Recensioni per
La Via Smarrita
di Dira_

Questa storia ha ottenuto 63 recensioni.
Positive : 63
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 [Prossimo]
Nuovo recensore
19/06/22, ore 14:36
Cap. 15:

Ciaooo! scusa mi ero persa un po' di capitoli, mi sono messa in pari ora!
Sono contenta che finalmente si giochi a carte un po' più scoperte, mi preoccupa che venga mandata alina a caccia del regolo e che non si sia ancora discusso di come ucciderlo. Non sembra preoccupi nessuno.
E finalmente rosi e tobia stanno insieme <3 sono così belli <3 <3
e la confraternita rosi-tobia-ettore mi piace molto.
Bisognerebbe anche che Cate venisse messa al corrente del tutto o qui non se ne esce.


A presto!!

Recensore Junior
07/06/22, ore 01:31
Cap. 14:

Rieccomi a recensire questa storia così particolare. Innanzitutto devo dire che adoro Rosi, personaggio stratificato come una cipolla: ad ogni strato/sogno assomiglia sempre più a Bice e Bice a lei. Non avrei affidato l'amore del Nero a nessun'altra.
E adoro anche Alina, giovane pedina incastrata tra il chiaro e l'oscuro apparentemente senza possibilità di scelta, così umana nei suoi sentimenti verso il padre ed i pochi amici. Temo molto per lei, spero non venga mandata sola contro quel serpentone.
Non sto qui a fare un elenco di tutto i personaggi, mi piacciono tutti compresi i viscidi della storia.... e quel povero lupetto mannaro (per cui sono molto preoccupata, come Marina)
Ti ringrazio per il privilegio di poter leggere le tue bellissime storie
Joey

Recensore Master
08/05/22, ore 13:07
Cap. 14:

Finalmente dopo MESI sono riuscita a recuperare tutto E MO SON RIMASTA A BOCCA ASCIUTTA PERCHÈ HO BISOGNO DI SAPERE DI PIÙ.
Rosi e Bia, finalmente, grz.
Ettore picciotto troppo prezioso.
Alina... babe. Oh baby no.

Ma soprattutto CATERINA.

Non ho parole, non vedo l'ora di leggere il resto aaaaaaa

Recensore Master
07/05/22, ore 13:38
Cap. 14:

Ma ciao, mia autrice del cuore!
Mi sono messa in pari con la lettura e sono estasiata!
Adoro i tuoi aggiornamenti, adoro questa storia e adoro come fai scorrere ogni evento con una naturalezza incredibile. Non c'è niente di forzato, tutto scorre senza balzi, è "verosimile" tutto quello che succede a livello relazionale. Sei troppo forte!
Ammetto che la scena che finalmente mi ha toccato il cuore è stato il bacio tra Rosi e Bia <3 ma ho appena deciso che il mio personaggio preferito è Ettore.
Non sono di molte parole, ho perso davvero la mano a scrivere recensioni, a volte dimentico per mesi che esiste efp, ma sono felice di trovare i tuoi capitoli quando me ne ricordo!
Alla prossima, mia cara!

Recensore Veterano
29/04/22, ore 18:26
Cap. 14:

Si entra nel vivo e si scoprono le carte.
Don Doriano sempre più simile a Benedetto, Marina che finalmente smette di essere criptica e Rosi che prende coscienza.
Magari arrivano ad un punto se smettono di nascondersi le cose.

Invece la scena di Beatrice mette i brividi. è sempre la parte che mi coinvolge di più di tutti i capitoli. Chissà se Lietta sceglierà la parte giusta e come reagirà Benedetto.

Va bè, comincio a contare, anche se non so ancora per quanti capitoli :)

PS. Voglio un Ettore nella mia vita, quell'uomo è perfetto.

Recensore Master
03/04/22, ore 21:18
Cap. 13:

Oookay, questo capitolo si divide in "finalmente Rosi e Tobia chiariscono e ammettono i loro sentimenti!" e "tutto il resto va a peripatetiche". Be', non proprio tutto il resto, ma immagino che il prossimo capitolo porti ad uno sconvolgimento stile tragedia degli equivoci in almeno due situazioni: il colloquio dei nostri investigatori dell'occulto con la confraternita, e il confronto necessario fra Caterina e Maddalena. Riesco solo ad immaginare come sarà il colloquio con la confraternita:
"Voi sapete cose sul Lupomanaio"
"Asp COSA c'è un Lupomanaio? Allora è quello che Tobia ha visto!"
"Cos... Non lo sapevate? E allora su cosa stavate indagando?"
"Sul serpe regolo!"
"C'è un SERPE REGOLO?"
"Cioè aspetta non siete VOI a controllarlo?"
"Dafuq? No! Noi controlliamo il Lu... no no, niente"

Temo che sarà tragicomico e voglio troppo leggere il prossimo capitolo.
Mentre il confronto tra Caterina e Maddalena potrebbe portare con sé tutta la burrasca delle relazioni romantiche adolescenziali, che significa che non sarà meno grave anche se su scala del tutto diversa...

Da scorpione plaudo Alina per aver saputo trovare l'argomentazione perfetta, anche se poi si è dispiaciuta per aver ferito la sua amica. Spero solo che il fatto che Caterina si sia lasciata sfuggire quel "troppo tardi" non faccia subito partire in quarta Alina con le sue idee che Malù abbia stregato Cate... Malù ne ha già abbastanza così, di problemi.

Recensore Junior
20/03/22, ore 20:42
Cap. 13:

Grazie di questo nuovo e inaspettato capitolo. Non ci speravo più 😊

Recensore Master
11/03/22, ore 15:34
Cap. 12:

Ecco Beatrice che si raccomanda a Fortunato , lui che promette di sposarla ... mi sa che questa è la volta buona che schioppa. Comunque con l'evitamento della domanda vedo che le difficoltà a comunicare delle Silvani hanno radici antiche.
Interessante Don Doriano: se da una parte è formalmente un antagonista, perché le sue azioni potrebbero mettere in serio pericolo Elia, dall'altra dice ad Alina delle cose che ha davvero bisogno di sentirsi dire, facendole notare che lei è una ragazza intelligente e capace e che i suoi meriti sono suoi, non del padre.
Un po' di gioie per Cate e Malù! Davvero divertente la scena al bar di Sovicille: finalmente le nostre hanno l'occasione di comportarsi come una coppietta normale, specie Maddalena che parte in quarta con la gelosia e le rivalse telepatiche sulla Gioia che ha perso l'occasione. Che tra l'altro è la prima volta che la vedo mostrare un certo orgoglio verso il suo essere succuba.
Quello che per Maddalena è felicità pura assume però un'altro sapore dal punto di vista di Caterina (ed è una cosa che adoro del tuo stile di scrittura): la ragazza osserva l'insieme dei comportamenti di Malù, e non ci capisce un cazzo, perché giustamente le manca il bandolo che le permetterebbe di dipanare la matassa, e tutta la situazione la fa star male, nell'incertezza di come vivere quella storia.
E ti pareva che non si facessero attraversare la strada da una criptide, magari proprio dal serpe regolo. E qui è un altro casino, perché Caterina non è completamente del Chiaro come pensano Marina e Roisin, ha la capacità di vedere sprazzi di Altrove, ma non ha nessuno a spiegarglieli e questo la confonde e spaventa. Qui Maddalena poteva cavarsela con la scusa che avesse appena battuto la testa, ma prima o poi la situazione sfuggirà di mano.
E neanche Michele è così ingenuo come lo fanno gli altri: inizia davvero a notare gli strani cambiamenti degli altri e fa compagnia a Cate nel non capirci niente. Insomma, qui niente comodi incantesimi o forze magiche che aiutino a tenere i 'Babbani' all'oscuro di tutto!
Bel capitolo, complimenti!

Recensore Master
08/03/22, ore 18:15
Cap. 11:

Oh, quindi Beatrice ha fatto un patto con lo spirito della foresta? Potrebbero farlo anche i nostri eroi?
Ah, quindi si tratta del beffardello. Molto, molto interessante come i nostri giudichino assurdo che lo vedesse come un nume tutelare del bosco. Qui le cose sono due: o hanno ragione Rosi e Tobia, e il modo di vedere le criptidi ha subito un processo di secolarizzazione (cosa che trovo estremamente originale in un fantasy) oppure sono loro ad avere una comprensione semplificata di un'entità molto più antica e potente di quanto si immaginino (un po' più classica ma comunque interessante). In ogni caso il beffardello sembra già propendere per i Tre dell'Ave Maria: è stato lui a indirizzare Maddalena da loro mentre esploravano Castiglioscuro, cosa che gli ha salvato la vita, e questo gratis amore dei. Cosa ci sarà dietro?
E a proposito di Maddalena: Stefano inizia a subodorare qualcosa. Certo che ha avuto un atteggiamento snervante ... e a quanto pare sta anche lui nascindendo qualcisa. Magari relativo alla sua conversazione con Alina?
Ettore fa sempre ridere per come sia il più 'normale' dei tre. Di solito in effetti la reazione corretta all'idea di mettersi un'orchessa nella vasca da bagno sarebbe quella ... povera Manolonga però.
Porcaloca che razza di situazione. Il bello è che non c'è una vera parte del torto e una della ragione: solo persone che non si fidano le une delle altre o si danno per scontate a vicenda e in generale si rifiutano di comunicare apertamente. Marina ha i suoi motivi per essere frustrata e stressata, ma è anche vero che tutta presa dalla faccenda di Elia ha trascurato qualunque altra cosa, riuscendo a non accorgersi che c'è un serpentone mega che sta facendo una strage di criptidi.
Complimenti per il bel capitolo!

Recensore Master
06/03/22, ore 12:47
Cap. 10:

Interessanti i flashback su Tobia ragazzino: partiva già da una situazione familiare incasinata, sentendosi rifiutato dalla madre in quanto 'non normale'. Almeno all'epoca c'era Rosi, ma quando ha perso anche lei si è ritrivato del tutto sprovvisto di legami con altri esseri umani; e questo si ripercuote sul comportamento che ha anche adesso, andando all'avventura senza nemmeno pensare di avvertire gli altri. Non è abituato ad avere qualcuno su cui contare, suppongo. Almeno il regolo aveva ricevuto l'ordine di non attaccare esseri umani, quindi Rosi ed Ettore hanno fatto in tempo a ripescarlo.
Intanto il castello di bugie di Maddalena inizia a crollare. Interessante come Cate abbia fatto rimostranze sulla bugia dei genitori omofobi invece che sulla propria appena scoperta affiliazione a Casa Baratheon. Forse pensa di non avere abbastanza prove di un tradimento, o ha paura di sentirsi rinfacciare che la loro è solo una storiella estiva?
Cavoli se la loro scena sulle mura di Malacena è stata dolce. Hai giocato benissimo l'alternanza tra i pensieri ansiosi di Maddalena e il bellissimo momento che sta passando con Caterina, e il risultato è stato perfetto nella sua naturalezza. Il che ha reso il cambio di registro con il verso del regolo ancora più stridente: sembrava di essere passati di colpo da una fiaba dolce a un horror.
E finalmente Tobia e Roisin si sono chiariti!(e io inizio a capirci un po' di più di quel che è successo). Era ora. Non credo che d'ora in poi andrà tutto senza intoppi per loro, ma un grosso ostacolo è tolto.
Gran bel capitolo, complimenti!

Recensore Master
25/02/22, ore 11:09
Cap. 9:

Per la miseria, Benedetto è un maledetto bastardo! (ironia venuta spontaneamente, giuro).
Per la miseria. Quella sezione è stata fantastica nel trasmettere sia le emozioni di Alina che quelle di Maddalena. La prima è fondamentalmente una ragazzina cresciuta in un contesto violento, piena di traumi che non ha affrontato in alcun modo, con la paura costante del fallimento. Cosa che qui è accaduta: quando anche il poco controllo che credeva di avere sulla situazione, quello che poteva esercitare su una 'non umana', le è stato portato via, sembrava una bambina sul punto di mettersi a piangere.
Quanto a Maddalena, è trattata malissimo da praticamente chiunque e anche quel poco supporto che ha potrebbe esserle tolto da un momento all'altro (Caterina inizia a sospettare, e mi sa che Marina non sarebbe più così gentile nei suoi confronti se scoprisse in che modo si è avvicinata alla sua famiglia). Però ha questa consolazione, quella morale, di aver dimostrato a sè stessa di non essere solo un mostro. Se non sbaglio, tutta la scena dovrebbe essere un'eco ironica a quella volta che Alina, confortando Cate che era ancora ai ferri corti con Malù, le ha detto 'tu sei un essere umano migliore di lui'.
Il che comunque non significa che la situazione non l'abbia scossa: poco manca che si metta a piangere anche lei. Almeno Marina si è di nuovo mostrata premurosa.
In pratica, qui Tobia è quello più 'connesso' al bosco e alle sue criptidi, ma Ettore ha il compito di fornire le buone idee (anche se mi fa sorridere che proprio al pulismano sia venuta l'idea di fare l'interrogatorio alla morta).
Mi piace il clima di solidarietà e preoccupazione reciproca che si è instaurato nel gruppo ... e di cui Tobia, abituato a essere solo, non si è reso conto e continua a operare per conto suo.
Fantastica la scena finale con Pietro e Alina. Pietro, essendo l'unico che non ha assolutamente nulla a che vedere con l'Altrove nel gruppo dei suoi amici, è rimasto fuori focus, ma qui diventa esattamente il supporto di cui Alina aveva bisogno. Quanto ad Alina stessa, finalmente smette di essere la vanator sul piede di guerra, la macchina da combattimento fuori controllo, e diventa un'adolescente che ha appena commesso un grosso errore e ha davanti a sè la prospettiva di perdere i pochi amici che ha, gli unici che le dimostrino davvero affetto.
Un altro gran bel capitolo, complimenti!

Recensore Master
23/02/22, ore 13:55
Cap. 12:

Questo capitolo risente un po' di una terribile mancanza, la mancanza di Rosi&Tobia&Ettore 😥 però era giusto continuare la storyline di Alina, di cui non avevamo notizie "fresche" da un po'. Non so, si fida davvero del prete? È condizionamento culturale?
Solo a me sembra che il prete ci insista un po' tanto sulla stregoneria di Marina quando non c'è letteralmente nessuna prova? Come se volesse magari liberarsi di lei e/o di tutti i sorveglianti eccetto lui? Che poi lui dice di voler tornare a Roma ma nel caso dovesse scoppiare un merdone io non credo che lo richiameranno a Roma subito, dovranno sostituire l'intera confraternita di Malacena e quindi ci sarà un periodo di transizione in cui ci sarà al paesello solo lui, il relatore (e quindi quello "affidabile"). Boh ad Alina lui non sembra troppo insistente?
Però per questa scena ti devo fare veramente i complimenti per come hai reso l'ambiente, per come hai descritto le sensazioni tattili, il caldo e l'arsura, l'aria che ristagna nella sacrestia. Sembra davvero di essere lì, so che te lo dico spesso ma è proprio così.

Cate e Maddalena... Anche chiamate "nemmeno il periodo dell'innamoramento pazzo è abbastanza forte da coprire i sospetti di Cate". Forse i suoi sospetti erano già iniziati a causa del profumo da uomo, l'altra volta. Ma adesso nota qualcosa di strano in Malù e io penso che si stia facendo anche troppe pare: ok, la siciliana ti ha detto che non vuole uscire dall'armadio, ma a me sembra abbastanza sensato che voglia far finta di niente davanti ai suoi amici e conoscenti e poi non abbia problemi a esprimersi davanti a persone che non conosce e che non rivedrà mai più. Boh se il problema fossero davvero i suoi genitori adottivi, questa cosa avrebbe senso. Un pochino un rischio, ma è letteralmente in un altro paese dove non c'è nessuno di Malacena a vederla. Non è una cosa così drammaticamente sospetta...

Aspetta cos'è che ha investito? Cosa? Il viso umano mi ha fatto pensare al serpe regolo ma non ha detto di averlo visto a 4 zampe? Non è possibile che abbia investito un lupomanaio, vero? Non è notte e non c'è luna piena... Aiut? Era il serpe ed era lei ad averlo immaginato a 4 zampe perché forse sembrava "carponi"?

Eeee per finire abbiamo Stefano super inquietante. Che bello. Bravo Stefano. Ok l'emozione di esserci quasi, di vedere un piano ben congegnato che si sviluppa, ma mettersi a fare foto a un cadaverozzo davanti ai propri amici sa di malato. È il tipo di schifo che ai tempi che furono potevi trovare uppato su rotten. Bleah. Ma questo capitolo si chiama "gente fa cose sospette?" 😂

Recensore Master
19/02/22, ore 23:25
Cap. 8:

Ed ecco un nuovo nemico per Bice: il prete, che è molto meno amichevole dell'attuale don Doriano. Come se la ragazza avesse bisogno di sfighe aggiuntive; ma almeno ha scoperto da dove passa il serpe regolo.
Tornando ai nostri tempi, mi piace il rapporto fin empatico che c'è tra Tobia e il bosco: lui lo sa ascoltare, percependone i mutamenti, e quello in cambio lo guida dove ci sono le risposte che cerca.
Maddalena nel letto di Cate? Cominciamo molto bene! Ma a parte questo ... mi sa che anche alla succuba manca quel livello di intimità quotidiana che Cate vorrebbe.
Certo però che, passi che è la prima volta che Malù si trova in una relazione seria, però fa veramente cagare a nascondere le cose. Porca miseria ragazza, portati a dietro un tuo bagnoschiuma al profumo iperfemminile quando esci a cacciare! O inventati che ti piacciono quelli maschili e li usi abitualmente! E fai un inventario dei vestiti! E vogliamo parlare degli occhi completamente neri? Le è andata bene che Caterina ha pensato di essersi sbagliata e soprattutto madre e sorella non l'hanno istruita sull'Altrove. Marò qui si scivola verso il disastro, sembra di vedere una catastrofe ferroviaria in slow motion.
Ettore si sta avvicinando alla santità, a tentare di combinare qualcosa di concreto per il serpe regolo in compagnia di Rosi e Tobia e i loro problemi. E cercando pure di fare da Galeotto. Non ricordavo che la vittoria sul serpe regolo fosse stata attribuita al prete, ma dopo aver visto come considera Bice e Lietta, la cosa mi inquieta assai.
Mmm, Malù proprio non è brava a 'fare tìatro': mi sa che ha solo insospettito ancora di più Marian e Alina, e infatti viene prontamente presa da parte in un vicolo per una chiacchierata amichevole. A parte queste piacevolezze, ho adorato il modo in cui pensa a Caterina, come qualcuno che non le invade la vita ma ci si incastra dentro alla perfezione.
Complimenti per un altro gran bel capitolo!

Nuovo recensore
19/02/22, ore 13:06
Cap. 12:

Seguo da ormai molto tempo i tuoi scritti e ad ogni capitolo trovo cose emozionanti e immagine vive e reali.
Ieri in particolar modo trovandomi a vagare per le colline senesi ho ritrovato i luoghi descritti in questa storia e mi aspettavo di veder sbucare fuori da un momento all'altro Cate,Rosi o Tobia o qualche strano esserino nel sottobosco.
Tutto questo per dirti che a mio avviso stai facendo un lavoro meraviglioso e non vedo l'ora di continuare a leggere questa storia e altre ancora.
Grazie e continua così

Recensore Master
10/02/22, ore 18:03
Cap. 7:

Marina pedinatrice? E neanche troppo brava, visto che Rosi la sgama in tre secondi.
Ma quanto a Rosi stessa: gli effetti dei suoi sogni iniziano a farsi davvero sentire, portandola a un'identificazione con la sua antenata che assume tratti sconvolgenti quando vede la morte di Fortunato... e tutta la questione del passato-presente peggiora soltanto il tutto, visto che adesso può pregustare il momento in cui la stessa Beatrice saprà della fine del suo amato (o magari vi assisterà direttamente, giusto per metterci il carico da novanta).
In tutto questo Ettore cerca di incoraggiare un riavvicinamento tra Rosi e Tobia, da una prospettiva estermna che magari è proprio quello di cui hanno bisogno. Se lo merita, di essere il patronimico del figlio primogenito.
Ehi, che bomba: bacio tra Roisin e Tobia. Da una parte il Nero si è comportato alla perfezione, non assecondando una persona che riteneva non in sè; dall'altra è possibile che Rosi fosse molto più presente di quanto non immaginasse, e che abbia interpretato quello come un rifiuto generale. Comunque, lo shock è stato abbastanza da farle abbassare un po' le difese, quindi magari un minimo di riavvicinamento ci sarà.
Complimenti per un altro bel capitolo!

[Precedente] 1 2 3 4 5 [Prossimo]