Anime & Manga > Naruto
Ricorda la storia  |      
Autore: Odinforce    08/05/2016    2 recensioni
Capita a tutti avere un pò di paura alla vigilia del proprio matrimonio. Lo stesso si può dire per Hinata e Naruto, costretti a stare lontani l'una dall'altro per rispetto delle tradizioni, ma che non mancheranno di farsi coraggio a vicenda per affrontare il grande giorno ormai alle porte.
Genere: Commedia, Romantico, Sentimentale | Stato: completa
Tipo di coppia: Het | Personaggi: Hinata Hyuuga, Naruto Uzumaki | Coppie: Hinata/Naruto
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno | Contesto: Dopo la serie
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Niente paura
 
Konoha, ore 01.38.
Naruto è seduto sul pavimento di casa sua, da solo, come se stesse meditando. All’improvviso squilla il telefono. Il ragazzo si alza, attirato dal rumore, e va a rispondere.
 
Pronto?
C-ciao, Naruto. Sono... sono io.
Oh, Hinata! Ciao... non mi aspettavo una tua chiamata. Va tutto bene?
Io... sì, tutto bene. E tu? Scusa se ti chiamo a quest’ora... immagino che stavi dormendo.
Nah, ero ancora sveglio. Non riuscivo a prendere sonno, così ho iniziato una sfida a morra cinese con Kurama.
Davvero? Eheh... è davvero fissato!
Già, non c’è niente da fare. Ma tu... sei sicura che va tutto bene, cara? Lo capisco dalla tua voce. Qualcosa non va, vero?
Ecco... in effetti...
Nervosa, eh? Mah, in fondo posso capirlo. Domani ci aspetta proprio un bell’impegno.
Già...
Naruto sembra capire qualcosa.
Hai paura, Hinata?
Io... sì, forse. Un pochino. Ed è proprio questo che mi preoccupa.
Uh? Sei preoccupata perché hai paura? Temo di non capire.
È una strana paura, in verità. Una paura che non dovrei avere, perché... dopo tutto quello che abbiamo passato, Naruto... mi sembra stupido averne ancora, proprio adesso.
Che vuoi dire?
Be’, lo sai. Io e te ne abbiamo viste di cose... e abbiamo affrontato minacce e scontri di portata mondiale. Credevo che non avrei potuto temere più nulla, dopo essere sopravvissuta a tutto questo, eppure... ora provo molta paura, Naruto.
Oh, Hinata... perché hai paura?
Perché... uhm, è difficile da spiegare. È come se stessi per affrontare qualcosa d’ignoto: come un esame a cui non mi sono preparata, o uno scontro con un nemico sconosciuto. Ecco... temo che domani potrebbe accadere di tutto, e ora questo pensiero mi tormenta.
Uh-uh... capisco.
Sarei voluta venire da te per parlartene... ma so che porta male vedere lo sposo prima della cerimonia. Ecco perché ti ho chiamato, Naruto. Io... non so cosa fare... t-ti giuro che non voglio ripensarci o roba del genere, solo... ho paura, tutto qui.
Uhm. Be’, mi sembra normale, Hinata. Non posso dirlo con sicurezza, ma penso che a tutti capiti di provare paura prima del matrimonio. Guarda me: anche se sono dotato di grandi poteri, so che non mi serviranno a nulla per affrontare ciò che mi aspetta domani. Questo dimostra che so essere uno normale, sotto certi aspetti... e perciò ho paura anch’io.
Davvero?
Ma certo. Ho la tua stessa paura: anch’io mi aspetto di tutto domani... perché nella mia vita non ho fatto altro che combattere e altre cose da ninja. Domani diventerò qualcosa di nuovo, per te... camminerò su una strada mai esplorata prima d’ora. È la paura dell’ignoto... e ce l’hanno tutti, dopotutto.
Oh... Naruto...
Ricordi quando tutti mi emarginavano? Quando mi respingevano e si tenevano lontano da me? Succedeva perché sapevano cosa c’era dentro di me: la Volpe a Nove Code. Un mostro, agli occhi della gente. Ma Kurama non è poi tanto male, dopo averlo conosciuto un pochino... e ora lo sai anche tu.
Hehe... già. Però non capisco cosa intendi dire.
Voglio dire che la gente mi ha temuto a lungo, ma solo a causa del pregiudizio. Il non sapere con cosa si ha a che fare. Troppe volte la gente teme e giudica quello che non conosce... e nel caso dei Cercoteri, arriva a chiamarli mostri. Ecco cosa voglio dire, Hinata: è normale avere paura dell’ignoto, ma se ti prendi un po’ di tempo di conoscere l’ignoto, allora scopri che non è poi tanto male... e la paura svanisce.
Sì, capisco. Ma... temo che non si può applicare al nostro caso, Naruto. Noi ci sposeremo domani... non potremo sapere cosa ci aspetta finché non ci saremo dentro.
Eh, lo so. Come ti ho già detto, ho paura anch’io. Ma ti assicuro che ora riesco a controllare questa paura, con un altro sentimento.  
Quale?
La volontà. Io non sarei così sicuro di compiere questo passo, domani, se non volessi farlo con tutto me stesso.
Naruto...
Io voglio sposarti, Hinata. Lo voglio davvero. Lo voglio fin da quando ho deciso di metterti quell’anello al dito, mesi fa. Voglio sposarti e passare il resto della mia vita insieme a te... e affrontare tutto ciò che questa scelta comporterà nel futuro.
Hinata non risponde, ma ascolta ogni parola commossa.
Mi ripeto tutto questo da giorni, ormai, per controllare la paura. Perché la mia volontà è forte, e ormai mi conosci bene... sono uno a cui non piace rimangiarsi la parola data, heh!
Hehe... sì, hai ragione.
Allora dimmi, Hinata. Dimmi che cosa vuoi davvero.
Io... voglio sposarti, Naruto. Lo voglio, più di qualsiasi altra cosa al mondo. Come ho già promesso a me stessa anni fa, voglio camminare al tuo fianco... per tutta la vita.
Wow... cavolo, così mi fai diventare più rosso di Kurama!
Hehe...
Va meglio, adesso?
Sì... decisamente sì. Grazie, Naruto.
Bene. Sai, sono contento che mi hai chiamato. Cominciavo a sentirmi terribilmente solo, qui.
Oh? Perché?
Be’, perché negli ultimi mesi abbiamo abitato insieme, qui nel mio appartamento. Mi ero abituato alla tua compagnia... a dividere uno spazio che per anni ho abitato da solo. Stanotte le tradizioni ci impongono di non vederci fino alla cerimonia... ed è la prima volta che mi vedo costretto a non dormire in tua compagnia. Sarà strano, per non dire sciocco... ma sento già la tua mancanza!
Oh, Naruto... siamo in due, allora. Non temere, è solo per questa notte... poi non ti lascerò mai più.
Naruto annuisce. Nel frattempo guarda fuori dalla finestra, e sorride.
Dove sei, ora?
In camera mia, sul letto. Non riesco a distogliere lo sguardo dal mio abito da sposa. Non vedo l’ora d’indossarlo!
Haha... be’, forse ho qualcosa che potrà distrarti. Hai dato un’occhiata fuori?
Uhm? No, non ancora.
Guarda il cielo, allora.
Hinata obbedisce e apre la finestra. La sua attenzione è subito attirata dall’immagine della luna, grande e piena nel cielo limpido.
È bellissima.
Già! Ti ricorda niente, cara?
Sì... mi ricorda tutto. La nostra avventura. La tua dichiarazione. Il nostro... il nostro primo bacio.
Bene. Heh... sai, non sono mai stato un granché con le parole. Sono più bravo con i fatti...
Va benissimo così, per me. Parole, fatti... e tutto il resto che ti rende ai miei occhi così speciale.
Aaah smettila! Mi fai sentire ancora di più la tua mancanza... così finisce che vengo lì e ti sposo subito, al diavolo le tradizioni.
Ahahahaha!!! Ne saresti capace, lo so!
Ridono entrambi per un po’, finché non riprendono fiato.
Non vedo l’ora che sia domani.
Anch’io.
Be’, allora sarà meglio riposare prima del grande momento. Se stiamo svegli un altro po’ ci vengono le occhiaie peggio di Gaara!
Sono d’accordo. Non faremmo una gran bella figura alla cerimonia, hehe.
Si va a dormire, allora. Buonanotte, Hinata.
Buonanotte, Naruto.
Ti amo tantissimo.
Anch’io ti amo. E grazie ancora... per... be’, per aver sopportato questa mia piccola crisi.
Non ti preoccupare. Sogni d’oro!
Hehe... a domani.
Naruto posa il telefono, tornando a guardare fuori con un gran sorriso. Sa che domani andrà tutto bene. Si tratta solo di avere pazienza, perché il peggio è già passato.
 
   
 
Leggi le 2 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Anime & Manga > Naruto / Vai alla pagina dell'autore: Odinforce