Storie originali > Poesia
Segui la storia  |       
Autore: alessandroago_94    06/06/2021    9 recensioni
Altra raccolta di componimenti poetici molto semplici.
Genere: Generale, Poesia | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Amor

AMOR

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Amor, che tanto mi manchi;

amor, che aride sono le tue terre

dove il Nilo non scorre;

amor, che mai mi stanchi;

 

mi manca il tuo sorriso sincero

vorrei dire; t’amo!

 

Invece la mia vita è un sentiero

con tanti sassolini

e nessun sollievo.

 

Questa eterna stazione

dove me ne sto seduto a guardare

chi viene e chi va,

è una noia come una galera;

 

ci sarà qualcuno che resterà?

 

Sempre solo, triste e mogio,

ho mamma natura che mi offre sollievo,

le sue infinite bellezze;

io amo, amo la vita,

nonostante le difficoltà,

amo l’universo, il mondo, il creato intero,

ma con le persone non ci so fare

ed io, immacolato,

a fine giornata son sempre solo;

 

sono un diverso e questo lo so,

forse l’emarginazione è quel che mi merito;

ma posso, con un cuore così pieno d’amore

per tutto,

restare così solo e senza futuro?

 

Costruirò le mie ali

come Icaro, poiché il destino non me le ha offerte,

e volerò più in alto che posso,

che la mia esistenza non sia solo un segno

rimasto impresso sul fango del tempo,

cancellato dalla prima piena;

 

dentro me ho una bella fortezza

ma in fondo a nessuno importa vederla;

 

ma cosa mi spaventa di più?

Il mio amore ormai rivolto alla solitudine

o l’aver compreso che mai sarò ricambiato?

Molte volte, vorrei non essere mai nato,

eppure l’amore che ho dentro

mi ricorda con costanza

che anche io ho un senso.

 

 

 

 

 

 

 

 

NOTA DELL’AUTORE

 

 

Riflessione post picco dell’emergenza, riguardante la solitudine.

Sono felice di avere un mio (alquanto inutile) posto nel mondo e di poter gironzolare liberamente nei posti che mi piacciono, ma questa sera mi sono posto una domanda, ascoltando storie d’amore altrui; come mai io non sono mai stato ricambiato? Perché la mia vita è una stazione in cui chiunque entra se ne va, e alla fine resto sempre solo? Ma, ecco il clou della crisi esistenziale, come mai ho pensato che in fondo sto bene anche così? Quanto sono egoista!

Amo tutto e amo la vita. Le piccole cose. Con la certezza però che nessuno busserà mai alla porta del mio cuore.

Amo, ovviamente, anche voi recensori, generosissimi nei miei confronti. Amici lontani; ecco, se penso a voi, penso ad amici. Il resto è niente.

Grazie di tutto ^^

Ora, che ho concluso il Limbo, ci saranno novità importanti… finalmente, Attraversando il Rubicone non è più solo un miraggio e potrò curare l’intera pubblicazione. Qui, su questo sito, per chi vorrà darci un’occhiata.

   
 
Leggi le 9 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: alessandroago_94