Recensioni per
Atrio
di Beeble

Questa storia ha ottenuto 3 recensioni.
Positive : 3
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Veterano
22/11/21, ore 07:36
Cap. 1:

Ancora il resoconto di una delle tue illuminazioni sulla lunga via di Damasco.

Sono versi chiari e trasparenti come acqua di sorgente, che avrebbe potuto benissimo scrivere lo scienziato, il quale dopo lunghe e affannose ricerche riesce finalmente a trovare la formula che descrive il fenomeno. Una formula elegante, che lo rende stupito per non essere riuscito a trovarla prima, tanto è semplice, tanto ci ha girato intorno. La "conclusione / inaspettata". Come esprime il finale, ispirato e poetico: "bastava un battito di luce, / per vederlo".

Sono la conferma della validità di un atteggiamento molto diffuso nelle filosofie zen e nelle moderne tecniche di mindfulness, ma non incompatibile con gli insegnamenti cristiani: l'accettazione. Un atteggiamento che specialmente a un giovane può sembrare tipico di chi non ha più voglia di vivere. Eppure non si tratta di un sentimento passivo, come la rassegnazione, che è un abbandonarsi al destino. Si tratta di abbandonarsi a Dio. Di fare violenza ai nostri sensi di incompletezza, di atri mancanti. Di corpi malati e spiriti sofferenti.

Un augurio a tutti, me compreso, di riuscire a trovarla, quella chiave con cui leggere il nostro destino. Una chiave "a forma di cuore" che abbiamo proprio lì davanti, sotto lo zerbino, senza bisogno di cercarla fra le nuvole.
Una chiave che, una volta trovata, perdiamo continuamente. Come una donna che continuamente perde il telefonino :)
Un abbraccio.

Recensore Master
22/11/21, ore 06:00
Cap. 1:

Buongiorno ,
Siamo sempre alla ricerca di ciò che non abbiamo... ma l amore è in tante forme... forse molte delle quali addirittura migliori di quelle che comprendono la carnalità. Dobbiamo lasciare che sia il nostro cuore a parlare. La famiglia prima di tutto, nonostante tutto.

Recensore Master
22/11/21, ore 00:11
Cap. 1:

Cara Fabiola, anche questa volta, in questo nuovo scritto, che ho particolarmente apprezzato per la serenità che lascia trasparire, ho trovato un’aura quasi mistica, che noto sempre più spesso esploda dai tuoi versi. Quello che ti accompagna è una forte spiritualità, la quale denota un percorso iniziato con fasi di dolore che ti sta conducendo, lentamente, verso un terreno di stabilità emotiva.
Il pensare negativamente che il bello del sentimento ti fosse precluso ti ha condotto a guardare meglio dentro te stessa e, ragionandoci più in profondità, trovare poi dei doni in ciò che ti circonda, facendoti sentire non sola ma essenziale anche per il benessere che la tua presenza dona agli altri, con cui poter condividere quel cuore pronto a dare e ricevere amore. Basta l’umiltà di accettare l’aiuto che ci viene offerto e forse anche comprendere che da soli non possiamo farcela. Allora basterà veramente alzare lo sguardo in alto e vedere quella Luce che ci illumina dentro.
Quando mi dedico alla lettura di uno dei tuoi scritti, ultimamente, oltre a fare un ragionamento, cerco di indossare le parole su di me per farle mie e comprendere quali e quante verità contengano, lasciandomi, in ultima analisi, con la mente più serena.
Grazie quindi per queste letture che divengono condivisioni allargate a noi lettori.
Un affettuoso abbraccio e un saluto.