Storie originali > Drammatico
Ricorda la storia  |      
Autore: yukikosaku    19/04/2021    0 recensioni
Nel frattempo, amava la matematica e si tagliava i polsi.
Genere: Slice of life | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: Tematiche delicate
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

C'era una volta una piccola bambina. Aveva circa 8 anni i cappelli castani e un sorriso a 34 dentiViveva in una bella famiglia, madre padre e tanti fratelli più piccoli. La bambina era sempre sorridente.  

Poi un giorno si chiese da dove venissimo, chi avesse ragione, la scienza e la storia oppure la chiesa alla quale andava ogni domenica. Per un po’ lasciò stare. 

 

La bambina poi è cresciuta, ora di anni ne ha 10. Ha pensato molto a quella domanda ha iniziato a pensare che forse aveva ragione la storia. “Se ha ragione la storia noi non abbiamo senso” si diceva la bambina “non abbiamo uno scopo o un obbiettivo, noi a cosa serviamo quindi?” ed è così che il sorriso della bambina iniziò a spegnersi.  

Un giorno, uno dei più brutti, la bambina sotto la scrivania cercò di strozzarsi, senza un apparente motivo. 

 

La piccola non era più una bambina, aveva 13 anni e aspettava con ansia l’adolescenza pensando che sarebbe stato il periodo più bello della sua vita. 

Nel frattempo, amava la matematica e si tagliava i polsi. 

 

14 anni, primo anno di liceo, forse non la classe più adatta, forse non i professori migliori. 

La ragazza piangeva a scuola e a casa, dato che i genitori le andavano contro. Gli amici l’avevano abbandonata, ne rimanevano pochi che non considerava veri. Voleva scappare da quella vita, in un modo o nell’altro. 

 

15 anni, secondo anno di liceo, forse le acque si sono calmate, cambio di scuola e compagni simpatici. fumo, alcol e droga. Marijuana, LSD, assenzio. Forse non stava meglio. Probabilmente si stava meglio quando si stava peggio 

Chiamata d’emergenza perché non voleva morir senza aver raccontato a qualcuno la sua storia. 

Poi.... pandemia. 

Felicità, nessuna interazione, focalizzazione su sé stessi, forse troppa. Iniziano gli allenamenti per avere quel fisico ma con scarsi risultati. Inizia a non mangiare, i risultati arrivano. Smette di mangiare. 

 

16 anni, dopo aver passato 4 mesi con scarse quantità di cibo, capisce di aver sbagliato e riprende a mangiare. Ingrassa. Si odia. Ma non può smettere di mangiare. Allora vomita. No. C'è qualcosa di sbagliato anche in questo. I voti salgono.  

Secondo periodo. I voti scendono. Va da una nutrizionista. Al posto di dimagrire ingrassa. Aumenta l’ansia. Ansia di farsi vedere e di non essere all’altezza. Il vomito si alterna con il non mangiare e con i tagli sui polsi. Safe place. 

Non voglio più vivere” pensa  

   
 
Leggi le 0 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Drammatico / Vai alla pagina dell'autore: yukikosaku