Anime & Manga > Dragon Ball
Segui la storia  |       
Autore: Redclipse    23/06/2022    0 recensioni
In questo mondo nulla é come molti ricordano, questa è una Terra che ospita figure ben diverse dalle più conosciute. Nessun nobile Sayan leggendario è a protezione di questo mondo, né i suoi piú fidati compagni. Ciò che rimane di a noi familiare sono soltanto i pianeti e le sfere del drago. Molte altre leggi dell'universo prima ignote o inspiegate emergeranno, così come nuovi eroi, ambizioni, e di conseguenza... minacce.
{Questa storia si ispira parzialmente a vicende realmente svolte anni addietro su un GDR by chat. É in parte riadattamento, in parte citazione e tributo, con l'obiettivo tuttavia di deviare volutamente dalla storia da cui questa trama é ispirata, focalizzandosi solo su alcuni dei suoi personaggi.}
Genere: Avventura, Fantasy | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het | Personaggi: Nuovo personaggio
Note: What if? | Avvertimenti: Violenza
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

Il sole alto sulla città dell’Ovest irradiava ora una piazza affollata ed in piena frenesia lavorativa da ore, classico scenario di una metropoli che non conosce sosta, nonostante le svariate aree ostili di questo strano mondo dalla geologia ibrida miscelante uno scenario di avanzata tecnologia con l’orizzonte che si affaccia su misteriosi deserti e foreste di aspetto antico e quasi preistorico.

Nelle aree urbane di questa avanzata cittadina, soltanto pochi punti offrivano uno spazio di distaccamento dalle folle, tra cui una vistosa ed ampia fontana circolare al centro della piazza, sul cui bordo sedeva un giovane ragazzo dai capelli corti bruni ed occhi bluastri, vestito di semplici indumenti anonimi, quali un paio di Jeans scuri classici con la vita ad altezza dei fianchi, scarpe basse ed una T-shirt bianca. Sotto i suoi capelli, all’altezza della fronte, il suo capo era avvolto da una sottile fasciatura di garze, mentre accanto a lui, alla base della fontana, vi era un sacco nero con al suo interno degli indumenti decisamente ben più logori, sui quali non poté fare a meno di posare gli occhi in modo riflessivo per diversi secondi di silenzio.

Il ragazzo sospirò per poi stiracchiarsi vigorosamente ritraendo la schiena all’indietro, dimenticando una cosa abbastanza importante: era seduto sul bordo di una fontana.

*SPLASH! *

Un pesante tonfo in acqua seguì il suo gesto imbranato, facendolo riemergere zuppo dalla fontana e quasi annaspante per il modo goffo in cui era scivolato a capriola, tutto ad un tratto però si sentì sollevare, letteralmente, un braccio robusto lo aveva afferrato delicatamente per la collottola, tirandolo fuori dall’acqua della fonte e forse anche da una situazione di imbarazzo.

«Hai la testa in un altro universo, eh?» ironizzò con voce allegra un omone alto almeno due metri dalle spalle larghe che un attimo prima lo aveva sollevato facilmente con il proprio sinistro, quella figura aveva un look decisamente fuori luogo per quell’ambiente cittadino, ad eccezione della lunga giacca scura che gli copriva le spalle era facile notare come al di sotto indossasse una tuta arancione di arti marziali avvolta alla vita da una cintura nera. Il giovane tossì coprendo di garbo la bocca con l'avambraccio sinistro e chinando il capo con imbarazzo «Beh si, ecco... sono stato dimesso dall’ospedale questa mattina e non sono ancora pienamente lucido» sì grattò la nuca impacciato, aggiungendo «Comunque sia, la ringrazio dell’aiuto» l’uomo davanti a lui sorrise «Nulla di grave spero. Comunque non preoccuparti, e dammi pure del Tu, non credo tra noi ci sia troppa differenza di età» rimuginò «A proposito, io sono Joseph» aggiunse, tendendo la destra al ragazzo davanti a lui, ancora particolarmente timido e insicuro, che tuttavia dopo un breve attimo ricambiò il gesto «Io sono... Arthur» affermò infine.

Lo sguardo di Joseph tornò leggermente più serio e quasi impaurito dopo aver posato gli occhi su un orologio stradale «Cavoli, è già tardi, il maestro mi userà come martello da Gong!» mormorò sudante preparandosi ad una fuga, per poi sobbalzare «Ah, quasi dimenticavo!» Tirò fuori dalla tasca della giacca un volantino, porgendolo ad Arthur «Tra una settimana terranno una fiera di reperti antichi nei pressi del Villaggio Pinguino, sono passato qui in città proprio per pubblicizzare l’evento, nel caso spero sia di tuo interesse» portò poi la mano aperta vicino la tempia in un gesto rapido di saluto «Ora devo scappare, ci vediamo!» si voltò rapido, e nel giro di un attimo sfrecciò via come un velivolo sollevando un polverone, lasciando perplessi tutti i passanti lì nei dintorni, incluso Arthur, che dopo aver visto scomparire all’orizzonte quello strano individuo andò poi ad osservare meglio il volantino, incuriosito.


Dalla strada dell’ingresso alla città che si affacciava in direzione delle aree più rurali e campagnole, una figura femminile giunse al cospetto della rinomata metropoli, lasciando con gioia che il sole di quella nuova terra illuminasse il suo lungo vestito verde smeraldo, mentre un vento fresco smuoveva i suoi lunghi capelli bruni avvolti a coda da un fiocco bianco «Finalmente, West City!»


Il nuovo giorno stava scorrendo rapido anche sull’isola Yumigame, diverse nuvole andarono a coprire i raggi che fino a poco prima addolcivano il paesaggio, quasi accompagnando l’umore dell’anziano maestro seduto in posa da meditazione sulle sabbie in riva al mare. L’esile figura rimase in silenzio e ad occhi chiusi per interminabili secondi, mantenendo i palmi delle mani rivolti verso il cielo a convogliare energia, lasciando che un lieve bagliore si sprigionasse dalle sue dita.

L’anziano congiunse le mani, raccogliendo quella luce in un unico globo al centro tra i palmi ora ricurvi, stabilizzando un affascinante flusso luminoso che fluttuava sospeso nel suo pieno controllo «Il tempo stringe, ragazzo» sussurrò, facendo vorticare quell’energia ad un ritmo sempre più intenso «Spero soltanto... che tu sia pronto per questa nuova lezione» lasciò andare la presa su quello strano potere, facendo sì che quel bagliore si ritirasse come la fiamma di una candela.

   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Anime & Manga > Dragon Ball / Vai alla pagina dell'autore: Redclipse