Recensioni per
Il mondo di Felicia Fortunata
di Biblioteca

Questa storia ha ottenuto 117 recensioni.
Positive : 117
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Master
13/09/20, ore 14:47

Interessante la conversazione di Felicia e Oliver. La ragazza mette sempre al primo posto il proprio interesse, certo, ma è anche capace di riflettere sulle parole degli altri e su cosa questa situazione possa significare per loro.
Così come quella con Victor, che e piu perspicace di quanto Felicia gli avesse dato credito. Quindi la Dusi era nella cospirazione? Si inizia ad averne il senso delle proporzioni.
Complimenti per un altro bel capitolo!

Recensore Master
12/09/20, ore 22:36

Uh, molto tempestiva la telefonata di De Rossi. Proprio mentre Felicia ha un morto che ha appena fatto evadere sul divano, giustamente le è venuto un infarto!
Gelsi fa veramente pena: è rimasto bloccato così a lungo in condizioni disumane che ormai pure le affascinanti maniere di Felicia gli sembrano qualcosa di fuori dal mondo.
Adesso voglio proprio vedere cos'avrà da dire Victor.
Complimenti per un altro bel capitolo!

Recensore Master
11/09/20, ore 22:14

Quindi Oliver è completamente arruolato. La spiegazione di Felicia lo ha probabilmente convinto che lei sia una persona profondamente generosa, quindi se prima le dava corda senza troppe spiegazioni, figuriamoci adesso.
Quindi il salvataggio di quel povero disgraziato di Gelsi è andato in porto, almeno per il momento. Adesso voglio proprio vedere i guai futuri!
Altro capitolo interessante, complimenti!

Recensore Master
11/09/20, ore 09:55

Interessanti le riflessioni di Felivia: non ha paira di grandi sconvolgimenti ideologici, ma di veder finire il suo mondo, quello dove è riuscita a ritagliarsi una nicchia tutta per sè. Molto umana come prospettiva.
E intanto finisce a incasinarsi su chi sappia i segreti di chi e per farci che cosa, tirandoci di mezzo anche il povero Oliver.
Altro capitolo carino, complimenti!

Recensore Veterano
30/08/20, ore 00:23

Che bello trovare un tuo aggiornamento,ancora più bello continuare la tua storia.Ora mi è chiaro il piano di Caselli,usare l'Aids come un cavallo di troia per eliminare De Rossi e i suoi collaboratori.In fondo le epidemie sono facili da propagare e con un'alto tasso di distruzione.Gelsi mi fa tanta pena,non sarà facile per lui riprendersi dall'orrore che ha subito.Cinque anni rinchiuso in una stanza...cinque anni di violenze sessuali...solo il pensiero mi mette i brividi.Credo che il prossimo capitolo farà chiarezza su molte cose.Ancora complimenti,hai creato una storia vera con una protagonista splendida.Un bacione.

Recensore Master
24/08/20, ore 16:18

Ciao^^
certi atteggiamenti di Felicia mi danno l'idea di rappresentare in un certo senso il Despotismo: fa cose, minaccia con le armi quando non può ottenere quel che vuole in altri modi, ma poi alla fine non sa come girarsi, perché si scopre all'oscuro di una serie di dati che invece sarebbero fondamentali.
Si è portata in casa Gelsi, ma alla fine non sa come "usarlo", perché anche lei alla fine sa del Despotismo il poco che è dato sapere ai comuni soldati.
Gelsi, peraltro, mi dà l'idea di essere molto di più di una semplice vittima degli abusi di un rivale vendicativo. Sotto la facciata tremebonda si indovina una capacità manipolatoria notevole e mi dà l'idea che stia già studiando Felicia per vedere se riesce a cavarne qualcosa.
La storia è sempre più avvicente e interessante, complimenti. Aggiorna presto!

Recensore Junior
25/07/20, ore 10:23

Ed è così che Felicia si ritrovò nello sterco fino al collo.
Non oso immaginare cosa farà per tirarsene fuori.
C'è un clima di pesantezza che permea la storia dovuto alla minaccia di De Rossi, una persona con la quale di certo non è bene avere a che fare, e ora più che mai le convinzioni di Felicia sul despotismo vacillano più che mai.
Complimenti ancora per questa storia così ben realizzata e non vedo l'ora di andare avanti

Recensore Junior
25/07/20, ore 10:01

Felicia sta rischiando tantissimo nel tenere un prigioniero del numero 0 dal calibro di Gelsi in casa sua, tanto che una semplice telefonata è riuscita ad innervosirla come si deve.
Credo che il fatto della gravidanza sia stato solo un diversivo ma De Rossi sembrava invece molto interessato nel fare trasferire Felicia a Milano, cosa che manderebbe in fumo tutti i piani...
Vedremo cosa avrà in mente Victor in tutta questa storia

Recensore Junior
23/07/20, ore 10:47

Ecco, mi sembrava un piano troppo semplice per funzionare! In ogni caso però Felicia sembra essere davvero molto determinata ad arrivare in fondo alla questione, tanto da arrivare a includere il povero Oliver, mi piace che "l'amore" fra i due sia molto passivo e si limiti solo a qualche bacio per il fatto che in un mondo del genere sembra non esserci spazio per sentimenti belli, lascia intendere che Felicia è più interessata a scoprire la verità che ad avere una bella vita, anzi rinuncia quasi ai privilegi del despotismo per arrivare in fondo ad una questione più grande di lei.
Mi piace molto la caratterizzazione dei personaggi, continua così.

Recensore Junior
23/07/20, ore 10:19

In un mondo complesso come questo essere una pedina in uno schema più grande sicuramente non deve essere semplice, infatti Felicia mostra segni di ragionamento per venirne fuori, ma che sfociano nella paranoia, comprensibile considerando la sua situazione.
Questo vuol dire che non ci sono certezze e per averne dovrà fare qualcosa di assurdo come fare evadere Gelsi.
Cosa che sicuramente non la metterà in buona luce soprattutto se Krueger è coinvolto nella vicenda, che sia la scelta giusta?

Recensore Master
20/07/20, ore 10:02

Ciao^^
Felicia ormai è invischiata nella faccenda.
L'idea del possibile figlio le dà lo spunto per far mente locale su quello che alla fine il Despotismo ha creato, o per meglio dire distrutto. Certo, ci si può difendere con le armi (sicuramente l'aspetto migliore di quel regime), ma a che prezzo si è ottenuta quella concessione? Come nella maggior pare dei regimi nati dal rifiuto per lo status quo precedente, si parte con le più grandi idee di libertà e uguaglianza e si finisce col tagliare teste in piazza.
Hai ricreato molto bene il clima della congiura, il guardarsi costantemente alle spalle, la consapevolezza di non potersi fidare di nessuno, perché anche la persona più devota e fedele, torturata nella maniera giusta, dice qualsiasi cosa.
Come sempre, ci lasci con una rivelazione che fa venire voglia di sapere di più. Complimenti come sempre e alla prossima!^^

Recensore Veterano
20/07/20, ore 01:52

Ciao.Ho iniziato a leggerti per puro caso,non so neanch'io perché.Fin dalle prime righe del primo capitolo mi sono sentita coinvolta,ho capito che era una storia diversa e speciale.Hai creato uno stato totalitario,un'Italia che spero di non vedere mai.Il tuo racconto è uno schiaffo in pieno viso perché ci mostra un futuro possibile,perché gli uomini sono fatti di violenza.La cosa che ci viene meglio è distruggerci tra di noi.Non ti nascondo che alcuni passaggi mi hanno fatto male come la facilità ad uccidere,il numero 0 o il personaggio di Kruger.Ma non cambierei niente della tua storia,è perfetta così com'è.Ci mostri la presa di coscienza di Felicia,prima omologata al Despotismo per poi rendersi conto che niente è cambiato.E qui c'è la svolta,si ribella a chi gli ha sempre mentito ma è un gioco pericoloso.Ancora di più con la liberazione di Gelsi ma che condivido,Felicia lo ha salvato da un'incubo senza fine.Poi mi è piaciuto l'accenno alla società spartana che io adoro.Ho inserito la storia tra le preferite e continuerò a seguirti con molto piacere.Si nota che ci stai mettendo passione,ancora complimenti.Un bacio.

Recensore Master
29/06/20, ore 18:25

Ciao carissima^^
oddio che casino... come in tutte le congiure, alla fine non si sa più chi è affidabile e chi no, chi tradisce chi, chi fa cosa.
De Rossi dà l'idea di aver capito un bel po' di cose, e di volersi in un certo senso disfare di Felicia. Il fatto che non si sbarazzi semplicemente di lei uccidendola, in un regime dove far fuori qualcuno è più facile che comprarsi un paio di calzini, mi lascia perplesso. Evidentemente vorrà qualcosa da lei, ma cosa?
Felcia cerca di mantenere il suo atteggiamento di distacco utilitaristico, ma mi pare che ci stia riuscendo sempre meno.
Ovviamente sono più che mai curioso di sapere come proseguirà. Come sempre complimenti, a presto!

Recensore Master
08/06/20, ore 17:31

Ciao carissima,
innanzitutto spero che aggiornerai presto perché sono troppo curioso di sapere cosa sta per succedere...
Felicia tenta il colpaccio, ma già in tutta la storia ci sono cose che non quadrano, Twist, Gelsi così rapido nell'indossare la tuta, l'apparente fatica a respirare.
Insomma, Felicia fa il grande passo, rendendosi conto mentre lo fa di aver lasciato troppe cose al caso. Ma si sa, quando si è a quel punto è difficile rinunciare, col rischio di rimanere poi invischiati nel proprio stesso gioco.
Ora cosa succederà? Sono curiosissimo...

Recensore Master
18/05/20, ore 09:38

Ciao carissima^^
finalmente un altro capitolo di questa bella storia!
Felicia riflette: ma vale poi la pena di perdere tutti i privilegi accumulati col Dispotismo, la rispettabilità, il prestigio, l'autorità e tutto quanto? l'idealismo è una gran bella cosa, ma spesso viene soppiantato da sentimenti molto meno elevati. Questo accade in tutti i regimi e puntualmente ce lo mostri anche in questo.
È la parte umana di ogni movimento: le idee sono idee, ma tocca poi agli uomini, con tutte le loro esigenze materiali, metterle in pratica.
Molto belle le elucubrazioni sul complotto, chi complotta contro chi, chi sa e chi non sa, qual è il reale significato di ogni azione, chi è alleato con chi.
Come in tutti i regimi, vediamo anche il clima di paranoia che va addensandosi, i sospetti, le illazioni, supposizioni che non hanno modo di essere provate o smentite.
Tutto molto bello, complimenti!