Storie originali > Soprannaturale
Segui la storia  |       
Autore: DennisCD    22/07/2022    0 recensioni
"Verità" "Esistenza" e "Potere", quante volte abbiamo sentito queste parole senza comprenderle del tutto?
Questa è la storia dell'uomo perfetto ,che dalla sua vita perfetta si ritrova all'inferno in un istante .Questa è la storia di colui che vuole comprendere "La verità" , "L'esistenza" e "Il poetere" per riuscire a diventare davvero "Perfetto".
Genere: Avventura, Azione, Thriller | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het, Shonen-ai, Shoujo-ai
Note: nessuna | Avvertimenti: Contenuti forti
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
[13] Poli opposti



[Rob]: Le hai spiegato tutto ? 
[Io]: Si , ci ho messo mezz'ora e mi ha detto che per due giorni si ricordava della "ragazza" che non ricordo e che poi anche lei come tutti l'ha dimenticata.
[Rob]: Capito , non buono.
[Io]: Comuque , vorrei dirvi una cosa adesso , visto che siamo qui tutti insieme (almeno quelli che conosco del "posto"), penso che siccome ci sono stati tanti problemi e tante cose successe che non ho ancora capito , io penso che debba aiutarvi d'ora in poi qui , nel "posto".
[Dustin]:......
[John]: .......
[Rob]: Molto bene , però direi che per oggi torniamo a casa visto l'orario.
[Io]: Va bene , ma ho un problema ..... mia madre mi ha detto che la mia casa è inutilizzabile perchè ci sono dei detective che stanno indagando dentro e non avrei un posto per dormire per stasera siccome dovrei essere a New York....
[Dustin]: ah vero Rob me l'aveva detto della tua storia , mi dispiace..
[Io]: Anche io vorrei essere dispiaciuto ma non ricordo nulla...
Come faceva Rob ad avergli raccontato questa cosa a Dustin se nemmeno io gliel'ho detta? 
[Rob]: Ah Luca ti sei dimenticato di avvisare tua zia che non tornerai più in america.
Io risposi con un po di insicurezza :
[Io]: Hai ragione Rob , ma come-
io so sempre e sfortunatamente tutto
[Io]: No niente.
Dissi questo ricordandomi quello che aveva detto.



[Io]: Bene ,per non creare altri problemi a lei ho detto che ho avuto un problema e sono dovuto ritornare in Italia.
[Rob]: Se vuoi puoi venire a dormire a casa mia per adesso...
[Io]: Sei sicuro?
[Rob]: Andiamo , ci vediamo domani John ! Dustin tu torna pure a casa.
[Dustin]: Ok signore.
[John]: A domani!
[Io]: A quanto pare è sicuro.

------------------------------------------------------------------------------------


Dopo qualche minuto che entrammo in casa notai che era abbastanza grande, aveva un giardino , era a 2 piani e aveva un salotto molto grande.
[Rob]: Molto bene , tu dormirai in quella stanza di fianco al bagno poi domani vedremo che cosa fare per te.
[Io]: Grazie Rob , anche se ho davvero tante domande penso che per oggi sia abbstanza per quello che è successo.
[Rob]: ahaha vero Luca , ora aspettami un attimo sul divano che vado in camera a cambiarmi.
[Io]: Si
Mentre se ne andava nella sua stanza pensai quanto io potessi fidarmi di lui e arrivai alla conclusione che per me era una persona buona e che se avvesse avuto cattive intenzioni mi avrebbe già fatto del male.
"penso che devo comunque stare attento è pur sempre una persona appena conosciuta" pensai.
In quel momento Rob tornò in divisa notturna e non emise alcun suono sendendosi sulla sedia di fronte a me.
Da come si era appena mosso si poteva intuire che fosse molto stanco e per questo non dissi nulla nemmeno io.
[Rob]: ......
Mi fissò per qualche secondo con lo sguardo fisso e serio e poi disse:
[Rob]: Dimmi .... che cosa ne pensi di tutto questo .... Luca?
[Io]: Penso che sia tutto molto paranormale e non pensavo potesse succedere questo davvero, tuttavia mi ci sto abituando molto facilmente , ma la cosa che mi lascia invece perplesso sono tutte le domande che mi pongo ormai da giorni senza però avere risposta.
[Rob]: Capisco ...... quindi tu vuoi diventare un politico e ti piace quella ragazza di nome Alessia giusto?
[Io]: S-si ecco per esempio questo fatto che tu sappia tutto mi fa abbastanza preoccupare.
[Rob]: No , non devi preoccuparti il tuo caro Rob è dalla tua parte , devi fidarti.
[Io]: Lo sto facendo e spero di aver riposto bene la mia fiducia.


------------------------------------------------------------------------------------

< in un luogo indeterminato dall'oscurità >
[Jack]: O grande maestro , io non posso fare altro che esserle grato e prostrarmi a lei come il suo più fidato allievo, sa io ero quas-
L'ombra misteriosa lo interruppe dicendo :
[Ombra]: Jack, non hai bisogno di emmetere fiato verso di me per altri secondi , hai eseguito male il tuo compito , si , hai adempiuto al tuo dovere da allievo , ma non ottenendo alcun risultato mi sei stato del tutto inutile .... confido che nel tuo prossimo compito tu esegua il lavoro che ti affido senza fare alcuna cosa diversa....
[Jack]: Certo maestro , vedrà che non ne rimmarà deluso.

[Ombra]: Tu essere, che esisti in quest'esistenza utopica sconosciuta , che esisti in questo mondo , che esisti in quest'astratta realtà e tu che esisti grazie alla luce , io ti escludo momentaneamente dalla realtà materiale ......


------------------------------------------------------------------------------------


< 10 Gennaio 2065 , in una scuola superiore a New York >

[Prof]: Quindi dicevo che la radice di 121 è-
[Altoparlante]: Attenzione recarsi ai bus , tracce di Radit in arrivo ; Attenzione recarsi ai bus-
[Prof]: Ragazzi avete sentito ? fate i bravi in fila e andate sui bus che come al solito vi porteranno agli hotel fino a domani mattina , dai su veloci e dite ai vostri genitori che tornerete domani.
[Adam]: Prof però è la sesta volta che in un mese che succede che noia.
[Prof]: Lo so è stancante ma finche non risolveranno dovremo avere questa rottura.
Dopo che le varie classi furono caricate sui bus nel bus di Adam accadde uno strano evento.
[Prof]: Bene ragazzi ora che siete tutti seduti a coppie sul bus possiamo partire , il viaggio durerà circa 20 minuti.
[Classe]: Va bene prof!

< Dopo 5 minuti > 

Adam disse al suo compagno di viaggio:
[Adam]: Ehi Gary poi vedi che siamo stati male perchè avevamo mangiato lo yogurt di due settimane prima ahahaha .
[Gary]: Ah davvero ? ahahaha che scemi.
[Adam]: Ma stai zitto che tu sei un co....
[Gary]: Cos'è hai paura di dire le parolaccie ? oh piccolo .

rumore forte di ferraglia

[Adam]: Cos'è stato ?
Disse guardandosi in giro.
[Adam]: Ma che cosa è successo ? Dove sono tutti?!
In quel momento dentro l'autobus contemporaneamente al rumore sparirono tutti tranne Adam......
Poco dopo il bus si fermò e le porte spalancandosi diedero così la possibilità ad Adam di scendere, e appena scese rimase colpito dal posto sconosciuto dove si trovava.
Per lui quel posto alieno appariva come un gigante aeroporto qualunque ,ma quel posto era un posto molto conosciuto ....era .......


..... l'aeroporto di Milano .......
   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Soprannaturale / Vai alla pagina dell'autore: DennisCD