Recensioni per
Amore e Morte - Poesie di un'astronauta.
di raven rachel roth

Questa storia ha ottenuto 10 recensioni.
Positive : 10
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Nuovo recensore
03/08/21, ore 19:03

Adoro il fatto che sia necessario ragionare a fondo nel rileggere i passaggi, scavare oltre le righe per cogliere tutti i significati profondi che hai voluto esprimere attraverso le parole, le figure retoriche e i riferimenti mitologici, che sono davvero efficaci. La figura del cosmonauta è affascinante, vorrei conoscere di più lui e la sua storia. Ho assolutamente adorato la penultima strofa: seppur l'immagine dei ricci di Ettore possa apparire qualcosa di lontano e rarefatto, sembra quasi che il cosmonauta abbia davvero viaggiato attraverso lo spazio e il tempo per accarezzare il capo dell'uomo senza vita. Come se non gli bastasse vedere vagamente quelle cose da lontano, ma volesse raggiungerle e toccarne davvero l'anima. E poi c'è la fine, che sfuma nell'oblio delle orbite nere; finale più giusto non poteva esserci.

Nuovo recensore
03/08/21, ore 10:20

I miei più sinceri complimenti! Eccellente scelta del lessico che si sposa meravigliosamente con similitudini ricercate. La decisione di inserire anafore mi ha dato l'impressione di leggere un'invocazione a questo misterioso "lui" come in una preghiera laica. Hai una straordinaria sensibilità e un vocabolario molto vario e sono convinto tu possa creare ancora testi immaginifici come questo. Continua così.

Recensore Junior
02/08/21, ore 19:20

Bellissima e misteriosa questa poesia.
Sembra un amore impossibile e non corrisposto ma che fa pensare, forse.

Mi piace molto.
Complimenti
Roberto

Recensore Master
04/02/21, ore 16:41

Mia cara ,le ossessioni si curano con gli specialisti delle menti.Le poesie possono divenire una fuga in avanti non un rituale per una personale commiserazione.Nel tuo lavoro si colgono momenti didattici niente male,ma allora perche' non lavorarci dentro.Bene.
Pasta 4/2/21

Recensore Master
04/02/21, ore 12:23

Devi stare sullo stomaco a qualcuno che entra col bisturi sulle tue vicende personali come un arcangelo in negativo.Non sara' di certo un uomo del tuo sentimento perche' le persone astiose soffrono sempre di gastrite.La poesia brilla per fortuna di luce propria anche se c'e' qualche strofa di troppo .Benissimo.
PASTA 4/2/21

Recensore Master
12/01/21, ore 12:34

Ciao, molto bella questa poesia ed eccentrica nelle scelte di alcune parole e sequenze. Mi piace tantissimo: "diamo inizio all'illuminismo.

Recensore Master
12/01/21, ore 12:06

Ciao non mi ero accorta che avevi pubblicato anche questa poesia!
Sempre molto bella ed evocativa. Personalmente trovo sempre molto complesso gestire le rime, tu però te la sei cavata benissimo.

Recensore Master
27/12/20, ore 16:21

Veramente bellissima questa poesia. Il giudizio degli altri che si infrange contro il disperato bisogno di essere se stessi e tu stella tra le stelle, brilli senza cessare di affermare la tua essenza. Mi è piaciuta la sequenza di domande e risposte e la dichiarazione finale che termina in bellezza una melodio dell'anima che con il tuo sentire vivace e profondo hai espresso in maniera delicata e cristallina, anzi, per dirla a parole tue: brillante come energia dell'universo."
Complimenti la tua mente brillante risplende in questa bellissima poesia e io ti sono grata per averla condivisa.
La bellezza salverà il mondo.

Recensore Junior
21/12/20, ore 15:49

Brava.
Brilli perché puoi brillare.
Egocentrica. Narcisista. In(de) finita.
Anche chi esprime giudizi, sentendosi in diritto di farlo, potrebbe venire etichettato da altri.
Banale? Mediocre, invidioso? Presuntuoso?
Forse.
Mi piace la tua maturità nel cogliere sfumature ed ombre nelle parole dei tuoi interlocutori/spettatori.
Mi piace il tuo coraggio nel non adeguarti alla terribile normalità.
Diffida sempre da chi non apprezza chi o cosa è sopra le righe.

Complimenti
Roberto

Recensore Master
18/12/20, ore 14:03

Il tuo temperamento c'e' tutto in questa stramba poesia.Ti manca il fuoco di Nerone ed il suo canto di allucinazioni.Ma tu hai una penna niente male.Dovresti raccogliere con ordine le tue idee e sparare giusto nel mucchio delle tue ansie.Scrivi quando la rabbia sara' alle tue spalle.Bene.Augurissimi.
Pasta 18/12/20