Film > Jumanji
Ricorda la storia  |      
Autore: XShade_Shinra    17/03/2018    0 recensioni
[ Jumanji 2 ]
Non ricordava di aver passato giornate peggiori di quella in tutta la sua vita.
Forse solo quando ruppe il vecchio telefono, ma morto un papa se ne fa un altro…

[ Bethany!centric ]
[ FanFiction partecipante al "COW-T 8" indetto dal sito Lande di Fandom ]
Genere: Introspettivo | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna | Personaggi: Altri
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
- Questa storia fa parte della serie 'The End of the Game'
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
The End of the Game - Reality
Non ricordava di aver passato giornate peggiori di quella in tutta la sua vita.
Forse solo quando ruppe il vecchio telefono, ma morto un papa se ne fa un altro…
[Bethany!centric]
FanFiction partecipante al "COW-T 8" indetto dal sito Lande di Fandom
 
- Titolo: The End of the Game - Reality
- Autore: XShade-Shinra
- Fandom: Jumanji 2
- Personaggi: Bethany Walker
- Pairing: no pair
- Genere: Introspettivo
- Rating: Verde
- Avvisi: MM
- Capitoli: Flashfic
- Prompt: COW-T 8, W7: Giungla
- Wordcount: 501 parole, quell'ultima parola è vitale! (FdP)
- Disclaimer: Tutti i personaggi di questa storia sono maggiorenni e comunque non esistono/non sono esistiti realmente, come d'altronde i fatti in essa narrati. Inoltre questi personaggi non mi appartengono (purtroppo...), ma sono proprietà dei relativi autori; questa storia è stata scritta senza alcuno scopo di lucro ma solo per puro divertimento.
 

 
The End of the Game - Reality
 
 

Bethany non era tagliata per la giungla.

Già il fatto che non avesse il suo prezioso smartphone lì con sé era qualcosa di inammissibile – sapeva benissimo che non avrebbe avuto campo, ma i suoi follower su Instagram sarebbero impazziti per un suo reportage nella natura incontaminata della giungla nera africana! –, non parliamo poi del fatto che il suo corpo fosse quello di un “formoso” scienziato.

Come ciliegina sulla torta, si ritrovava lì con altre persone delle quali non sapeva nulla e non gliene fregava niente. Non erano belli, né fashion, quindi inutili e noiosi.

Non ricordava di aver passato giornate peggiori di quella in tutta la sua vita.

Forse solo quando ruppe il vecchio telefono, ma morto un papa se ne fa un altro…

Eppure, nonostante la situazione nella quale si era andata a cacciare, pian piano riuscì a vedere oltre tutti quegli aspetti negativi. Iniziò a vedere “gli altri”.

Oltre alla sua migliore amica, non aveva mai avuto molte altre persone con le quali parlare nella vita reale: erano tutte sconosciute entità virtuali dietro a dei nickname. Conosceva parecchi utenti, ma non sapeva nulla di loro, a parte delle fotografie manipolate e filtrate prima di essere postate e di una vita della quale mostravano solo i lati più belli e invidiabili.

Lì, invece, stava imparando a conoscere veramente le persone, oltre all’aspetto fisico che potevano mostrare. Un po’ come la giungla silenziosa e verde, che nascondeva i più letali pericoli dentro di sé.

Era un mondo completamente ribaltato rispetto a ciò che conosceva. Bethany Walker era uscita dal mondo virtuale dei social, entrando in un videogioco dove tutto era fin troppo reale.

Soprattutto i sentimenti.

Si accorse di voler bene ai suoi nuovi amici e che perdere una vita pur di permettere a un altro di sopravvivere l’aveva fatta sentire bene. Fare qualcosa per gli altri, qualcosa di tangibile, era bello e la gratificava molto più degli insensati cuori su Instagram.

Per questo fu la prima ad accorgersi che Alex, Jefferson "Seaplane" McDonough, non era lì con loro, quando uscirono dalla giungla. Fu colta dall’ansia, e trascinò gli altri verso casa Vreeke, volendo vedere con i suoi stessi occhi dove fosse il loro amico, e quella era la prima meta che le venne in mente.

L’aver completato il gioco non aveva senso per lei se Alex non era riuscito a fare ritorno.

Invece, il loro amico era lì. Diverso, più grande. Con una moglie e due figlie, di cui una di nome Bethany, in segno della sua infinita gratitudine verso quella ragazza, pronta a tutto per un amico. Se Alex e lei avessero avuto meno anni di differenza, forse le cose sarebbero andare diversamente, ma il cuore dell’ex-professor Shelly era ricolmo di gioia anche solo nel saperlo vivo. Avrebbe voluto bene per sempre a tutti loro.

Tutto avrebbe continuato ad andare per il verso giusto, anche senza i like – le conferme – degli altri. Bastava solo che lei stessa fosse felice della sua vita, quella vera.

Jumanji!



Fine
XShade-Shinra
  
Leggi le 0 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Film > Jumanji / Vai alla pagina dell'autore: XShade_Shinra