Storie originali > Soprannaturale
Segui la storia  |       
Autore: gin_94    04/07/2021    0 recensioni
E se gli spiriti esistessero veramente? Allora sicuramente avremmo un modo scientifico per spiegare la loro esistenza, anche se forse sarebbe essenziale il loro aiuto per aiutarci a capire che la nostra mente è troppo limitata per poter comprendere la loro dimensione...
Genere: Comico, Sovrannaturale | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

9. Quanto manca ancora?
 

Lunedì. Ultima settimana di lavoro. 

Enrico era così triste che gli sembrava di strisciare a ogni passo, l’amaro del suo stato d’animo stona con la calda giornata di sole che sta già alleviando le sofferenze di chi ha già smesso di lavorare. 

A lui mancava poco…

Il rammarico di ciò che aveva fatto due giorni fa gli toglieva le forze.

- Tu! Tu giovanotto rompipalle mi hai rubato il gatto! -.

Stamattina non va l’ascensore e per giunta la vecchia si è svegliata male.

- Non questa mattina, mi lasci stare - le disse a bassa voce sperando che capisse comunque.

A quanto pare non serve a niente, lo stava insultando. 

Ci riprovò con più energia.

- Signora, non è colpa mia, ma del governo ladro! - 

Cavolo! Si era reso conto che aveva pure dimenticato le chiavi della macchina in appartamento. 

Quanto manca ancora perché finisca questa giornata?

 

“Sono passate già due settimane ed Ercole non si è più fatto vivo.

La vita qui nel palazzo sta diventando sempre più difficile, ora non c’è solo la vecchia giù dal profondo degli inferi a mettersi a urlare e litigare con chiunque, ma tutti i condomini!

Persino la mia dirimpettaia è diventata più rumorosa. 

Certo è colpa anche dei suoi 5 figli senza padre (anche se sarebbe più giusto dire che il padre o i padri ci sono, ma non si sa chi siano) che urlano, piangono e martellano le mura di casa con i loro giocattoli. Ma ora è peggio! Spesso anche la televisione viene alzata a volumi proibitivi.

Non ho il coraggio di protestare. 

Sembrano tutti fuori di testa e non vorrei mai che si scatenasse in loro un desiderio omicida.

Era un bravo ragazzo, salutava sempre” avrebbero detto al telegiornale. 

Lasciamoli lì nel loro mondo confusionario, buoni buoni.

Carlo del primo piano l’altro giorno stava litigando con un bulldog, lo provocava ringhiando (intendo Carlo) e quando l’altro rispondeva abbaiando, si ritirava impaurito.

Un botta e risposta durato almeno 5 minuti prima che io andassi al lavoro. Da allora non ho più visto il bulldog, Carlo deve averlo proprio spaventato.

Non vedo l’ora di andarmene in ferie. 

Si sente che è già iniziato settembre, anche se è rimasto ancora un bel po’ di caldo.

Domani iniziano ufficialmente le mie ferie! 

Incredibile, ma vero, Stefania non ha cambiato idea. 

Andremo insieme a Parigi! 

La sua situazione con Alessio dev’essere proprio critica… comunque ci penserò io a farla divertire, non andremo a quella specie di manifestazione che voleva Ercole.

Ercole… spero stia bene.”

 

   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Soprannaturale / Vai alla pagina dell'autore: gin_94