Film > Ladyhawke
Segui la storia  |       
Autore: Lady_Crow    25/01/2023    0 recensioni
Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni. Ma di cosa sono fatti i sogni? Cosa significa: “Vissero per sempre felici e contenti”?
 Isabeau e Navarre sono finalmente insieme, ma i loro guai non sono finiti. Marquet, il Capitano della Guardia al servizio del Vescovo, è ormai stato sconfitto; tuttavia, a Roma, suo fratello Leroy preme perché gli vengano assegnati degli uomini, in modo da poter riconquistare Aguillon e vendicarsi.
Genere: Avventura | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het | Personaggi: Etienne Navarre, Imperius, Nuovo personaggio, Philippe Gaston
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

La visiera alzata dell’elmo di Navarre trasse un riflesso dal sole del mattino che splendeva nel cielo terso. Il sovrano di Aguillon e capitano della guardia, a cavallo di Golia, sfilò davanti ai suoi fidati soldati, perlopiù impettiti. Etienne torse la bocca cercando di nascondere un sorriso divertito passando davanti a un giovane tremante e rosso in volto che, preso dall’ansia di fare bella figura con lui, doveva essersi dimenticato di respirare. Il profumo dell’erba schiacciata dagli zoccoli del suo destriero gli solleticava le narici; a non troppa distanza Isabeau, coperta da un pesante mantello nero col cappuccio tirato su, lo osservava con complicità, avendo colto il suo divertimento davanti all’atteggiamento impacciato di quel giovane senza esperienza. Se la probabilità di ritrovarsi il nemico alle porte non fosse stata tanto concreta, in quel mattino dall’aria frizzante si sarebbe sentito perfettamente felice. Era la fine dell’esercitazione ed era piuttosto soddisfatto. Anche il soldato paonazzo, al di là di qualche errore causato dal nervosismo, si era rivelato all’altezza della situazione, senza dubbio volenteroso di dimostrare il proprio valore. Sarebbe stato curioso di osservare l’esercitazione di Gérard, che gli era arrivata voce venisse chiamato “Gatto” proprio per le sue movenze feline, ma di certo il fatto che Philippe avesse al proprio fianco un compagno di viaggio abile e capace veniva prima della sua curiosità. A tal proposito cominciava a preoccuparsi: non un messaggio dopo giorni. Non conosceva Gérard, ma Philippe era più cauto di così. Forse qualcosa era davvero andato storto. Diede l’ordine di rompere le file, segretamente sperando che la cosa lo aiutasse anche a spazzare via le proprie preoccupazioni.

Isabeau si avvicinò a Navarre che smontava da cavallo con passi rapidi ma silenziosi. Gli anni passati di notte nella foresta erano ormai alle spalle, ma avevano lasciato su di lei, nei suoi comportamenti, dei segni destinati a non scomparire mai. Lui alzò un sopracciglio intuendo che lei avesse qualcosa in particolare da dirgli: lo vedeva dalla luce che le scintillava negli occhi.

“Molti anni fa mio padre m’insegnò a tirare con l’arco. Ero piuttosto brava!” disse non riuscendo a nascondere una punta d’orgoglio “Voglio che mi aiuti a riprendere”.

Lui inspirò profondamente e aprì la bocca per protestate ma lei lo anticipò “Potrebbe tornarci davvero utile, e lo sai”.

Lui strinse le labbra per un attimo. Gli bastava guardarla per capire quanto fosse determinata e sapere che non gliel’avrebbe mai data vinta. “Va bene” concesse sollevando un dito in segno d’ammonizione “ma bada: questo non significa che ti permetterò mai, in caso di attacco, di stare in una qualunque postazione che non sia la più protetta in tutta Aguillon”.

Lei rise annuendo. “E ancora non sai…” pensò mentre lo prendeva per un braccio, pronta ad accompagnarlo a riportare Golia nelle scuderia.

   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Film > Ladyhawke / Vai alla pagina dell'autore: Lady_Crow