente cos'è successo da Aisha e ho una mezza idea di come abbia fatto Ilyas a procurasi il materiale genetico per assumere l'aspetto di Bezbòznij. I due fratelli come sempre fanno muro, alzando una difesa contro tutto il resto del mondo, ma questo è uno dei casi in cui tale comportamento crea più danni che altro.
Si scopre finalmnente che ci sono laboratori in cui fanno ricerche genetiche sui lupi, non si sa bene con quale scopo, e a quanto pare in un modo o nell'altro questa faccenda è sullo sfondo di tantissime questioni ancora irrisolte.
In tutto questo, abbiamo un ideale punto fermo, intorno a cui ruota tutto: Raisa. Lei sembra essere una sorta di "motore immobile" a cui tutti fanno riferimento, anche nella gestione di ciò che Sasha prima e Aisha poi, rivelano.
Nella seconda parte del capitolo vediamo la controparte di Raisa, ovvero Katrina, opposta a lei in tanti sensi, ma dotata dello stesso carisma e della stessa autorità. Ho trovato molto bella e suggestiva la descrizione dell'ambiente ctonio, un luogo magico, misterioso, che trasuda inquietudine e fa da sfondo alla figura autorevole di Katrina, donna bellissima che però riesce anche ad essere spaventosa e feroce in una maniera che risulta angosciante anche per dei vulkulaki.
Il modo in cui si approccia a Dimitrij è veramente inquietante e descritto benissimo, gli gira intorno come il gatto col topo, un po' lo blandisce e un po' lo stuzzica, e noi lettori sappiamo già che finirà malissimo, anche se non abbiamo capito 'quanto' male stia effettivamente per finire.
Mi è piaciuto anche il pezzo finale, perché in mezza pagine fa capire subito, senza giri di parole e senza pipponi, con chi si ha a che fare, chi è la gente che si appresta a marciare su Mosca: gente che ha abbandonato ogni scrupolo, gente con cui non puoi discutere o venire a patti.
Come sempre un capitolo bellissimo, per cui ti faccio tutti i complimenti possibili.
A presto!^^

Recensore Master
18/09/22, ore 21:52

Carissima è stato un capitolo decisamente intenso!
Parecchi nodi cominciano a venire al pettine e il retroscena sulle ricerche genetiche sui lupi getta una luce molto inquietante su tutta la vicenda. Se ne deduce che ci sono umani ben consapevoli che i mutaforma non sono solo leggende e che la loro razza ha delle potenzialità che vanno oltre la semplice partita di droga da cui ricavare soldi.
Tra le tante me ne viene in mente una: un uso militare, la creazione di un super soldato migliorato geneticamente.
Ed è qui che gli affari dei militari e quelli della mafia potrebbero coincidere.
Raisa e Lukas possono strepitare quanto vogliono, ma non me la sento di dare torto ai fratelli ashkale, non è una di quelle imprese di cui vantarsi in giro!
E il povero Sasha dovrà subire le ire di Ilyas anche per questo ^^
La seconda parte è un vero viaggio all'inferno, non solo in senso metaforico, quel luogo nella zona più remota della Siberia mette i brividi, forse i lupi possono abitarlo senza subire conseguenze, ma da umana non ci lascerei nemmeno la fotografia lì!
Katrina è come la immaginavo:un'antagonista che quando si mostra gentile e affabile va tenuta lontano chilometri, perché di certo ha già in mente come farti passare a miglior vita (nel modo più doloroso possibile).
Lei e il suo gruppo sono un "branco", letteralmente e non si curano di nascondere il loro lato ferino, immagino quanto disprezzo provi per i consimili "civilizzati" che si danno tanta pena per nascondersi all'uomo.
È decisamente uno shock per Andrej.
A questo punto mi viene spontaneo chiedermi che ruolo ha il "soggetto zero" nel suo piano e perché Sereb non sembra impressionato da ciò che ha visto.
Come sempre aspetto gli sviluppi col golfino sulle spalle, perché finalmente è tornato il fresco ^_^

Recensore Master
26/08/22, ore 10:46
Cap. 27:

Ciao^^
perché mai Aisha menziona i churchkhela? Chissà... Forse perché anche nei confronti di una certa persona Ilyas fa tanto il sostenuto, ma in realtà lo sta trovando sempre più attraente? sarà per quello?
Battute a parte, questo capitolo ci mostra tre relazioni sentimentali, tutte e tre tormentate e difficili.
Lasciami fare un'affermazione sessista, fallocratica e politicamente scorrettissima: le fidanzate sono tutte uguali. Leda le attacca una pezza, a quella povera Soraya, che io al suo posto le avrei sparato.
E perché non me l'hai detto, non ti sei fidata di me, non mi hai considerata abbastanza, non valevo niente per te... Ma cos'hanno, un manuale?
Un plauso, però, alle immagini che hai usato in questa prima parte del capitolo: anche tu, come Soraya, riesci a proiettare la gente nei mondi che crei, tanto che non mi sarebbe sembrato così strano se a un certo punbto avessi sentito anch'io il profumo del mare.
Passiamo poi a un'altra relazione: Ilyas e Bezbòznij. Qui si oscilla di continuo dal piano umano a quello animale. Il generale è un umano che però ha un retaggio selvatico, quasi animale. Un'anima in sintonia con la natura selvaggia delle sue terre. Forse istintivamente coglie la doppia natura, animale e umana, di Ilyas ed è quella forza primigenia ad attrarlo e a suscitare il desiderio di domarlo, esattamente come ha fatto col leopardo. Shanna si trova ad essere il terzo vertice di quello che diventa un triangolo a tutti gli effetti: Ilyas del resto entra in sintonia prima con lei che con il suo padrone, comunicando attraverso canali misteriosi, incomprensibili per gli umani, ma molto più chiari e diretti: odori, rapporti di forza.
Poi arriviamo a Lukas e Ilyas. Per quanto Ilyas sia sempre sulla difensiva, per i ben noti motivi, ormai si percepisce che le distanze non sono più così ampie fra i due. Si studiano, si tengono ancora d istanza, ma le apparenti prese in giro mascherano in realtà degli apprezzamenti, come spesso succede fra maschi.
Bellissima la reazione di Aisha, che in pratica fa da "traduttore" per quello che sta succedendo fra i due: lei coglie il nascere di una relazione e in un certo senso ne è grata, probabilmente perché ha capito che Lukas sarà una figura positiva per suo fratello, e che forse sarà in grado di distoglierlo finalmente da quello che a suo tempo successe con il generale Bezbòznji.
Un capitolo bellissimo, come sempre. Sei davvero bravissima!
A presto!

Nuovo recensore
22/08/22, ore 18:43
Cap. 27:

Ciao! Torno dalla vacanze a tormentarti ahah ma non posso non commentare questo nuovo capitolo. Dici che è di passaggio ma mi sembra che quelli di passaggio siano sempre i più 'densi' e introspettivi, almeno se parliamo dei personaggi e i loro rapporti. Ovviamente mi è piaciuta tantissimo la parte di Ilyas e Lukas ma lo immaginavi XD Mi è piaciuto anche l'inizio con Soraya e Leda, per me la reazione di quest'ultima è la più normale che ci sia e ho trovato molto... dolce la delusione di Soraya che passa dall'essere sollevata di poter finalmente rivelare il suo segreto a pentirsene subito dopo perché Leda è, giustamente, spaventata. Queste due mi ricordano un poco Batman e Rachel della trilogia di Nolan (amo quei film!!) con la loro relazione super complicata dal fatto che Bruce non può smettere i panni di Batman e la natura ambivalente di Batman e i suoi "doveri" (Soraya ne parla spesso) che ha verso Gotham e la sua legacy. È un paragone che c'entra come i cavoli a merenda, lo so, ma me lo ricordano. Poi certo spero in un destino migliore. Comunque mi piace come Soraya si rapporta a Leda, la vediamo come nuda, scoperta, davvero fragile e forse sì, come dice lei, 'reale'.
Ma passiamo alla parte del capitolo che mi è piaciuta di più: ho ADORATO tutto il POV di Ilyas, puoi immaginare quali scene di più (quanto amo i suoi battibecchi con Lukas!), ma anche la parte del sogno che è stata bella inquietante. Io più leggo del generale cognome-impronunciabile più sono inquietata da lui e come ti dicevo ho paura a leggere lo spin-off, ma lo farò perché non posso non sapere tutto l'inferno che il povero Ilyas ha passato. Mi dovrai pagare le sedute dallo psicologo, sappilo XD
A parte gli scherzi, il parallelo tra il passato e il presente, tra il generale e Lukas mi sembra automatico e io spero, spero davvero, che Ilyas, nonostante tutti i suoi traumi, riuscirà a fidarsi di Lukas, che lo merita tantissimo. Aisha è d'accordo con me poi, ho visto, brava ragazza :D
Comunque questa cosa di interromperli sempre sul più bello è di una cattiveria unica, giuro che la prossima volta attraverso lo schermo e li faccio sbaciucchiare io come Lukas vuole da secoli XD
Capitolo bello come al solito e come al solito sono curiosa di sapere come andrà avanti, soprattutto con Sereb e Andrej che sono in grossi guai! Alla prossima! 

Recensore Master
16/08/22, ore 14:23
Cap. 27:

Carissima sarà anche un capitolo di passaggio, ma come sempre è denso di accadimenti e anche di piccole o grandi rivelazioni che contribuiscono a posare dei tasselli importanti nel quadro generale della storia.

La visita è il titolo e il senso dell'intero capitolo; quella di Soraya a Leda è stata tribolata come mi aspettavo, è difficile se non impossibile assimilare tante rivelazioni in una volta sola, sono troppi gli episodi, i ricordi, le epserienze che adesso la ragazza umana deve incasellare in una nuova ottica e giustamente servirà tempo.
Ma sono abbastanza certa che il rapporto tra loro cambierà in modo significativo.

La visita di Lukas a Ilyas gioca sul filo del non detto e dell'imbarazzo, per fortuna c'è AIsha a ricordarsi di ringraziare l'ex soldato!
E per fortuna Ilyas non lo caccia via in malo modo!
La visita ha un senso anche intesa come un salto indietro nel tempo a quel periodo di vita trascorso nell'esercito col quale Ilyas ha un rapporto conflittuale e mai risolto; così scopriamo come è riuscito ad impressionare il Colonnello, usando il suo carisma di esemplare Alpha per avvicinare il leopardo delle nevi.

Le descrizioni dei luoghi sono come sempre molto suggestive e fanno da contraltare anzi a volte esprimono palesemnte il non detto che c'è tra i personaggi, come il cielo nuovoloso e funereo che fa da sfondo all'incontro tra Soraya e Leda.

Torno a crogiolarmi nella nequitia post ferragostana, ma ho già intercettato i due extra che non ho visto prima e che conto di recuperare presto!

Recensore Master
15/08/22, ore 22:31
Cap. 3:

No... no, conosco già quali potrebbero essere i tuoi pensieri: ma non puoi rovinare così le recensioni! Sono una perfetta cifra tonda, non lo fare! Ebbene, è tutto già stato pianificato: come potrai vedere, ho già recensito anche un'altra storia che potresti conoscere con vampiri che non sono vampiri, cinesi che sono effettivamente cinesi e... francesi.
E le recensioni che ho lasciato, dunque, sono salite a 549. Quindi recensendo questa storia, salirò a 550, un numero decisamente bello. Quindi, come puoi vedere, non ti devi preoccupare: non impazzirò.
Anche se il leggere tutte queste mie articolazioni mentali sicuramente ti avrà fatto capire che già lo sono, pazzo.
Ma il mondo è molto più bello avvolto dalla follia?
Non sei d'accordo?
Ok, dopo questi vaneggiamenti fondamentalmente folli e senza senso, Posso dire che alla fine son contento di essere tornato a recensire anche questa storia. Ancora nessuna testa di cavallo sotto al letto, quindi posso ancora recensirti, per adesso. Allora, cosa possiamo dire di questo capitolo... beh, in realtà, che è stata fondamentalmente una fonte inesauribile di sorprese.
Innanzitutto, che Raisa non fosse lesbica.
Decisamente uno shock (poi, nonostante non sia ancora nemmeno apparsa, la shippo già con quella che ancora non è apparsa nella storia ma di cui parli nell'intro - che per la cronaca, nemmeno so se sarà una tipa. Non sto bene) anche se probabilmente swinga da entrambe le parti come Vor faccia di cazzo.
Secondo... ti rendi conto che non avevo assolutamente capito che Sergej e Sasha fossero imparentati. Madooooo questo è il testamento della mia soglia d'attenzione. Sto invecchiando.... male (Ed ho solo 24 anni T-T) non va bene questa cosa. Cercherò di essere un pochettino più intuitivo da ora in avanti, anche se è come chiedermi di andare contro Il Flagello Celeste senza evocare alleati.
Tornando alla storia in se, comunque, l'atmosfera cyberpunk e anche un po' Hotline Miami che si respira nel Valhalla è stata... impeccabile. Minchia, sembrava veramente di essere finiti in Jhon Wick. O comunque uno di quei film in cui il protagonista entra in un locale e fa sparire in una notte un plotone di mafiosi. Chiaramente qua non succede esattamente questa cosa, però siamo lì, dai.
Lukas... continua sinceramente a piacermi come personaggio. E' un grezzone, uno di quelli proprio che tipo lo guardi un attimo e ti senti un moccioso di merda, però... non so cosa dirti, sono assolutamente i personaggi così manly e cazzuti che mi fanno veramente impazzire. Ripeto, io continuo ad immaginarmelo come la versione russa di Toji Fujiguro, poi dimmi se ci ho preso nell'aspetto fisico.
Non so perché, ma per me è un armadio.
E dulcis in fundo, ha praticamente davanti il figlio di puttana più pericoloso, cattivo e potente della Russia e se ne sbatte completamente il cazzo. Madonna se ti voglio bene.
Ora però, passiamo ad un altra persona per cui sarei disposto a prendermi una crivellata di proiettili + un missile russo sulla fronte: conosco Sasha da solo due capitoli, e dovesse accadergli qualcosa ucciderei chiunque in questa stanza me compreso (credo che questa battuta sia talmente tanto abusata da finire in un episodio di Law and Order - altra battuta già usata, ma nella recensione di un'altra storia quindi non vale ^^). In sostanza, Sasha ha veramente tutte le carte in regola per diventare forse il mio preferito: è, fondamentalmente, un piccolo inetto - senza dispregiazione, anzi, la cosa la rende anocra più tenero - smarrito su se stesso, non esattamete impavido e, cosa più importante tra tutte: gli piacciono le tomboy.
Fratello russo, dove sei stato tutto questo tempo?
Credo che al momento sia il tipo con cui mi riconosco di più, gli voglio bene e sono disposto a mettere in moto mari e monti per proteggerlo e far navigare la sua ship con Aisha.
Ilyas, frega niente, garantisco io per il rosho.
Tra l'altro, ho letto che sei una fan dello slow burn... SIS! Dove sei stata - pure tu - per tutto questo tempo? Adoro lo slow burn (per non parlare dell'Enemies to Lovers... mi viene la pelle d'oca solo a pensarci) soprattutto quando entrambe le parti si scoprono cotti l'una per l'altra e continuano a fare i coglioni e li insulto finché uno dei due non si fa avanti.
Magia.
Quindi... devo sperare che la situazione tra lupetta e lupetto vada bene? Io lo spero. Sasha ha, effettivamente, bisogno di una così. Magari lo fa diventare ancora più incazzoso e forte. Per non parlare del fatto che una donna che può spezzarti il collo con le braccia è sempre da sposare.
Ora, finita la mia simpaggine, passiamo a Ilyas che... beh, fondamentalmente continua a confermarsi come molto probabilmente il miglior personaggio della storia. Attenzione, Sasha è il mio preferito, però al momento Ilyas è OGGETTIVAMENTE il best boy: so che leggendo le altre storie, probabilmente, capirò quanto sia figo, tragico e meraviglioso il character developement che lo ha reso quello che è ora: fondamentalmente, Guts, se fosse un lupo mutaforma e Caucasico. Posso immaginare i pensieri da 'adesso gli taglio la gola a sto elegantone' mentre aveva davanti Sergej. Tra l'altro, un altra cosa che mi fa piacere è il fatto che, bene o male, a differenza del capitolo prima sembra già aver preso buona confidenza anche con Sasha. Certo, sua sorella piuttosto che vederla con lui si butta giù da un dirupo, però se siamo fan dello slow burn, allora anche la bromance tra sti due viene in un singolo pacchetto.
Insomma, tutto bellissimo.
E poi abbiamo Lukas che, letteralmente, appena vede Ilyas DREEEEEAM, OF MY REALITYYYYYYY spettacolare. Quindi, uhm... devo supporre che presto shipperò altri due personaggi? Anche se temo che, molto probabilmente, Lukas il capitolo dopo rischierà di rimetterci la Claymore che ha già sollevata in mezzo alle gambe.
... ouch.
Comunque, postilla sul fatto che ho già paura della backstory di Andrej... le immagini viste da Sasha non promettono bene.

- TONIGHT, WE REWIEW! -

Recensore Master
14/08/22, ore 13:04
Cap. 2:

Neh. Credevi che ti avrei lasciato con 99 recensioni? Perdonami, mi viene male solo a pensarci. L'essere così vicino alla cifra tonda e non arrivarci mi mette angoscia, perciò devo subito equilibrare la questione. Sto bene? Molto probabilmente no.
Comunque sia, da una parte ho la scusa del numero zero... dall'altra, letteralmente, non sto più riuscendo a farne a meno. Ed è un problema, grave, perché devo continuare pure la mia dato che un mio lettore ha già minacciato più volte di farmi trovare teste di cavallo nel letto (PIU DI UNA) perciò dovrei smetterla di tergiversare così tanto... PERO' IO VOLLIO T_T comunque sia, credo di essermi anche dilungato troppo nelle mie intro. Allora, nonostante voglia già parlare di Ilyas (che ormai conosco quasi come un fratello) mi pare giusto sia necessario cominciare con Andrej e la combriccola di Lupi con cui chiacchiera. Allora, Lukas ha esattamente descritto Sergej come mi aspettavo: un coglione di merda. Però, fondamentalmente, è un pazzo con in mano tutta Mosca quindi... direi che non serve IO dire quanto è pericoloso uno così. Quindi, o Andrej è un amante del rischio - e dei lupi bianchi dall'aspetto umano misterioso, a quanto pare - o comunque vuole sentirsi protetto al massimo ingraziandosi, letteralmente, il Demonio in persona. Non male come idea, ma mi tocca appoggiare il Lupo: sei completamente impazzito. Anche se allo stesso tempo ammiro Andrej che, nonostante il suo 'sopravvivi, non importa come', vuole comunque giocarsi tutto quanto per portare via Sereb dalla situazione... beh, incresciosa a dir poco in cui si trova. Ad ogni modo, mi piace Lukas: me lo immagino spesso come Toji Fushiguro, anche se magari con meno problemi mentali. La sua durezza può diciamo un po' storcere il naso, ma questo ha anche tipo combattuto, non so... 46 guerre, sopravvivendo. Voglio vedere chi non ne esce un po' più cinico da una situazione tale. E già tanto che non sia stato internato da qualche parte con PTSD stile Vietnam, mamma mia. Insomma, tutte ottime impressioni al momento (vedi? Chi bene incomincia è alla metà dell'opera, con me! Come se fossi minaccioso, ey. Non durerei nemmeno un secondo contro i personaggi che già vorrei morti in sta storia...). Parlando di Raisa... beh, ha passato il capitolo in ALTF4 a causa della rivelazione di Andrej, quindi non posso ancora inquadrarla come si deve mi sa. Spero che dire 'CALPESTAMI' sia abbastanza come apprezzamento momentaneo del personaggio.
E ora, rieccoli qua. Ilyas e Aisha. Un attimo erano piccolossimi, e adesso... beh, grazie al ca- letteralmente ho letto le storie altre a distanza di tre giorni, GRAZIE CHE SONO CRESCIUdicevo, Non mi aspettavo di rivederli già così presto eeeee... oh mamma. Dunque, sappiamo che Ilyas le ha passate... veramente male. Ma mentre era nell'esercito non aveva ancora questo atteggiamento da 'voglio morire e spero di riuscire a portarmi metà del mondo assieme nell'oltretomba'. Questo, ovviamente, mi può solo portare a pensare che, sulle montagne, siano accadute ulteriori cose brutte. Il che rafforza la teoria del personaggio perferito.
Inerentemente, suppongo che tutti gli scrittori siano sadici.
Non ai livelli di Isayama o Fujimoto, però lo sono.
Comunque sia, è bello il contrasto: da una parte Ilyas è letteralmente ciò che succede quando questo mondo prende un ragazzino, lo mastica e lo sputa, mentre Aisha è la persona che è stata protetta da questo qualcuno che è stato masticato, e quindi, in un certo senso, è decisamente più morbida e dolce.
Non credo di sapere nemmeno io quello che ho detto.
In sostanza: Aisha è la parte dolce, Ilyas la parte amara. E io non posso smettere di dire che l'amore fraterno, nelle storie, è una cosa meravigliosa, soprettutto quando è descritto così. Certo, certo, poi ci si scanna - io scannerei mia sorella TANTE DI QUELLE VOLTE CHE NON HAI IDEA - ma ci si vuole sempre bene. Ma basta col romanticismo, parliamo di trama: Sasha quindi è lo shota della storia.
OTTIMO, ci voleva!
Scherzi a parte, come dico sempre, una storia è bella solo quando c'è un personaggio smarrito e tenero che vuoi solo proteggere.
l'ho detto solo tre volte.
Comunque sia, è adorabile il trope 'vengo da una famiglia mega inquietante e potente, ma sono l'anello debole e tenero'. Fa decisamente colpo sulle ragazze (infatti Aisha è già estremamente a suo agio) anche se, beh... questa famiglia è importante. Troppo.
E pericolosa.
Troppo (x2)
E mi ripeto, mi dispiace non ricordarmi tutti i nomi, ma 1) sono stupido 2) i nomi russi non sono esattamente i più... semplici. Figuriamoci i cognomi. Ad ogni modo, sappiamo che la famiglia di Sasha è in qualche modo collegata a Ilyas e Aisha. O meglio, molto probabilmente i primi hanno fatto cose che agli ultimi non sono piaciuti. E temo Ilyas voglia sporcarsi di brutto le mani. Col sangue dello zio, temo.
Ti dirò, non vedo l'ora di vedere cosa succederà - IL SANGUE - e allo stesso tempo di come il rapporto tra Sasha e i due fratelli diventerà più stabile. Inoltre... quanto è figo questo mondo dominato da bande criminali, scusami? Cioè, sicuramente non lo è per chi sta storia la sta vivendo, per per me che leggo è decisamente figo. Può aprire possibilità a situazioni e questioni veramente fighe.
Non che combattimenti.
Aaah... non vedo l'ora di affogare nella violenza (sto bene)
In sostanza, un altro gran bel capitolo.
Non vedo l'ora di leggere e recensire il resto, però... sai com'è... teste di cavallo...

- TONIGHT, WE REWIEW! -

Recensore Master
14/08/22, ore 01:16

E nulla. Alla fine proprio non sono riuscito ad aspettare tipo qualche momento prima di buttarmi a capofitto nella storia principale... anche se, devo essere probabilmente totalmente sincero: il capitolo uno, devo ammettere... lo avevo già letto. Tanto tempo fa, non in una Galassia Lontana Lontana però. Solo che, per un motivo o per l'altro - fondamentalmente perché sono pigro. Scoprirai che sono veramente tanto pigro. Sotto la parola 'Pigrizia' nel dizionario dovrebbe esserci la mia faccia. Forse.
In quel caso dovrei chiedere i diritti d'autore?
Ad ogni modo, trigger warning, a sto giro della recensione: sono l'una di notte, torno da una serata tra amici e, probabilmente biascicherò... no non ho bevuto, sono semplicemente mezzo addormentato. Quindi ti chiedo già scusa in anticipo se non toccherò effettivamente tutti i punti salienti ed importanti della storia. Di solito cerco di lasciare recensioni abbastanza piacevoli... oddio almeno spero che lo siano. E sicuramente potrei aspettare domani... maaaa siccome ho la memoria più fritta di quella di un pesce rosso fatto in versione bastoncino findus, potrei dimenticarmi cose.
Quindi è peggio così.
Perciò, recensione lampo (più o meno) e siamo tutti contenti, no?
...
no?
Ad ogni modo, ti ho anche annoiata troppo, perciò direi che, sotto le note dei TBM, è il caso di passare alla true recensione: come sempre, world building e atmosfera *cheff's kiss* una cosa che invidio e che, allo stesso tempo, mi piace un sacco: trovo un sacco di autori che, nonostante usino pochi particolari, usano esattamente quelli giusti per descrivere un'ambientazione e far capire perfettamente dove mi trovo... Ovviamente non mi servirà dire che fai parte di quegli autori.
... Porca puttana l'ho detto lo stesso.
Ad ogni modo, insomma, davvero non male: l'ambientazione stempunk... e anche un po' cyberpunk? Katana Zero? No, direi di no, siamo in russia. Quindi Hotline Miami... no siam sempre in Russia. BASTA DIVAGARE. Insomma, l'ambientazione Russa-Cyberpunk che si respira è così... elettrizzante. Posso garantirti che un'ambientazione totalmente ambientata in... beh, Russia (o beh, comunque, in zone limitrofe) mi mancava. Non è uno di quei posti dove di solito vedi un urban fantasy con lupi e robe fighe e leggende antiche, almeno, io per il momento ancora non ne ho trovate di storie così.
Quindi sì, ammetto che è un bel toccasana ed un bel respiro di aria fresca una storia simile. Anche perché io adoro la LORE dei paesi. TUTTI. LA LORE E' LA COSA PIU IMPORTANTE DELL'ESISTENZA! NON VEDO L'ORA DI CONOSCERE LA LORE RUSSA ho usato la parola Russa/Russia letteralmente più in questa recensione che in tutta la mia vita.
Uh.
(No beh, non è vero. All'inizio della situazione in Ucraina ero talmente preso male che sì, sicuramente ho usato tante volte quella parola...). Ad ogni modo, tutto questo sono solo io che parlo dell'ambientazione. E tu dici di essere logorroica, carissima...
TU NON SAI DI COSA STAI PARLANDO.
Comunque sia, continuiamo: il concetto lupo-umano che però non è la stessa cosa del Lupo Mannaro è un concetto veramente figo. E' quasi in stile Skin-walker... senza tutto ciò che comporta l'horror di uno skin-walker. Insomma, penso solo agli sciamani quelli che si trasformano in bestie. Non quegli incubi fighissimi (e da cui vorrei farmi rapi-) con un teschio al posto della testa. No, la versione tame, diciamo. Detto questo, vediamo se ho capito (ammetto che ti chiederò, più di una volta, di tenermi la mano. Fondamentalmente almeno per il momento la storia non presenta intrighi alla Metal Gear però io a volte mi considero veramente un imbecille) Sereb - solo il nome mi FA SES- è di manto bianco mentre Andrej è... più scuro? potrei essere anche stato solo abbagliato dal Banner più figo della vita. Non è detto che i due lupi dello stesso siano quelli del primo capitolo, ey. Detto ciò, molto figo il veloce ma brutale scontro tra i due. Descritto decisamente bene, con poche azioni ma decisamente intrippanti. Insomma, tutto piacevolissimo su questo fronte.
Per me.
Per Sereb, eeeeeh... nah. Posso capire comunque il suo odio verso l'umanità. L'umanità già odia se stessa, figurati una belva animale di una razza diversa.
Nel frattempo, invece, Andrej si comporta da buon finto cagnolino ammansito e fa pompini al suo superiore - e... guarda, io la butto lì: sono abbastanza sicuro che nemmeno lui abbia più il conto di quante volte ha rischiato di farsi trasportare troppo dall'euforia, trasformarsi e staccargli il cazzo a morsi. Ma forse sono solo io che già chiedo sangue e siamo solo al capitolo uno. G-giuro che sono una persona normale. Senza cadaveri nel Basamento. Non nel mio alme-
Sergej, che ha letteralmente il nome di default di ogni cattivo Russo, devo inquadrarlo ancora bene, anche se, per il momento, un po' di ansia la mette: da quel vibe da 'troppo vanitoso e viziato' ma allo stesso tempo 'con troppo potere', perciò indubbiamente pericoloso e malvagio.
Non vedo l'ora di vederlo sbrattare sangue (magari anche per il motivo sopra citato)
Ed infine arriviamo a quello che rappresentamente, fondamentalmente, la parte principe del capitolo: la palpabile TENSIONE SESSUA- no. L'incontro diciamo meno violento tra Sereb e Andrej. Mi piace come il secondo faccia letteralmente di tutto per venirgli incontro, rimanendo comunque sulle sue, mentre quell'altro c'ha la CAZZIMMA e quindi è molto più furioso. Ritenendo letteralmente che, la rinnegazione della parte lupesca del primo, sia una di quelle onte che o lavi col sangue, o con l'acido. Insomma, come primo incontro, non il migliore. Ma anche se non esattamente di fiducia, i due si sono parlati. Quindi, uuuuh... meglio che niente?
Sì dai, meglio che niente.
E, onestamente, se Andrej è così figo, non oso immaginare Sereb... oh mama.
Decisamente, un capitolo che mi invoglia a proseguire, ma domani rischio di morire se non ho qualche ora di sonno, perciò mi tocca abbandonarti.
A presto, e ancora complimenti!

- TONIGHT, WE REWIEW! -

Recensore Master
09/08/22, ore 10:24
Cap. 26:

Ciao carissima^^
i nostri lupi cercano di farsi un'idea di quello che è successo, usano i loro poteri per riprendere le forze ed essenzialmente ricostruiscono il perché di quel combattimento così violento.
Ilyas, che è gravemente ferito, deve rassegnarsi a farsi aiutare da Lukas. La sua ritrosia mi sembra più che altro legata a qualcosa come una paura di impegnarsi, o di mostrare parti di sè più bisognose e vulnerabili. Da quello che ci hai man mano raccontato di lui, è chiaro che abbia orrore di una dipendenza affettiva da un altro uomo. Tutto l'affetto lo riversa, in forma di protettività, nei confronti della sorella Aisha, alla quale infatti raccomanda di non usare eccessivamente il suo potere curativo, anche se lo sta usando su di lui, per non esaurirsi troppo.
Nel frattempo Andrej e Sereb si trovano in una situazione decisamente brutta, che fa presagire il peggio. Il mistero del lupo bianco però rimane intatto: cos'avrà di così raro e prezioso?
Come sempre scrivi divinamente, ci si incanta a leggerti. Complimenti e a presto!

Recensore Master
30/07/22, ore 11:56
Cap. 26:

Eccomi con un po' di ritardo dovuto ad una settimana indigesta come una polpetta cruda :D
E le ferie sono ancora troppo lontane...

Un po' di tregua invece per i nostri lupetti, che alla fine della battaglia campale tirano le somme e provano a fare delle previsioni, mentre si curano le ferite.
Purtroppo condivido anche io la diffidenza di Lukas verso Yuri; nonostante abbia combattuto fianco a a fianco con loro e sia stato ferito in modo serio è un soggetto i cui veri scopi continuano a rimanere troppo vaghi e fumosi.
Forse è il suo ruolo di spia a farmi pensare male, ma sai come si dice: a pensare male si fa peccato però spesso ci s'indovina!

Quello che invece è palese è l'interesse e la preoccupazione di Lukas per Ilyas; la scena in cui se lo carica a forza in spalla e lo porta in macchina per prestargli le prime cure è quasi tenera e sicuramente divertente col ragazzo che oppone resistenza :D
Ho delle aspettative molto alte su di loro!

Mentre le mie preoccupazioni stavolta vanno alla coppia Sereb-Andrej.
Il ragazzo ha ragione: si sono infilati in un guaio più grande di loro e quando sarà chiamato a scegliere da che parte stare la sua situazione diventerà ancora più scomoda, anche perché molto dipenderà da quello che vorranno fare al lupo bianco e a come reagirà all'incontro con Katrina.

Aspetto la scoperta degli altarini all'ombra e col ventilatore acceso, pare che dalla settimana prossima tornerà il caldo africano! °-°
(Recensione modificata il 30/07/2022 - 11:58 am)

Recensore Master
24/07/22, ore 15:30

Ciao^^
Ben venga l'angst!
Tornando al capitolo: la battaglia mostra la vera essenza di coloro che vi prendono parte, svela i sentimenti, toglie l'interfaccia con cui ognuno si mostra al mondo.
Nella battaglia chi è vile si rivela tale e chi è coraggiso anche. Ma non solo: anche i sentimenti per gli altri, per i compagni di lotta, si mostrano completamente per quello che sono, genuini e primirdiali.
Così accade per Sasha, per Ilyas e anche per Aisha, i ruoi si ridefiniscono, i rapporti anche, perché di fronte alla morte e al sangue resta solo quello che siamo verakmente.
Come sempre, ci metti in contatto con un aspetto ancestrale, primigenio, dell'essere.
Nello stesso tempo, Soraya deve fare i conti con quello che succede quando una persona "normale" scopre la sua doppia natura di umana e lupa. Normalmente il prezzo per una tale scoperta sarebbe la morte, ma di nuovo scatta la strana complicità con la sorella, e quello diventa u segreto fra loro due, come forse ne avrano condivisi tanti nel corso della loro vita.
Da ultimo, Sereb viene rapito insieme al suo custode, chiamiamolo così, Andrej. La cattura non mi dice niente di buono, ma resto in attesa di sviluppi, e naturalmente dello spin-off ricco di angst.
Come sempre sono benevolmente invidioso della tua bravura, a presto!^^

Nuovo recensore
24/07/22, ore 09:08

Ciao! Come promesso ho letto l'ultimo capitolo e BOOOM quante cose sono successe! Parto dall'ultimo perché è stata la scena più inaspettata: Andrej e Sereb catturati?? Dal clan di Katrina?? Che ansia per loro! Anche se questo ci consentirà di conoscere questo clan, e Katrina, attraverso i loro occhi. Confido che non li ucciderai...
Sono molto curiosa di sapere cosa succederà e spero anche che questa "prigionia" rafforzi il legame tra Andrej e Sereb. Quest'ultimo l'ho visto molto spaventato per la sorte dell'amico. Ah posso dire che continuo a shipparli con la forza di mille soli? In un bacino ci spero sempre :3
Parlando invece delle altre parti del capitolo: mi è piaciuto tantissimo il combattimento nella fabbrica, l'affiatamento tra Sasha e Aisha con lei che finalmente comincia ad accorgersi dei suoi sentimenti. Almeno io ho interpretato i suoi ultimi pensieri così. Si sta aprendo a Sasha e sta scoprendo un amico, una persona forte, affidabile, sensibile e chissà magari qualcosa di più. Il fatto che si sia confidata tanto è già un bel passo avanti, considerato quanto di solito lei e il fratello sono diffidenti. Parlando di Ilyas, mi si è stretto il cuore a leggere i ricordi di Aisha. Noi sappiamo bene cosa gli è successo. Sono un po' arrabbiata con lui per il fatto che non ha mai detto nulla alla sorella, che lo avrebbe aiutato, lo avrebbe capito, ma capisco come questo trauma deve essere stato per lui inesprimibile. Va da sé che sono molto curiosa di leggere la sua storia da giovane anche se so che starò male, non voglio vedere Ilyas ragazzino soffrire ;___;
In ultimo, Leda e Soraya: anche loro due bei casi umani, ma quella che ho adorato di più è stata Inessa che dà una botta in testa a Leda. "Non dirmi che non l'hai desiderato anche tu", AHAHAH Soraya confessalo che ci hai pensato! Ora che Leda sa cosa è Soraya prevedo guai all'orizzonte. È troppo tardi per modificarle la memoria? Ma forse Soraya neanche lo vuole...
Capitolo zeppo di cose, mi ha fatto stare col fiato sospeso! Come sempre non vedo l'ora di leggere il resto ^____^

Nuovo recensore
19/07/22, ore 10:30
Cap. 24:

Ah, ma che capitolo movimentato! Non che quello prima sia stato tranquillo XD
Ciao, eccomi ritornata ^^ Ho letto questi ultimi due capitoli e posso dirti che sei crudelissima? Poveri Ilyas, Aisha e Sasha: si sono messi proprio in una brutta situazione! Ho capito che i lupi che li hanno attaccati sono del clan della sorella di Raisa e anche questi che compaiono qui nella foresta e al Cremlino fanno parte della stessa compagnia. Un attacco simultaneo? Qual è il loro vero obiettivo? Sembra che nella foresta abbiano teso una trappola a Lukas e gli altri (a proposito: lo sapevo che Dimitrij nascondeva qualcosa! Non la raccontava giusta, Raisa lo aveva intuito).
Sono curiosissima di sapere cosa succederà. Mi sono piaciute le scene di battaglia, soprattutto quelle dal punto di vista di Lukas, e mi è piaciuta tutta la conversazione con Yuri, ma la mia parte preferita è stata quella dopo, con Soraya. Vedevo proprio le mura rosse del Cremlino! E ho sentito tutta la sua ferocia per difendere l'amata. Comunque spezzo una lancia a favore di Leda: avrà un caratterino, ma sfido chiunque a non prendersi un accidenti a vedere la persona che si pensava più di conoscere trasformarsi in un lupo sanguinario. Io me ne sarei scappata a gambe levate, altroché XD
Non temo per il mio terzetto preferito, ma ti prego non fare troppo male a Ilyas: ne ha già subito tante!
Leggerò l'ultimo capitolo questi giorni e spero presto di vederne spuntare altri *__*
 

Recensore Master
16/07/22, ore 17:04

Eccomi con ventilatore e fetta di cocomero al seguito per difendermi dalla calura estiva e riuscire a commentare senza sciogliermi sulla tastiera ^^

Questo sarà anche un capitolo veloce, ma sono successe un mucchio di cose al suo interno!
Intanto il terzetto asserragliato alla fabbrica è riuscito a cavarsela, anche se Ilyas è stato gravemente ferito e Aisha deve dare fondo ai suoi poteri di guarigione per salvarlo.
Sento che tra lei e Sasha sta nascendo pian piano qualcosa di più di una semplice "alleanza" dovuta al caso e alla necessità, c'è più complicità tra loro, che li spinge a confidarsi anche i ricordi dolorosi. Non so quanto questo potrebbe far felice il fratello, ma posso approfittare del fatto che è momentaneamente fuori combattimento ^^

La stessa complicità tra sorelle si rivela anche nei fatti del Cremlino; Inessa e Soraya si accordano per mantenere il segreto su Leda con loro padre, ma a parte che ho come l'impressione che Ljuba ci metterà un attimo a scoprirlo e poi dimenticano la reazione di Leda! Come faranno a convincerla a tenere la bocca chiusa? Le cancelleranno la memoria?
Attendo sviluppi °-°

Marca malissimo invece per Sereb e Andrej! Il lupo bianco è nel mirino della fazione di Katrina, se era loro prigioniero e ha provato a fuggire si spiega perché è arrivato a Mosca in stato confusionale senza ricordare nulla del passato, ma il fatto che lo menzionino come "soggetto zero" mi autorizza ad ipotizzare una cavia da esperimenti e a questo punto sono curiosa di scoprire quali °-°

PS sarei curiosa di leggere lo spin off! Di solito dico che l'angst estremo è troppo per me, ma alla fine lo leggo sempre X°D
 

Recensore Master
05/07/22, ore 08:13
Cap. 24:

Ciao^^
la battaglia che descrivi, fra l'altro con grandissima abilità, è come un crogiolo nel quale si fondono presente e passato, animalità e umanità. Perché tutti questi lupi sono allo stesso tempo anche umani, e viceversa, e ognuno di essi ha un passato, perlopiù fosco e terribile, che non manca di eserecitare la propria infuelnza sulle azioni del presente.
I ricordi della Siberia, luogo ancestrale, si mescolano al presente; gli infiniti boschi di abeti si sovrappongono al complesso industriale abbandonato nel quale si svolge la battaglia.
Molto bella anche l'immagine del Bajkal, come un grande occhio e allo stesso tempo come un abisso silente nel quale scomparire senza lasciare traccia. Il Bajkal è l'essenza stessa della Siberia, la sua belleza selvaggia e la sua forza primigenia e immane.
Tutto viene da lì, alla fine. È una sorta di inconscio collettivo dal quale ogni lupo trae energia: un'energia che può donare enormi poteri, ma che può allo stesso tempo distruggere chi non sa usarla col giusto rispetto.
L'azione, che te lo dico a fare, è perfetta, chiara e assolutamente visualizzabile. Ogni personaggio si muove in sincronia con gli altri, permettendo di seguire le varie fasi della battaglia, entrando al tempo stesso nella mente e nel passato di tutti.
Come sempre enormi complimenti, io mi sarei incasinato al terzo lupo.
A presto!

[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 [Prossimo]