Recensioni per
Malato di nostalgia
di __eryn__

Questa storia ha ottenuto 1 recensioni.
Positive : 1
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Junior
09/06/22, ore 13:31

Ciao Eryn, è la prima volta che leggo qualcosa di tuo, per cui mi presento: sono Child of the Moon!
Ho trovato la tua storia per puro caso, bazzicando nelle varie sezioni del sito e sono davvero felice di averla letta.
Parto con il dirti che con questa breve storia hai descritto totalmente me: anche io ho sempre amato disegnare e anche io mi sono sempre sentita dire dagli altri che i miei disegni seppur belli erano in realtà piuttosto inutili e che forse sarebbe stato meglio smettere o tenere giusto come hobby la passione per i fumetti.
Non puoi immaginare quanto il tuo testo risuoni con me, perché anche per me è un continuo sentirsi inadeguati, bravi ma non abbastanza, incapaci di realizzare un obiettivo, incapaci di migliorare, incapaci di vivere come fanno gli altri.
Alla fine annego in quei sentimenti negativi e mi sento un totale fallimento, uno scarto, una delusione.
La tua storia mi ha dato una piccola pacca sulla spalla, ma mi ha raccontato la verità nuda e cruda.
Quando vivo non riesco a vivere, quando tengo in mano una matita o il pennino della mia tavoletta riesco a vivere, ma ho paura che sia un'illusione, anche se per qualche ora posso dimenticare il resto e lasciarmi travolgere dalle mie storie, dai miei personaggi, dai miei colori; respirando aria pulita e lasciando che la mia mente viaggi in liberta, anche se poi i viaggi terminano e mi ritrovo sempre lì, nella mia prigione.
Credo che in questo testo sia celata anche una parte di te, se così fosse, ti abbraccio e ti ringrazio per avermi fatta sentire un po' meno sola.
Le frasi sono brevi, taglienti e dritte al punto. Una narrazione serrata che non lascia respiro, capace di trasmettere un marasma di emozioni che arrivato dritte al cuore e fanno male, perché sono quelle verità scomode che non vorremmo sentire.
Il testo è scorrevole e tiene davvero incollati allo schermo fino alla fine, ma è un viaggio tortuoso, doloroso che fa mancare il respiro e che esprime tutto il sentimento di oppressione che emerge da chi è forse troppo sensibile, troppo umano, per considerare l'arte poco più di un "bel disegno".
Spero che non eliminerai questa storia, vorrei tornare a rileggerla di tanto in tanto, come una specie di monito.
E' importante avere consapevolezza e in più la tua storia è davvero ben scritta, con un lessico molto variegato e una struttura solida.
La inserirò sicuramente nelle mie ricordate, perché vorrei che anche tu ricordassi di quanto le nostre storie, la nostra arte, possano significare qualcosa per gli altri.
A presto,
Child of the Moon