Piebavarde
Membro dal: 27/12/13
Nuovo recensore (3 recensioni)
 

“Che cosa aveva in fondo questo Hans Calwer, perché gli si dovesse correr dietro? Sì, un po’ di arguzia e una certa sicurezza di contegno, queste le aveva, e sapeva essere intelligente, deciso. Ma d’altra parte era quanto mai presuntuoso, faceva l’interessante, guardava tutti dall’alto in basso, dimenticava appuntamenti e promesse ma s’infuriava se per una volta non si manteneva alla lettera la parola data a lui. Ora, questo poteva anche passare, Hans era sempre un po’ nervoso, ma quell’orgoglio, quella sicumera, quella spocchia sovrana, sprezzante, mai soddisfatta, quello era imperdonabile.”

-   Hermann Hesse, “L’amicizia”.


Aveva bisogno di trarre una specie di profitto personale dalle cose, perciò respingeva come inutile tutto quello che non contribuiva a saziare immediatamente il suo cuore. Aveva un temperamento più sentimentale che artistico e perciò cercava emozioni, non paesaggi. 

-  Gustave Flaubert. "Madame Bovary".

 
“Άλλα ζητεί η ψυχή σου, γι’ άλλα κλαίει.”
—   Κ. Π. Καβάφης

 
“Arriva per taluni un giorno, un’ora
in cui devono dire il grande Sì
o il grande No. Subito appare chi
ha pronto il Sì: lo dice, e sale ancora
/
nella propria certezza e nella stima.
Chi negò non si pente. Ancora No,
se richiesto, direbbe. Eppure il No,
il giusto No, per sempre lo rovina.”


-  Costantino Kavafis, "Che fece...il gran rifiuto".
 

“Questo è il bello dell’anarchia di Internet. Chiunque ha diritto di manifestare la propria irrilevanza.”
—  Umberto Eco
 



 

Francesca Molinari è una ragazza con la testa sulle spalle, una dose incredibile d'orgoglio e iattanza e la nomina di rappresentante di classe della IV C. Snob, selettiva, nevrastenica e acida come un limone, Francesca ha sempre mostrato alla gente una maschera di superbia e indifferenza.
La sua saccenteria verrà però contrastata dal nuovo professore di letteratura italiana: Marco Fanti.
Marco è quel che il mondo definisce lo "scapolo d'oro": amato dalle sue alunne e invidiato dai suo colleghi, il professore sembra esser la saggezza fatta uomo. La mente tra i libri e le riviste d'auto sportive, e le parti bassi sempre tra le gambe di qualche donna; questo è il tipo d'uomo rappresentato dal professore tanto ambito tra le lenzuola, che tenterà di frenare la spocchia della sua alunna sognatrice.
Se i principi della fisica iniziassero ad intervenire sulla vita di questi due individui?
Se Newton avesse avuto ragione?
Cosa accadrebbe se una forza F agisse inconsapevolmente su una massa M, provocando un'accelerazione A?
Autore: Piebavarde | Pubblicata: 03/07/14 | Aggiornata: 17/07/19 | Rating: Arancione
Genere: Commedia, Introspettivo, Romantico | Capitoli: 5 | In corso
Tipo di coppia: Het | Note: Nessuna | Avvertimenti: Nessuno
Categoria: Storie originali > Commedia |  Leggi le 12 recensioni