Libri > Harry Potter
Segui la storia  |       
Autore: __Dreamer97    23/06/2022    1 recensioni
(SCRITTA PER IL MESE DEL PRIDE
FANFICTION INTERATTIVA)
Sette storie, in cui l'amore è la forza più grande che esiste.
1) Bisessualità - Blair McKinnon
2) Transgender FtM - Stevie Wayland
3) Omosessualità - Kristofer Apollo Armstrong
Genere: Angst, Comico, Fluff | Stato: in corso
Tipo di coppia: Slash, FemSlash | Personaggi: Maghi fanfiction interattive
Note: Raccolta | Avvertimenti: nessuno | Contesto: Nessun contesto
Capitoli:
 <<    >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

I’M NOT A GIRL

“I can’t begin to express how remarkable it feels to finally love who I am enough to pursue my authentic self.”

ELLIOT PAGE

gg 

 

 

 

 

            Stava seduto di fronte allo spogliatoio dei Serpeverde, in attesa di ricevere risposte dai suoi compagni di casa più grandi, cercando di capire cosa avesse fatto di sbagliato. Era entrato in squadra da poco come battitore e voleva solamente andare a cambiarsi per poter cominciare l’allenamento, cosa c’era di così sbagliato?

-Stevie? Ci sei ancora? – la voce del suo capitano, Francis Winchester, arrivò dritta alle sue orecchie, costringendolo ad alzare la testa.

- Sì, sono ancora qui. – rispose il ragazzino annoiato. Il capitano gli fece segno di entrare e Stevie lo seguì, portando con sé la sua scopa. Tuttavia, non appena entrò nello spogliatoio, inarcò un sopracciglio alla vista di un’altra persona lì presente, che era sicuro non ci fosse quando Francis gli aveva detto di aspettare fuori. Riconobbe subito il capitano dei Corvonero, Rylan Page, al settimo anno. Prima che potesse dire qualcosa, Francis parlò.

- Mi è sembrato giusto convocare anche Rylan, visto di cosa dobbiamo parlare. Spero non sia un problema. – si giustificò Francis e, dopo qualche minuto, Stevie fece un cenno con le spalle.

- Va bene, anche se non capisco ancora perché io sia qui. – ribatté. Vide i due ragazzi scambiarsi uno sguardo e questo lo irritò ancora di più.

- D’accordo Stevie, ora capirai perché abbiamo chiamato. Stamattina, ti sei chiesto perché i tuoi compagni non ti volevano nello spogliatoio? – gli domandò Rylan e Stevie sbuffò una mezza risata.

- Perché sono degli stronzi. Sono solo al secondo anno, ma posso fare il culo a metà dei membri della squadra. – il tono sicuro che utilizzò fece sorridere leggermente il Corvonero, mentre Francis scuoteva la testa.

- Sicuramente sei più bravo tu di alcuni ragazzi che sono in squadra ma… non è per questo che non sei entrato in spogliatoio. – disse Rylan e, finalmente, Stevie comprese e si infuriò.

- È per il mio corpo, vero? Quante volte lo devo dire?! Sono un ragazzo, perché non lo capite! – sbottò il rosso. Avrebbe dovuto immaginare dove sarebbe andato a parare il discorso: già l’anno prima era successo un casino per via del dormitorio, questione che si era risolta con una camera tutta per sé, visto che quell’anno Serpeverde aveva registrato un numero basso di alunni del primo anno. Vedendo la sua rabbia, Francis si sbrigò ad alzare le mani per negare.

- No, ti sbagli! Sappiamo tutti che sei un ragazzo, solamente non volevamo crearti problemi in spogliatoio. Ti sei mai cambiato davanti ad un gruppo di ragazzi? O fatto la doccia? – gli domandò il suo Capitano. Fu in quel momento che Stevie realizzò effettivamente la cosa: al di fuori di sua sorella più grande, non si era mai cambiato di fronte a nessuno. Al pensiero, arrossì.

- Effettivamente no… - pigolò quasi sussurrando e Rylan gli sorrise.

- Non devi assolutamente preoccuparti. Gli altri ragazzi di Serpeverde si sbrigheranno a lavarsi e cambiarsi, in modo da poterti lasciare tutto il tempo che desideri. D’altronde, è così che fanno i miei compagni con me. – Stevie annuì a quelle parole ma, dopo aver realizzato il loro significato, alzò lo sguardo scioccato verso il Corvonero.

- Vuoi dire che tu sei… -

- Prima mi chiamavano Riley, l’ho cambiato all’inizio del mio quarto anno. Ci ho messo un po’ a capirlo, ma alla fine mi sono sentito molto meglio. Forza, ora vai a cambiarti, i tuoi compagni dovrebbero aver finito. – continuò il più grande e a quel punto Stevie sorrise, ringraziandoli per quella nuova informazione e fiondandosi poi verso lo spogliatoio dei Serpeverde. Il rosso non riuscì a trattenere le lacrime: era stato accettato.

   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<    >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Libri > Harry Potter / Vai alla pagina dell'autore: __Dreamer97