Anime & Manga > Ranma
Segui la storia  |       
Autore: Valetomlavy    14/06/2022    1 recensioni
In giappone, quando un oggetto in ceramica si rompe, lo si ripara con l'oro, perchè un vaso rotto può divenire ancora più bello di quanto non lo fosse in origine.
tante storie indipendenti, per un finale comune, tante crepe si insinueranno per creare un nuovo vaso...sarà meglio di prima?
Genere: Romantico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het | Personaggi: ranma/akane
Note: Raccolta | Avvertimenti: Triangolo
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Sicuramente ho fatto scelte sbagliate nella mia vita…chi non le fa!
Ma sono queste scelte che hanno portato me e mio figlio qui adesso.
E non potrei esserne più contento!
Ho vissuto tanti anni, forse troppi, lontano dal mio unico amore…
Ma oggi capisco che doveva andare così e che forse adesso potremmo ritrovare il sentimento perduto…
Dicono che io sia stato  troppo severo con mio figlio, ma mi hanno insegnato che è con il sacrificio che si ottiene il risultato migliore e lui è il migliore, sposerà la donna migliore per lui ed erediterà il dojo migliore.
Ne sono certo o almeno lo spero!
Sotto questi grandi occhi di panda io osservo e rifletto…
Certo, forse non avrei dovuto scambiare mio figlio con così tanti commercianti, mercanti … amici solo per cibo ma in quel momento non avevo altre risorse che lui…e dovevamo pur mangiare.
Poi l’ho sempre tenuto come me, non mi sono mai arreso con lui! Mai!
So che a volte sembra che io lo istighi o che lo infastidisca di proposito ma io lo conosco, è così che esce davvero il suo pensiero più nitido!
Io sono orgoglioso di mio figlio anche se non lo saprà mai, anch’io nascondo i miei sentimenti per lui, sono una debolezza, l’ho sempre pensata così, distraggono…
Arrivato in questa casa però io ho notato la sua metamorfosi, ho notato come è sempre più interessato ad avere gente intorno, poiché è sempre stato solo, non me ne pento è così che ho temprato il suo spirito.
Ma da qualche giorno non riesco a capire cosa gli succede.
…….
“Sei distratto!” Dissi ripetutamente  durante l’allenamento mattutino mentre sistemavo i miei occhiali.
“Concentrati!” Gli urlai contro più volte quella mattina.
“Sono concentrato vecchio!” Rispose acido l’adolescente.
“Non puoi ingannarmi figliolo! Sono giorni che hai la testa fra le nuvole.”
“Ti faccio vedere io!” Rispose il ragazzo lanciandosi verso il padre che lo schivò facilmente.
“Lo Sapevo!” Urlò vivace mentre il figlio, oramai figlia, galleggiava nello stagno con un enorme bernoccolo.
Ranma era nel Dojo, cercava di meditare nella posizione del loto davanti l’altare.
La sua mente era in subbuglio, sapeva che suo padre se ne sarebbe accorto. Come genitore era sempre stato un disastro ma come Sensei, nonostante i suoi metodi discutibili , aveva fatto un ottimo lavoro, lui era il migliore artista marziale dei suoi tempi.
“E bene?” Chiese il vecchio seduto accanto a lui constatando che il giovane assorto non aveva percepito la sua presenza.
“Dannazione vecchio! Lasciami in pace!” disse voltandosi.
“È per la scuola?” Chiese dubbioso.
No, no, non te n’è mai portato si rispose da solo mentre Ranma alzava gli occhi al cielo.
“Non ho nulla ti dico ” Insistette il ragazzo.
“Può essere che sei stato sconfitto durante un incontro?” Chiese fra l’allarmato e l’ inorridito.
“Ovviamente no!” Si difese subito offeso.
“Allora hai litigato con Akane!” Concluse soddisfatto dandogli una pacca sulla spalla.
Ranma si irrigidì e arrossì di colpo ripensando al suo maschiaccio.
“Cosa dici vecchio!” Urlò mettendosi di spalle, la sua faccia da poker non era mai stata buona.
“Chi se ne frega di quella stupida!” concluse tutto d’ un fiato.
Genma si limitò a guardarlo mostrando un piccolo sorriso soddisfatto.
…………….
Io lo conosco, non è davvero infelice dell’impegno, col suo carattere sarebbe scappato subito…ma non lo ammette.
Lui è stato subito attratto da lei, l’ ho notato quando il mio buon vecchio amico Soun ha mostrato le sue figlie per fargliele conoscere e subito i loro occhi si sono incatenati.
Con lei, diventa rosso di imbarazzo, respira velocemente quando le è vicino, coglie sempre l’occasione per sfiorarla o toccarla…ed anche se ha una ragazza più ricca, una più brava in cucina e una più forte lui ritorna sempre da lei,
per scusarsi, per chiedere consiglio, per confrontarsi …con una naturalezza poi  che loro non notano ma che i miei grandi occhi hanno sempre visto.
 
Adesso avevo bisogno di prove e decisi di osservarli in silenzio sgranocchiando bambù.
Notai come durante i pasti si sedevano sempre più vicini e come si sfioravano le mani, notai come si allevano sempre più spesso al dojo, come facessero, senza discutere, i compiti nella stanza della piccola Tendo e una notte sentendo passi veloci nel corridoio
 mi alzai di soppiatto e intravidi due ragazzi che si baciavano al chiaro di luna.
 
E fu lì che il  mattino successivo senza preavviso portò suo figlio ad una sessione di allenamento in montagna, con non poche polemiche del ragazzo che mai si era mostrato così restio ad andare.
 
Genma seppe ma non voleva che il frutto del suo duro lavoro si fosse troppo distratto.
   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Anime & Manga > Ranma / Vai alla pagina dell'autore: Valetomlavy