Recensioni per
Se l'ansia non ti uccide, lo farà di sicuro qualcos'altro
di Tubo Belmont

Questa storia ha ottenuto 36 recensioni.
Positive : 36
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 [Prossimo]
Recensore Master
30/07/22, ore 15:39

Quel momento in cui leggi una fanfiction, ma ti rendi conto di aver accidentalmente aperto un action rpg.
Non ho parole parte "capitolo intenso".
Ehilà, qui _Alcor che parla, nell'episodio di oggi è stato stabilito quanto pericolosa può essere una manifestazione, abbiamo visto abitudini di caccia e penso che la rivelazione migliore è stato scoprire quanto possono influire sugli esseri umani le leggende metropolitane. Bello vedere i protagonisti dover soffrire per riuscire nei loro obiettivi. A questo proposito, il plot twist di fine capitolo segue abbastanza i topoi degli shounen da poter dire "era abbastanza chiamato". Still cool, tho!
Si può dire che tutte le rivelazioni sono state naturali conseguenze dei dettagli stabiliti nelle pagine precedenti, nessuna mi è parsa forzata o arrivata troppo presto.
Per rivangare un po' il punto nella mia precedente recensione, la descrizione dell'uca è stata bella pesa, in senso buono. Anche se a un certo punto ho optato per smettere di tentare di immaginare e mi sono figurata basically un Katsuki vs grumo di Censura A Mosaico. Penso che la descrizione mi sia piaciuta di più anche perché questa volta avevamo una buona ragione per cui i protagonisti potevano star fermi senza troppi rischi a cogliere ogni singolo dettaglio (dopotutto Zuppa di granchio stava sgranocchiando il suo snacc.)
A quel proposito, una descrizione di "oggetti in movimento" tende ad essere meglio di una descrizione statica. Per lo meno, tende a rimare più impressa. Tipo, più facile ricordare che qualcuno si mangia le unghie più che che ha le unghie mangiate. Allo stesso modo, è più facile ricordare la bocca creepy che si allarga e fa spuntare improvvisamente dentatura aguzza retrattile, più che descrivere una bocca raccrapricciante aguzza. Ammetto di starlo dicendo in maniera molto superficiale, ma nel caso in privato posso approfondire.
Pareri complessivi? Capitolo assolutamente hype. Complimenti.
Non vedo l'ora di leggere il prossimo
_Alcor (CHE E' FINALMENTE IN PARI, OLE')

Recensore Master
29/07/22, ore 22:28

Ciao!
Finalmente sono arrivata! Bé, già dalla chiusura del precedente capitolo si capiva che questo sarebbe stato bello tosto, ma devo dire che non pensavo che sarei arrivata a definirlo "spettacolare". Katsuki per la prima volta incontra una manifestazione - lasciamelo dire - con i controcazzi! Più di una volta ha rischiato di morire. E alla fine quando praticamente risorge circondata dalle fiammella azzurre e incazzata abbestia facendo cacare sotto la manifestazione, si è sentito un boato da stadio in sottofondo! 😂
Mi è piaciuto moltissimo il concetto del "Ecco cosa succede quando la rabbia supera la paura"!
Molto bella anche la breve storia della famiglia Amano, nella quale a quanto pare L'Eco scorre potente... Spero che qua e là si scopriranno altri particolari di questa famiglia di esorcisti che non sembra essere del tutto umana...
Nonostante il combattimento sia durissimo e in alcuni momenti drammatico (e anche ricco di immagini veramente fantasiose, tipo quando dalla pozza escono tutti quei pesci strani che attaccano Katsuki) riesci ad inserire anche dei momenti momenti buffi, tipo quando Katsuki si preoccupa per Satoshi e poi però un po' si incazza al pensiero che lei è lì che suda di sette camice per affrontare il mostro e lui se la dorme... 😂
È a proposito di Satoshi... ma per l'appunto ... WHATAF... 😲
A presto!
AlbAM

Recensore Master
28/07/22, ore 10:06

So che è stato il capitolo dove è stato approfondito in maniera seria e interessante il concetto di eco, manifestazione, il world building generale. Ma l’unica cosa che riesco a pensare è che ciò renderà probabile vedere prima o poi una “waifu manifestazione”.
L’ho tipo reiterato in due momenti diversi anche nei miei appunti per la recensione. Ho pessime priorità.
Ehilà, qui _Alcor che sì, si può dire parecchio soddisfatta del world building di questo capitolo. Il fatto che la spiegazione di partenza è semplice, e aggiunga poche regolette da tenere a mente, rende più facile al lettore seguire e appassionarsi.
Devo fare un complimento particolare alla costruzione del capitolo. Sarebbe stato facile cadere nella tentazione di costruire le manifestazioni basandosi solo su gimmick di combattimento, con il rischio di fare combattimenti sì divertenti, ma ripetitivi. Invece vedere le differenze tra spettri e le loro caratteristiche particolari poco per volta è stato parecchio interessante.
Passando ad altre riflessioni…
Una implicazione interessante del racconto di inizio capitolo, è che posso farmi l’headcanon che Katsuki sia capace di raccontare in maniera parecchio evocativa. Un’altra implicazione, più meta, è che darò per scontato che non è per “culo” che Satoshi è ancora vivo, ma qualcuno si è assicurato che non morisse per colpa dell’eco sinistro.
Poi poi poi… Il miglioramento nello stile di scrittura rispetto ai primi capitoli è parecchio evidente, sta diventando sempre più godibile continuare a leggere. L’unico “problema” che mi viene da segnalare è che il ritmo della narrazione rallenta ogni volta che una manifestazione appare. Per spiegarmi, la descrizione lunga e dettagliata del mostro è assolutamente apprezzabile, ma in un contesto normale non è ottimale congelare la scena di azione per far notare ogni dettaglio.
Sia perché spezza il dramma, sia perché solitamente la gente analizza qualcosa per il tempo necessario per percepire “pericolo” e poi reagire. Per come sono le scene ora non posso fare a meno di immaginare che il mostro si sia messo in posa per dare il tempo a Satoshi di cogliere ogni dettaglio scabroso.
Che, considerando la lore, potrebbe essere anche facilmente fattibile. Nel caso, il mio consiglio vale in generale. Ciò detto, devo dire, la descrizione di Hanako-san è stata così evocativa che me lo sono immaginata con lo stile di Aida (Toilet-bound Hanako-kun). E ho dovuto prendere una breve pausa prima di continuare, good lord.
Nel complesso, questo è il mio capitolo preferito dopo il primo. L’approfondimento di lore e del legame tra i personaggi è stato ben gestito, il cliffhangerone finale è da criminali ma fortunatamente il prossimo capitolo è già fuori quindi appena posso mi ci fiondo subito.
Ottimo lavoro!
_Alcor

Recensore Master
25/07/22, ore 15:21

Conosco mamma Atsumu da due frasi e se le succedesse qualcosa, farei fuori tutti in questa stanza e poi me stessa. …fortunatamente, sono sola in camera.
Ehilà! Qui _Alcor che parla. Dopo due capitoli in cui è stato settato il mondo, iniziamo a vedere la nuova quotidianità di Satoshi e Katsuki. Che la ragazza fosse capace lo immaginavo già dalla facilità con cui aveva gestito la prima manifestazione, ma non mi aspettavo che mirasse a far fuori tutti i sette beh, tecnicamente sei misteri? in una serata. Sarà che quando sei nel mondo del lavoro vuoi essere conosciuto come uno che fa le cose in fretta e bene.
Onesto, in un certo momento credo di aver avuto esattamente la stessa reazione di Satoshi. Quando è stato rivelato che l’ha portato anche per usarlo come esca una parte di me si è spezzata - apprezzo questa sfumatura caratteriale di Amano, certo! Ma voglio più farti i complimenti per essere riuscito a farmi rimanere male al mini-plot twist.
Prendo nota delle informazioni interessanti che sono state date in questo capitolo e per ora sono molto curiosa di vedere che aspetto/set di skill prenderanno le prossime manifestazioni.
Ottimo lavoro
_Alcor

Recensore Master
25/07/22, ore 14:57

Mi inchino, battaglia semplicemente spettacolare e orrifica proprio come dovrebbe essere, quasi un dark fantasy alla Sonja trasportato in un ambiente urbano. Le mosse di Katsuki e dell'Uca sono ritratte con grande particolarezza e in maniera molto dinamica, facendoci sentire molta ansia e santificando in via definitiva l'Esorcista a co- protagonista della storia, più che mentore e possibile fidanzata( cioè, era già co protagonista, intento che qua si riesce molto di più a identificarsi con lei). Le voci sugli Amano hanno aiutato a condire il tutto e come nel capitolo precedente il finale colpisce ben benino, lasciandosi ansiosi di scoprire che altro succederà. A presto.

Recensore Master
24/07/22, ore 20:44

E porca miseria!
Avevo grandi aspettative per il capitolo, ma il mio cervello è esploso!
Cioè... COSA?!
COME?
QUANDO? (no ok almeno il quando lo abbiamo capito)
PERCHE'? (beh trauma presumo)
Ma prima di lanciarci sulle speculazioni della parte finale del capitolo, veniamo a quello che c'è prima.
Perché se nel capitolo precedente abbiamo sostanzialmente visto Katsuki che bullizzava manifestazioni, qui abbiamo visto una vera battaglia, è la prima volta che veniamo la signorina Amano così in difficoltà, ma è veramente stata in difficoltà?
Andando per gradi, il mostro.
L'uca.
E sono stato qualche minuto a cercarlo su internet quando invece ti eri gentilmente premurato di allegare un immagine.
Ma torniamo a lui, l'uca, che chiamerò così perché non sappiamo al momento il suo nome, anche se lo meriterebbe visto che rispetto ai misteri della scuola sto mostro era veramente impegnativo.
Da un lato dovevo aspettarmelo, voglio dire, sette misteri di cui uno estremamente potente?
E invece... c'era un ospite non invitato probabilmente giunto lì per cannibalizzare tutti i misteri della scuola, se Amano non lo avesse anticipato nel farli sparire dalla faccia resistenza.
Ma chi era questa creatura? Quanto era antica e potente e come è arrivata qui?
Che ci sia una diffusa paura del mare in città?
Troppe domande, ma la certezza è che morta quella cosa il mondo è diventato un posto migliore.
Perché cribbio era terrificante, mi ha riportato alla mente le creature di Blood-C, nello specifico mi ha riportato alla mente questa cosa.
https://static.wikia.nocookie.net/bloodc/images/a/a0/Spider_.jpg/revision/latest?cb=20150615042355
Sì giustamente mi dirai che è parecchio diversa, ma diciamo che la sensazione che mi ha dato era simile, una fottuta bestia che non puoi arrestare in nessun modo mentre ti sfonda case e divora la gente al suo interno.
Insomma, a trovarmela davanti non avrei scommesso mezzo secondo sulla mia sopravvivenza e mi sarei già dato per tagliato in due, perché la visione di quell'affare credo avrebbe annichilito chiunque: enorme e costellato di dettagli che rendono la sua visione più raccapricciante a ogni secondo che passa.
Per fortuna che le manifestazioni sono creature più discrete al giorno d'oggi, altrimenti potevo già prevedere scenari apocalittici.
Non che non si siano verificati nella battaglia, e che battaglia.
Credo che tra tutte quelle lette fin'ora, questa occupa adesso il primo posto per la coerografia, per non parlare delle soundtrack che erano decisamente azzeccate e assieme alla lettura mi trasmettevano non poca adrenalina.
E cazzo, ci ho creduto che per Katsuki fosse finita, cioè non che morissime ma non mi aspettavo che...
Avremmo visto la sua versione super sayan, perché praticamente quello abbiamo visto: Katsuki che si potenzia a bestia e fa esplodere quel semidio di morte e distruzione. (piccolo appunto: un al al posto di la quando Katsuki gli urla addosso prima di mndarlo all'altro mondo)
Ma non si tratta solo di forza, praticamente è andata in berserk, e la cosa sembrava piacerle non poco... se già faceva paura adesso figuriamoci ora.
In breve, complimenti, non mi sono staccato un attimo dallo schermo del pc per tutto il capitolo!
Adesso però vengono le domande.
Per prima cosa, chi cazzo sono gli Amano?
Cioè lo sappiamo, sono una famiglia di esorcisti.
Ma adesso pare che... beh non siano tanto una famiglia quanto LA famiglia, manifestazione dell'eco più puro, e quello che ha fatto Katsuki sembrerebbe una prova abbastanza evidente delle loro potenzialità.
E qui porca miseria ho paura di cosa sia il padre, seriamente, se questa famiglia si sveglia male cosa impedisce loro di conquistare il pianeta e unirlo sotto la loro dinastia?
Fortuna vuole che siano persone a modo, anche se ho paura che il carattere di Katsuki sia ereditario.
Paura per questo mondo, ovviamente adoriamo Katsuki.
Insomma, questa ragazzona è destinata a far sparire numerose aberrazioni nel corso della sua vita, e possiamo soltanto farle gli auguri.
Ora veniamo all'altro interrogativo... SATOSHI CHE CON UN PUGNO SPAPPOLA UNA MANIFESTAZIONE.
ED HA GLI OCCHI ROSSI.
Immagino che il futuro di questo ragazzo non sia soltanto quello di nascondersi dietro la schiena muscolosa di Amano.
Ora, se devo provare a spiegare quello che è appena successo, mi verrebbe da teorizzare che... i ripetuti shock della nottata e infine l'incontro col granchio lo abbiano mandato in sovraccarico di eco negativo, più di quanto un essere umano potrebbe gestirne, se gli Amano sono una manifestazione dell'eco puro, lui sta diventando una manifestazione dell'eco negativo?
Dopotutto sappiamo che persone come lui scompaiono alla nascita... insomma è un caso particolare il suo, forse anche le altre persone come lui ne sono predisposte, ma lui è l'unico sopravvissuto alla sua infanzia il che lo rende... forse il primo individuo del suo genere a trovarsi in questo stato.
Il che... beh, ora devo aspettare il prossimo capitolo per vedere se si calmerà subito o se rischiamo di vederlo pestare Amano.
Anche se in quel caso tempo che lei si riprende e Satoshi scompare dalla faccia della terra.
In ogni caso è troppo presto per trarre conclusioni, sappiamo che ha gli occhi rossi, che è diventato più forte e... beh vedremo se ci sarà altro di cui avere paura.
Insomma, questo capitolo non solo ci offre una manifestazione da record e una lotta bellissima ma anche un punto di svolta non indifferente per la storia e per la vita di questo ragazzo...
Che lo ritroveremo a spappolare manifestazioni assieme a Katsuki?
O ad imparare come tenere sotto controllo questa cosa?
Non vedo l'ora di scoprirlo, ho un hype spaventoso per il prossimo capitolo.
In breve, complimenti, di nuovo, perché li meriti.
E niente, adesso mi chiudo in una stanza per elaborare quello che ho appena letto.

A presto!

Recensore Master
24/07/22, ore 19:55

Disclaimer:
La visione di questa recensione può causare effetti collaterali quali perdite di sangue, eruzioni cutanee, la volontà di costruire balliste giganti sulla sommità del Lago ardente, rinnegare il credo di Gwyn per carezzare le morbide rotondità del credo… di Radagon (Eh, volevi…!), spingere sulla via dell'alcolismo e inneggiare il Vinoh come sommo Elden Lord degli Anelli del potere che al mercato mio padre comprò, e compromettere in modo rilevante le facoltà cognitivo spirituali di chiunque faccia della logica il suo sentiero di vita.

Ma prima, una fascia pubblicitaria.

"Ehi, ma alla fine come è andato l'esame?"
"Male. Eppure, non capisco. Ho studiato tutta la notte"
"Per quanti giorni?"
"Tutta la notte del giorno prima. Forse dovrei fare ricorso..."


"E nulla, mi sa che da ora in avanti nelle mie storie, il lead femminile sarà una psicopatica WARaolic."
 
Ti senti a disagio perché non riesci a trovare le parole? L'autore della storia che leggi da ormai un annetto non si rende conto che ogni sua lead femminile è una psicopatica Waraolic che Galadriel fatti proprio da parte. Ti capita mai di sentire un sentimento fiammingo che cresce dentro di te e non riesci a esternarlo con la gisuta dose di soddisfazione? ALLORA, abbiamo la soluzione per te!!

["....MA CHE CA++O STAI DICENDO?!"]

"...MA CHE CA++O STAI DICENDO?!"
Il rimedio migliore per soddisfare quel prurito che proprio ti portavi dietro e non riuscivi a grattare. Completo di valutazione ++, e quindi ecosostenibile e a impatto zero per l’ambiente acustico della tua quotidianità.
Diciamo addio a quei fastidiosi mugugni nervosi. Diciamo addio a quelle rapide ed estenuanti elucubrazioni, che ci fanno sembrare dei computer umani, pur di trovare le parole giuste! Da oggi, potete dire basta. Con una sola frase che al contempo ne contiene… qua-Sei:
“Ma…”
“Ca++o”
“Che stai dicendo?”
“Ma che Ca++o”
“Ma che stai…”
“Dicendo!”
 
Affrettati al Borgo dei Non morti. Con il codice scontro “Tre Dita forEvahhhh!!” potrai avere gratis le prime due parole. E pagare il resto in comode rate da 30 Maleniche rune al mese!
 
 
Fine dello stacco pubblicitario.
 
*In un universo non molto alternativo, un uomo sta guardando il crostaceo-boss di questo capitolo e il mestolo gli cade nel calderone. Una sola frase esce dalla sua bocca: “Marika’s tits!”
**Ranni tossisce mentre si rialza. Mentre si rimette a posto il cappello, guarda fuori dal buco nel muro del bar e, con tutta la gentilezza che le è possibile, invita il suo sposo ad andare a esercitarsi con la magia da un'altra parte. Nel mentre Giovanni Storti, proprietario del locale, fa cadere la ventiquattrore che stava portando in mano e guarda il disastro provocato dall’Elden Lord.
***Leggenda vuole che guarderà i danni senza muovere un muscolo per un’Era zoologica.
 
Dunque… Dunque-dunque. Dunque.
Ho solo una parola per descrivere l’accaduto: “Me coj++oni. *Guarda il suo portafoglio vuoto. Quella frase gli è costata sedici fiale di sangue smunto, e un bordello di rune.
Questo è stato senza dubbio lo scontro più coreografico e meglio scritto che ti abbia visto portare sull’Efp-schermo. E non sto scherzando. Sei diventato molto più fluido, le scene riesco a immaginarle con molta più facilità e anche la tecnica delle descrizioni è aumentata di livello. Per la verità l’avevo notato da qualche capitolo, ma non volevo farti montare la testa prima del tempo ;)
Questo però si becca in assoluto il voto più alto che ho dato ai tuoi scontro (sì, l’ho fatto… ma tu non saprai mai i risultati. Mettiti l’animo in pace.) Da quando si entra nell’arena total black, si ha l’impressione di trovarsi non solo in una bossfight souls, ma proprio in una scena di combattimento con i controzebedei. Amano si dimostra pazza sgravata come tutti i personaggi precedenti, ma è in assoluto la più vulnerabile e “umana” (passami il termine), della compagine finora mostrata. E non solo perché è Satoshi che conclude lo scontro (ci arriveremo), ma perché finalmente è stata fissata una soglia.
Rengar e Kha in questo non fanno contesto: ognuna è la soglia dell’altra, ma sono così sgravate che non è quantificabile la loro potenza. Amano invece acquista interesse, e magari c’è della lore sul fatto che lei, essendo membro di una famiglia di Esorcisti speciale, è attirata a Satoshi proprio per via di questo potere segreto che custodisce dentro.
 
*Ranni lo prega ancora di aiutarla, per il bene della Sin Elden City. E per pregarlo s’intende che lo lega mani e piedi al tavolo, gli spamma il frame dove Satoshi acquisisce gli occhi rossi, e ripete fino allo sfinimento mentale che secondo lei c’entra il suo fratellastro Mogh.
**Nel mentre, in un universo lontano, Mogh starnutisce mentre è in bagno con delle foto di Miquella da giovane… (… … … … …)
***Gli chiede perché avrebbe bisogno del suo aiuto, se ha già un Elden Lord. Per tutta risposta, Ranni si gira verso la strada. Il suo sposo è fermo da minuti nella posa “Sapienza” e fronteggia un altrettanto statico Solaire nella posa della lode al sole.
****Effettivamente, non è chiaro come quel tipo sia diventato il marito di una donna tanto misteriosa….
*****Intanto Giovanni continua a guardare fisso le macerie….
 
E niente. Per gentile “grazia” della nuova sigla di Sabaku e Cydonia, mi è talmente scesa la voglia di Elden Ring che sono balzato direttamente ai grandi video di lore (penso che sia la più orribile canzone rap mai sentita, e già il rap non lo digerisco molto).
Per fortuna questo capitolo mi ha sollevato di morale. Perciò accantonerò la quest di cercarti con la torcia e il forcone e andrò con Ranni. Con questo combattimento ti sei fatto perdonare, ma adesso voglio sapere cosa succederà. Se Satoshi diventerà una Villanica Manifestazione-umana, oppure il membro del nuovo casato di Nega-Esorcisti che nascerà in maniera asessuata, tipo Atena che nasce dalla testa e non dal pennello di Zeus.
Ah, giusto a titolo informativo: hai messo delle ost e sono sicuro che avrebbero fatto una bellissima atmosfera. Ma ho questo capitolo mentre tornavo in macchina da una grigliata e… alla radio c’era Licabue.
Ho letto di Amano che faceva a cazzotti con un crostaceo gigante mentre il sottofondo musicale era Licabue che cantava. Penso di aver detto tutto, insomma XD
 
A giusto: non guidavo io; non sono così multitasking.
 
Alla prossima
Ghostrocabue

Recensore Master
23/07/22, ore 19:56

Solitamente nella prima riga infilo una battuta, ma Tsukimi ha ostentato così tanta personalità che sono ancora qui a metabolizzare il tutto. Quel tipo di ragazza può tanto rischiare di diventare best girl, che l’opposto.
Ehilà, qui _Alcor che torna! Dopo un primo capitolo molto carino dove sono stati introdotti i personaggi principali e i loro want, il secondo capitolo spende il tempo necessario a stabilire un po’ del mondo e il probabile prossimo archetto narrativo.
Per i personaggi posso fare una breve sospensione del giudizio, perché ho ancora due capitoli da leggere e voglio dare un parere più complessivo. Ma posso dire che istintivamente Kurumi mi sta simpatico, un po’ perché rivedo alcuni amici irl in lui e ha avuto un paio di momenti davvero carini con Satoshi. E lo dico nella maniera meno fujoshi del mondo(?)
Saeko e Tsukimi è presto per dire, il feeling iniziale che danno è positivo. Spero continuino così.
Detto questo, il capitolo ha mostrato un lato deciso di Satoshi inaspettato. Quando scopri quello che ha scoperto lui, solitamente non opteresti per “la terapia d’urto” per imparare ad avere a che fare con i tuoi timori… ma è anche questo il motivo per cui lui è un protagonista e noi poveri comuni mortali no. Chissà se manterrà questa decisione a gettarsi di fronte ai problemi malgrado il timore andando avanti. E, nel mentre, Katsuki ha fatto vedere una parte di sé più approcciabile.
Per terminare con un breve commento, non necessario, per il world building - come hanno detto tipo tutti prima di me, la scelta di come far funzionare la manifestazione delle leggende metropolitane è molto carina. Ha la mia piena approvazion.
tl;dr ottimo capitolo che setta i prossimi, non vedo l’ora di aver tempo di continuare a leggere
_Alcor
(Recensione modificata il 23/07/2022 - 07:58 pm)

Recensore Master
21/07/22, ore 11:19

Credevo di essermi fatta un parere solido del primo capitolo, poi è arrivata la scena finale e mi ha insolitamente hypato. C’è poco da fare, i moe gap così a tradimento mi fanno affezionare ai pg.
Ehilà, qui _Alcor che parla. Avevo promesso di passare e, anche se lenta come al solito, sono finalmente arrivata. E devo dirlo, non mi aspettavo che la storia mi sarebbe piaciuta a questo punto di primo acchito.
Ma andiamo con ordine, il titolo salta parecchio all’occhio per personalità. Ho finito per interessarmi di più a questa fanfiction, ancora prima di scoprire che l’altra che hai scritto fa parte di un fandom che non conosco e che quindi non avrei potuto recensire lo stesso.
L’introduzione è altrettanto interessante (ah, c’è un refuso. Un infondo al posto di in fondo), dà proprio quella energia da paranoia immensa di cui sembrano soffrire tutte le persone insolitamente informate sulle leggende metropolitane.
Parlo per esperienza, prob.
Solitamente mi tengo lontana da testi comici, parte i libri di Don Camillo. Azzeccare il timing di una battuta nello scritto è difficile, soprattutto quando non hai il supporto di una voce effettiva che faccia sentire al lettore l’intonazione con cui leggere certe frasi. E invece, mi son ritrovata ad apprezzare i timing.
Senza contare che il tuo modo di scrivere ha parecchio carattere ed è divertente da leggere. Credo sia capitato solo un paio di volte che alcune frasi mi abbiano colto alla sprovvista perché, sì… perché esistevano, ecco. (tipo leggere sflicherò in un testo è un crimine, quasi quanto rendersi conto che google documenti non lo corregge in rosso. Sfarfallare esiste!)
Satoshi, da codarda appassionata di nosleep stories, è il protagonista ideale per una storia di questo tipo. Assolutamente #relatable, tra l’essere un allocco che non dice mai di no, l’ansia e la paranoia è una gioia vederlo muoversi in scena. Non mi sorprenderei se si scoprisse che i suoi capelli bianchi sono causati da una sindrome di Maria Antonietta.
Quanto ai temi, apprezzo che molte delle leggende metropolitane citate abbiano il sapore di già visto in altri fumetti/cartoni animati/web series giapponesi. Onesto, fino a ieri credevo che la presenza dell’aula d’arte fosse una cosa più inventata specificatamente da holoerror e invece è un trope più comune di quello che credevo.
L’entrata in scena di Katsuki dà l’impressione che il genere della storia sia cambiato improvvisamente. Tipo, è stato solo in quell’istante che mi sono resa conto che questo primo capitolo segue perfettamente lo schema di un primo capitolo di uno shounen. “Introduci il problema dal punto di vista di uno che non lo sa gestire/introduci il pg cool/botte.”
Ed ho amato il mood che ha portato quella ragazza alla scena. Il finale è stata la ciliegina sulla torta per convincermi a continuare a leggere.
Sento di essermi già sbilanciata eccessivamente in positivo, ma vabbe’, capita sempre con il primo capitolo. Ottimo lavoro! Tornerò presto per il secondo capitolo.
_Alcor

Recensore Master
20/07/22, ore 04:02

Ciao!
Eccomi arrivata finalmente!
Il capitolo parte subito bene con l'ambientazione nel passato (complimenti, davvero bella!). L'immagine del soldato ferito che si trascina in mezzo ai cadaveri è molto potente. Mi ha fatto pensare a un misto di Inuyasha e i Sette Samurai. Molto bella anche l'entrata in scena del terribile scheletro gigante, onestamente non vorrei mai trovarmi nei panni del povero soldato che ha visto la prima manifestazione della storia (alla faccia della sfiga, poraccio!).
Ho notato che hai sviluppato meglio la spiegazione di come nascono e agiscono le Manifestazioni. È interessante e sarei curiosa di sapere se è tutto inventato da te o ti sei ispirato a qualche tradizione o credenza giapponese o orientale in generale (anche i coreani non scherzano quanto a cultura horror).
Anche la spiegazione del perché Satoshi attira le manifestazioni e Katzuki le tiene lontane è decisamente più chiara, così come il motivo per cui Katsuki usa i guanti speciali. Tra l'altro quest'ultimo a dire il vero anche se divertente (di base le piace menare le mani) per certi aspetti è amaro. Voglio dire che nonostante il gelato finale dopo gli "allenamenti", ho l'impressione che Katsuki abbia avuto un infanzia abbastanza terribile con un padre violento. Cioè in sostanza mi è sembrato di capire che lei sia così forte e coraggiosa perche le modalità educative del padre, sono state peggiori e soprattutto molto più reali di qualsiasi "Manifestazione" . Non so se mi sono spiegata...
Quanto alle manifestazioni, sono sempre molto fantasiose e... spaventose! Sinceramente al posto di Satoshi io sarei già morta di infarto alla prima apparizione! 😂 Tutto sommato, grandi vomitate a parte, il ragazzo è molto più coraggioso di quello che crede, insomma io non credo proprio che avrei avuto il coraggio di bussare alla porta del cesso per richiamare una manifestazione assassina.
Tra parentesi chi era, la sorella sfigata di Bloody Mary?😂 Quella che anziché vivere negli specchi vive dentro il cesso? In effetti anche io, se vivessi in un cesso scolastico, sarei incazzata con il mondo! 😂 Mi ha divertito molto questo "incontro" e soprattutto che Satoshi si aspettasse la solita bambina giapponese spaventosa e invece si sia ritrovato di fronte una cosa ancora più mostruosa!
L'apparizione che mi è piaciuta di più tra tutte però è stato l'Abitatore delle fessure. Aveva un che di malinconico poverino.
Mi è piaciuto l'inciso con nome e KO delle singole manifestazioni tra un paragrafo e l'altro. Mi dava l'idea del passaggio di livello in un videogioco. Per la serie: "mazzate", "vittoria", "livello successivo". (E a pensarci bene potresti davvero pensare a sviluppare un videogioco da questa storia...).
Il finale di capitolo è piuttosto spaventoso, soprattutto perché Katsuki sembra sia stata messa KO o addirittura posseduta!
Ma io credo nel "Katsuki Power" per cui sono sicura che reagirà e sarà più forte e incazzata che mai!
Devo dire che hai fatto bene a revisionare questi primi capitoli, sono decisamente più scorrevoli!
Bene, ora torno (spero) a dormire. Caldo tropicale permettendo! 😰
A presto 😊
AlbAM

Recensore Master
17/07/22, ore 15:20

Capitolo a modo suo davvero spettacolare e con tratti inquietanti il giusto, mi viene personalmente da chiedermi se anche il protagonista di Willy's Wonderland non sia un Esorcista e/o una delle ispirazioni per Amano.

Che riuscire a raffigurare un personaggio simile senza farla apparire come una Mary Sue o una stronza non è cosa facile, parlo per esperienza da tutte le fic che ho letto. La tua picchiatrice soprannaturale riesce comunque a mostrare una certa simpatia e cazzonaggine, restando abbastanza terra terra, oltre che un ottimo contrasto a quel povero Katsuki, cui francamente darei un contatore di umiliazioni in stile Crillin da azzerare nel finale quando speranzosamente bomberà.

Anche la spiegazione sull'Eco è abbastanza diretta e affascinante. Anche io sto usando un concetto simile nel mio crossover tra Kingdom Hearts e Star Wars con la mia versione della Forza e delle sue entità, anche se tendono a starsene a casa loro finchè non vengono evocate.

Il finale è uno di quelli che riesce a colpire come un pugno per quanto è inaspettato e che personalmente preferisco, facendoci veramente chiedere' e ora....?'. In bocca al lupo coi prossimi capitoli, fratello.

Recensore Master
17/07/22, ore 15:06

Buongiorno!
Eccolo arrivato, il capitolo spiegone sulla lore di questo mondo e le sue regole circa le manifestazioni e i mille modi in cui possono condurre le persone alla pazzia fino ad ucciderle, il tutto accompagnato da una bellissima soundtrack per rendere queste rivelazioni sulla precarietà della vita umana giusto un filino più angoscianti.
Ovviamente, siccome ci piace l'azione, alla teoria sulle manifestazioni si aggiunge la pratica del farle fuori, ed in questo Katsuki non ha decisamente problemi.

Quindi, analizziamo una cosa per volta!
Come sospettavo, l'essere così suscettibile alla paura di Satoshi lo rende un bersaglio preferenziale, e questo si sapeva, ma adesso abbiamo la spiegazione scientifica: le sue emozioni negative generano talmente tanto Eco Negativo da sovrascrivere la presenza di un esorcista accanto a lui, con i risultati che abbiamo visto, e qui mi chiedo se la mia ipotesi di un futuro in cui gli esorcisti inizieranno ad assumere come partner gente particolarmente suscettibile non sia davvero prossimo, specie se in casi come quello di Hanako sono necessarie per attivare il terreno di caccia.
Anche se la stessa esistenza di Satoshi è una specie di miracolo a detta di Katsuki, forse la sua era una battuta ma se generalmente scompaiono quando sono nella culla mi viene da chiedere se in questo mondo la sindrome della morte in culla non sia dovuto esattamente a questo.
A meno che per "scompaiono" non intendesse nel senso letterale del termine, il che apre a tutta una serie di possibilità inquietanti che al momento non sono sicuro di voler considerare pena il mio non dormire la notte.
Oltre a questo, sappiamo ora della prima manifestazione registrata e che alcune manifestazioni possono essere "fisiche", gli oggetti maledetti li trovo un'idea simpatica, ora non potrò guardare niente nella mia stanza senza preoccuparmi che abbia un occhio o delle braccia che cercano di afferrarmi.
Grazie tante eh!!
Ah e qui devo concordare con Satoshi: ma aprire la finestra no? Credo che un po' ci stia prendendo gusto a fare danno!
Ma soprattutto, ora abbiamo un pezzetto in più sulla lore della nostra umilissima e gentilissima eroina, che dire... ho paura di suo padre e di se e quando apparirà in questa storia, del resto se ha creato lui questo mostro non oso immaginare come sia... brr...
Se non altro sappiamo che le piace il gelato.
Battute a parte, questi approfondimenti sulla lore e sul funzionamento dei poteri di Katsuki sono apprezzatissimi  e rendono il mondo della storia decisamente più interessante e avvincente da seguire, e dico davvero, ha delle potenzialità, potrebbe benissimo essere un manga!

Parlando invece di quanto accade effettivamente nel capitolo, giusto per farci salire un po' d'ansia abbiamo il flashback del Gasha Dakuro, che ci illustra cosa succede se migliaia di persone iniziano ad emettere Eco Negativo: il caos.
E porca miseria, mi viene da chiedermi come l'umanità sia sopravvissuta fino ai tempi moderni senza essere annientata dalle sue stesse manifestazioni, in epoche dove la guerra e la miseria erano all'ordine del giorno non c'è da stupirsi che potessero venire fuori bestialità come quella...
Mi chiedo come lo abbiano fermato.
Perché lo hanno fermato, vero??
Direi che ai tempi di Katsuki la situazione è decisamente migliorata, a meno di qualche evento eccezionale che possa far precipitare tutto.
... Sento forse odore di boss finale?
Inizio a preoccuparmi.
Ma mai quanto Satoshi, che in questo capitolo può contare la bellezza di ben QUATTRO incontri traumatici che si aggiungono a quello del capitolo scorso, e so che è proprio sui mostri che mi volevi.
Parto con il dire che l'Abitatore delle Fessure è il vincitore di questo capitolo: un enorme faccia raccapricciante che per di più fa la sua apparizione separando Satoshi dall'unica ancora di salvezza che mantiene la sua sanità mentale, il che se ci immedesimiamo in lui rende la sua entrata in scena ancora più angosciante, insomma, un jumpscare di quelli che mi lascerebbero morto lì sul posto o se non altro mi costringerebbero ad anni di terapia.
Ecco, se Satoshi riuscirà ancora a vivere normalmente dopo questo e gli altri incontri, vorrà dire che la sua capacità di recupero dal trauma compensa ampiamente la facilità con cui gli vengono, perché una persona "normale" non so come ne uscirebbe da una serata simile.
Non che le altre manifestazioni siano state da meno eh, tutt'altro, Hanako poi gli contesta facilmente il podio, ho provato a immaginarmi la scena dalla prospettiva di Satoshi e beh... comprensibile sia corso a sbrattare come prima cosa, mi auguro che dopo averla vista sarà più difficile traumatizzarlo.
... Ma conoscendolo credo che le cose non cambieranno nel breve periodo, specie perché rimane ancora una manifestazione.
Manifestazione che temo darà più filo da torcere di tutte le altre, o non l'avremmo lasciata da sola per il prossimo capitolo.
Come dice Katsuki però, il tutto va paragonato ad una seduta dal dentista, quindi togliamoci il dente prima che l'ansia ci faccia esplodere.
Però ehi, si è beccato qualche complimento e apprezzamento dalla buff girl, quindi tutto sommato non è andato tutto male!
... Cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno, ok??
Comunque, questo è tutto, e visto il cliffhanger con cui si chiude questo capitolo direi che nel prossimo ci sarà qualcosa di più ostico da affrontare... ma forse a Katsuki andrà bene, dopo che quel manichino da incubo le ha rovinato la no damage speedrun credo senta la necessità di avere qualcosa di grosso da pestare a sangue.
Le auguro di trovarlo!
Ah, e per finire, ti segnalo che nella parte in cui Katsuki si mena col manichino c'è un grosso spazio che divide una frase, non so magari ci avevi scritto qualcosa in mezzo che si è cancellato o semplicemente si è formato uno spazietto più grande del solito.
Detto questo, i miei complimenti per il capitolo, a pres- *la caduta di un armadietto ammaccato interrompe la comunicazione*

Nuovo recensore
17/07/22, ore 12:13

Well well...bello.
Forse un po' sottotono rispetto ai primi due capitoli ma comunque molto valido sia per le atmosfere che per i dialoghi sempre molto spontanei e vivi; forse stavolta lo scontro è stato un pò legnoso da leggere e non molto fluido, tuttavia la creatura fa decisamente effetto e si nota quanto tu ADORI questo genere di esseri e tutto il folclore che ci sta dietro.
Senz'altro, la nostra cara esorcista è una che vorrei più nel letto che in un campo di battaglia, e senz'altro Satoshi vorrebbe trovarsi OVUNQUE tranne che al suo fianco mentre la osserva spappolare i mostri a terra. Ad ogni modo, credo che in questo tipo di storie sia necessario avere come dei "livelli" di potenza, anche se niente di così didascalico alla Dragonball ma giusto qualcosa di indicativo che possa far comprendere bene.
Anche perché (pur trattandosi dell'inizio ovvio) le due creature affrontate dalla "picchiatrice di cose brutte più brutte" sono davvero sembrate tutto fumo e niente arrosto, soprattutto la seconda, ma questo mi rende davvero curiosa di scoprire come hai gestito il "worldbuilding"!
Unico, vero appunto, ti chiederei di ingrandire la dimensione del testo che rende praticamente ciechi piccolo come è mentre la descrizione generale della scuola, per quanto molto generale risulta decisamente funzionale e ad effetto! Non vedo comunque l'ora di sapere come proseguiranno le vicende, indi per cui... Alla Prossima!

Recensore Master
16/07/22, ore 22:03

*Si avventura nel grigiore da pellicola delle strade. Cazzo quant’era diventata sudicia quella città. Bastava mettere un passo fuori dai quartieri che contavano per essere investiti da un immondezzaio di poveracci e rifiuti fin dove occhio poteva vedere. I marciapiedi umidi riflettevano le insegne al neon intermittenti di qualche bar e locale poco raccomandabile e il tanfo è così intenso da far lacrimare gli occhi. Ma non per questo rinuncia a inalarlo, insieme all’ultima parte del suo mozzicone.
**Due braccia lo tirano di soppiatto verso l’ombra di un vicolo. In quella città si impara in fretta a sopravvivere, non è difficile liberarsi dalla stretta. Solo per trovarsi davanti a una fanciulla... azzurra, dai lineamenti simili a una bambola e penetranti occhi del colore del cielo. Aveva quattro braccia e... Una cazzo di mezza faccia che si fondeva col suo viso innaturalmente da Barbie all’altezza dell’occhio destro.
Si presenta come Ranni la strega e lo sprona a imitarla immediatamente togliendosi il cappello; per qualche strana ragione, sente di dover fare come dice.
**** Un gigantesco Wolnir selvatico sta fluttuando lungo la strada principale. Si toglie la corona a mo’ di saluto e dopo aver augurato loro una buona serata passa oltre.

Dunque, dunque, dunque. Devo ammettere che mi ha molto preso questo “super-spiegone cosmico della vita passata, presente e futura”. Però mi sono ricordato di una cosa: il mio trailer! Avevo scritto la recensione del capitolo 5 con le frasi pescate dal trailer di Elden Ring! T.T *Per sfogarsi prende il coltello e trafigge ossessivamente la bambola voodoo di un certo personaggio di una certa storia.
Ma detto questo, come ho detto sono mooooolto interessato.
Praticamente questo racconto è come una Manifestazione di Eco positivo: non è stato scritto davvero, ma la tua fantasia e volontà che si perfezionasse l’ha fatto giggiare fuori dal nulla; che, come metodo di scrittura, è il Santo Graal di ogni fottuto scrittore. Onore a te per aver creato da un pensiero la realtà.
Questo tuttavia significa che Satoshi è talmente attivo sessualmente che se, casomai, metti che abbia il culo grande quanto in centro commerciale con tanto di ruote, avesse dei figli, nessuno di loro sarebbe un primogenito. Perché, ammettiamo, ha l’Ambizione del Fifone Procreatore, che ancora più rara del colore del Conquistatore di One Piece: essa consiste nel poter creare con il negativ pensiero gli stessi mostri che, sessualmente attratti, cercheranno di divorarlo per acquisire un potere che...
*Ranni lo trascina in un fast food. Gli spiega il pericolo che rappresenta un ragazzo come Satoshi per il genere umano. Dalla sua palla di vetro, vede la giovane esorcista, manovrata dall’autore, mentre salva il ragazzo prima che sia troppo tardi. Se quel manichino, se quel pan di stelle a forma di sagoma in 2D l’avessero mangiato, sarebbero diventati estremamente potente.
**Lentamente, posa il mozzicone nel posacenere e si sbraca sul divano. Soffiò fuori un’ultima bocca di fumo, interrogandosi sul perché una spilungona abbia quattro braccia, un viso così strano, e soprattutto non sia anche lei in bianco e nero. Cazzo, quella città non la smetteva di sorprenderlo...
***Ranni la strega esige il suo aiuto. Per contro si rimette in testa il borsalino e le chiede chi sia.

Cioè, mettiamo in chiaro il chiaro. Se ho capito bene, la vita biologica si è formata dall’Eco che si è concentrato in forme di vita biologiche. È come se gli esseri umani, gli anomali, insomma tutti, fossero effettivamente delle Manifestazioni. Che non si nutrono di Eco, ma di un derivato dell’Eco che è insito negli animali e vegetali morti, nell’aria. Praticamente il mondo potrebbe essere nato dalla teoria darwiniana dell’evoluzione o, come nei migliori episodi dei Simpsons, da un dito gigante che ha creato fulmini e poi di botto i primo uomini. I Simpson hanno previsto tutto, di nuovo...

*Ranni si muove a disagio sulla sedia, nonostante non voglia darlo a vedere. Gli confessa che, dopo suo fratello Radahn, Matt Groening è senza dubbio l’essere più pericoloso che ci sia. Servitore della Divinità Esterna della Satira Onniscente, custode della gialla Runa del Gene Simpson. Lei l’ha intravista: una costellazione ai margini stessi dell’universo, dal volto di una neonata dai capelli a punta intenta a ciucciare un sistema stellare a forma di ciuccio.
**Si accende un’altra sigaretta. Non sa se prenderla per pazza o un cyborg mandato da Skynet che ha i modi di una lady Olenna Tyrell da giovane.

In pratica, il detto “non sono che mi sto colpendo, sei tu che muovi il mio pugno verso la mia faccia”, qui assume un valore letterale. Perché non è il pensiero dell’atto la base stessa dell’atto, ma la concentrazione di volontà a far si che la cosa si avveri. 

*Dopo due/tre sigarette, chi accidenti se ne ricorda più, ancora non ha capito nulla. Ma se alcune Manifestazioni vengono sigillate, queste prima o poi non ricopriranno il mondo con la loro materia, schiacciando tutti come se fossero un ammasso di rifiuti che ricoprirà il mondo?
***Ranni lo guarda con sufficienza. La fine e la rinascita sono il nutrimento della Volontà superiore. Lei ha sognato, e creato, un mondo oscuro, fatto di dubbio, di dolore e morte. Per mille anni Sin City prospererà, ma solo se lei e il suo sposo non saranno raggiunti da questo Eco.
****Indica un tizio con un’armatura sproporzionatamente grassa, un’elmo senza fessure fatto di cristalli in teata, che ha le braccia spalancate verso l’alto e si tende teatralmente verso l’alto.

e
Direi che ci siamo. Mi è piaciuto molto leggere questo spiegone, e dispiaciuto che la speed-run di Amano sia stata rovinata da un manichino organico di M. Ovviamente adesso sono curioso di scoprire chi diamine l’ha fatta spaventare come, se non peggio, del povero Satoshi; e per superare uno che, per la paura di morire, vuole ammazzarsi gettandosi dal quinto piano, ce ne vuole! Non ci crederai, ma ho dovuto recensire perché mi stava venendo il mal di mare (non puoi lasciare recensioni lunghe su Ipad). Perciò la finisco qui.
Alla prossima da
Ghostro; che si lancia sotto al tavolo prima che il locale salti in aria

 
(Recensione modificata il 16/07/2022 - 10:06 pm)

Recensore Master
12/07/22, ore 13:47

*Piccole gocce d'acqua cadono a intervalli regolari dal tubo di metallo sopra la sua testa, che attraversa il fumoso locale caldaie sopra l'attico di un certo grattacielo, immerso nell'oscurità di un certo cielo notturno. Si tiene il mento in una posa di assoluta concentrazione, completamente estraneo a qualsiasi stimolo che lo circonda. Qual quadra non cosa...
**Sarà perché il braccio di Miquella sembra quello dei cosi di Zelda Majora's Mask che escono dal gabinetto (?) nell'albergo di Anju, sarà che impalmare una donna-marionetta con quattro mani è il sogno più perverso della cultura nipponica, o forse è solo la fottuta tossicità del vapore e il grigio che lo circonda, come se si trovasse in un fottuto film di Sin City dove c'è una sola chiazza di colore in mezzo al nulla cosmico.
***Si fuma una sigaretta (che non ha) mentre spreme le meningi, seduto su un fastidiosissimo corpo riverso per terra che non la smette di sanguinare...

Uhm... Uhm... ...Uhm... 
Sembra che io sia arrivato troppo tardi. Dannato Retcon! Travia la vita di questo ragazzo come se fosse imboscato in quei dannati episodi dei film dove le giornate si ripetono a oltranza. Gli Uchiha ci si sono segati per anni sul concetto di Izanami, e guarda che finaccia hanno fatto. Occhi talmente arrossati che dalla sclera si è direttamente passati all'iride, così secchi che ogni ora devono bucarseli di iniezione salina, a volte con tre siringhe contemporaneamente se si tratta dei più accorati tra gli accoliti, con evidente perdite di sangue che nemmeno il più assorbente degli assorbenti potrebbe limare. E non parliamo di quelli che ce li hanno così smarmellati da sembrare mappazzoni tribali!
Eh, ma la pacchia è finita. 
Adesso ti starò addosso come un'ombra e riempirò le strade di caos. Le mie recensioni non andranno perse nel vento, di nuovo.
*Alza la testa della vittima. Come sospettava, la runa della morte ha ucciso solo l'anima e gli occhi si stanno shekerando a tal punto da diventare un Rinnegan a suon di forza centrifuga.
**Il suo invece, quello chiuso, si apre con teatrale serietà... Dopo esserselo sfregato per cinque minuti con la mano perché, porca puttana, le ciglia nell'occhio.
***Si alza. E con le mani in tasca si avvia verso l'ombra e l'oscurità. Da lontano, una daltonica Ranni lo guarda dalla cima di un grattacielo più alto.

Dunque, dunque, dunque. *Affila il coltello a serramanico. 
Vedo che ci divertiamo a ricominciare daccapo senza mai proseguire, eh. Ma qual è la risposta che ogni degno Souls Player dovrebbe sembre ricordare finanche a tatuarla in testa? Anche senza risposte, bisogna comunque proseguire
Da oggi in poi ti terrò d'occhio. Sappilo...


Il tempo è stato riavvolto, le Sabbie del tempo si sono consumate e patapim e patapam, eccoci arrivati in una nuova linea temporale in cui si torna a scuola, con Amano-san che usa Satoshi come esca, perché a quanto pare la super-fifa è come un razzo segnalatore sparato nella notte e visibile a centinaia di metri di distanza; da chiedersi come abbia fatto il signorino a sopravvivere per così tante notti fino alla veneranda erà di teen anni. 
Probabilmente casa sua dev'essere talmente infestata dal tanfo della sua paura da aver creato un effetto repellente. Tipo finire in una stanza completamente invasa dal miele da farti colare a picco e soffocare. Questo renderebbe tutti i creatori di storie metropolitane dei potenziali assassini di Satoshi, che se la scampano perché nel soprannaturale non c'è una giurisdizione e legge più autorevole del: ti meno io, mi mangi tu.
Però, però, devo spezzare la lancia in favore di un sottile tocco di continuità col passato: come ogni Satoshi che si rispetti, anche la sua memoria fa cilecca da un episodio all'altro. Sarà qualche caratteristica insita nel nome, forse un uso particolare delle vibrazioni che escono dalla bocca, a creare quell'effetto di cancellazione della memoria che impedisce ai suoi neuroni di ricordare il recente e lontano passato.
E Amano, che è donna di infinita pazienza, probabilmente si è presa a cazzotti pur di perdere la memoria e non cedere alla voglia di ucciderlo (tenera), ma ovviamente l'emorraggia celebrale a fatto sì che:
A) Ricordasse come funzionano davvero le Manifestazioni
B) È finalmente giunta all'epifania di come funzionano le Manifestazioni
E ovviamente, nella sua generosità, ha cercato di far rinsavire anche i mostri. a suon di calci, pugni, e Shoryuken dal leggerissimo effetto mortale.
Che ragazza dall'animo candido e gentile! Sarebbe da sposare, se Elden Ring non avesse evoluto il contetto di matrimonio all'amore che si da a sè stessi; o che la compagna perfetta non è la fuori, ma va costruita artificialmente con la magia per adattarla ai tuoi desideri; il che è sempre meglio del concetto di DS3: farle un buco in testa.

*Ser Gideon Ofnir intanto parte per capire cosa sta succedendo. Sembra leggermente arrabbiato.

Ok, ho ridato una parvenza di logica post-prompt e sono pronto a vedere i cambiamenti che verranno apportati.
Il combattimento mi è piaciuto. Adesso però vogliamo vedere Amano fare sul serio.

Alla prossima
Ghostro
 

[Precedente] 1 2 3 [Prossimo]