Recensioni per
Zenzero e pepe nero
di yonoi

Questa storia ha ottenuto 11 recensioni.
Positive : 11
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Veterano
21/04/21, ore 19:26

Yonoi, che bello ritrovarti.
Che bello tornare a leggere le tue parole che una dietro l'altra creano immagini e sensazioni, così simile al tuo misterioso ballerino pare danzare senza sforzo e senza gravità.
È bello sapere che sei tornato a scrivere, che forse la scrittura - questa splendida passione che ci accomuna - ancora una volta ci salverà, placida ma amorevole come un'amica.

Le tue storie hanno sempre quel retrogusto nostalgico, qualcosa di impercettibile che si insinua nell'animo e ci fa rivivere emozioni passate. L'estate che finisce, ad esempio, il lungomare che si svuota. E vivendo io in una zona di mare, so perfettamente cosa significa.
Un ballerino misterioso, una figura leggiadra, eterea, una linea sottile nell'ombra, simile a quella che divide la realtà dall'ultraterreno.
Complimenti yonoi e bentornato.

Nina

P. S. In bocca al lupo per il contest ;)

Recensore Master
17/04/21, ore 12:29

Ciao Yonoi! 
La tua fanfiction è pura poesia, tantissimi complimenti!
Ho adorato l'atmosfera così suggestiva e al tempo stesso reale che sei riuscito a creare, l'uso bellissimo e originalissimo delle varie metafore e analogie realizzate prendendo sempre come spunto i gusti dei gelati.
La tua storia così triste e deliciata sembra davvero lasciarti in bocca un sapore agrodolce, qualcosa di morbido come il fiodilatte e al tempo stesso che pizzica la gola proprio come il pepe e lo zenzero.
In bocca al lupo per il contest e, di nuovo, tantissimi complimenti!
BellaLuna

Recensore Master
15/04/21, ore 19:01

Mio piccolo Cap... sono a bocca aperta, giuro. Non perchè tu potresti scrivere qualcosa di diverso da Bello, però... che poesia. E sempre con ambientazioni italiane che sai come sono lontane dalla mia sensibilità, eppure... intanto SSJD è molto fortunato ad essere il tuo Snnopy, che teneri siete *-* E l'amore, la grazia, e la passione che diventano onde e gusti, e vortici di gelato impazzito?
I sapori finali, zenzero e pepe nero, sono insieme una strategia abile per usare la Z, e qualcosa di profondamente appropriato. Squisiti e pungenti, non possono essere ignorati anche se mascherati - ma non sovrastati - dal candido fior di latte. I localini notturni sono nella nostra storia, quelli "riservati": vi porto io a prendere un cornetto alle 4 di notte! uguale. Povero ballerino, creatura effimera come la vita di un gelato: bello, buono, che si scioglie appena tolto dal suo contenitore protettivo. Che finaccia, però! D: un ex geloso? il colpevole di qualcosa di orribile è, come la cronaca insegna, qualcuno che conosciamo. Snoopy era così preso - sottilmente erotico il fiume di fiordilatte - e ora è solo lutto
Cap, tu mi emozioni sempre
ti auguro - anche se non ti serve ^^ - tanta fortuna nel contest
baci al cioccolato
Setsy

Recensore Master
14/04/21, ore 17:49

Eh vabbè ma Yonoi, scusa, ora che anche tu hai consegnato al contest della Palma, io sono ufficialmente spacciata: ci sono tantissimi assi in gara e sono certissima che per la giudice non sarà semplicissimo stilare una classifica! Credimi se ti dico che non la invidio in questo momento XD
Oooohhh, ma CHE TENEREZZA la tua amicizia con SSJD, siete veramente due tesori e mi piace un casino quando ritrovo l'uno nelle storie dell'altro: che sia tramite una dedica o una breve comparsata non sempre dichiarata ;)
Adoro tutto questo, veramente *-*
Ma a parte i miei scleri puramente nonsense, volevo dirti che ho veramente apprezzato tantissimo questo scritto.
Intanto hai rispettato molto bene la traccia della Palma, secondo me, ovvero quest'interessantissimo esercizio di stile con le lettere dell'alfabeto! Ammetto che anche per me è stato molto intrigante buttare giù la mia piccola flashfic e mi sono divertita molto ^^
Poi, il racconto che hai portato all'attenzione è stato molto intrigante: in bilico tra realtà e fantasia, la faccenda si è fatta subito interessante con questo parallelismo tra i gusti di gelato e gli eventi che caratterizzano le notti insonni di Snoopy.
E, in effetti, chi potrà mai sapere se quello che lui vedeva era vero o no?
L'importante, però, è che il gelataio sia riuscito a mantenere la memoria viva, dedicando - anche se in maniera velata e compresa solo da lui stesso - un gusto di gelato molto particolare e accattivante a un amico che per lui amico lo è stato davvero; in fondo si sono fatti compagnia durante le notti insonni, si è creato un legame che nessuno può capire, ma Snoopy lo porterà sempre con sé in quel gusto di gelato che svetta fiero sui coni e nelle vaschette.
Quel gusto di gelato doloroso e dolce allo stesso tempo.
Veramente bello, giuro, sono tanto contenta che tu abbia scritto un racconto tanto particolare ^^
In bocca al lupo per il contest, carissimo, e alla prossima ♥

Recensore Master
14/04/21, ore 13:02

Caro Yo,
Grazie per questa bellissima dedica.
Amico tra i amici é azzeccatissimo per questo racconto. Un gusto di gelato tra tanti da scegliere, ma tutti assolutamente squisiti e adatti a ogni occasione.
Mi hai fatto tornare giovane parlando di una gelateria sperduta in riviera, quella che conoscono in pochi, assieme alla piadineria che sulla spiaggia fa piadine fino all'alba o la panetteria che apre alle 5, per vendere le prime colazioni a base di bomboloni appena sfornati.
Locali per intenditori.
Come intenditori bisogna essere per apprezzare questi gusti di gelato più che originali. Direi... speciali perché racchiudono la passione dell'artigiano nel prepararli e il significato che, probabilmente, attribuisce ad ogni singolo gusto. E così, la signora vestita di giallo che tutte che mattine passa sul marciapiedi davanti alla gelateria, con al guanzaglio un cagnolino irritante dal collare rosso, diventa limone al peperoncino o il bambino di colore che gioca giù al campetto di calcio con gli amichetti bianchi come il latte, diventa una squisita stracciatella...
In questo modo, una semplice gelateria diventa una poesia, un insieme di versi, fatti di sapori e movimenti impercettibili, arroccati su croccanti coni.
Il ballerino a base fior di latte é la semplicità fatta gelato. Un gusto che sta bene con tutto e che piace a tutti.
Zenzero e pepe, una radice e una spezia, come dovrebbe essere la vita.
Grazie per questa bellissima dedica.
Ora mi vado a mangiare un gelato.
Caffé.
Ma forse oggi mi prenderò un fondente nero e puffo...
Alla prox!
Ssjd

Recensore Master
14/04/21, ore 09:50

Addirittura "un lutto esagerato". Beh, è comprensibile. In fondo tra Snoopy e il ballerino si era venuto a creare un vero e proprio rapporto di amicizia. Lui va al lavoro tutti i giorni, ha a che fare con gente di ogni risma che spesso e volentieri gli fa venire voglia di prenderli a calci nei denti, ed ecco che compare il misterioso ballerino, che con la sua lontana presenza e le sue agili movenze porta un pò di movimento nella vita del buon Snoopy.

E continua a farlo anche dopo la morte, a conferma del fatto che i fantasmi sono più appiccicosi di un ispettore del fisco.

Battutacce a parte, davvero una gran bella storia. Molto malinconica, ma bella. Non so perchè, ma mi ha fatto venire voglia di guardare un film di Tim Burton, magari accompagnandolo con un bel gelato.

Alla prossima!

Recensore Master
14/04/21, ore 09:23

Buongiorno carissimo! Il tuo stile è inconfondibile, anche nella sfida alfabetica, sfida che tra l'altro ti è riuscita benissimo perché se non avessi messo le iniziali in grasso manco mi sarei accorta del trucchetto.
Tornando alla trama, a parte il fatto che le allusioni sessuali e i riferimenti al gelato mi sono piaciuti un sacco (quei torrenti di fiordilatte mi hanno mandato fuori di testa), ho apprezzato anche il tuo parlare, come al solito, della morte e degli spiriti con garbo, delicatezza, come questo ballerino trovato morto nella pineta che danza la notte solo per Snoopy il gelataio. Questa pineta mi ha ricordato molto quella di un'altra tua storia, dove i morti si incontravano al mare d'inverno: è per caso la stessa?
Complimenti davvero, e se posso azzardare un pronostico, credo di aver trovato il vincitore del contest ;-)
A presto!

Recensore Master
14/04/21, ore 09:18

Ciao yonoi^^
Uno scritto malinconico e delicato, come sempre i tuoi racconti si trovano al confine tra illusione e realtà.
Molto bello il rapporto silenzioso che si è creato tra il ballerino e il gelataio, unico e fedele spettatore di queste esibizioni alla finestra. Il fatto che Snoopy non abbia mai voluto sapere niente di più su di lui è molto significativo, il loro legame è qualcosa di ancora più intimo e profondo, si conoscono nell'anima, e questo è ancora più importante.
Il finale tragico resta avvolto nel mistero, ma anche in questo caso al nostro protagonista non serve conoscere nulla di più, quel che resta è soltanto il dolore.
Snoopy a modo suo continua a rammentare il misterioso ballerino, perdendosi nei ricordi suscitati dal gusto del gelato che ha creato apposta per lui.
Complimenti, una storia davvero intensa e delicata.
Alla prossima! :)

Recensore Master
14/04/21, ore 09:13

Ciao carissimo,
hai sentito il titolo del nuovo soft porno? "Pensieri impuri e torrenti di fiordilatte"^^
Quando si parla delle allusioni più osé delle parole esplicite...
Ma tu non sei mai sconcio, ovviamente, e anche un certo tipo di allusioni lo fai con garbo e grazia.
Come sempre ci descrivi una Riviera segreta, nascosta, intima. Quello che forse non vediamo, nascosto dietro discoteche e ombrelloni, messo in sordina dal chiasso dei parchi giochi. Con te la pineta, normalmente ritrovo di bambini sovrappeso e nonne dai costumi imbarazzanti, diventa un luogo misterioso e remoto.
Assistiamo in questa tua beve storia agli struggimenti del gelataio Snoopy per un misterioso ballerino, struggimenti che sono fatti di attesa, di speranza, di immagini rubate tra un cono e l'altro agli anzidetti bambini sovrappeso, ma soprattutto sono fatti di vaniglia, di panna e... di torrenti di fiordilatte.
Finché a un tratto questo ballerino etereo e magnifico non anima più la finestra verso la quale Snoopy guardava ogni notte. Lo aspetta speranzoso, come ogni innamorato, ma si deve rassegnare: il ballerino non c'è più.
Lo ritrovano cadavere, chissà chi era, chissà cos'ha fatto per finire così. A Snoopy non importa: a lui importa solo che quella magnifica visione non anima più, notte dopo notte, le finestre della scuola di danza.
Crea un gelato in suo onore, forse il più grande omaggio che uno come Snoppy - uno da torrenti di fiordilatte - possa ideare.
Come sempre magnifica storia, elegantissima e struggente come da tuo marchio di fabbrica.
Complimenti e a presto!

Recensore Master
14/04/21, ore 00:19

maddai che caspita di storia eh?!
🤔🤨🙄😏😀😃😆😂
l'ho aperta e ho visto che parlava di gelati. mi son detta oh sì che bello ho voglia anche io di gelati, oraanima i gelati e li fa parlare (sembra che questo contest dai pochi testi che ho letto abbia ispirato anche protagonisti bizzarri, ecco, mi attendevo i gelati a bagolare....)
e poi invece l'attenzione viene catturata dal paesaggio (complimentoni per le frasi poetiche descrittive, lunghe, anche in un esercizio come questo che inogliava a farle corte) e pi dal protagonista gelataio.
e poi compare il tuo topoi per eccelenza: se non c'è un fantesma non c'è Yonoi, dove c'è un fantesma c'è Yonoi!
intrigante il finale con la creazione di un nuovo gelato tutto frizzante.... o piccante? meh, non so se ci darei un assaggio al gelato ballerino però sai? capisco l'esigenza dello Zenzero per la Z ma a me lo zanzibar non piace molto....
però la tua storia me la sono gustata proprio perchè è davvero bella!
alla prossima!
Nala

Recensore Junior
13/04/21, ore 21:44

Ciao!

Intanto in bocca al lupo per il contest, avrei tanto voluto parteciparci ma temo andasse oltre le mie capacità. 

Plaudo alla tua delicatezza, hai saputo raccontare il ritrovamento di un cadavere alternandolo ai gelati. In effetti quando ho letto del ritrovamento del corpo è stato come svegliarsi da un sogno, visto che la mia mente era tutta sul fiordilatte che è il mio gusto di gelato preferito.^^

Insomma, hai narrato un evento tragico con una dolcezza incredibile. Dolce proprio come un gelato al fiordilatte.

Di nuovo in bocca al lupo!