Aster Shae
Membro dal: 03/07/13
Recensore Junior (97 recensioni)
Aster è tutto quello che ho sempre voluto essere, ed è come una seconda identità per me.

Amo scrivere (ma va') e un giorno troverete i miei  libri nelle bancarelle più poveracce della vostra città. Ho il thriller nel sangue, ma qui su efp faccio per di più esperimenti. Infatti sto provando a scrivere una romantica. Fa pena, ma per una che non li capisce non è affatto male. Apprezzate e shh.
Coi fantasy neanche ci provo; uscirebbe una cosa così triste e squallida da far piangere i procioni con la candida.
Ci metto parecchie ore a scrivere, ma mai più di un giorno per capitolo. Commetto innumerevoli errori e tendo a ripetermi, ma dopo una correzione veloce pubblico subito. Normalmente poi mi accorgo di aver scritto cose assurde in una lingua sconosciuta e allora piango in finlandese.
Raramente modifico. Perché? Ahaha sono troppo pigra, ovvio.

Prediligo le one shot, ma, dopo una lunghissima crisi, ho deciso di iniziare a scrivere una storia a capitoli per infondermi coraggio e costringermi a premere i tasti su questa dannatissima tastiera per quelle quattro mucche che sono così tanto carine da seguirmi. “Mucca” non è un offesa. Le mucche sono belle. Ho persino un pigiama muccoso.
La mia cagnolina è una mucca.

 


Non ho un autore preferito. In genere coi libri tendo ad essere molto avventurosa.
Adoro girare fra gli scaffali e scegliere i libri più curiosi e improbabili, possibilmente di autori che io e gran parte del mondo non conosciamo. Lo trovo emozionante e davvero eccitante. Non vengo mai delusa e non mi pento mai di aver speso quei soldi. Questo però accade raramente visto che la maggior parte delle volte mi faccio prestare tutto o mi butto sui pdf (buttati che è morbido).
Leggo di tutto, ma, come ho già detto, i fantasy e i romanzi rosa non fanno per me. Degli Harmony non parliamone proprio.
Ho una passione assurda per i survival games che è maturata molto guardando Mirai Nikki e i film di Hunger games. I libri di quest’ultimo mi hanno delusa moltissimo e trovo siano stato scritto col culo.
Onestamente ho trovato ben pochi libri che lo superano in peggio. Quello che ha guadagnato più punti è stato “The maze runner”. Bellissima trama e tutto, ma io non ho mai letto niente di peggio. Non citatemi Moccia o Volo perché tanto non ho mai toccato un loro libro in vita mia.
Ma alla fine si tratta solo di opinioni.
Non linciatemi.



Credo fermamente che si possa imparare qualcosa da tutto, anche dalle cose che non gradiamo o troviamo brutte. Non si tratta solo di “imparare dagli errori degli altri”, ma anche di scoprire nuovi punti di vista e nuove idee. Principalmente per questo non mi rifiuto di leggere mai un libro. Ho imparato molte cose anche dai libri citati sopra e se potessi tornare indietro, li rileggerei.
Non sono mai stata d’accordo con “bisogna leggere solo buoni libri” o “solo i buoni libri ti fanno maturare”. Penso che ogni storia abbia qualcosa da insegnarti e che sia necessario navigare ovunque per crescere, seppur con occhio critico.

Per quanto riguarda film, telefilm e cartoni, vige lo stesso metodo. Sono un tipo molto curioso, ma raramente mi appassiono per davvero a qualcosa.
La musica è essenziale per me. Tutto quello che scrivo nasce ascoltando una o più canzoni. A volte mi scappa la lacrimuccia. Nessuno può capire quanto ogni racconto sia intenso nella mia testa. Il mio scopo è proprio quello di diventare abbastanza brava affinché ciò sia possibile senza ricorrere a un patto con il demonio.
Ascolto di tutto, ma prediligo P!nk. Ho molte difficoltà ad ascoltare il metal e alcune canzoni rock, ma non nascondo che occasionalmente mi piace ascoltare anche brani così commerciali da far schifo. Sìsì, lo so, shame on me. La mia ragazza me lo dice in continuazione, sigh.



Normalmente (qui ancora no) scrivo cose macabre e mi capita spesso di usufruire di personalità deliranti e poco comuni. I miei personaggi sono eroi di se stessi, sono persone che di fronte a difficoltà hanno lottato per sopravvivere, spesso a caro prezzo. Non sono buoni, non sono altruisti. Vivono e basta. Penso che tutti dovrebbero essere eroi di se stessi.
Non tentate di applicare questa definizione ai personaggi di She will be loved perché farebbe davvero ridere.
Prima o poi scriverò qualcosa che sia più personale e più vicino alle mie preferenze anche qui. Prima o poi.






La mia miglior (unica) qualità è la capacità di essere obiettiva, sempre. Tendo poi ad essere estremamente sincera, cosa che contrasta non poco con l’insicurezza cronica. Non amo affatto gli scontri, quindi, prima di fare recensioni, sottolineo a chi le desidera che non voglio ricevere insulti per le mie idee. Sono educata e anche disponibile e pretendo che la gente abbia lo stesso atteggiamento con me.
Come già detto, sono disponibile per fare recensioni, quindi se ne volete chiedete pure.
Spesso mi dico che se la mia carriera da scrittrice non decollerà mai, inizierò a dedicarmi alla critica. Fa tanto invidiosa, oddio ahah. Sono in buona fede, giuro.
Non sono il tipo da scambi, anche perché per me è come fare coming out con la propria nonnina ultrareligiosa. Ho sempre molta paura di essere letta e criticata. Oddio, accetto ogni annotazione e consiglio, ma se vedo una recensione perdo cinque battiti. Insomma, per quanto sia utile, ci si caga sempre sotto (?). Non solo per un parere negativo, ma anche per la consapevolezza che qualcuno ha visto quello che scrivi. Mi imbarazza moltissimo e mi fa sentire stupida.
A volte impedisco alla mia stessa ragazza di leggere e commentare. È più forte di me.
Tuttavia ho deciso di farmi uscire le ovaie, quindi lascerò che la gente legga e commenti.
Alla ricerca di fiducia in se stessi, insomma.
 

 
Se volete leggere qualcosa di bellissimo passate da ArkhamTerror.
È la mia ragazza e scrive divinamente.

 


 
 
 
Femslash a vita, comunque.




































































Raccolta di poesie, raccolta di emozioni e pensieri che mi hanno colto in varie fasi della mia vita. Nulla di definitivo; gioia e tristezza che si mescolano e danno vita alla persona che sono. Sono gradini di una scala che prima o poi avrà fine.
Autore: Aster Shae | Pubblicata: 04/01/17 | Aggiornata: 09/07/17 | Rating: Arancione
Genere: Introspettivo, Malinconico, Slice of life | Capitoli: 6 - Raccolta di Flashfics | In corso
Tipo di coppia: Nessuna | Note: Raccolta | Avvertimenti: Nessuno
Categoria: Storie originali > Poesia |  Leggi le 2 recensioni

Camille si è uccisa. Un cappio al collo e un salto nel vuoto.
Il mondo è finito con lei, col suo ultimo respiro.
Nulla ha più senso, solo una domanda.
Perché?
Autore: Aster Shae | Pubblicata: 06/02/17 | Aggiornata: 06/02/17 | Rating: Arancione
Genere: Introspettivo, Malinconico | Capitoli: 1 | In corso
Tipo di coppia: FemSlash | Note: Nessuna | Avvertimenti: Tematiche delicate
Categoria: Storie originali > Drammatico |  Leggi le 0 recensioni

Song fic su I don't believe you.
Il dolore è incoerente quindi non aspettatevi nulla di sensato.
Autore: Aster Shae | Pubblicata: 02/10/14 | Aggiornata: 02/10/14 | Rating: Giallo
Genere: Introspettivo, Malinconico, Song-fic | Capitoli: 1 - One shot | Completa
Tipo di coppia: Het | Note: Nessuna | Avvertimenti: Nessuno
Categoria: Fanfic su artisti musicali > P!nk |  Leggi le 0 recensioni