Recensioni per
L'Elefante in Salotto
di _NimRod_

Questa storia ha ottenuto 12 recensioni.
Positive : 12
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Junior
22/04/17, ore 23:50

/Shipping potente/
Ahn, mi rende così felice questo nuovo capitolo. Ciao Michele, ti abbiamo voluto bene (ma anche no), ora c'è un nuovo machoman in circolazione! (...)
Adoro la tua scrittura, mi sembrava giusto ribadirlo. Continuo a seguire la storia anche se sempre con qualche giorno di ritardo, tra università e lavori multipli non ho il tempo di controllare quotidianamente purtroppo :(

Recensore Junior
25/03/17, ore 03:52

Ho trovato la storia aggiornata subito dopo aver concluso una serie che mi ha devastato, grazie per il toccasana T^T

Già a quel "basso per mancini" che sa di intima sconfitta (esiste una Bassist Protection Squad? Perché ne hanno davvero bisogno) avevo capito che il capitolo sarebbe stato interessante.
La sensazione di disagio che traspare da Valentino è così VERA, cavolo xD La conversazione procede a singhiozzi e ci si ritrova a pensare le risposte senza dirle, perché ucciderebbero i tentativi di dialogo con un "casual".

A quanto pare quella non è stata la sua serata sotto molti aspetti, infatti non gli va meglio neppure con Milena, direi.
Con sta ragazza proprio non ci sa fare XD Un po' se l'è cercata, eh. Da una parte capisco le intenzioni e le preoccupazioni di Vale, eppure mi è sembrato di scorgere quella sottile vena di moralismo mista ad un ancor peggiore, goffo e imbarazzante tentativo di fare L'amico che ci tiene™, una figura che alle feste è tipo l'Anticristo. Il fatto che si senta un pappone è la ciliegina.
Ma sto divagando!

Riguardo i tuoi dubbi sulla resa degli spostamenti, posso immaginare la difficoltà e magari il tuo senso d'insoddisfazione, ma da esterno mi sento di dirti che fila tutto che è una meraviglia. Non c'è nulla di legnoso, grazie soprattutto alla tua abilità su cui ho fatto apprezzamenti qualche capitolo fa: che i tuoi pg siano in movimento o fermi, tu non lo "dici", bensì lo fai "sentire" al lettore. E' la messa in pratica di quello "show don't tell" che rende accattivante una descrizione (e che mi fa rosicare, perché sono molto lontano dal padroneggiarlo).
Ecco quindi che il viaggio di Valentino che prende le birre dal banco non è un "pagò e andò verso il divanetto". Un gesto che si rischia di far apparire automatico e privo di vita, diventa un'avventura fatta d'imprevisti e balzi improvvisi, dove a farla da padrona è la vivida sensazione fredda e umida dei bicchieri che scivolano dai polpastrelli, un'occasione per descrivere Valentino, i suoi pensieri e anche la sua gestualità. (Sì, mi sono soffermato molto sulle sue mani che coprono i bicchieri xD)

Il cliffhanger è stato un vero e proprio salto nel buio, il mio stomaco ha urlato xD Cosa ci aspetta?
Io punto su Michele impegnato con un altro o così sbronzo da rendersi ridicolo in pubblico. Visti i pensieri di Vale sul comportamento di Milena e la sua fobia che la sorella diventi una quindicenne, immagino che dei gesti simili bastino e avanzino per farlo sbroccare male (nascondete la "chitarra al contrario"!)

Credo di aver finito. Come sempre, grazie per il capitolo e tanti complimenti :)
Ci risentiamo tra queste righe!
(Recensione modificata il 25/03/2017 - 03:54 am)
(Recensione modificata il 25/03/2017 - 03:56 am)

Recensore Junior
23/03/17, ore 01:07

...e domani quando arriva?
Altro capitolo praticamente perfetto, approvo il padre di Michele (Modena! ❤️) ma capisco comunque lo scazzo del povero Valentino.
Well, aspetto il prossimo aggiornamento con impazienza!

D.
(Recensione modificata il 23/03/2017 - 01:07 am)

Recensore Junior
11/03/17, ore 02:06

Ciao! Il nuovo capitolo mi ha lasciato letteralmente in brodo di giuggiole, quindi parto subito in quarta.

Innanzitutto il PoV di Valerio è semplicemente squisito, forse perché ho trovato l'atmosfera molto raccolta: sembra quasi di entrare in punta di piedi, in pantofole, in casa sua e di godersi silenziosamente un po' del calore.
In poche righe mi è sembrato di conoscere Valerio un po' meglio. Hai presentato sia il suo lato privato più rivolto al mondo esterno, con le sue impressioni sulle amicizie e questo accenno alla sua passione per la scrittura, sia uno scorcio più intimo, rappresentato dalla scena in salotto, che nella sua 'normalità' mi ha impressionato molto. Ha detto molto in poco spazio e in tutta tranquillità.

Poi abbiamo Valentino, il nostro beniamino, il cinnamon roll velato di glassa e sarcasmo. Tuttavia, non è questo il dualismo che qui colpisce di più, bensì quello che riguarda la sua crescita: si trova in quell'età in cui si è con un piede nel mondo adulto e con l'altro ancora nell'adolescenza. Si esce dal liceo dove (bene o male xD) si è stati protetti e coccolati e si affronta l'università da persone indipendenti e mature, eppure ci si sente ancora studentelli in grado di spaccare il mondo e con la testa colma più di ormoni che di neuroni.
Mi sembra che questo aspetto traspaia perfettamente dal suo discorso, dal suo senso d'inadeguatezza che si trasforma in un fastidio quasi puerile davanti all'abilità di Michele di adattarsi al mondo e alle situazioni che cambiano.
Credo che, mano a mano che proseguiremo con i suoi PoV, la mia già scarsa imparzialità svanirà completamente, perché adoro troppo come hai dipinto il personaggio e lo amo proprio per questi difettucci e insicurezze. E' l'ennesima prova che non servono tragedie greche né ambientazioni fuori scala per presentare degnamente i drammi quotidiani di ragazzi normali.

Non ti nascondo che mi ha sorpreso veder comparire il nome di Milena. Non che mi aspettassi fosse diventata una darkettona misantropa a causa di un rapporto finito male, ma non credevo neppure che l'avremmo rivista così presto e con un'aura così, così... positiva. Insomma, è stata una splendida sorpresa e mi ha scaldato il cuore ritrovarla in buoni rapporti con Titti T^T Inoltre torna in scena col botto, perché a quanto pare ha una visione della vita di Valentino molto più ampia di quanto non l'abbia lui stesso, o comunque la vede sotto una luce diversa. E' in grado di rigirare il discorso di Tino e di presentarlo in un'altra ottica, più 'adulta' forse, tant'è che lui - a riprova di quanto detto prima sull'essere maturi - non riesce a dare una risposta articolata e rimane "perplesso".

Ho trovato adorabile la presenza di Ilaria e come i due ragazzi, davanti a lei, non facciano del discorso un tabù e anzi, Valentino ne approfitti per lanciare una delle sue frecciatine :')

Bene, penso di aver concluso il delirio. Spero di non aver travisato o visto cose che non ci sono: quando mi lancio in considerazioni su ciò che mi piace finisco per uscire dal seminato per i troppi voli pindarici.

Ti auguro un buon lavoro e ci rileggiamo più avanti!
(Recensione modificata il 11/03/2017 - 02:29 am)

Recensore Junior
06/03/17, ore 04:48

I-Io piango, lascia sta', piango proprio. In questo periodo ho l'emotività a mille e ti NON PUOI scrivermi una cosa simile che poi sono lì a "no michi bello non piangere ok ci sono io shh va tutto bene" c.c
(Comincio a pensare di essere un caso clinico, aiuto.)

COMUNQUE TE LO DICO GIÀ PRETENDO LO SPIN-OFF SULLA LORO STORIA D'AMMMORE!

A presto,
D.

Nuovo recensore
28/02/17, ore 17:13
Cap. 1:

La parte introduttiva con il viaggio in treno e la peculiarità con cui hai descritto l'urto profondo che provocano gli spostamenti per raggiungere l'università, mi ha fatto sorridere parecchio, dovendo sopportare le stesse cose ogni giorno. Ho trovato anche il resto intrigante, sembra una quotidianità comune, ma è piacevole vederla scritta, e la parte finale mi ha incuriosita. Appena avrò tempo andrò sicuramente avanti con gli altri capitoli :)

Recensore Junior
27/02/17, ore 14:39

Ciao! Ho recuperato al volo questi capitoli, sono stati leggeri e davvero piacevoli!

Innanzitutto adoro il puro, purissimo slice of life della storia. Le tue descrizioni sono chiare, immediate, hai rievocato perfettamente l'atmosfera delle università un po' fuori mano e la cosa mi ha riempito di nostalgia. Le sigarette al freddo, le macchinette che brontolano nel silenzio...

Per ora i personaggi che mi hanno colpito di più sono tre:

Il primo è Eugenia. Mi sono innamorato della descrizione che ne fai, così particolareggiata eppure essenziale. Non ho fatto alcuna fatica a immaginare la ragazza: frangetta e naso aquilino sono la meraviglia.
Poi, durante il momento di studio, da parte sua c'è quel principio d'interesse one-sided per Tino e io MUOIO per queste cose.

Il secondo è Michele. Ok, si è visto poco e gran parte di ciò che sappiamo è filtrato dai pensieri di Tino. Probabilmente un personaggio come Michele in real life mi starebbe sulle scatole, infatti sono curioso di vedere fino a che punto sarà "stronzo", però ha quel modo di ragionare che è l'antitesi del mio (e di quello di Tino?) e quindi allo stesso tempo m'incuriosisce. Inoltre ho un debole per i ciuffi emo.

Last but not least c'è Valentino. Mi piace molto, mi dà l'impressione di essere un misto di sassiness e di bisogno d'abbracci e sicurezze (sicurezze che forse Michele poteva incarnare e allo stesso tempo mettere in pericolo, visto il suo modo di fare molto straightforward?)
Inutile dire che la parte che ho preferito di più è quella del rapporto con Milena. La povera ragazza è una vittima innocente e posso solo immaginare l'umiliazione e il cringe provocati da un'uscita come quella di Tino (seriamente, ragazzo mio...). Però è un'arma a doppio taglio, perché anche Tino ne esce ferito, ed è proprio qui il punto che ho adorato: la descrizione che ci dai del suo stato d'animo, il comprendere di potersi eccitare "meccanicamente", di poter idealmente proseguire all'infinito i preliminari, ma di non poter andare oltre con una donna e il disagio che ciò gli provoca. Adoro.
Per quanto riguarda le cose più veniali, sono curioso di vedere cosa ne sarà della Vale/Vale, anche se devo ammettere che nella mia sadomasochistica immaginazione l'unilaterale EugeniaxVale rimane comunque potenzialmente interessante.

Concludo ringraziandoti per la storia, è un tipo di lettura che cercavo da un po'. Spero solo di non aver scritto una marea di sciocchezze sciorinando gratuitamente le mie impressioni xD
Ti auguro un buon lavoro e ci si rilegge!
(Recensione modificata il 27/02/2017 - 02:44 pm)

Recensore Junior
27/02/17, ore 08:47

Ho cambiato idea. Ora il mio capitolo preferito è questo.

Chissà gli altri come saranno..?
Aggiorna presto! :)

Recensore Junior
27/02/17, ore 08:39

Questo credo sia il mio capitolo preferito, finora. Se tu non l'avessi scritto dopo la mia precedente recensione crederei che la descrizione della capigliatura di Valentino sia stata scritta in risposta ai miei interrogativi!
Eugenia non mi è molto simpatica, i ragazzi invece sì. Valerio a quanto pare è a conoscenza dei gusti sessuali di Valentino e questo rende tutto più interessante (la mia ship ValexVale è già nata, ssssì).

Ma la vera domanda è: il mio amico terrone riuscirà a rimorchiare nel prossimo capitolo?

Recensore Junior
27/02/17, ore 08:29

Ci ho messo un attimo a capire di quale Valentino stessimo parlando, però ce l'ho fatta alla scena dell'auto. Non è molto immediato dall'inizio, ma non è importante. Ilaria è adorabile e tutti i personaggi sono molto ben caratterizzati! (Se i capelli non sono rasati approvo anche il ciuffo rockabilly. :D)

Vediamo un po' cosa succede dopo...

Recensore Junior
27/02/17, ore 08:17
Cap. 1:

Ciao! Giù da me in Terronia si usa un registro linguistico diverso nel parlato: questo, unito alla tua evidente capacità descrittiva, preannuncia una piacevole lettura. Spero di non sbagliarmi quando dico che seguirò questo racconto con piacere! ;)

Non ho nessuna nota negativa da fare. L'unico piccolo problema è la visualizzazione del font da cellulare che risulta essere letteralmente enorme, mi piacerebbe sapere se riscontro solo io questo problema oppure è comune a tutti.

A presto!

Nuovo recensore
13/11/16, ore 00:40
Cap. 1:

Ciao. Devo dire che la storia mi incuriosisce molto e le tue descrizioni sono veramente ben dettagliate! Una curiosità:la storia é ambientata a Padova ? ;)