Storie originali > Fantasy
Segui la storia  |       
Autore: la_pazza_di_fantasy    19/05/2021    0 recensioni
Rowan, ex principe di Awan, non vede la sua famiglia da anni dopo aver accettato di essere la moneta di scambio per salvare la sua famiglia e il suo regno. Ma le cose sono destinate a cambiare visto che il suo carceriere decide di mandarlo in uno dei regni più potenti per fornirgli informazioni e permettergli quindi di impossessarsi anche di quel regno.
Rowan riuscirà a portare avanti la sua impresa? O verrà scoperto e tutti i suoi sacrifici resi vani?
Genere: Fantasy, Romantico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het, Shonen-ai, Yaoi
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
-dove li avete visti l’ultima volta?- chiese il ragazzino di appena tredici anni. Si trovavano nella sala della guerra e il giovane principe insieme al re, suo padre, stavano conducendo la riunione di guerra. Il loro regno, Awan, era sotto assedio da uno dei più infimi re del loro mondo: Gale.
Tutti gli altri regni sapevano perfettamente che Gale aveva mire espansionistiche ma non si era mai mosso. Mai prima di un mese prima. Aveva puntato il regno di Awan perché non solo era il più vicino ma anche uno dei più grandi delle regioni del sud e sconfitto quello Gale avrebbe avuto via libera sugli altri piccoli regni li presenti.
-a pochi metri dalla porta nord delle mura mio signore- rispose il generale dell’esercito indicando il posto sull’enorme mappa disegnata dettagliatamente sul tavolo della sala.
-Edward dove si trova in questo momento?- chiese il re alla sua guardia. Stava aspettando il suo consigliere, in realtà voleva la sua presenza per la riunione ma si era ritrovato costretto ad iniziare anche senza di lui, non avevano tempo da perdere.
-non lo sappiamo mio signore…-
-sono qui- disse l’uomo entrando in maniera abbastanza scenografica nella stanza del trono. Rowan osservò il consigliere con un piccolo cipiglio che gli si stava formando sul volto: perché Edward aveva quel ghigno stampato in faccia. Da quando si ricordava il principino aveva sempre visto il consigliere reale serio e non sorridente, la maggior parte delle volte sembrava anche arrabbiato quindi perché quell’espressione?
La domanda silenziosa di Rowan trovò risposta quando nella sala iniziarono a spargersi grida di terrore.
-Edward cosa hai fatto?- chiese con rabbia il re che aveva intuito tutto proprio come il figlio.
-mi libero degli insulsi, avrò un governo tutto mio- disse Edward con il sorriso sulle labbra. Rowan guardò malissimo l’uomo prima di correre fuori dalla stanza. I presenti lo lasciarono passare visto che in quel momento erano tutti concentrati su Edward. Rowan raggiunse velocemente la sua camera da letto dalla quale prese le sue due spade gemelle prima di correre in direzione delle urla. Arrivato nella sala del trono c’era il delirio. Metà servitù li presente era stata fatta fuori, suo fratello minore, Stevie, si stava nascondendo dietro al trono più grande. Di Kayle e della regina non c’era traccia. Rowan decise di non preoccuparsi per il momento della sua gemella e della madre. Doveva semplicemente proteggere Stevie in quel momento che era quello più in pericolo dei presenti visto che non aveva ancora imparato a tirare di spada.
-tutto bene?- chiese Rowan avvicinandosi al fratello che lo guardò con gli occhi spaventati prima di annuire nonostante non stesse per niente bene. Era solo felice che suo fratello maggiore fosse li insieme a lui.
-mi occupo io di questi, tu rimani qui- continuò Rowan prima di uscire dal suo nascondiglio e iniziare a combattere contro l’esercito di Gale. Ovviamente da solo non sarebbe mai riuscito a sconfiggerli tutti nonostante fosse molto abile con le sue spade tanto che era diventato famoso con il nome di: Scorpione del deserto. E a Rowan quel nome piaceva e anche molto.
Accanto allo Scorpione del deserto c’era l’esercito di Awan, almeno una parte, e Rowan poté muoversi con tranquillità nonostante stesse affrontando due soldati alla volta.
-fermi!- gridò una voce facendo bloccare sul posto tutti i presenti e facendo allo stesso tempo congelare sul posto i due principi più il re che era appena arrivato trafelato nella sala e con la spada in mano. Spada che strinse violentemente.
-fermi o loro due fanno una brutta fine- continuò l’uomo mentre al suo fianco due suoi soldati tenevano un coltello puntato alla gola della regina e di Kayle.
-lascia stare la mia famiglia Gale- gridò il re con gli occhi che andavano in fiamme.
-non così in fretta. Il tuo regno è già nelle mie mani. Per la città è presente l’esercito e solo a una tua mossa falsa ucciderò le tue donne per poi continuare a distruggere il tuo regno- disse Gale con un sorrisetto in faccia mentre un dolorante Edward entrava nella sala del trono avvicinandosi a Gale che gli sorrise -ben lavoro- senza l’aiuto di Edward e delle sue mire di potere non avrebbe mai potuto conquistare Awan così facilmente.
-cosa vuoi?- disse Rowan prontamente -per lasciare mia madre, Kayle e il nostro regno- continuò il ragazzino mentre il padre lo guardava sorpreso. Sapeva che suo figlio era pronto a tutto ma non si aspettava niente del genere in quel momento.
-mi piaci ragazzino- disse Gale osservando il tredicenne che aveva difronte. -voglio te, se tu vieni con me rinunciando al tuo trono non farò del male alla tua famiglia e al tuo regno-
-Rowan, no- disse il re spaventato da quella proposta.
-Rowan non serve che tu faccia una cosa del genere- disse ancora la regina mentre il coltello le si avvicinava ancora di più alla gola.
-lo giuri?- chiese invece Rowan ignorando le voci dei suoi genitori.
-lo giuro-
-allora verrò con te, ma lascia stare la mia famiglia e il mio regno-
-affare fatto principino- il ghigno sul volto di Gale si ampliò ancora di più.
 

 
   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Fantasy / Vai alla pagina dell'autore: la_pazza_di_fantasy