Storie originali > Poesia
Ricorda la storia  |      
Autore: Baudelaire    23/11/2022    7 recensioni
La prima poesia scritta insieme a Riccardo cuor di leone.
Baudelaire triste e avvizzita, inadeguata ad un mondo che corre sempre più veloce, ma rassicurata dall'impavido ottimismo di Riccardo.
Genere: Poesia | Stato: completa
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Il mondo che corre
Frenetica vita
Serrata la torre
Son triste e avvizzita
 
Non devi fermarlo
Magari affiancarlo
Ma che non sia un tarlo
 
Il tarlo che opprime
Pensiero che uccide
Contrita e deforme
La mente mia stride
 
La mente è veloce
Capisce precoce
Che sto mondo è una croce
 
Ma una croce bella
Brillante, a volte, come una stella
 
Amico speciale
Il Bello tu vedi
Perfino nel Male
Mi prostro ai tuoi piedi
 
Dolci i sapori
Delicati gli odori
Anche se ci sono dolori
Si stemperano in fretta
In mille colori
 
Gioia mi doni
Il cuor rassicuri
La mano qui poni
Che l’amore perduri.
   
 
Leggi le 7 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: Baudelaire