Hondaline
Membro dal: 08/06/15
Nuovo recensore (7 recensioni)
 

"Ora, Culpepper non è ancora stanco di quella stanchezza che ti fa dormire per tante ore di fila, ma quasi. Chissà se è stanco anche il vecchio.
‘E che?’
Culpepper è costretto a ripensare a quel pazzo di un ebreo col quale gli tocca dividere l’aria ghiaccia di quella stanza. Domani, almeno, prenderà il treno per Daeraevur e da lì raggiungerà Eymouth in battello. Lo aspetta un tale, al bazar delle Logge blu. Culpepper è sicuro di riuscire a tirare su una bella somma.
Le iridi blu dell’ebreo che gli sta di fronte gli frugano dentro rapaci. Culpepper vorrebbe ignorarle; HA DECISO di ignorarle, ma anche col kaiken a portata di mano si sente improvvisamente disarmato. Lui, Mina-vagante, pensa perfino che quel lungo sentirsi osservato lo abbia stancato più della domenica: c’è da presumere che lo sguardo del vecchio ebreo pesi più di un fottuto macigno".
Due uomini. La sala d'aspetto di una stazione: "mentre tutto intorno a loro gela, la notte tranquilla promette un tempo infinito".
Autore: Hondaline | Pubblicata: 04/06/21 | Aggiornata: 19/06/21 | Rating: Arancione
Genere: Avventura, Introspettivo, Malinconico | Capitoli: 3 | In corso
Tipo di coppia: Nessuna | Note: Nessuna | Avvertimenti: Nessuno
Categoria: Storie originali > Generale |  Leggi le 3 recensioni