Recensioni per
Prigione di sogni
di Cossiopea

Questa storia ha ottenuto 9 recensioni.
Positive : 9
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Junior
12/06/21, ore 15:16

Quando ho visto il nuovo capitolo mi sono illuminato, sul serio. Sì, inizio col botto.
Però è vero, ultimamente si vedono pochissime storie nuove e questa era sicuramente una delle mie preferite, quindi sono felice di vederla di nuovo aggiornata. Ma bando alle ciance, iniziamo.

All'inizio ero un po' spaesato, non capivo se fossimo in un altro sogno, uno in cui magari Annabeth era andato a trovare Sally dopo la sparizione di Percy negli eventi del "figlio di Nettuno", ma poi ho visto che era la *seconda* volta che Percy era sparito. Ci ho messo un secondo, ma ho capito che questo capitolo sta riprendendo la "continuity" del racconto. Eravamo rimasti a Percy che andava al campo con Nico e Will e dopo avevi mostrato un sogno in cui era presente anche Annabeth, quindi avevo mischiato le cose.

Beh, che dire, ben fatto! Mi piace questo modo di raccontare la storia, mi ricorda un po' l'approccio che è stato preso da un videogioco, Beyond two souls, in cui gli eventi della storia non seguono un ordine cronologico ma fanno dei salti nel futuro e nel passato, raccontato poco per volta tutta la storia, aggiungendo un pezzo del puzzle poco per volta.
Ora, tu non stai andando nel passato e nel futuro (per ora hahaha) ma l'idea di alternare sogni e presente, con più personaggi, inclusi quelli esterni alla vicenda, mi piace, mi intriga e soprattutto mi fa domandare "cosa succederà adesso?"

Quindi sì, mi piace l'idea e mi piace come la stai raccontando (perché sì, un conto è avere una buona idea, un conto è anche riuscire a metterla in pratica), perciò tanto di cappello.

Ammetto che il pov di Annabeth mi ha sorpreso (come quello di Leo). L'ho trovato ben scritto, non ho visto errori, era tutto molto fluido e hai rappresentato molto bene le emozioni che stava provando in quel momento, da un punto di vista della personalità non so dirti se fosse IC o meno, forse per via della serietà del capitolo (e anche perché Annabeth non ha quell'umorismo pungente più definito in Percy o Leo, e non è un edgelord alla Nico), ma direi che nel complesso è stato un buon capitolo. Unica cosa, non credo che lei si sarebbe davvero dimenticata di controllare il cellulare, una secchiona come lei avrebbe valutato subito ogni possibilità (è anche vero che quando si è innamorati si sta con la testa tra le nuvole, quindi tutto può essere hahaha). Non prenderla come una critica, sono solo io che sono un rompicoglioni certe volte, mandami pure a quel paese se vuoi, non ti giudicherei, la storia rimane bellissima comuque.

Mi sono piaciuti anche Sally e Paul, sono apparsi un po' di contorno ma hai raccontato molto bene la loro angoscia e la loro preoccupazione, specialmente quelle di Paul, hai mostrato bene il suo senso di colpa senza scendere troppo in descrizioni chilometriche e quant'altro, ti sei soffermata poco, il giusto, quello che serviva e sei passata oltre, quindi ben fatto.

E poi arriviamo alla parte finale in cui Annabeth dice la frase della vita: "forse hai contattato le persone sbagliate"

SÌ CHIRONE GUARDIAMO TE, TE CHE SEI SEMPRE PIENO DI SEGRETI E NON VUOI MAI DIRE NIENTE A NESSUNO. Ma ti vogliamo bene lo stesso, Chirone.
Nico che se ne esce con "tu mi fai paura" poi mi ha fatto sghignazzare. Ottimo modo per stemperare la tensione.
Bene, prevedo un putiferio all'arrivo di Annabeth al campo, mi immagino lei all'inizio contrariata e poi, non appena scoprirà cosa cavolo sta succedendo, me la vedo già che decide di prendere le redini della situazione (per rimanere accanto al suo Testa d'Alghe e assicurarsi che non si faccia male, sicuramente).
O magari mi sbaglio, chissà.

Comunque, sono felice di aver visto l'aggiornamento, non ho idea di come abbia fatto a parlare così tanto per questo capitolo così breve, ma meglio così immagino. Non vedo l'ora di sapere come continua, bel lavoro e alla prossima!

p.s. Sono un mega idiota comunque, non mi ero reso conto che la Cossiopea che ha messo la mia storia tra le ricordate eri proprio tu hahaha, scusa se me ne sono accorto solo ora. Grazie mille, comunque, spero ti sia piaciuta!

Recensore Junior
08/05/21, ore 10:10

Buongiorno, buon sabato!

Quindi era Lora la bambina che piangeva sul taxi. Ora mi domando come abbiano fatto a trovarla Nico e Will. E sopratutto mi domando che cosa c'entri lei in tutta questa storia. Oltretutto è solo una bambina... mh. Non so perché, ma ho un presentimento abbastanza sgradevole. E Jason che continua ad essere tirato in ballo... uhm. Non ho davvero idea di dove tu voglia andare a parare e per questo ti dico: brava, hahaha, sarà bellissimo scoprirlo!

Abbiamo avuto un altro sogno di Percy, in cui incontra suo padre. Devo dire che è stato scritto molto bene, mi è piaciuta la descrizione del luogo, di Poseidone, hai raccontato bene le sensazioni provate dal semidio. "Infinite volte. Infiniti sogni". Non so perché, ma sta frase mi ha colpito. Mi piace, mi piace moltissimo questo alone di mistero, queste frasi criptiche, le parti in cui il nome di Lora viene menzionato e subito dopo ci sono sequenze di quasi morte/tensione allucinante. Direi proprio che è un nome da evitare durante i sogni.

Nello scorso capitolo, poi, abbiamo visto Will, Nico e Percy portare Lora al campo. Tutti la stavano aspettando, ma ancora non è molto chiaro cosa sta succedendo. E sopratutto tutti sembrano molto angosciati da lei e dal fatto che Percy l'abbia incontrata.

In questo capitolo abbiamo anche visto Annabeth, finalmente, ma suppongo che anche questo sia un sogno visto che, di nuovo, Jason è stato menzionato. Forse Annabeth non aveva il coraggio di dire alla piccolina che il figlio di Giove non è più tra di noi, ma il fatto, comunque, che Annabeth abbia introdotto Lora a Percy quando lui l'aveva già conosciuta nel capitolo 6 mi fa giungere a questa conclusione, siamo in un altro sogno. E anche il fatto che Percy percepisce qualcosa di strano me lo fa credere.

Brava, bel lavoro. Questi capitoli mi piacciono moltissimo e non ho nemmeno notato errori, sei sempre molto fluida e scorrevole. Non vedo l'ora di vedere come continua!

Recensore Veterano
08/05/21, ore 01:18

E niente anche un'orologio rotto segna l'ora giusta due volte. Modo simpatico per dire che sono in ritardo e lo sono sempre.
Help.
Niente nel momento in cui ho visto la scritta del titolo sono entrata in modalità: "VAI COL TRIP".
In realtà è stato un sogno molto equilibrato.
La prima metà è stata giustamente caotica, diciamo uno spaccato più "coerente" del mondo onirico visto fin'ora. Con la presenza di Poseidone, forse è solo l'elucubrazione mentale di Percy, ma penso che fosse proprio il padre che cercava di intervenire.
Comunque la seconda parte del capitolo ci illude di trovarci in una realtà più concreta che il mondo on-off di sogni che Percy sembra vivere abbia di nuovo cambiato perno ma no ...
Sta ancora sognando, credo.
Cioè parlano di Jason come se fosse lì presente, dunque sì, nonostante l'aspetto decisamente più coerente della seconda parte, stanno ancora vivendo in un sogno.
Però pare che anche il nostro giovane eroe abbia nasato la stranezza, inoltre, il titolo potrebbe essere abbastanza esplicativo, mi chiedo solo se saranno tutti rinchiusi nel medesimo sogno, ognungo avrà il suo e soprattutto la giovane Lora cosa avrà a che fare con questa storia.
Ora ti lascio, scusa la brevità,
un bacio
RLandH

Recensore Veterano
23/04/21, ore 23:30
Cap. 6:

Eccomi!
Scusa il ritardo.
Prima di tutto ho apprezzato il punto di vista di Will, era fresco, poi forse non avendo subito visite inaspettate di divinità, tripp onirici o essendo reduci da missioni potenzialmente mortali lo ho trovato il narratore più equilibrato tra loro.
Un equilibrio precarissimo tra un Nico più cupo che mai ed un Percy sull'orlo di una crisi di nervi ed ovviamente la piccola Lora.
Scopriamo che é figlia di Ecate, ma era un po' il segreto di pulcinella; però sì sono incuriosita da lei, dal male che la affligge e da quale sia il suo ruolo visto che pure il Signor D. la chiama per nome, dando una nota profondamente drammatica alla descrizione.
Comunque si, aspetto la prossima recensione per scoprire cosa succederà.
La narrazione mi piace ed ho apprezzato molto anche la descrizione della vista della collina, nostalgica.
Comunque ci tengo a dire che per un tempo sono stata convinta che l'autista del taxi fosse un mostro o qualcuno travestito.
Comunque ora ti lascio, perdona la brevità.
Un bacio
RLandH
Ps- sto pensando ai figli di Afrodite che memano su Percy e Will che passa il tempo a rimettere a posto ahaha

Recensore Junior
19/04/21, ore 09:40
Cap. 5:

Sono stata estremamente felice di averla scoperta mentre cercavo nelle ultime storie.
Scrivi magnificamente e trasporti immediatamente all'interno della trama.
Trama innovativa e platonicamente confusionaria (ma penso che sia quello l'effetto che deve dare e amo).
Percy e Nico sono stati scritti egregiamente, canonicamente e mi hanno tantissimo emozionato, fatto un minimo riflettere, commosso e divertito allo stesso tempo. Leo un po' meno, ma il senso e il contesto in cui l'hai descritto é reso bene, quindi é okay. Sono anche intricata da ciò che ha detto Ecate e Lora.
Non vedo l'ora di sapere come prosegue perché mi incuriosisce parecchio ✌🏻

Recensore Veterano
17/04/21, ore 23:21
Cap. 5:

ECCOMI!
Scusa il ritardo!
A sorpresa abbiamo un Leo Valdez selvatico; allora capisco il tuo problema nello scrivere Leo, ma credo che tu te le sia cavata molto bene a bilanciare la sua personalità focosa e il profondo senso di inadeguatezza che sente, in particolare a confronto di Jason-Golden-Boy (Che poi sarò onesta: Leo secondo me è tipo il più potente di loro, visto il suo potere).
La comparsa di Jason fa male, per noi che lo leggiamo e per loro, una cosa che non perdonerò mai a Riordan è la mancata rappresentazione del loro lutto in canon).
Comunque sì, hai bilanciato molto bene la parte iniziale, con l'ego un po' pompato di Leo (che mi ha ricordato il suo atteggiamento con la scena di Echo e Narciso) fino alla sua nudità emotiva, che ci è più famigliare.
E poi la caduta - poetico.
Comunque come dicevo abbiamo rivisto ancora una volta Jason, mi chiedo se sarà un elemento legato alla trama o una sorte di 'memento mori' per loro (cioè di questo destino ineluttabile che gli attende, o forse più semplicemente la ferità della scomparsa del semidio che è rimasta negli amici).
Comunque, non vedo l'ora di leggere il prossimo capitolo!
Un bacio
RLandH

Recensore Junior
17/04/21, ore 15:46
Cap. 5:

Ri-buongiorno!

Non mi aspettavo il pov di Nico, ma forse era prevedibile vista la scena finale del capitolo 3. Quello di Leo invece è proprio stato un fulmine a ciel sereno.
Comunque sia, questi due ultimi capitoli mi sono piaciuti molto. La scena di Nico che cammina, le voci, Bianca, è stato tutto molto ben realizzato. Hai giustificato al 100% il motivo del tag Angst, davvero ben fatto. E vedo che c'è un nome ricorrente, questa Lora, che presumo sia la ragazza che Ecate vuole che Percy trovi.
Mi piace come racconti la storia, i pensieri dei personaggi sono ben distinti, si capisce quando si tratta di Nico, di Percy o, in questo caso Leo, e per questi ultimi due devo farti i complimenti perché per alcuni versi sono simili nella loro ironia, ma sei riuscita comunque a distinguerli. Inoltre, come per Percy, con Leo hai fatto un ottimo lavoro, anche in questo caso ogni sua frase mi ha fatto pensare proprio a lui.
Ammetto che mi ha colto alla sprovvista l'inizio, pensavo fosse un flashback o missing moment del primo libro, invece è sicuramente stato un altro sogno.
Un altro elemento ricorrente è Jason, mi pare di capire. Sono davvero curioso di scoprire che cosa ci sia a legare i sogni, Lora, Jason ed Ecate, e sopratutto di capire quali sono i ruoli che hanno i vari personaggi. Come ho detto, credevo che Percy sarebbe andato "solo", invece abbiamo anche Nico e Leo, anche se mi pare di capire che quest'ultimo potrebbe essere stato solo un esperimento.

Ottimo lavoro, di nuovo. E sopratutto bravissima con l'ultimo paragrafo del capitolo di Nico, è stato assolutamente fantastico. Non ti sei persa in chiacchiere, non hai spiegato chi era a parlare, hai semplicemente lasciato tutto lì, in modo che il lettore capisse da solo. Davvero ben fatto. Non vedo l'ora di leggere come continua.
Alla prossima!

Recensore Veterano
14/04/21, ore 14:36

Ei la!
Mi sono letta questi quattro capitoli e posso dire di non averci capitolo nulla, dunque: sono 100/100 abordo perché voglio capire.
Dopo aver fatto la figura della demente posso passare alle cose serie.
Allora i capitoli non onirici quindi più lineari e chiari mi son piaciuti molto, ai delineato bene Percy ed il suo modo di essere. Ho apprezzato l'accenno di paura che nasce in Paul, perché per quanto Percy sia un pezzo di pane di tanto in tanto la gente si dimentica che potenziale pericoloso ha (non a caso é il figlio dello squititore di terre).
La parte onirica ecco si quella la ho proprio amata, partendo dell'estetica del nome/titolo all'utilizzo della sequenza delle scene (quella di Jason su tutte) e la descrizione della caoticita dei sogni, che alternano momenti quasi reali con altri no-sense fino alla consapevolezza del sogno stesso (chapau per il cambio di sequenze del sogno).
Quindi si ecco lo stile mi piace e la storia mi intriga.
Al prossimo aggiornamento
Un bacio
RLandhlH

Recensore Junior
07/04/21, ore 21:13

Ciao, buonasera.

Perdonami se lascio una recensione molto nana, ma vorrei solo, come si dice, mettere i miei 2 centesimi riguardo questa storia che ha catturato la mia attenzione.
Devo dire che mi piace molto come scrivi, è tutto molto fluido e scorrevole, e sopratutto devo dire che il tuo modo di raffigurare Percy è assolutamente impeccabile, i suoi commenti sarcastici, la sua autoironia, la sua... "aura", ogni frase, ogni sua parola che leggo mi fa dire "sì, è proprio Percy", quindi davvero, complimenti.
E complimenti ovviamente per la storia e per la trama. Certo, sì, fare i complimenti per qualcosa che non è nemmeno stato svelato non ha molto senso, ma forse è questo il punto, è il fascino del mistero, del domandarsi "che cosa succederà ora?", sì perché non ne ho proprio idea.
Davvero Percy ed Ecate non si sono mai incrociati? Sembra assurdo. Però in effetti, forse solo Hazel ha visto Ecate. Forse c'era Leo con lei... o era Frank? Un minuto di silenzio per la mia memoria.
Sono abbastanza sicuro che Leo e Hazel assieme hanno incontrato Nemesi. Sono sicuro al 42%

Comunque, devo dire che non ti sei risparmiata con Percy. Una delusione dietro l'altra nel primo capitolo, il modo ideale per iniziare col piede giusto una storiella. Abbiamo un povero eroe che rappresenta l'incarnazione fisica del mai una gioia (in realtà quello sarebbe Jason... per motivi abbastanza ovvi).
E il finale di questo terzo capitolo, mi è piaciuto molto. Se volevi raccontare un'atmosfera cupa, ci sei riuscita alla perfezione. La scena con la pioggia che batte, i singhiozzii strozzati, Will e Nico cupissimi, sono riuscito ad immaginarla perfettamente e ammetto che mi ha messo in soggezione, è una delle rare volte in cui leggo di una scena che vorrei davvero vedere riprodotta. Ben fatto.

E un'altra cosa prima di andare, i mondi di cui ha parlato Ecate... si riferisce ai sogni? Il titolo e l'incubo del secondo capitolo mi fanno pensare che, sì, i sogni avranno un ruolo importante. O magari si tratta di un nuovo mondo inteso come il mondo di un'altra cultura? Staremo a vedere.

Mi dispiace di essere il primo a recensire, sinceramente, vista la qualità della storia. Spero di leggere altri capitoli, sono davvero curioso. Bel lavoro, alla prossima!