Storie originali > Introspettivo
Segui la storia  |       
Autore: Tracordelia    24/11/2021    0 recensioni
Non è un diario segreto, non è un blog personale, nemmeno è qualcosa che ho bisogno di fare per sentirmi meglio, o forse sì ma non voglio dirlo, non lo so, ma potrei definirlo un confessionale virtuale o una seduta a senso unico. Vomito i pensieri che non ho il coraggio di dire a voce tutte le volte che mi esplode qualcosa dentro, e purtroppo per me accade molto spesso.
Genere: Generale, Introspettivo, Malinconico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Il tempo.
Continuano a dirci che c'è poco tempo, che non dobbiamo perdere tempo, che il tempo è denaro, che chi dorme non piglia pesci e che bisogna sbrigarsi, a fare tutto. A laurearsi, a fidanzarsi, a sposarsi, a fare carriera, a trovare lavoro, a prendere casa, a fare figli, per ogni cosa continuneranno a dirci che c'è poco tempo. Il tempo è il vero problema della nostra epoca, il problema di una generazione sempre troppo di fretta, terrorizzata dal tempo.
Io anche sono terrorizzata dal tempo, proprio letteralmente, ho paura del tempo che passa. Ho paura degli effetti del tempo su di me, come la vecchiaia, le rughe, anche la morte, ne ho il terrore... e ho paura della visione del tempo che ha il mondo e che vuole condizionarci la vita costantemente. Io arrivo a sera con gli attacchi di panico ogni volta che mi rendo conto che non posso dare quell'esame che mi manca perché non sono preparata abbastanza, inizio a farmi psicologicamente male e tutto per cosa? per il tempo. Perché ci hanno fatto credere che non si deve perdere il tempo. Però poi io mi chiedo sempre qual'è esattamente il tempo che non dobbiamo perdere, di cosa si tratta? cosa riguarda? il nostro benessere? perché io credo che continuiamo a correre col terrore di perdere tempo facendo cose che magari nemmeno ci vanno bene, ma le facciamo perché siamo di fretta e quindi pure male, e non ci rendiamo conto che il tempo che stiamo davvero perdendo è il nostro tempo. Se davvero c'è poco tempo, perché dobbiamo andare di fretta? Perché dobbiamo correre, invece di godercelo quel tempo? Se è poco, perché non viverlo vome vogliamo viverlo noi? Perché viverlo secondo gli schemi che qualcun altro ha deciso per noi? Siamo esattamente dove dobbiamo stare, nel nostro tempo, passo dopo passo, senza bruciarci nulla e godendoci il tempo che noi scegliamo di non perdere. A fare le cose di fretta, le si fa male. Prendiamoci il nostro tempo.
   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Introspettivo / Vai alla pagina dell'autore: Tracordelia