Storie originali > Fantascienza
Segui la storia  |       
Autore: Terreno    22/11/2022    0 recensioni
Un piccolo racconto distopico
 
Anthony è una persona senza abilità, né voglia di impegnarsi. Aspira a diventare un influencer, mettendo in rete contenuti prodotti da intelligenza artificiale. Mano a mano che l'intelligenza artificiale si sviluppa e si diffonde, le conseguenze negative, che Anthony non nota, da internet iniziano ad arrivare anche nel mondo reale e lo scenario si fa più inquietante.
  
Questo non è un racconto che parla della ribellione della macchina, ma di un uso e uno sviluppo sbagliato della tecnologia.
  
  
  
  
Dunque, tu pensi che diverrai famoso perché fai uso di intelligenze artificiali, che lavorano meglio della maggior parte degli esseri umani? Così, ogni volta che pubblicherai quei contenuti, questi risalteranno rispetto ai lavori dei “poveri fessi”, che non ne fanno uso e tutti ti seguiranno? Ascoltami, ti sei mai chiesto se molte altre persone non abbiano avuto la tua stessa idea?
Genere: Drammatico, Science-fiction, Suspence | Stato: in corso
Tipo di coppia: Nessuna
Note: nessuna | Avvertimenti: Contenuti forti, Tematiche delicate
Capitoli:
 <<    >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Giorno: 20 Febbraio Anno: 14° anno dall'invenzione
Questa mattina abbiamo trovato dei senzatetto che dormivano vicino all’ingresso del nostro condominio. Abbiamo chiamato la polizia e li abbiamo fatti andare via.
 
Giorno: 2 Aprile Anno: 14° annp dall'invenzione
Ultimamente mi sto interessando di politica. In rete però finisco per discutere per ore e ottengo solo l’effetto di arrabbiarmi. Mi sono chiesto se non possa esserci un’intelligenza artificiale in grado di diffondere le mie idee al posto mio, risparmiandomi la fatica. L’ho trovata e adesso la faccio andare.
 
Giorno: 8 Febbraio Anno: 15° anno dall'invenzione
Oggi sono attivo anche sui social che si occupano di scrittura. Mi sono abbonato ai servizi di un’intelligenza artificiale che scrive per te. Le ho lasciato carta bianca e in breve ha scritto per me un romanzo. Ho letto però solo la prima pagina. I libri non fanno per me.
Lo pubblico sul sito senza controllarlo. Tanto, sono certo che andrà bene, dato che è stato scritto da un’intelligenza artificiale.
 
Giorno: 2 Ottobre Anno: 15° anno dall'invenzione
Sono andato a vedere un’esposizione dei primi robot che imitano quasi fedelmente i movimenti umani. Sarà proprio grazie a loro che potremo ritirarci dai nostri lavori. Il loro costo è ancora proibitivo, ma probabilmente, un giorno ne avrò anch’io uno in casa.
 
Giorno: 2 Gennaio Anno: 16° anno dall'invenzione
Oggi lascio la mia fidanzata. Perché devo accontentarmi di una ragazza mediocre, quando posso avere la mia donna ideale nel mio VR a realtà aumentata?
 
Giorno: 19 Aprile Anno: 16° anno dall'invenzione
Ho chiesto a Carlo cosa ci sia che non vada nei miei film. Lui ne ha guardati alcuni e mi ha detto che, secondo lui, i dialoghi sono troppo infantili e la sceneggiatura non va bene.
Mi sono chiesto allora se non ci sia un’intelligenza artificiale che faccia le sceneggiature al posto tuo. L’ho trovata e le ho chiesto di scrivere per me tutto. Forse adesso ho risolto il problema.
 
Giorno: 20 Dicembre Anno: 17° anno dall'invenzione
I film prodotti a dalle grandi case cinematografiche non sono di molto, a livello di qualità, superiori ai nostri. L’industria del cinema, però, non sta soffrendo.
Funziona così: fanno pubblicità, tu vieni incuriosito e vai al cinema. In compenso, però, quando torni a casa hai delle idee in più per i film che fai produrre alla tua intelligenza artificiale.
 
Giorno: 8 Febbraio Anno: 18° anno dall'invenzione
Per motivi di sicurezza, il governo ha deciso di incentivare le auto a guida esclusivamente automatica, tassando quelle che vengono guidate tradizionalmente. Anche a me piacerebbe avere un’auto che va da sola, ma la spesa è esosa. Mi sa che dovrò pagare la tassa per poter usare la mia automobile.
 
Giorno: 21 Febbraio  Anno: 18° anno dall'invenzione
Ho trovato questo programma fantastico: basta che tu ti faccia scattare una foto e registri la tua voce e lui ti trasforma in un cantante provetto, occupandosi lui della musica, del video, dei testi, ritoccando ogni difetto.
Non avrei mai pensato di poter, un giorno, diventare un cantante professionista, al pari di quelli che hanno fatto la storia.
 
Giorno: 4 Aprile Anno: 18° anno dall'invenzione
Da quanto non ho guardato contenuti altrui? Oggi, per fare qualcosa di nuovo, ho guardato due film prodotti da altri utenti. Insomma, erano la fotocopia dell’ultimo film che è uscito al cinema! Certo, la qualità era eccelsa e la trama ricopiata è sempre ottima, ma ho già visto quel film una volta, perché dovrei rivederlo ancora?
 
Giorno: 20 Aprile Anno: 18° anno dall'invenzione
Anche Carlo si è abbonato al programma che ti fa diventate un cantante e mi ha chiesto di commentare il suo ultimo video. Guardo e a stento trattengo le risate. Dovrei pensare che il mio amico grassottello, sia quello strafigo che vedo nel video? La sua voce è a stento riconoscibile, tanto è stata ritoccata! Poi escludo che sia stato in grado di comporre, scrivere il testo e anche solo cantare.

Anthony: «Carlo, ma quello non sei tu. Non è la tua voce, non è il tuo corpo. Non ti sai muovere così agilmente e non ti ho mai visto stilare un testo.»
Carlo: «Se è per questo, non sei tu, neanche il cantante che c’è nei tuoi video.»

Non prendo bene questa critica.
Giorno: 1 Maggio Anno: 18° anno dall'invenzione
Ci sono sempre più manifestazioni di specialisti che si sono visti portare via il proprio posto di lavoro da un’intelligenza artificiale. La cosa conferma che ho fatto la scelta giusta a non studiare più del dovuto.
Oltre a prendersela, come al solito, con l’intelligenza artificiale, se la prendono con la gente che “non ha più voglia di imparare niente ed è sempre più dipendente dalla tecnologia, contribuendo alla sua crescita” e cose del genere.
Perché se la prendono con quelli come me? Che colpa ho io? L’intelligenza artificiale offre chissà quante opportunità. Loro hanno perso il lavoro? Che si reinventino.
   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<    >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Fantascienza / Vai alla pagina dell'autore: Terreno