Storie originali > Introspettivo
Ricorda la storia  |      
Autore: Intissar    04/05/2021    0 recensioni
[26/6/2004]
Cosa mi ero fumata per scrivere così male. Mi è sfuggita pure qualche "k" in linguaggio sms, per fortuna non nel tessuto della storia.
Comunque, l'io narrante di questa storia (che non ha un nome, né un contesto) ricorda il suo amore e decide di suicidarsi. Racconto nato col fatto di cronaca che cito alla fine (caso dei fidanzati di Giarre) e spero che i due poveri fidanzati protagonisti di quella tragedia mi perdonino.
Genere: Introspettivo, Malinconico, Romantico | Stato: completa
Tipo di coppia: Shonen-ai
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Verso l'eternità



Che splendida notte....Il cielo è velato da stelle lucenti,simili a lacrime di cristallo.....Piccole lacrime che conferiscono una tristezza profonda a questo splendido paesaggio di mare che ora sto osservando.....
Una tristezza immensa,simile a quella che pervade la mia anima....Perchè io....Io ho perso la persona che più amavo a questo mondo....Ho perso l'uomo della mia vita....Ho perso te....Carlos....Di te oramai non mi resta più nulla....Solo il ricordo dei momenti meravigliosi che mi hai donato.....Il nostro primo bacio....La nostra prima volta insieme,quando abbiamo raggiunto la perfezione che solamente l'amore può dare.....Momenti meravigliosi....Puri come le stelle di questo immenso cielo stellato.....Momenti rubati al tempo e a queste persone ipocrite che non accettano che due persone dello stesso sesso possano amarsi....Poi...Quel maledetto giorno d'estate.....Un tragico destino ti portò via da me....Dai miei baci....Dal mio amore....Quel maledetto automobilista ubriaco stava scorazzando per Bari ad una velocità folle,rischiando di provocare un incidente...Ed è proprio questo che successe...Un incidente.....Ti investì in pieno.....E non si fermò a soccorrerti....Quel maledetto pirata della strada.....Ti lasciò sulla strada agonizzante e fuggì via.....Cercarono tutti di soccorrerti,ma non ci fu nulla da fare....Sei morto poco tempo dopo essere arrivato all'ospedale.....Nessuno ebbe il coraggio di dirmi nulla.....I tuoi genitori,meschini provinciali vestiti di perbenismo,hanno accuratamente evitato di darmi la notizia della tua morte.....E lo stesso fecero coloro che chiamavo amici e che,apparentemente,accettavano la mia storia con te.....
"Vogliono evitare uno scandalo..."mi disse un mio caro amico informandomi della tua morte....L'unico che abbia avuto il coraggio di sfidare questa cappa di ipocrisia presente in questa società......Che persone odiose e ipocrite....Pensano solo a non macchiare la loro immagine....Liberi pensatori in città e bigotti in casa.....E così,per colpa loro,non ho potuto darti nemmeno l'ultimo addio....Amore mio....Ma non importa....Oramai la mia vita è finita senza di te.....Ti prego,Carlos,aspettami.....Pochi istanti ancora e finalmente saremo insieme....E insieme andremo....Verso l'eternità..…

POSTFAZIONE:Questo breve(e schifoso)racconto è nato in seguito al turbamento che ho provato leggendo sul mio libro di ginnasio qualcosa di sconcertante....Due uomini,in Sicilia,erano legati da una storia d'amore....Stanchi di essere derisi,avevano deciso di morire insieme.....
   
 
Leggi le 0 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Introspettivo / Vai alla pagina dell'autore: Intissar