Recensioni di Azaliv87

Queste sono le ultime cinque recensioni che l'utente ha lasciato nella sezione nell'ambito del programma recensioni.


Recensione alla storia Occhi di stelle - 03/05/19, ore 17:30
Capitolo 29: Assedio di Vecchia Città (Parte Uno)
E proprio oggi, in attesa di stasera (che tanto non avendo Sky non vedrò la puntata in prima visione ma mi dovrò accontentare di uno streaming nella giornata di domani) ho avuto finalmente quella mia mezz'oretta che mi serviva per leggermi un altro tuo capitoletto e che dire... di capitoletti ormai non si può più parlare. Non ho voluto scorrere il mouse per vedere quanto lungo è, ma ho già visto il rettangolo laterale all'apertura (non chiedermi come si chiama) che si rimpiccioliva a vista d'occhio e la cosa mi ha preoccupata molto. Ma nulla di così impossibile dai, solo non ti prometto di terminare entro oggi la lettura nè la recensione purtroppo 😥

Torniamo a parlare di Symeon finalmente, il protagonista che a volte riappare! Cucciolino lui, ha questo non so che di smarrimento iniziale, confusione mentale e frastornamento che lo turba, ma preso dagli eventi deve subito concentrare la sua attenzione nell'ambiente circostante. Mi fa ridere l'avversione che prova verso Serwyn, giustamente lo ha sconfitto e battuto se non ricordo male nell'ultima occasione in cui li abbiamo visti assieme... qualcosa come tre o quattro capitoli scorsi.
Devo ammettere che anch'io come lui brancolavo un pò a capire chi fossero quelli che stavano parlando (mea culpa, lo so, devo far trascorrere meno tempo da una lettura all'altra, ma pardon, non riesco davvero a passare coi giusti tempi).
E c'è pure un altra cosa: pensa che proprio in questo periodo sto risistemando il capitolo 83 di Tales, e parlo di alcuni personaggi secondari... oddio in realtà terziari, e tra questi c'è proprio uno che ho chiamato Garlan. Temo di aver presto questo nome dal Mondo, cercando qualche nome da poter usare, tant'è che quando l'ho beccato qua nella tua storia mi è pure sembrato strano sentirne parlare in un contesto completamente diverso.

Per quanto riguarda la stesura che mi domandavi la volta precedente, ti dico che si nota ulteriormente quel netto distacco della tua iniziale stesura, la trama è molto più dettagliata, descrizioni più accurate e dialoghi da lasciare senza fiato. Ma ci sono delle piccole cose da controllare.
"Molti uomini fissarono lord Crane con disappunto, era palese che non condividevano quelle disposizioni. Eppure nessuno le tradì."
Non sono una professoressa di italiano, ma secondo me il verbo doveva essere "era palese che non condividessero quelle disposizioni."
E la frase successiva non regge. Non si tradiscono le disposizioni, semmai si tradisce una persona. Quindi avrei messo: "eppure nessuno le contestò."
Rende meglio il significato che voi dare.
-Ora non mi metterò a scriverti parola per parola, frase per frase, ci sono altre piccole incertezze, che andrebbero riviste o semmai discusse, considera che è solo una mia visione personale, altri magari possono leggerle e non trovarci nulla da ridire. Se avessi il file in originale in word (come spesso alcune mie lettrici mi hanno passato, quando volevano un mio parere) potrei segnarti qualche passaggio che avrei migliorato, verbi congiunti male o altro.-
Ma torniamo alla lettura e recensione del capitolo.

Aura ha una bella personalità. Mi ha un pò turbato la sua storia, insomma, credevo davvero fosse stata stuprata dai banditi e invece è stata tradita da un vagabondo (probabilmente lui stesso un bandito) di passaggio che invece che essere grato alle loro premurose cure, ha pensato bene di "ringraziare" in questa maniera oscena. Ora non voglio congetturare che possa o meno essere qualcun altro, tipo uno di quei rozzi farabutti che già conosco che girovagano sull'Altopiano (quindi spero vivamente che non sia Qhoren o Loras o chi altro) perchè altrimenti il karma martiniano lo colpirà prima o dopo e lo farà soffrire lentamente.

Passiamo a Brandon: devo domandarti, ma un uomo affetto da morbo grigio può unirsi in un rapporto con una donna senza contagiarla? Ok lei è Avenne, ci sta magia, conoscenze varie e quant'altro, però mi lascia in dubbio sulla questione.
Ma era giusto, mi pare te lo avevo già detto in passato. Due gemelli o muoiono entrambi cercando si salvarsi l'uno con l'altro, o uno decide di sacrificarsi e l'altro lo segue come due anime gemelle, oppure uno dei due muore e l'altro sopravvive, come abbiamo già visto fare in Harry Potter coi Waesley. E questa situazione mi pare sia uguale, però se non ricordo male fu solo un casato a succedere ai due gemelli Gardaneri, a considerarsi eredi di questa discendenza, sono proprio i Tarly (ho appena controllato, sì). Ricordavo giusto.
Fammi capire bene come ipotizzi sia andata. Avenne dopo aver in grembo una sua figlia sparirà dunque molto presto anche dalla vita dell'ultimo marito rimastole, dandogli la possibilità di trovarsi una donna diversa, sposandola e avendo da lei gli eredi che da questo momento si chiameranno Tarly a tutti gli effetti.
Avenne invece crescerà il figlio, ops, pardon, la figlia avuta da Harlon. E fin qui ha tutto un senso, ora dato che ormai sta recensione la sto facendo che siamo già giunti alla seconda puntata e mo va di moda la famosa Jenny di Vecchie Pietre di cui tutti ignorantoni ora domandano e vogliono sapere, vorrei invece domandarti io: è la stessa Jenny che poi sposerà Duncan? Oddio qui la cosa mi preoccupa un tantino. Lo sai che io vado in crisi con ste cose però ho sempre pensato che Jenny potesse essere la propropropro nipote di Avenne, non che fosse davvero sua figlia. Insomma se non ci fossero tutti questi anni a distanziarli mi sembrerebbe anche fattibile, ma qui si parla di millenni. Qualcosa alla Arwen con Aragon in pratica, nel momento in cui Jenny mi arriva ad incontrare Duncan. Lui giovanissimo, lei ormai secoli di esperienza alle spalle, che ti dirò mi sono anche reinformata. Tutti ora credono che le rovine del castello su cui lei ballava nella canzone si trattassero di Summerhall, io invece non sono proprio convinta, o meglio lei sappiamo viene trovata da Duncan proprio sulle rovine di un castello ma delle terre dei fiumi. Il luogo chiamato Vecchie Pietre in realtà era il vecchio castello del casato Mudd. Nei libri Robb e sua madre lo visitano quando sono in quella campagna anti Lannister e dicono che c'era al centro esatto un tumulo di un re (anche il simbolo di questo casato è proprio una corona) e che questo re si chiamasse Tristifer o qualcosa del genere. Quindi a mio avviso lei piangeva già i suoi morti con quella danza prima di incontrarlo e successivamente (non viene dato per appurato che lei sia morta a Summerhall, lo si sospetta, ma potrebbe essere sopravvissuta anche quella volta e aver ballato su quelle rovine e aver deciso di troncare la sua vita per il troppo dolore). Di certo se stava in quel cumulo di macerie a Vecchie Pietre credo che lei fosse legata ai Mudd, probabilmente può essere stata la moglie o la compagna di uno di loro, e dopo tutti quegli anni ha incontrato Duncan e ha riscoperto l'amore.
Tutto è possibile e sinceramente mi sta anche convincendo sempre di più questa ipotesi, anche se in un primo momento mi pareva troppo campata per aria. E spiega tutto l'attaccamento che il FdCA aveva per la sua Jenny, ma la domanda mi sorge quindi spontanea, lei già sa ora che destino tocca a sua figlia? o ha visto solo a spruzzi il futuro?

Il ripetersi di "figlio" per ben due volte mentre pensa, mi fa quasi pensare che radice oscura lo stia chiamando, magari per scoprire che non è tutto fango quello che sta calpestando. Insomma una parte di me spera ancora che ci sia stato tutto un non detto tra i personaggi e che l'amore fra brandon e zheyla potesse anche essere reale, palpitante e sincero. E che lui quindi sia nato per amore, come il nostro Jon Snow, e non per una scopata mal riuscita come spesso odono le mie povere orecchie. (PS: spero che venga alla luce altro in questa 8 stagione anche se presumo sia poco il tempo che hanno per attaccarsi troppo ai flashback sul passato).

E difatti eccola qui, sua madre. Da Essos addirittura? Quindi non ci sono speranze che lui la veda a Westeros?
Su di lei ho da dire poco o niente temo: spietata, letale e senza sentimenti. Penso che ogni mio sogno romantico possa quindi essersi frantumato in qualcosa come 10 secondi netti, mi è bastato procedere con la lettura.
Aspetta, ho una domanda però: i figli della foresta mettono un paletto di ossidiana nel cuore di un uomo e lo trasformano in estraneo, mi sbaglio forse? come abbiamo visto essere stato anche nella serie tv, però sia Sym che Benjen hanno pure loro un paletto nel cuore che però rallenta la trasformazione. E' intrisa una magia curativa nella daga a differenza della magia nera usata per creare gli estranei? E' l'unica cosa che me lo fa pensare realistico, ricordo che un tempo hai scritto di un potere di Bran che faceva cambiare colore alla lama quando invocava certe rune con l'antica lingua dei FdF.
Rendimi una curiosità: la pazza sclerotica si trova in che luogo?
- Asshai delle Ombre per caso? Sarebbe quella più affine alle arti oscure.
- Braavos? Me lo fa pensare perchè lei pronuncia la stessa frase che anche a Braavos viene usata, col dialetto valyriano.
- Valyria la escluderei perchè abbiamo già visto che Il Targaryen proveniva da lì quando Elenei era giovane, però non era ancora un impero e deduco che Asshai avesse già le sue belle conoscenze oscure dato che il Targaryen usava i draghi per spostarsi e si univa in matrimonio con la gemella (usanza che io penso sia nata successivamente al loro potere di cavalcare i draghi, proprio per mantenere questo sangue puro, effetto razza ariana come per i maghi di Harry Potter - In Planetos in pratica erano tutti babbani tranne i Valiryani)

Allora, in sintesi io ho capito questo: lei serve un dio che inizialmente pensavo fosse quello estraneo, o come si chiama il dio avverso a Rholl, ma qualcosa invece mi porta a pensare che lei stia venerando proprio il dio della luce. Qhoren invece secondo me peccherà di maggiore superbia creando quello delle tenebre che difatti sappiamo anche essere legato agli estranei, o lui stesso diventa un dio delle tenebre o lo stesso re della notte (almeno quello che sconfiggono al momento i nostri eroi)
Mi piace però che le hai messo in bocca l'archetipo di ciò che poi diverrà il motto degli Stark: Il Gelo sta Arrivando. The Ice is Coming, che verrà poi sintetizzato con l'inverno/winter, tanto per addolcirlo appena un pò.

La parte della guerra mi piace molto. Si vede la drammaticità della situazione, l'imminenza della paura e della confusione, ma il sangue freddo di Bran. Avenne in battaglia, una dea, ho amato il suo convincere il marito con una frase ad effetto. Sii cacciatore e ciò sarà proprio lo stemma della casa Tarly. Adooorroooooo!! Sai che mi fai sempre venire la pelle d'oca quando trovo queste perle profetiche del presente che conosciamo.

Madonnina santa... Loras deve morire male, molto male. Effettivamente dovevo aspettarmelo quando continuavi a dire nero di qua, nero di là... la pelliccia di Zaraghoul era nera, e quindi esattamente come il mantello dei Guardiani della Notte, ottima per coprire le spalle di uno che si fa chiamare Arciere Nero. E questo quindi segna la sua morte di fronte a Bran. Mi incuriosisce comunque il fatto che anche ora abbiamo la conferma da parte di Loras che Brandon (padre) abbia una preferenza per Bran, mi fa quasi commuovere, però anche sospettare che i veri interessi del padre siano per i suoi poteri e non per l'affetto che ha verso il figlio.
Se posso dirti per quanto dolore provava per la pelliccia del suo metalupo, avrei pensato che comunque alla fine se la fosse tenuta Bran. Era qualcosa che gli apparteneva, era un suo amico e anche se rispetto la tua scelta, non so, me lo sarei visto Bran usarla e da qui dare l'inizio dell'usanza della sua stirpe di usare le pellicce dei lupi come mantelli. Un pò mi dispiace quindi che l'abbia data alle fiamme per la sua pace, ma ha comunque una valida spiegazione anche la tua scelta.

Ah, te lo devo proprio domandare: ma perchè diamine lo continuavano a chiamare tutti lord Gardaner? Mi stupivo infatti che Bran ancora non si fosse girato per gridar loro dietro: sono uno Stark, perdiana! E finalmente mi da sta soddisfazione!

Bene pure le scorte... insomma oltre all'ingente danno mo stiamo pure trollati da quella volpe di donna infima. Brandon non penso che nemmeno lo sapesse... non so, ma una parte di me, vuole vedere in quel gesto che fa col capo quasi un rispetto verso suo figlio che lo guarda dalle mura. Insomma voglio un loro secondo confronto a tu per tu e vorrei vedere ora che si diranno.
La madre da quello che ho capito sarà ancora presente in futuro, vedremo che vorrà combinare, ma qualcosa mi dice che giungerà a Westeros semmai quando le battaglie coi Gardaner saranno terminate e... Lama Insanguinata morto.
Il mai una gioia Stark è destinato a essere ora e per sempre.

Complimenti davvero, ora voglio proprio vedere che succede perchè ho davvero poche inventive al riguardo. Ma si reicontreranno prima o dopo i nostri eroi? Ho quasi il sentore che possa passare poco tempo ormai ci siamo. Forse!
Grande, come sempre. Alla prossima e scusami se ho tardato, ma mi sono fatta in pratica una lettura a spezzettoni dato che non riesco a trovarmi nemmeno due minuti per me ultimamente, tanto che pure i miei scritti sono fermi.
Ma tu continua, mi raccomando che qui da quello che mi hai detto siamo solo che alla prima di tre parti della storia! E voglio sempre Dorne!
Recensione alla storia Occhi di stelle - 25/03/19, ore 18:06
Capitolo 28: Un Punto d'Incontro
Lo ammetto, questa non è una vera recensione a freddo, come le altre, ma sono riuscita ieri mattina a leggermi il capitolo usando il cellulare, ma tra un impegno e l'altro non sono mai riuscita ad aprire il computer... ma ti posso dire?
Si nota un miglioramento sconvolgente, sono stata letteralmente incollata al piccolo schermo, tanto che alle 11 mio marito è pure venuto a vedere se non mi ero per caso riaddormentata a letto, perchè non scendevo più.
Davvero la storia seppur sia stata sempre interessantissima, e coinvolgente, però nei precedenti capitoli trovavi delle incongruenze di eventi, magari solo per la trascrizione non accurata, come già ti dicevo, ma che comunque non mi dava poi così tanto fastidio, insomma ci passavo oltre per la bellezza delle idee e della storia in sè, però davvero in questo capitolo mi sono sentita maggiormente coinvolta, pur leggendo di due personaggi maschili, quasi più mi riuscissi ad immedesimare in degli uomini a discapito della bella Elenei dello scorso capitolo, che tanto mi commosse.
In definitiva ti dico: hai maturato davvero come scrittore, e si denota tantissimo; sei riuscito inoltre a rendere tutta la trama molto scorrevole e piacevole lettura, qualche piccolo errorino c'è ancora, ma non da fastidio. Sei riuscito ad omogeneizzare tutti gli eventi, di solito spuntava un colpo di scena così a caso, oppure un dialogo esplodeva in furia improvvisamente, o erano costretti a fuggire per qualcosa che non veniva spiegato benissimo. Questa volta al contrario è tutto scorrevole, omogeneo, continuativo, bravo, bravo davvero.
Tanto che di per sè ho poco da aggiungere, perchè la trama è tuttavia restata ferma, ovviamente ora avremmo un Durran che si convertirà al culto dei Vecchi Dei e ammetto che mi ha un pochettino colta alla sprovvista, ma nulla dice che non potesse anche essere davvero avvenuto. Insomma tu hai trovato delle conferme che ti hanno portato a tenere questa scelta?
Mi p piaciuto il climax crescendo di smarrimento, terrore, preoccupazione di Durran farsi via via sempre più cosciente della sua posizione di inferiorità, nei confronti dei FdF, e poi sovvertire quasi le parti, accettando il loro aiuto, il loro culto (d'antronde non aveva tutti i torti, i suoi dei quando mai lo hanno aiutato? Il maiunagioia senior!).
Brandon e Avenne per quanto mi hanno detto qualcosa e non... forse me lo dovrò rileggere, ma l'unica cosa che ho compreso è che lei ha sperimentato la magia usando l'albero dei Blackwood e uccidendolo in pratica. Ecco perchè ai "nostri giorni" ha quest'aspetto, e perchè Avenne ha assunto questi colori, in pratica non è nata albina, tipo Spettro, cosa che invece io mi ero convinta, palesemente leggendo la sua descrizione, che però avevo notato essere in linea con gli alberi diga. Ricordo che ne parlammo in alcune nostri prime conversazioni.
Poi ho compreso anche che lei ha intenzione di condividere i suoi saperi con gli umani e proprio con gli Hightower... fammi capire bene, questo sarebbe la base da cui poi nasceranno i Maestri e la Cittadella, quindi? Perchè effettivamente la momento attuale ancora non esistono i maestri, ci sono dei guaritori, ma altro non fanno. Non esiste ancora quella persona che studia tutte le arti, le conoscenze e consiglia i lord. Se non ho compreso male le intenzioni della donna, vorrebbe dare agli umani un modo per sapere, però non sa quanto male in realtà questo porterà? Voglio dire per quante anche vite sicuramente verranno salvate con nuove tecniche di guarigioni, consigli di tattica e di diplomazia, piuttosto che battaglie e guerre, però tante guerre e diatribe verranno proprio fatte perchè i maestri alla fine come dice Barbrey vengono da un luogo e in quanto tali, non riescono a mettersi le loro origini alle spalle, quindi quando possono consigliano il lord ad allearsi con le famiglie che meglio gli fanno comodo magari per corruzione o per accrescere il denaro e l'influenza della sua famiglia d'origine, come si pensa sia anche per Maestro Pycelle e i Lannister.
Lei sicuramente ha visto qualcosa per cui se agisce in questo modo è perchè sa cosa c'è da fare, ma volevo solo chiederti se hai una qualche idea per farmi capire il senso di queste sue intenzioni o se è invece nato senza un vero e proprio collegamento (o magari è a me che sfugge).

Comunque lo ripeto complimenti davvero per quel che ora ti posso dire, hai tutte le carte in regola per partire nella tua idea futura di editing, e sono ancora più curiosa quindi di leggere anche gli ultimi capitoli per vedere maggiormente questo tuo nuovo modo di scrivere. Spero solo di trovar di nuovo altro tempo per me. Solo per farti capire sono ferma anch'io con la pubblicazione dei miei capitoli, nonchè anche con la lettura dei libri. 😥
Recensione alla storia Occhi di stelle - 28/02/19, ore 19:25
Capitolo 27: La Maledizione dei Seaking
Anche se ci siamo sentiti ieri nei messaggi, sono di nuovo qui, e sai il perchè? Ovviamente sono di nuovo ammalata e sono reduce da un'influenza intestinale che mi ha tenuta tutta ieri a letto. Ho avuto solo quella mezz'ora di svago grazie alla tachipirina, ma poi mi è partito un mal di testa tremendo e ho chiuso.
Oggi però mi sento appena meglio e quindi per farmi passare la giornata, ho pensato di leggermi questo fatidico capitolo, col pov di Elenei, finalmente!!!

Dolce e bella Elenei che soffre per la "morte" del suo uomo. Si sente proprio che a legarli c'era tanto affetto, ne sente la mancanza e la constatazione che non tornerà più da lei è insopportabile, poverina. Non posso che adorarla nel suo dolore e odiare chi ha fatto loro questo. Anche se un sospetto penso di averlo ormai!

Allora già di dico, anche se lo ripeto, che sei un genio. Hai praticamente messo come cognome a Elenei e quindi a suo padre Seaking, re del mare, ecco che quindi la leggenda delle sue origini e tutto il mistero annesso diventa invece una cosa del tutto banale e inventata dalle voci e dalle male interpretazioni, soprattutto dettate dagli ignoranti. Bellissima questa idea! E approvo in pieno!
La moglie di conseguenza Windster, non so bene cosa significa, ma wind significa vento, quindi diventa la dea dei venti. E quindi i due personaggi divini li abbiamo smontati effetto lego e ricostruiti in due figure realistiche. Resto solamente un pò scettica sul nome Joanna, che poi ritroviamo tra i Lannister, ma essendo poi che Lann era giunto da ovest, per la sua chioma folta bionda, ha senso pensare che fosse un nome andalo e che quindi potesse anche già esistere ai tempi di degli eroi.

Ellamadonna ma che insegnamento rigido. Ma le figlie non potevano nemmeno guardare in faccia i genitori? E che è? Tirannia? Però ci sta... e qualcosa mi dice che lei alzerà gli occhi su di loro proprio nel momento in cui scappa poi con Durran. Uhuhuu...
Aspetta ancora non ho parlato di questo avvenimento. Alla fine è solo una pretesa di mano... ecco perchè mi avevi detto che più o meno ci ero arrivata, dato che era una delle cose che avevo pensato. Ma qualcosa mi dice che Durran non era un invitato, più uno che si troverà per caso lì... al giorno attuale diremmo imbucato alla festa.

Wow! Quindi sono tre sorelle. Venys mi piace molto come nome, capelli ramati occhi azzurri e abito bianco. Un corpo da favola e ciao quindi. L'unico errore che hai fatto secondo me è scrivere spacco al posto di scollo, se dici che mostra il centro del petto intendi quindi la linea di congiunzione dei due seni, giusto? Insomma è un pò impreciso tanto che mi stavo quasi figurando un abito tipo dipinto alla Van Gog, perchè non capivo come fosse sto spacco. Per intenderci gli spacchi sono solo quelli delle gonne.
Linus (mi sa tanto da copertina di Linus, come chiamo sempre il pupazzino che si porta sempre appresso) è invece una biondina dagli occhi scuri.
Però hanno un carattere proprio ridicolo. Sono delle oche complete. Ma Elenei scusa, da chi ha preso? O queste due da chi hanno preso?
Comunque se sto Targaryen non lo vuole nessuna di loro, me lo piglio io così siamo tutte più felici! Però è vero erano considerati lord minori di Valyria quindi presumibilmente non era un buon partito per le figlie di uno dei signori di Andalos. Però davvero siamo già ad un periodo dove Valyria era già fondata e i vari signori dei Draghi erano già così famosi? Insomma se ci penso siamo prima che Durran porti Elenei a Westeros... Valyria so viene fondata nel 5000 prima della conquista... sai che mi perdo sempre con le epoche.😥

Ah, no quindi erano davvero stati invitati. Peccato, mi sarei divertita a veder Durran imbucato al banchetto. Comunque bello come l'hai descritto dagli occhi di lei che non ne rimane sconvolta nè disgustata, a differenza di tutti gli altri, anzi sempre più incuriosita e interessata ai loro usi e costumi, oltre che dal modo disinvolto e libero di comportarsi. Mi ha ricordato molto Thor quando entra nel locale e spacca il boccale a terra chiedendone un secondo perchè nel suo mondo si fa così, invece per noi è considerato villano. E nell'immediato mi sono figurata questa scena anche nella sala del raffinato e altezzoso re del mare che apre le sue porte ad una famiglia di vichinghi. Molto stile Viking infatti che ospitati dai re inglesi parevano dei rozzi barbari senza un minimo di civiltà.

Ahia ahia ahia, mi hai peccato in una cosa che so essere certa. I Targaryen, non chiedermi perchè che non lo so, ma un tempo quando scesero a Westeros e si insediarono in quella che poi doveva chiamarsi Forte Aegon non avevano ancora uno stemma loro, bensì furono i loro vassalli a mettergli quel simbolo di drago rosso con fondo nero. Ora se non ricordo male lo lessi anche su F&B, quindi in teoria non erano nè i loro colori originali, nè tanto meno il loro simbolo, che effettivamente se ci pensi era anche inadatto dato che tutte le famiglie valyriane avevano un drago di famiglia, se non anche più di uno. Non so, fai conto che io mi ero sempre immaginata che magari i loro colori potessero essere violetto e che invece dei draghi avessero che ne so, un arpa, o un tipo di pungale strano, ma comunque un altra cosa meno paurosa e che quindi per incutere il terrore che doveva portare appresso il nome di Aegon abbiano quindi mutato la cosa in un simbolo più temuto.

Bella questa legge che hanno gli andali di fare una lista di pretendenti, che offrono un loro dono alle giovani donne e che siano poi loro a poter scegliere. Mi piace, anche la constatazione che fai pensare a Elenei, una mera illusione che la scelta sia in realtà loro, e non un'accordo politico e vantaggioso in egual modo per loro padre. Una buona mescolanza tra quello che avveniva davvero un tempo per i matrimoni, anche perchè per come si suol dire dai tempi antichi, un figlio maschio è sempre ben voluto perchè porta onore e successo, una femmina invece è fonte di guai, il tutto perchè quando dovevi preparare una dote dovevi privarti di tanti averi, che invece lo sposo poi ne diventava possessore.

I ragionamenti di Elenei sono esemplari, davvero ma sta figlia da chi ha preso? Capisce in cosa sarebbe incorsa se avesse continuato per la strada insegnatale, alla stessa vita di finzione di sua madre, lei invece vuole realtà. Ed è con la saggezza e l'astuzia che riesce a convincere il padre a sacrificarsi lei stessa... mamma che grosso sacrificio!

Uh, le scelte quindi sono un Roynar per la superficiale , il Targaryen per la bisbetica, che non mi ha per nulla stupito (Daeron, meno male che mi hai rivelato il nome altrimenti te lo avrei chiesto a fine recensione!). Però uffa, me lo hai reso proprio cattivo questo! Non so perchè ma mi ricorda un pò la sfacciataggine di Aerion il fratello maggiore di Aegon 5.

Mi sono preoccupata quando Durran ha praticamente violentato Elenei, non capivo cosa stava succedendo, ma immaginavo che non avesse preso bene la scelta della donna. Bello il modo in cui hai gestito, ammetto però che ci sono sparsi qua e la degli erroretti che rendono difficile lo scorrimento del testo, ma dopo svariate letture ho capito il senso di tutto.
Il Valyriano ha segnato quello che potevano essere gli archetipi della pazzia valyriana, anche se ti posso dire, a mio parere questa follia può essere arrivata solo successivamente, non credo che potesse essere già così ben marcata a questi tempi, gli incesti erano agli inizi, inoltre avevano pure la poligamia e da quello che avevo capito a Valyria sposavano non solo la sorella ma anche cugine provenienti da altri rami familiari se non proprio da altre famiglie, quindi dato il numero sempre maggiore della popolazione c'erano svariate possibilità che non vi fosse tanta pazzia. Quando poi arrivano a Westeros si trovano davvero in pochi con quel sangue e quindi i Targaryen sono più costretti a sposarsi tra consanguinei diretti. Non so se mi sono spiegata bene.

La morte di Linus mi ha turbata, non tanto per lei, che poverina... più che altro per l'insensibilità e l'indifferenza che hanno dimostrato tutti a quella scena. Però ammetto che in una situazione così non posso neanche dire che la giustizia potesse essere equa; dopotutto Linus non era vergine e quando si offre l'illibatezza delle proprie figlie almeno deve essere certi di dire la verità. Quindi Targaryen o meno chiunque penso si sarebbe arrabbiato per questo affronto. Dall'altro la reazione del valyriano era abbastanza esagerata, anche se un drago deve pur sempre mostrare un comportamento simile. Peccato. Devo dire che mi ero già immaginata che la stirpe dei Seaking potesse poi essere andata un pò a Valyria un pò dai Roynar e un pò a Westeros, per poi volontà del fato riunire le tre sorelle metaforicamente parlando il giorno in cui Durrandon Roynar e Valyriani sarebbero tutti vissuti nelle terre dell'Occidente. Lo so, sono sempre la solita sognatrice e qui stiamo parlando di un lavoro di Martin dopotutto.

Che le cose non potessero andare bene a Venys me lo aspettavo. Era innaturale che una viziata prepotente altezzosa come lei potesse anche mai essere felice in un matrimonio combinato solo per vizi e lusso. Ci vuole altro per stare assieme giorno dopo giorno. La Windster non è mai stata una brava madre con le prime figlie, per cui... destino paga destino, muori col prossimo figlio. Cosa che purtroppo Caleel ha predetto ultimamente anche per Daenerys dicendo in pratica che non è nè brava a governare nè ad accudire bambini. E devo essere sincera; per quanto Daenerys invece a me piaccia (pur ammettendo che mi annoiano molto i suoi pov troppo statici e tediosi, e nella serie sia un'incoerente perenne) mi trovo ad essere d'accordo con lui. Tanor invece beh, che dire: inutile uomo vissuto solo per le alleanze e che alla fine gli si sono ritorte contro. Nel momento in cui vendi tutte le cose preziose che ti ritrovi sappi che alla fine hai perso ogni tua ricchezza e non sei più nessuno.
Ad Elenei è andata bene; ha dovuto faticare, si è rimboccata le maniche, non ha certo avuto vita facile, ma almeno ha avuto sempre al fianco un marito e un sostegno. Certo però che lei perde tutta la sua famiglia così perchè ha scelto di voltargli le spalle (dopotutto non aveva nulla per le mani) mentre lui perde tutti in una tempesta immagino, dato che nella leggenda si dice che morirono durante la prima notte di nozze... ma nella tua storia presumo sia avvenuto invece nel viaggio di ritorno a Westeros. Insomma nè lei nè lui avevano più nessun altro su cui aggrapparsi, è chiaro che si siano avvicinati l'uno sempre più all'altra.

E quindi abbiamo scoperto che era Errol, che se non ricordo male era quello che dall'inizio aveva detto a Durran che non doveva fidarsi dei suoi nuovi alleati. Effetto Petyr con Ned. Che prima gli mostra il suo aiuto poi gli punta un coltello alla gola, ma esattamente come ho goduto per la morte del fringuello, mi aspetto che anche Errol finisca allo spiedo!

Bene sono in pratica 4 giorni che sto leggendo sto capitolo quindi se la recensione pare non essere scorrevole sappi che è per questo e per l'influenza che mi ha distrutta in questi giorni... considera pure che ho cominciato a leggerla la sera stessa in cui poi mi sono anche sentita male... Ammetto che però era talmente coinvolgente che non mi dimenticavo mai ciò che avevo letto in precedenza, ma la rileggerò nel complesso così da avere una continuità di testo, che purtroppo non sono riuscita ad avere alla prima lettura.

Bella comunque questa tua interpretazione della leggenda trasformata in realtà, come al solito mi hai stupita e illuminata su cose che erano magari semplici da pensare, e che invece io fantasticavo su miti e magia varia.
Alla prossima e appena hai un pò di tempo da dedicare a questa storia, dai una sistemata agli errorini che ci sono, perchè ne vale la pena leggere la tua storia!
Recensione alla storia Occhi di stelle - 03/02/19, ore 16:54
Capitolo 26: Sogno
Allora comincio col dirti che ero felicissima di averti scritto un poema come recensione e che sono incacchiata come una iena perchè quando avevo la possibilità di salvare negli appunti tutto ciò che ti avevo scritto la connessione è saltata o il sito è andato in pappa e mi ha perso completamente tutto il discorso.

ODIO ODIO ODIO

Allora non ricordo assolutamente come ero partita nel discorso, ma mi collegavo al fatto che Sym vede la macchia da estraneo sul polso. Negli scorsi giorni avevo visto un video di Caleel sulla Lunga Notte e lui ipotizzava che molto probabilmente le vicende saranno simili a quelle di Got, nel senso che avremmo dei personaggi distanti geograficamente e le loro vicende ci verranno raccontate come fossero pov e si interfacceranno tra di loro, incontrandosi o correndosi dietro quasi come hai costruito questa tua ff, tanto da farmi pensare che anche lui possa seguirti. L'unica cosa è che non l'ho mai sentito ipotizzare che Brandon il costruttore potesse essere un metamorfo o un crannogmen. Poi una cosa su cui lui stava elucubrando era che la leggenda di Azor Ahai, personaggio che pare essere necessario in questa trama come ben sappiamo, pare sia partita da Asshai, ma che anche altri popoli abbiano collocato un eroe simile per sconfiggere il gelo che aveva raggiunto i regni anche oltre il mare stretto. Ad esempio lui parlava di dothraki, di rhoynar e di Yi-Ti e che quindi molto probabilmente nei loro casi sia stata più un invenzione per dare una motivazione fantasiosa al freddo giunto fin nelle loro terre (ad esempio le rhoynar videro il loro grande fiume ghiacciare per la prima volta). Io però grazie a questo suo intervento sto valutando l'ipotesi invece che Azor Ahai possa davvero essere giunto da Asshai e che abbia davvero attraversato questi territori, tanto che quindi questa memoria rimasta di lui sia stata mantenuta dalle leggende. Ovviamente il grosso deve averlo fatto poi a Westeros sul regno del nord, ma nulla toglie che non possa anche essere stato colui che prima aiutò le Rhoynar liberare il fiume dai ghiacci e non ricordo più se era il popolo di Yi-Ti che parlava di un leone nero che portava le tenebre e il freddo e guarda caso la leggenda di Azor Ahai parla proprio di un leone. Il mio pensiero vuole che quindi lui partì da Asshai con una spada temprata alla vecchia maniera, poi che si frantuma con quel leone, esattamente come una spada normale, farebbe con gli estranei e che solo in seguito arriva a Westeros, seguendo quella stella, fonda Starfall, magari si sposa con una sua compagna che sarà poi la famosa Nissa Nissa che ucciderà, oppure questa morirà dando alla luce un suo figlio e che questo sia il sacrificio che lui dovrà compiere, intinge la lama col sangue della sua amata, magari sotto consiglio dei figli della foresta, e grazie alla loro magia la spada magicamente assume questa colorazione rossa emanando calore. Diciamo che il calore mi ricorda molto il sangue caldo dei draghi/Targaryen, ma all'epoca Valyria ancora non era fondata, salvo che non ci dicano differente.
Insomma presumo che ci verranno svelate molte cose, su eroi che fino ad ora erano per noi leggenda e vedremo quindi Azor, Bran, Symeon, Serwyn, Durran e Lann. Se riescono a dare un senso a tutto sarebbe bello scoprire la verità dietro la leggenda e magari anche che la tua storia non è poi così irreale. Cosa che non ho mai pensato, anzi!

Del primo pov su Symeon devo dirti che sono felice di averlo ritrovato, della serie ogni tanto il protagonista riappare, e mi sento pure in colpa perchè sono talmente interessata anche alle vicende degli altri protagonisti che quasi mi dimentico che lui ci sia, ma lo stesso avviene con gli altri quando poi leggo di lui.
Insomma un gatto che si mangia la coda di continuo.
Mi è piaciuta molto la leggenda della luna che si pensava essere un uovo di drago che si schiuse e ne uscirono quindi tutti i draghi, che se non ricordo male era la stessa leggenda raccontata a Daenerys da una delle schiave dothraki, nella serie da Doreah. Mi domando di quali origini sia questa leggenda e se abbia una qualche sorta di realtà dietro. Ho notato che poi questa leggenda ti è servita per così dire come punto di partenza per poi arrivare al tuo succulento piatto, ovvero le stelle. Hai fatto questo parallelismo verso i desideri di Gregor sul futuro di Symeon e sul fatto che per lui le stelle sono a protezione degli uomini, quasi rappresentassero gli occhi degli dei e inevitabilmente non ho potuto pensare che poi il soprannome di questo suo personaggio diverrà proprio Occhi di Stelle. Quasi avesse ascoltato e scelto di seguire i pensieri di suo padre, diventando lui stesso la leggenda a cui amava credere.

Ovviamente un piccolo momento di love love ci stava, ed è stato anche molto dolce. La gentilezza dei gesti di Aura e la sua premura a mio parere sono chiaramente dettati dai sentimenti che prova per lui, ma anche se non lo vuole dar a vedere, Symeon li prova in egual misura. E' una cosa che avevo letto su un articolo di psicologia; una qualsiasi persona non si addormenta tra le braccia di un estraneo o comunque di una persona di cui non si fida, a meno che non lo stimi e non si fidi di lui. Ed ecco qui l'esempio lampante: certo non si sono conosciuti ieri, ma si conoscono da poco tempo. Hanno condiviso molti pericoli e sfide, sicuramente in mondi simil-medioevo anche una battaglia può far diventare due uomini migliori amici, ma per un cavaliere come lui, dedito alla protezione dei bambini e delle donne, la priorità si è vista sempre. Aura è riuscita a poco a poco e entrargli nel cuore e speriamo che finalmente un pò di gioia la possano vedere, prima che si trasformi interamente in un ghiacciolo.

Un sogno abbastanza inquietante, sconvolgente e imprevisto. O meglio non me lo aspettavo. Perchè Symeon dovrebbe vedere Bran? Il nostro Bran poi, non il suo... Come se tutto girasse attorno al nostro Brandon Stark. Hai per caso voluto lasciare un parallelismo alla teoria che lo vuole la reincarnazione del primo e che stia cercando in qualche modo di uccidere il re della notte, poi esiste pure la teoria che sia lui stesso il re della notte che provando a sconfiggerlo alla fine si ritrova lui stesso imprigionato nel corpo del suo nemico?
Ciò che mi domando pure io è perche continuava a chiedergli "Perchè?" non riesco a trovare alcuna risposta.
E una volta entrato vede Brynden Rivers, la descrizione che hai usato è la medesima che ha quest'uomo. Privo di un occhio, l'altro rosso che sta parlando col nostro Brandon Stark, appena tornati da quella visione che se ben ricordo era avvenuta nella sesta stagione quando aveva provato a chiamare suo padre dopo che aveva sconfitto Arthur Dayne e prima che salisse i gradini per la Torre della Gioia.
Mi urta un pò che in Brandon nostro veda il Brandon suo. Voglio dire, ormai gli Stark a parte Arya non hanno più l'aspetto di veri Stark, ma dei Tully proprio come ci dice Catelyn, non solo nei colori ma anche nei lineamenti... odio Martin per questo. Erano così belli i miei Stark. Quindi non so la vedo un pò difficile che riconosca in lui l'aspetto di Brandon suo, ma se la mettiamo sotto l'aspetto empatico allora sì, ok.
Uhm... ammetto che tutto questo suo sogno per quanto mi sia sforzata non l'ho capito. Nel senso apprezzo l'inserimento di Bran del corvo a tre occhi e di questo collegamento col nostro periodo (intendo i tempi odierni di Got) però non capisco ai fini della storia perchè o come Sym sia stato attirato da loro tanto da fare questo viaggio temporale e capitare in quel loro momento.
A dirla tutta me la sono vista proprio sta scena, quasi che fosse davvero avvenuta nella stagione che conosciamo essere la 6, ma lo scopo ultimo non riesco a trovarlo. Cosa accadde a Sym può quindi essere d'aiuto al nostro Bran?

E il tipico comportamento da cavaliere da un lato me lo fa adorare, dall'altro maledire! Aveva la possibilità del primo bacio, ma non l'ha sfruttato... però me lo fa amare sempre di più. Sa che non ha futuro dato che sente che potrebbe trasformarsi da un momento all'altro e questo lo destabilizza enormemente. Quindi non se la sente di illudere Aura per non darle nulla. Già ha perso tanto in tutta la sua vita, una famiglia che lei amava, un figlio che non desiderava.

Uhuhuhuu, e dunque Sewyn ha raggiunto Symeon!! Ora me li voglio proprio vedere due degli eroi fianco a fianco, anche se il primo loro incontro non stava andando proprio per il meglio!

Di Xaro ho poco da dirti sinceramente, me lo ero immaginato tutto un altro personaggio, un pò come Brandon Lama Insanguinata, e invece mi ha molto deluso. Nel senso che è un mascalzone bello e buono e ora deve pure andare a Dorne. Prego il Guerriero che ti trovi ad affrontare i Re di Starfall e farai ben poco lo sbruffone!

Alla prossima, ma ti avviso già che il prossimo weekend sono interamente impegnata nella festa di compleanno di mia figlia e avrò gente a casa per tutto il giorno, quindi temo di non aver tempo per aprire il pc.
Recensione alla storia Occhi di stelle - 13/01/19, ore 18:14
Capitolo 25: Non un'altra volta
E ciao! Finalmente una domenica con un pò di tempo per me... ma solo perchè siamo tutti influenzati chi in un modo chi nell'altro.

Riprendiamo subito col botto perchè Serwyn è nel pieno della sua forma più smagliante, una guerra era proprio ciò che faceva al suo caso. E come se l'avesse chiamata eccola arrivata. Ho avuto i brividi quando hai raccontato come ha ucciso quell'avversario, per quanto stia tifando Crane a tutto spiano (anche Oakhaert, ma Crane mi fa più effetto Krumm Krumm di Harry Potter ed è più corto!) ho però patito molto... la stessa morte orribile di Oberyn e ti dirò, nei libri è sempre stato un personaggio che non sapevo bene da che parte stava, perchè quando appariva non era chiaro tutta la storia dorniana dietro (anche perchè non esiste un suo pov per sapere davvero quali siano i suoi pensieri e dato che con la serie ero ferma alla terza stagione non sapevo nemmeno cosa aspettarmi). Insomma tutto per dirti che quando lo vidi apparire non è che avessi poi così tanto affetto nei suoi confronti, insomma io volevo gente vicina al principe e lui non mi sembrava affatto un suo adepto... solo interessato a difendere e vendicare la morte di sua sorella. Però ammetto che ora col senno di poi, e soprattutto quando rileggerò di lui farò più attenzione, quindi sulla sua morte penso e spero verserò anche una lacrimuccia. Aver riletto la stessa sua sorte mi ha risvegliato tutto questo, povera vipera rossa.

Bella invece l'immagine di Rose ricoperta di sangue, sarà che mi ha ricordato un pò lo stile Lagherta woman warrior! tanto che mi aspettavo da un momento all'altro di leggere: MURO DI SCUDI!!!
sicuramente sarebbe servito per difendersi dai nugoli di frecce infuocate che arrivavano.

Devo ammettere che mi hanno molto colpito le frasi che dice Serwyn sulla guerra: si combatte assieme, si finge assieme, e anche quella che una guerra è fatta per soldati non per guerrieri e io aggiungerei (sigh) per cavalieri, dato che i miei personaggi restano uccisi proprio perchè erano dei bravissimi cavalieri. Rhaegar, Jonnothor e Lewyn... ed è subito magone. E pure Hightower, Whent e Dayne e qui non mi riprendo più!

Evvai pure i giganti!! Ebbeh non dobbiamo farci mancare nulla mi pare! Mo stavolta voglio vedere come li uccidono o ne scampano la morte.

E ri-evvai!!!! Pure Brandon abbiamo in campo. Non so perchè ma di primo acchito temo per la vita della quercia... senti ma di figli ne ha lasciati vero in giro? No perchè gli Oakhaert esistono e sono pure belli cospicui nel nostro presente anche se un peletto tonti a mio dire.

Ecco si e per non levarci il piacere arriva pure wung wung il gigante dorato. E giustamente Serwyn sbiella alla sua vista. Ti prego ora non fare la stessa fine di Oberyn che pur di vendicare sua sorella ha perso la vita in maniera così idiota, quando ormai aveva la vittoria a portata di mano.
Certo Serwyn non ha ancora alcuna vittoria in mano, ma speriamo che almeno a sto giro riuscirà nella sua vendetta personale.

E come sospettavo John ha perso la vita, ma ha un figlio... che forse avevo rimosso in precedenza! E la dinastia può continuare quindi, come è bene che sia.

E un pò devo ammettere che me lo stavo immaginando un finale del genere, ma colpa tua. lo hai spoilerato nel titolo quindi se lui dice non un'altra volta l'unico mio pensiero va nella famiglia che ha già perso una volta e non vuole che riaccada e mi pare oltretutto che sia stato un pensiero abbastanza ricorrente da quando si è sposato con lei.
Però ammetto che mi ha fatto un certo effetto leggerlo, come coppia mi piacciono e solo perchè so che i Crane esistono anche ai giorni d'oggi resto convinta che lei in qualche modo sopravvive anche se l'ultima visione non è proprio delle migliori. A meno che dato che lui è già Crane non trovi in un futuro un'altra moglie, della serie la terza è volta buona, ma... nooooooo!!!!!!!! Mi piacciono troppo perchè possa anche solo vagliare questa ipotesi!
Non essere crudele per favore, e a proposito, ma possibile che Bran (il giovane intendo, il costruttore, non il bastardo pezzo di me...) sia ancora così distante? possibile che Avenne non abbia visto qualcosa e non vadano a salvarli? vero che loro stanno ancora più a sud, ma dimmi che in qualche modo arriva qualcuno ad aiutarli. Ah, si certo abbiamo pure Symeon, il protagonista che ultimamente fa lo scansafatiche da qualche parte... se non sbaglio era proprio a High Garden l'ultima volta che lo abbiamo visto.
Ahahaahah, poverino, anche lui come il mio Rhaegar è stato spodestato dal suo trono di primo personaggio!!!